Archivio per la categoria ‘Motomondiale’

Al Palacampiglio di Madonna di Campiglio, nell’incantevole cornice delle Dolomiti innevate, è stata svelata la livrea delle Desmosedici GP con cui il Ducati Lenovo Team prenderà parte al Campionato Mondiale MotoGP 2023. La squadra ufficiale Ducati, che quest’anno festeggia i vent’anni dal suo debutto nella classe regina avvenuto nel 2003, è pronta a difendere i titoli mondiali costruttori, squadra e piloti conquistati lo scorso anno insieme al Campione del Mondo in carica Francesco Bagnaia, al suo terzo anno con il team di Borgo Panigale. Ad affiancarlo ci sarà Enea Bastianini che, dopo aver chiuso terzo il Mondiale 2022 con la Desmosedici GP del team Gresini Racing, vestirà per la prima volta i colori ufficiali Ducati. Tutto è pronto quindi per affrontare un’altra entusiasmante stagione, con la prima delle 21 gare in programma a Portimao in Portogallo il prossimo 26 marzo. La grande novità del Mondiale 2023 sarà l’introduzione di una gara sprint il sabato, oltre alla tradizionale gara domenicale.

La presentazione è avvenuta durante l’evento “Campioni in Pista”, organizzato da Ducati in collaborazione con l’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, Trentino Marketing e con la partecipazione dei partner Lenovo, Aruba.it, Monster Energy, Shell e Audi, si è tenuta questa mattina davanti ad una ricca platea composta da partner e sponsor di Ducati, autorità locali, membri della stampa nazionale ed internazionale, oltre ad altri ospiti di rilievo. Il momento più emozionante è stato, come sempre, l’unveiling delle Desmosedici GP 2023: Bagnaia e Bastianini hanno svelato la nuova livrea che anche quest’anno mantiene la classica colorazione rosso Ducati, arricchito da alcuni dettagli in carbonio e una tonalità di rosso più chiara. Un’altra novità è che Bagnaia ha scelto il numero 1 del Campione del Mondo, con il quale correrà tutta la stagione MotoGP 2023.

La Desmosedici GP di Bagnaia non è stata l’unica Ducati a sfoggiare il numero 1 sul palco. L’evento è stato infatti ulteriormente arricchito dalla presenza del team Aruba.it Racing – Ducati, la squadra ufficiale Superbike della Casa di Borgo Panigale, che nel 2022 ha vinto titolo mondiale costruttori, piloti e team nel Mondiale delle derivate di serie. Anche sulla Panigale V4 R del campione spagnolo Alvaro Bautista, al suo secondo anno consecutivo con Ducati, spicca il numero 1. Ad affiancarlo ci sarà ancora Michael Ruben Rinaldi alla sua terza stagione come pilota ufficiale Ducati in Superbike.

Claudio Domenicali (CEO di Ducati Motor Holding)
“Oggi viviamo un altro momento memorabile per Ducati. Per la prima volta nella storia dell’Azienda presentiamo insieme i team ufficiali impegnati nei campionati MotoGP e WorldSBK, il Ducati Lenovo Team e il Team Aruba.it – Racing Ducati. Ripartire tutti insieme è uno splendido modo per celebrare il valore e le competenze della squadra Ducati Corse migliore di sempre, che con il suo lavoro quotidiano ci ha portato sul tetto del mondo. Dopo gli incredibili successi della passata stagione sportiva, la sfida della riconferma ci affascina molto e sono contento che cominci da una location come Madonna di Campiglio, perfetta espressione del “Made in Italy” di cui siamo fieri ambasciatori. Ducati è un marchio caratterizzato da stile, prestazioni e tecnologia, in cui la passione per le corse è un elemento centrale. Lavorare divertendoci è parte del nostro credo: dà un valore aggiunto a ciò che facciamo e ci permette di impegnarci ancora di più gestendo meglio la fatica. La bellezza e le opportunità delle montagne che ci accolgono sono l’occasione perfetta per combinare gli impegni dell’evento di presentazione a momenti di puro svago, per darci la giusta carica in vista dell’inizio della stagione.”  

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“L’inizio di una nuova stagione è sempre un momento emozionante e quest’anno lo è ancora di più dopo un 2022 destinato a rimanere nella storia. Replicare i risultati dello scorso anno non sarà semplice, ma il nostro obiettivo è sempre quello di riuscire a superarci e migliorare costantemente. In MotoGP, oltre al Campione del Mondo Pecco Bagnaia, potremo contare anche su Enea Bastianini, terzo nel Mondiale lo scorso anno con la Ducati team Gresini Racing. Siamo convinti che entrambi i nostri piloti saranno, anche quest’anno, tra i protagonisti del Campionato. La competizione sarà sicuramente ancora più accesa: oltre alla presenza di numerosi piloti forti in griglia, le altre case costruttrici avranno sicuramente lavorato intensamente durante l’inverno. Anche noi però non siamo stati da meno, perciò non vediamo l’ora di iniziare questa nuova stagione e difendere i tre titoli conquistati lo scorso anno”.

Luca Rossi (President of Intelligent Devices Group di Lenovo)
“Dopo i successi ottenuti nel 2022, siamo entusiasti di lanciare insieme questa nuova stagione. Guardiamo con orgoglio ai risultati ottenuti nei cinque anni che sono trascorsi dall’inizio della nostra partnership tecnologica con Ducati e siamo felici di continuare a lavorare insieme per guidare l’innovazione e migliorare costantemente le performance in pista. La tecnologia gioca un ruolo centrale nel competitivo mondo del motorsport. Dall’analisi dei dati in tempo reale all’intelligenza artificiale, dalle simulazioni alla smart collaboration, fino alla realtà aumentata, Lenovo lavora a stretto contatto con Ducati per progredire nella trasformazione digitale e raggiungere risultati sempre migliori. Basandoci sui valori fondamentali che condividiamo, come dinamismo, dedizione, spirito di squadra e orientamento al risultato, continueremo a collaborare per creare uno sport più veloce, sicuro ed emozionante”.

Francesco Bagnaia (#1, Ducati Lenovo Team)
“La mia pausa invernale è stata più breve del solito, a causa di tutti gli impegni che ho avuto dopo la vittoria del Mondiale, e adesso sono carico ed impaziente di iniziare la stagione. La Desmosedici GP e la mia squadra mi sono mancati e non vedo l’ora di tornare in pista. Ero indeciso se continuare ad usare il numero 63 o passare al numero 1 e alla fine ho deciso per quest’ultimo. Vederlo sulla moto è davvero bellissimo ed ora il mio obiettivo sarà fare di tutto per mantenerlo. Non sarà facile perché mi aspetto una competizione ancora più dura rispetto allo scorso anno, con tanti rivali pronti a lottare per il titolo: sono però consapevole di avere con me la miglior moto e la miglior squadra per poter puntare in alto anche nel 2023. Grazie ancora a tutta Ducati e al mio team! Sono pronto a riprendere la nostra avventura insieme”.

Enea Bastianini (#23, Ducati Lenovo Team)
“Vestire i colori del team ufficiale è una grande emozione ed ora spetta a me dimostrare di essermi meritato questa occasione. Sono carico per la nuova stagione e, fortunatamente, non dovrò aspettare molto per poter provare la mia Desmosedici GP rossa in pista: tra un paio di settimane saremo a Sepang per il primo test dell’anno e sarà un momento davvero importante per conoscere meglio i ragazzi della squadra e soprattutto iniziare a lavorare sulla moto. Sarà un anno molto competitivo e ci saranno sicuramente momenti facili ed altri più difficili da affrontare, ma sono pronto a tutto! Ringrazio ancora Claudio, Gigi, Paolo, Davide e tutta Ducati! Darò il 100% come sempre”.

I piloti del Ducati Lenovo Team, insieme a quelli del team Aruba.it Racing – Ducati saranno presente questo pomeriggio nel centro di Madonna di Campiglio, in Piazza Sissi, alle ore 17:00 per un saluto a tutti gli appassionati e tifosi accompagnati dall’intrattenimento offerto da Monster Energy, nuovo partner di Ducati Corse.

Nella giornata di domani Bagnaia e Bastianini proveranno anche le emozioni sulle quattro ruote partecipando all’Audi Driving Experience sul laghetto ghiacciato di Madonna di Campiglio, oltre a godersi una giornata di sci sulle spettacolari piste della Perla delle Dolomiti.

Il 2022 non lo si scorda facilmente, ma se c’è un modo per alzare l’asticella è preparare con attenzione metodica la nuova stagione: il 2023 inizia oggi con la presentazione del rinnovato team MotoGP. Le novità non sono poche: si parte dalla Desmosedici 2022 con un stile rinnovato nei colori e non solo. Più rosso Ducati con un tocco moderno e un celeste lucido (leggermente perlato) a dare ulteriore potenza ad una moto tanto bella quanto vincente. 
 
L’arrivo di Alex Marquez è sicuramente la novità più grande. Lo spagnolo sarà affiancato da Donatello Giovanotti (track engineer) e Andrea Mattioli (Telemetrico) ereditando il resto della squadra che lo scorso anno ha festeggiato ben 4 vittorie al fianco di Bastianini.
 
Dall’altra parte del box anche Fabio Di Giannantonio avrà una news importante con Frankie Carchedi (ex Suzuki) nuovo capo tecnico: il feeling nei test di Valencia è già sembrato molto interessante e ora sarà solo questione di tempo per vedere tutto il team all’opera nei test di Sepang di febbraio che apriranno ufficialmente questa stagione.

🐺 – FABIO DI GIANNANTONIO #49
“Iniziamo il 2023 con un pizzico in più di rosso: rosso di determinazione, passione, fuoco… C’è tantissima voglia di continuare a crescere e fare bene. Vogliamo affrontare questa stagione gara per gara, con la consapevolezza che è questo il momento giusto: la top10 deve essere la normalità e la top5 va guardata come un obiettivo reale. Il team è carichissimo e io mi sono allenato al 300% per quest’annata e siamo pronti!”

🔫 – ALEX MARQUEZ #73
“È una giornata molto speciale oggi: vedere questo team così unito e già pronto mi emoziona. Essere qui a questa presentazione è una cosa molto speciale. Vedere tanta voglia e tanta illusione nella squadra e nella gente che è venuta a vederci oggi è una cosa che mi piace parecchio. Ora inizia il lavoro con una bella pre-season per arrivare alla prima gara di Portimao al 100%. L’obiettivo sarà fare un buon inizio di campionato perché quello marcherà il ritmo di tutto il 2023: abbiamo gli strumenti e la volontà per fare bene, ovviamente non sarà facile ma l’attitudine in questi casi aiuta tantissimo”.

💙 – NADIA PADOVANI – TEAM OWNER
“Siamo molto emozionati per questa nuova avventura. Il 2022 è stato sotto tutti i punti di vista pazzesco, ma l’idea è continuare a crescere e stupire. Siamo una squadra giovane e con grandi ambizioni: Fabio avrà modo di dimostrare tutto il suo potenziale in questo suo secondo anno e Alex ha tanta voglia di riprendersi la scena… Noi faremo di tutto per aiutare entrambi a riuscire nei propri intenti. Oggi è quasi un ritorno alla normalità con una presentazione così importante e con la nostra gente qui con noi: un ringraziamento è doveroso ai nostri sponsor e a tutto il team che ha lavorato duramente per essere pronti”.

Le strade di Bologna e Piazza Maggiore si sono colorate di Rosso Ducati per i festeggiamenti dell’indimenticabile annata sportiva 2022, che ha visto gli eroi Ducati Corse conquistare nella stessa stagione Titolo Piloti, Titolo Costruttori e Titolo Squadre in entrambi i principali campionati motociclistici mondiali: MotoGP e WorldSBK. Si tratta di un trionfo senza precedenti per la Casa motociclistica di Borgo Panigale, che ha voluto condividere questa incredibile gioia con i Ducatisti e con il territorio in cui l’Azienda è da sempre radicata.

Francesco Bagnaia e Álvaro Bautista sono stati ovviamente i grandi protagonisti dalla serata. Dal palco di Piazza Maggiore i “Campioni in Piazza²” hanno ricevuto l’ondata di affetto degli appassionati Ducatisti arrivati da tutto il mondo, che non hanno potuto mancare a questo storico momento di festa, nonostante la pioggia e le rigide temperature. La città di Bologna, la regione Emilia-Romagna e tutta l’Italia hanno celebrato insieme a Ducati i successi di un’azienda che trae forza ogni giorno dalla sua storia, ben radicata a Borgo Panigale, e allo stesso tempo si fa onore di essere ambasciatrice del “Made in Italy” in tutto il mondo.

L’evento celebrativo si è aperto intorno alle 20.00 di giovedì 15 dicembre con un DJ-set curato da Fresco, DJ e produttore discografico noto per le sue collaborazioni con Jovanotti, intervallato dall’irresistibile comicità del romagnolo Giuseppe Giacobazzi, che ha intrattenuto i fan di tutte le età accorsi in Piazza Maggiore.

La parte più significativa della serata ha preso il via sulle note della chitarra di Federico Poggipollini e con la voce fuori campo del celebre doppiatore Luca Ward, che nel corso dell’evento si è reso protagonista di uno dei passaggi più emozionanti, recitando un testo in cui sono state ripercorse le tappe fondamentali della storia della Casa di Borgo Panigale nel mondo delle competizioni.

La conduzione di “Campioni in Piazza²” è stata affidata alla giornalista e grande appassionata di motori Barbara Pedrotti, la quale ha inaugurato il momento di interviste invitando sul palco l’Amministratore Delegato Ducati Claudio Domenicali e successivamente i rappresentanti delle istituzioni territoriali nelle figure del Presidente della Regione Emilia-RomagnaStefano Bonaccini e del Sindaco di Bologna Matteo Lepore . Entrambi hanno sottolineato l’importanza di un evento come questo per la città e il valore aggiunto offerto dalla collaborazione con Ducati in ottica di sinergia con tutta la Motor Valley emiliano-romagnola.

La festa Ducati è proseguita con l’intervento del Direttore Generale Ducati Corse Luigi Dall’Igna, che ha ripercorso i momenti decisivi della stagione. Dal palco hanno salutato il pubblico anche tutti gli altri volti che meglio rappresentano i successi della Casa di Borgo Panigale e che gli appassionati hanno ormai imparato a riconoscere nei box dei circuiti: il Direttore Sportivo Ducati Corse Paolo Ciabatti, il Direttore Tecnico Ducati Corse Davide Barana, il Team Manager MotoGP Davide Tardozzi, il Team Principal Aruba.it Racing – Ducati Stefano Cecconi e il Team Manager WorldSBK Serafino Foti.

Il momento culmine della serata è giunto quando la Voce italiana della MotoGP Guido Meda ha chiamato sul palco i due nomi più attesi: il Campione del Mondo WorldSBK 2022 Álvaro Bautista e il Campione del Mondo MotoGP 2022 Francesco “Pecco” Bagnaia, che sono stati accolti con grande entusiasmo dal pubblico di Piazza Maggiore. La celebrazione dei successi di Bagnaia e Bautista è stata condivisa con gli altri piloti Ducati presenti alla festa: Axel Bassani, Enea Bastianini, Marco Bezzecchi, Chaz Davies, Fabio Di Giannantonio, Luca Marini, Michele Pirro e Michael Ruben Rinaldi.

Sul palco a festeggiare la passione in comune per lo sport e a dare il loro saluto ai Campioni Ducati sono saliti anche i rappresentanti delle realtà sportive locali e nazionali Lorenzo De Silvestri (calciatore del Bologna Calcio), Pietro Aradori (giocatore della Fortitudo Pallacanestro Bologna) e Sabrina Cinili (capitano della Virtus Pallacanestro Bologna femminile), insieme al CT della Nazionale Italiana di ciclismo Daniele Bennati.

Nel corso dell’evento “Campioni in Piazza²” è stata svelata anche una grande sorpresa per tutti i Ducatisti più appassionati. Per omaggiare i titoli iridati di Bagnaia e Bautista, Ducati ha infatti realizzato due serie speciali di Panigale V4 in serie numerata e limitata, con livree ispirate rispettivamente alla Desmosedici GP22 e alla Panigale V4 R dei Campioni del Mondo e con componentistica dedicata.

Queste moto da collezione sono caratterizzate dalle livree di Pecco Bagnaia #63 e di Álvaro Bautista #19 e ogni esemplare è reso unico dall’autografo in originale del pilota sul serbatoio, protetto con uno strato di vernice trasparente. Le due moto celebrano con i loro numeri di produzione l’anno della fondazione di Ducati, il 1926. Ciascuna serie sarà infatti composta da soli 260 esemplari.

La Panigale V4 Bagnaia 2022 World Champion Replica e la Panigale V4 Bautista 2022 World Champion Replica sono state esposte al pubblico in Piazza del Nettuno, affiancate dalla Desmosedici GP22 e dalla Panigale V4 R Campioni del Mondo e da una Lamborghini Huracán STO, realizzata per l’occasione nei colori Ducati Corse.

Durante la conferenza stampa che ha preceduto l’evento è stato presentato anche il documentario “Nuvola Rossa: Bagnaia & Ducati’s Perfect Comb1nation” , un cortometraggio che racconta i momenti salienti e più emozionanti delle ultime tre gare del campionato MotoGP. Il documentario della durata di circa 20 minuti sarà pubblicato sul canale ufficiale YouTube di Ducati e su Ducati.com il 16 dicembre alle ore 12.00.

La conferenza stampa è stata anche l’occasione per annunciare le date della presentazione dei due team ufficiali Ducati in MotoGP e WorldSBK per la stagione 2023. Dal 22 al 24 gennaio prossimi, in una località d’eccellenza quale Madonna di Campiglio, prenderà vita “Campioni in Pista”, un evento organizzato in collaborazione con Trentino Marketing e Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, durante il quale Ducati presenterà sulla neve, per la prima volta in contemporanea, il Ducati Lenovo Team e il team Aruba.it Racing – Ducati.

Ducati celebra la conquista dei titoli iridati MotoGP e WorldSBK con la realizzazione di due serie speciali di Panigale V4 ispirate alla Desmosedici GP22 e alla Panigale V4 R dei Campioni del Mondo Francesco Bagnaia e Álvaro Bautista. Le moto celebrative sono state presentate nel corso della conferenza stampa che anticipa “Campioni in Piazza2”, l’evento con cui Ducati festeggia insieme ai suoi appassionati questo storico doppio successo.

Il 2022 è stato un anno incredibile per Ducati. La Casa di Borgo Panigale è Campione del Mondo per la prima volta nella sua storia sia in MotoGP che in WorldSBK nella stessa stagione. Un risultato da sogno che si è concretizzato grazie al lavoro eccezionale degli ingegneri, dei team e dei piloti. Un doppio trionfo che Ducati ha voluto celebrare con due modelli unici, da collezione.

Le due serie speciali, realizzate partendo dalla base della Panigale V4 S, sono caratterizzate dalle livree delle moto di Pecco Bagnaia #63 e di Álvaro Bautista #19. Ogni singolo esemplare della serie sarà reso unico dall’autografo del pilota apposto in originale sul serbatoio, firma che sarà poi protetta con uno strato di vernice trasparente. Le due moto, realizzate in serie numerata e limitata, celebrano nei loro numeri di produzione l’anno di nascita di Ducati. Ciascuna serie sarà infatti composta da soli 260 esemplari, in onore al 1926, anno di fondazione dell’Azienda bolognese.

Come le moto da gara a cui si ispirano, le Panigale V4 2022 World Champion Replica sono proposte nella sola configurazione monoposto e sono arricchite dalla piastra di sterzo in alluminio ricavato dal pieno con incisione laser del nome modello, del numero progressivo e del numero di gara dei due piloti . L’equipaggiamento tecnico vanta l’adozione della frizione a secco STM-EVO SBK a nove dischi, il silenziatore omologato Akrapovič (più leggero di 2 kg rispetto a quello di serie della Panigale V4), l’impianto frenante Brembo impreziosito da pinze Stylema® R e pompa MCS con registro remoto, le pedane regolabili Rizoma in alluminio ricavate dal pieno e il plexiglas racing.

Altri dettagli tecnici che caratterizzano queste moto speciali sono il paracalore per i collettori di scarico posteriori, il coperchio alternatore, i parafanghi anteriore e posteriore e i convogliatori freni anteriori, tutti realizzati in fibra di carbonio. Sempre in fibra di carbonio, unita al titanio, c’è poi la cover a protezione del forcellone monobraccio. La serie dedicata ad Álvaro Bautista #19, infine, è caratterizzata dal serbatoio in alluminio spazzonato, come sulle versioni più sofisticate della Panigale V4.

Ogni moto sarà consegnata in una cassa di imballaggio con grafica dedicata e sarà corredata di un certificato di autenticità, di un telo coprimoto personalizzato e del sistema di acquisizione dati Ducati Data Analyser+. Chi vorrà sfruttare le prestazioni di queste due moto in circuito potrà montare gli accessori supplementari forniti a corredo, come il coperchio frizione aperto in fibra di carbonio, i kit per la rimozione di portatarga e specchietti e il tappo serbatoio racing in alluminio ricavato dal pieno.

Manca poco più di una settimana a Campioni in Piazza², l’evento nel cuore di Bologna aperto e gratuito per tutti gli appassionati, che il 15 dicembre colorerà di rosso Piazza Maggiore. L’occasione per rivivere e celebrare insieme l’indimenticabile stagione sportiva appena trascorsa e le straordinarie vittorie ottenute da Ducati nei campionati di MotoGP e World Superbike.

Il programma ufficiale dell’evento è stato presentato durante la conferenza stampa tenutasi nella splendida cornice di Palazzo D’Accursio, uno dei luoghi più suggestivi di Piazza Maggiore nonché sede del Comune di Bologna.

Sono intervenuti in conferenza Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati e Matteo Lepore, Sindaco di Bologna , per raccontare il programma dell’evento e la partecipazione del territorio nelle celebrazioni che avranno tra i protagonisti nomi e personaggi italiani amici di Ducati e della città di Bologna.

Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati: “Dopo la doppia vittoria nel Campionato MotoGP e in quello Superbike non potevamo che festeggiare in grande con un evento aperto a tutti gli appassionati. Campioni in Piazza² sarà prima di tutto un momento di festa e condivisione. La scelta di fare l’evento a Bologna è venuta in molto naturale, questa è la città in cui Ducati è nata e il legame con il territorio è per noi un grande valore aggiunto. Siamo sicuri che tutti i cittadini di Bologna, e non solo, vorranno unirsi a noi per festeggiare gli obiettivi raggiunti da un’azienda che ha qui le sue radici ma è fiera ambasciatrice del Made in Italy nel mondo”.

La festa di giovedì 15 dicembre coinvolgerà primi fra tutti i protagonisti indiscussi della stagione sportiva su due ruote: Francesco Bagnaia e Alvaro Bautista. Non mancheranno sul palco anche i volti del “dietro le quinte” che gli appassionati hanno imparato a conoscere nelle dirette dai box Ducati: Luigi Dall’Igna, Paolo Ciabatti, Davide Tardozzi e Serafino Foti.

A presentare e intervistare i personaggi del mondo Ducati Corse ci sarà Barbara Pedrotti, giornalista, presentatrice TV e grande appassionata di motori, con al suo fianco Guido Meda, l’inconfondibile voce che, gara dopo gara, ha raccontato il successo di Bagnaia in MotoGP a tutta Italia.

Nel programma non manca il divertimento, con le battute del romagnolo e appassionato Ducatista Giuseppe Giacobazzi che è pronto a far ridere i fan di tutte le età. L’attore e doppiatore Luca Ward accompagnerà i partecipanti in un viaggio dentro la storia di Ducati. L’intrattenimento musicale si apre con un DJ-set di Fresco, DJ e produttore discografico noto per le sue collaborazioni con Jovanotti, per passare poi alle note della chitarra del bolognese Federico Poggipollini. A seguire nella serata ci sarà il concerto di J-Ax, il rapper, che ha appena annunciato la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2023, farà ballare il pubblico su un medley delle sue canzoni più famose.

Per festeggiare questo grande traguardo, Ducati ha preparato una sorpresa per i Ducatisti più appassionati, che verrà svelata direttamente dal palco di Piazza Maggiore.

L’evento è aperto e gratuito per tutti gli appassionati che vorranno festeggiare insieme a Ducati. L’intrattenimento sul palco inizierà dalle 20.00 e si concluderà intorno alle 22.30. A chiudere lo spettacolo uno scenografico show pirotecnico.

Per tutti gli appassionati che vorranno fare un’immersione nel mondo Ducati, nella giornata della festa i turni di visita nella fabbrica di Borgo Panigale saranno intensificati, con visite in partenza ogni 15 minuti tra le 9:15 e le 11:30 e tra le 13:45 e le 16:00. Per assicurarsi il posto per la visita nell’orario desiderato, sono suggeriti la prenotazione e l’acquisto del biglietto online al sito https://tickets.ducati.com/. Il Museo Ducati sarà aperto come di consueto dalle 9:00 alle 18:00.

Domenica scorsa, 6 novembre, sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste (Spagna), Francesco Bagnaia e Ducati hanno scritto una pagina importante nella storia della MotoGP centrando il titolo mondiale piloti 2022. Insieme al titolo costruttori e al titolo squadre ottenuto dal Ducati Lenovo Team, la casa di Borgo Panigale ha centrato il terzo alloro in questa stagione, la sua migliore di sempre nella classe regina.

– Con un totale di sette vittorie, dieci podi e cinque pole position, Bagnaia ha conquistato il suo primo titolo mondiale nella classe regina nell’ultimo Gran Premio della stagione 2022 disputato a Valencia. Insieme al mondiale conquistato da Casey Stoner nel 2007, questo è il secondo titolo piloti MotoGP per la casa di Borgo Panigale.

– Bagnaia diventa il primo pilota italiano a vincere su una moto italiana, la Desmosedici GP, il titolo mondiale piloti in MotoGP. L’ultimo a riuscirci nella top class, fu Giacomo Agostini esattamente cinquant’anni fa, nel 1972, quando vinse il mondiale 500cc con la MV Agusta. Valentino Rossi è stato invece l’ultimo pilota italiano a vincere il mondiale piloti in MotoGP, nel 2009, 12 anni fa.

– La vittoria del titolo è avvenuta grazie ad una storica rimonta: il massimo distacco di Bagnaia dal leader è stato di 91 punti dopo la decima gara al Sachsenring (Germania), colmato poi nell’arco di otto Gran Premi. Bagnaia ha battuto così il precedente record di Rainey che nel 1992 recuperò uno svantaggio di 65 lunghezze.

– Bagnaia è stato anche il primo pilota Ducati a mettere a segno quattro vittorie consecutive ad Assen, Silverstone, Spielberg e Misano.

– Nel 2022 Bagnaia ha completato 189 giri in testa ad una gara e ha segnato il giro più veloce in gara in tre occasioni: nei GP di Spagna, Francia e Italia.

– Con un totale di 11 vittorie con la Desmosedici GP, Bagnaia è al terzo posto tra i piloti ad aver ottenuto il maggior numero di successi nella classe regina con Ducati (1° Stoner con 23 vittorie, 2° Dovizioso con 14).

– La stagione 2022 è stata la migliore di sempre per Ducati in MotoGP: la casa di Borgo Panigale ha infatti centrato un totale di 32 podi con 7 piloti diversi (10 Bagnaia, 7 Miller, 6 Bastianini, 4 Zarco, 4 Martin, 1 Bezzecchi), tra cui 12 vittorie (7 Bagnaia, 4 Bastianini, 1 Miller).

– Nelle ultime 26 gare, Ducati è sempre salita sul podio.

– Ducati ha centrato 16 pole position in questa stagione con ben 7 piloti diversi, un record per la casa di Borgo Panigale. Solo Suzuki era riuscita in precedenza a centrare la pole con 5 piloti diversi in un’unica stagione. Quest’anno Ducati ha anche eguagliato il record di pole position in un’unica stagione detenuto precedentemente solo da Honda.

– Nelle ultime 40 gare disputate, Ducati ha sempre piazzato almeno una Desmosedici GP nella prima fila dello schieramento di partenza.

– In sei occasioni quest’anno Ducati ha ottenuto il monopolio della prima fila piazzando tutte Desmosedici GP nelle prime tre posizioni dello schieramento di partenza.

– Ad Austin (GP delle Americhe) e al Mugello (GP d’Italia) Ducati ha avuto il monopolio della top 5 in griglia.

– Per il terzo anno consecutivo e il quarto nella sua storia in MotoGP, Ducati ha vinto il Campionato Mondiale Costruttori nella classe regina totalizzando un totale di 448 punti e un vantaggio di 192 sul secondo classificato.

– Per il secondo anno consecutivo e il terzo nella sua storia in MotoGP, Il Ducati Lenovo Team si è aggiudicato il Campionato Mondiale Team in MotoGP con 454 punti totali a fine stagione.

– Per il secondo anno consecutivo il team Ducati factory-supported Pramac Racing ha vinto il titolo 2022 come miglior team indipendente in MotoGP

– Marco Bezzecchi, pilota del VR46 Racing Team, ha conquistato il titolo 2022 come miglior pilota esordiente in MotoGP.

– Enea Bastianini ha ottenuto il titolo di miglior pilota tra i team indipendenti, il Gresini Racing Team. Con sei podi e quattro vittorie all’attivo, il pilota riminese ha chiuso il Campionato Mondiale MotoGP in terza posizione in classifica generale.

A soli due giorni dalla fine del Campionato Mondiale MotoGP 2022, che ha visto Pecco Bagnaia e Ducati salire sul tetto del mondo con la conquista del titolo mondiale piloti, il Ducati Lenovo Team è tornato in pista quest’oggi sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste (Spagna) per affrontare la prima giornata di test ufficiali in preparazione alla stagione 2023.

Il test di Valencia ha rappresentato anche la prima occasione per vedere Enea Bastianini nelle vesti di pilota ufficiale: conclusa la stagione 2022 al terzo posto in classifica con all’attivo quattro vittorie e sei podi ottenuti con la Desmosedici GP del team Gresini Racing, il pilota riminese ha dato ufficialmente inizio alla sua nuova avventura con la squadra factory di Ducati, nella quale affiancherà Bagnaia il prossimo anno. Dopo un primo “shakedown” effettuato dal tester Michele Pirro, Enea ha infine potuto provare la Desmosedici GP rossa per poi iniziare a testare nuovi componenti e provare diverse configurazioni di setup.

Sia Bastianini che Bagnaia hanno potuto provare la moto in configurazione 2023, oltre ad alcune nuove proposte aerodinamiche sviluppate dagli ingegneri di Borgo Panigale. Con un totale di 54 giri e un miglior tempo in 1:30.592 Enea chiude la giornata in 10° posizione, mentre Pecco chiude 12° in 1:30.655 dopo aver completato 59 giri.

Enea Bastianini (#23 Ducati Lenovo Team) – 10° (1:30.592 – 54 giri)
“Sono davvero felice di come è andata questa prima giornata all’interno della mia nuova squadra! Vestire i colori del Ducati Lenovo Team è un sogno che si avvera! Il test di oggi è servito principalmente per iniziare a conoscere la mia squadra ed ambientarmi all’interno della nuova struttura. Ho un nuovo capo tecnico e solo l’elettronico è lo stesso che avevo nel team Gresini. È stata una prima presa di contatto positiva e il clima all’interno del box mi è piaciuto. Peccato solo per una piccola caduta avuta nell’ultima run per colpa di una buca! Ho provato la moto nuova che è molto simile a quella che ho guidato in questa stagione, ma più stabile. Inoltre ho provato delle nuove soluzioni aerodinamiche. I riscontri sono stati positivi, ma ora bisognerà girare anche su altre piste per avere le idee più chiare. Mi sono confrontato anche con Pecco: avere il Campione del Mondo come compagno di squadra è davvero un stimolo grande per me”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 12° (1:30.655 – 59 giri)
“Il bilancio della giornata di oggi è abbastanza positivo: mi sono trovato bene con tutte le nuove soluzioni provate e ciò significa che il nostro lavoro ha portato buoni frutti. Sia la carena nuova che il nuovo motore hanno dato riscontri positivi. Sicuramente servirà lavorare ancora per sistemarli al meglio, ma in generale sono contento. Dopo questo test avrò ancora una settimana intensa di impegni per Ducati, ma poi proverò a disconnettere per riposare, godermi la vittoria del titolo e la pausa invernale”. 

Conclusa la stagione 2022 e il test di Valencia, i piloti del Ducati Lenovo Team torneranno ora in Italia per presenziare nelle giornate di mercoledì 9 e giovedì 10 novembre ad EICMA, in programma questa settimana nei padiglioni di Rho – Fiera Milano. I prossimi test ufficiali per Bagnaia e Bastianini si disputeranno invece il prossimo anno dal 10 al 12 febbraio 2023 sul Sepang International Circuit in Malesia.

L’inverno è alle porte e il Team Gresini MotoGP, dopo aver salutato Enea Bastianini, si è subito lanciato nell’avventura 2023 con la line-up formata da Fabio Di Giannantonio ed Alex Marquez. Per entrambi oggi le prime prove con la Desmosedici versione 2022.
 
Tanta aspettativa soprattutto per lo spagnolo, alla prima assoluta con una Ducati. Il numero 73 ha affrontato questa sua prima uscita con grande tranquillità e sicurezza: un totale di XX giri e un crono finale di 1’31.140, non lontano dai migliori di categoria. Si è trattato della più classica presa di contatto, con l’ex LCR che ha lavorato esclusivamente sul feeling e sull’elettronica della sua Ducati.
 
Novità anche dall’altra parte del box con Fabio Di Giannantonio che ha iniziato a lavorare con Frankie Carchedi, suo nuovo capo tecnico. Per il numero #49 giornata importante sotto molti punti di vista: tantissimi giri in particolare con gomma usata con l’obiettivo di trovare subito un setting di base performante in vista della prossima stagione, con un occhio particolare su elettronica e freno posteriore. Per lui 14º tempo finale con un totale di XX giri a referto.

6º – FABIO DI GIANNANTONIO #49 (1’30.483s)
“È stato probabilmente il giorno più bello da quando corro in MotoGP. La moto nuova è fantastica e in tutti i punti in cui faticavo mi sono subito trovato meglio. Ora andiamo in pausa con grande entusiasmo. Proveremo a mantenere i piedi per terra e a lavorare per essere pronti a Sepang. Con Carchedi è stato subito grande feeling e i risultati sembrerebbero già arrivare”.

14º – ALEX MARQUEZ #73 (1’30.712s)
“È stato un primo giorno emozionante e devo dire che mi sono divertito molto sulla moto. C’è un ottimo ambiente in squadra e mi sono subito sentito a mio agio, ero già mezzo italiano quindi…Tutta Ducati mi ha supportato dal primo momento e ora sarà un inverno lungo prima di tornare in sella alla moto. Vogliamo lavorare bene e arrivare a Portimao in forma”.

Francesco Bagnaia è Campione del Mondo MotoGP 2022. Grazie al nono posto ottenuto nel GP della Comunità Valenciana, disputato questo pomeriggio sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste, il pilota del Ducati Lenovo Team si è assicurato il suo primo titolo iridato MotoGP, dopo aver compiuto una storica rimonta in Campionato, mai riuscita prima a nessun altro pilota nella classe regina. Dopo essersi ritrovato sesto in classifica al termine del GP della Germania, Pecco è riuscito a colmare un distacco di 91 lunghezze su Fabio Quartararo nell’arco di otto Gran Premi, e si è portato in testa al Campionato con 14 punti di vantaggio sul pilota francese nel GP d’Australia, a Phillip Island, a due gare dal termine della stagione.

Dopo aver portato a quota 23 il suo vantaggio grazie ad una splendida vittoria a Sepang in Malesia, a Bagnaia è bastato il nono posto di oggi per conquistare il secondo titolo piloti per Ducati nella classe regina, a 15 anni dal primo mondiale ottenuto da Casey Stoner nel 2007. Per il 25enne torinese e per la casa bolognese si tratta di uno storico traguardo: con sette vittorie, dieci podi e cinque pole position quest’anno, Bagnaia diventa il primo pilota italiano a vincere il mondiale MotoGP con una moto italiana, la Ducati Desmosedici GP. L’ultimo a riuscirci nella top class fu Giacomo Agostini 50 anni fa, nel 1972, quando vinse il titolo nella categoria 500cc con la MV Agusta.

Il GP della Comunità Valenciana è stato anche l’ultima gara di Jack Miller con Ducati. Partito con il terzo tempo, il pilota australiano era riuscito a rimanere nelle prime posizioni in lotta per il podio ma, a quattro giri dal termine, è incappato in una caduta mentre era in terza posizione. Miller chiude la stagione al quinto posto in campionato grazie ad una vittoria e sette podi, oltra a una pole position.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 9°
“Dobbiamo essere veramente contenti e orgogliosi del lavoro incredibile che abbiamo fatto. Dopo la Germania ci siamo ritrovati a 91 punti dalla vetta, ma abbiamo trovato la giusta motivazione per rimontare e vincere il titolo a Valencia. Insieme abbiamo dimostrato di essere veramente forti e saper gestire anche le situazioni complicate. Anche la gara di oggi è stata veramente difficile perché dopo il contatto con Fabio ho perso un’aletta della mia moto e da lì in poi ho faticato molto, ma sono veramente orgoglioso e felice del risultato. Voglio fare i complimenti anche a Fabio, che è stato un avversario incredibile durante tutta la stagione. Vincere arrivando davanti a un pilota che si rispetta, come io rispetto Fabio, dà ancora più valore a questo titolo.”

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – Ritirato
“Mi dispiace molto per la caduta di oggi. Stavo spingendo molto perché sapevo che Aleix non aveva concluso la gara e 25 punti mi avrebbero portato davanti a lui in classifica: questo era il mio obiettivo. Sfortunatamente la partenza non è andata esattamente come mi aspettavo e oggi era davvero difficile sorpassare, se non sfruttando gli errori altrui. Sono comunque contentissimo per Pecco, che ha fatto un’annata straordinaria, senza mai mollare e dimostrando a tutti di essere il migliore. La mia ultima gara con Ducati porta con sé un po’ di tristezza perché con questa squadra sono stato benissimo e ho costruito relazioni fantastiche con tutte le persone del Team, ma adesso mi concentrerò sul mio prossimo futuro”.

Claudio Domenicali (Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding)
“È una giornata fantastica per tutta la Ducati! Ducati Corse ha lavorato con costanza e risolutezza per raggiungere questo secondo titolo piloti MotoGP che oggi ci fa scoppiare il cuore dalla gioia. Le corse sono così legate alla passione dei Ducatisti e anche il mio percorso in Ducati è cosi legato alle competizioni che oggi sono davvero estremamente felice. Voglio prima di tutto fare i complimenti a Pecco che ha fatto una stagione incredibile, in cui ha avuto il grande merito di crederci sempre, anche quando la rimonta sembrava impossibile. Un ringraziamento ai “tre moschettieri” Gigi, Paolo, Davide e a tutte le ragazze e i ragazzi di Ducati Corse e del Ducati Lenovo Team, che hanno lavorato a questa moto incredibile e anche alle donne e agli uomini che lavorano a Borgo Panigale e rendono possibili emozioni come queste. Il Titolo Mondiale è per loro e per tutti i Ducatisti. È stata una lunga rincorsa, ma oggi la squadra è forte come non è mai stata e questo risultato è estremamente importante per eliminare la tensione ed essere più concentrati che mai a fare bene anche nel futuro. Credo davvero che possa essere l’apertura di un ciclo molto positivo per Ducati”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Questo Campionato del Mondo è una soddisfazione immensa per me e per tutto il Ducati Lenovo Team. È un titolo che questa squadra e il nostro marchio si meritano, che viene dall’impegno e della competenza di persone e tecnici veramente bravi, sommati al talento incredibile e alla maturità di Pecco. La giornata di oggi ci ripaga di tutto il lavoro fatto. Ora che abbiamo raggiunto il tetto del mondo, il prossimo passo è restarci.”

Luca Rossi (President of Intelligent Devices Group di Lenovo)
“Congratulazioni al Campione del Mondo Francesco Bagnaia e a tutto il Ducati Lenovo Team per questo meritatissimo successo. I tre titoli mondiali ottenuti da Ducati nella stagione MotoGP 2022 coronano un campionato entusiasmante e ricompensano il team, i piloti e tutto lo staff, della performance, della reattività e della capacità d’innovazione dimostrate. Siamo orgogliosi di collaborare da cinque anni con Ducati, guidando l’innovazione e contribuendo a creare uno sport più veloce, sicuro ed emozionante. Non vediamo l’ora di proseguire nel nostro percorso insieme per alzare ulteriormente l’asticella delle prestazioni, basandoci sui valori fondamentali che condividiamo, come dinamismo, dedizione, spirito di squadra e orientamento al risultato”.

Francesco Bagnaia
GP disputati: 172 (67 x MotoGP, 36 x Moto2, 69 x Moto3)
Primo GP: Qatar 2019 (MotoGP), Qatar 2017 (Moto2), Qatar 2013 (Moto3)
Vittorie: 21 (11 MotoGP + 8 Moto2 + 2 Moto3)
Prima vittoria GP: Aragón 2021 (MotoGP), Qatar 2018 (Moto2), Olanda 2016 (Moto3)
Pole position: 18 (11 MotoGP + 6 Moto2 + 1 Moto3)
Prima pole: Qatar 2021 (MotoGP), Francia 2018 (Moto2), Gran Bretagna 2016 (Moto3)
Titoli mondiali: 2 (MotoGP 2022, Moto2 2018)

Si chiude con un podio di Jorge Martin la stagione 2022 del Campionato MotoGP e il Team Prima Pramac è ancora una volta Best Independet Team. Johann Zarco purtroppo non riesce a terminare la gara, un piccolo errore gli costa una caduta senza conseguenze.

Jorge Martín

Contentissimo, sono super contento di terminare con un podio, ci voleva proprio. È stato un anno particolare, alle volte difficile ma insieme ce l’abbiamo fatta.

Johann Zarco

Peccato, un errore ha compromesso l’ultima gara, mi dispiace finire cosí. Comunque siamo diventati Best Independent Team, sono soddisfatto di tutto il lavoro che abbiamo fatto quest’anno. Da domani inizia la nuova stagione.