Archivio per la categoria ‘Motomondiale’

Si chiude la prima giornata dell’ultimo appuntamento stagionale che ha visto chiudere entrambi i piloti Prima Pramac Racing in Top Ten. Jorge Martin si è trovato fin da subito a suo agio in sella della sua Desmosedici piazzando il secondo tempo assoluto alla fine delle FP2. Una giornata molto positiva anche per Johann Zarco che centra la Top Ten al suo ultimo tentativo con il crono di 1:30.424.

Jorge Martín

“Mi sento in forma e in ottima sintonia con la moto da ormai diverse gare. Oggi mi sono trovato bene sia sul giro secco che sul passo gara e non vedo l’ora di lottare domani per la prima fila”

Johann Zarco

“Sono felice di questo primo giorno, sono stato nel gruppo dei veloci fin da subito. Il lavoro con il team e stato molto buono migliorando di giro in giro e spingendo al massimo, siamo pronti per domani”

Buon inizio di fine settimana per Enea Bastianini e per il Team Gresini Racing MotoGP con il numero 23 che chiude il suo venerdì con il quinto tempo assoluto. Dettagli da rivedere per l’italiano attualmente in lotta per la top3 mondiale, e appena 177 millesimi da recuperare dalla pole provvisoria del compagno di marca Marini. 
 
Meno brillante il day1 di Fabio Di Giannantonio rallentato da una caduta alla curva 2 nella seconda sessione libera (chiusura dell’anteriore senza conseguenze per il numero 49). Il rookie di categoria conclude la sua giornata in penultima posizione e con un ritardo di poco superiore al secondo e mezzo. Ci sarà da rimboccarsi le maniche già a partire dalle fp3 di domani mattina.

5º – ENEA BASTIANINI #23 (1’30.394s)
“È stata una buona giornata. Abbiamo faticato un po’ nelle fp1, ma già nel pomeriggio eravamo a posto. Il time attack delle fp2 ci ha dato buone sensazioni, anche se posso sicuramente migliorare qualcosa nel T3 e nell’ultima curva. Nel resto della pista siamo ok. Anche a livello di passo siamo stati costanti nelle fp2 nonostante qualche sbavatura. Per la gara c’è ancora da fare un piccolo step, ma siamo allineati per fare un buon fine settimana”.
 
23º – FABIO DI GIANNANTONIO #49 (1’31.762s)
Sicuramente non siamo partiti benissimo. Nelle fp2 abbiamo provato a migliorare, ci siamo anche riusciti, ma la caduta alla curva 2 ha rallentato i lavori e domani ci sarà tanto da recuperare per provare a fare un buon sabato”.

Il Ducati Lenovo Team arriva a Valencia per l’ultimo e attesissimo round della stagione MotoGP 2022, il Gran Premio della Comunità Valenciana, che si disputerà sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste domenica 6 novembre. Il ventesimo appuntamento dell’anno deciderà infatti le sorti del mondiale piloti che, dopo il GP di Malesia, vede Francesco Bagnaia in testa alla classifica iridata con 23 punti di vantaggio su Fabio Quartararo.

Sarà quindi un appuntamento molto importante per il pilota italiano, che lo scorso anno vinse il GP su questo tracciato siglando anche il nuovo giro più veloce in gara, davanti a Jorge Martin (Pramac Racing) secondo e Jack Miller terzo. Fu anche il primo podio tutto Ducati della storia MotoGP.

Anche per Miller il GP della Comunità Valenciana sarà carico di emozioni: il pilota australiano correrà infatti la sua ultima gara con i colori del Ducati Lenovo Team e si congederà dalla casa di Borgo Panigale dopo cinque anni in sella alla Desmosedici GP. A Valencia Jack avrà anche un’ultima chance per provare a chiudere al terzo posto la classifica iridata, che lo vede attualmente quinto a 23 punti dal terzo classificato Aleix Espargaro.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1° (258 punti)
“Sta per avere inizio un fine settimana davvero importante per noi, ma arrivo a Valencia tranquillo e sereno. Il Circuit Ricardo Tormo è una pista dove lo scorso anno siamo stati veloci e sulla carta è adatto alle caratteristiche della nostra moto. Rispetto alla Malesia siamo in una situazione più favorevole, ma dobbiamo restare concentrati fino all’ultimo, pensare solo a lavorare bene fin dal primo turno e puntare a dare il massimo in gara come sempre. Qui ci saranno un sacco di tifosi Ducati, oltre alla mia famiglia, i miei amici e il mio fans club, perciò spero di poter regalare a tutti loro delle grandi emozioni domenica”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 5° (189 punti)
“Sono felice di tornare a correre a Valencia, una pista che mi piace molto e dove sono stato competitivo negli ultimi anni. Sarà un fine settimana speciale per il team con Pecco che si gioca il titolo mondiale, ma sarà anche la mia ultima gara con il Ducati Lenovo Team e in sella ad una Desmosedici GP. Spero di potermi congedare da Ducati ottenendo un ultimo risultato importante. Matematicamente ho ancora anche la possibilità di arrivare terzo in Campionato. Non è facile, ma fino all’ultimo lavoreremo per cercare di raggiungere anche questo importante traguardo insieme”.

Tanto da giocarsi nell’ultimo round di questo Campionato del Mondo 2022 con Enea Bastianini ancora in corsa per la terza posizione in classifica. Dopo lo splendido podio di Sepang, il numero #23 è ad una sola lunghezza da Aleix Espargaró che lo precede nella generale. 
 
Dopo essersi conquistato a suon di vittorie e podi il titolo di Best Independent Rider 2022, coronando così il ritorno della Gresini Racing nella massima categoria, Enea Bastianini proverà in Spagna a centrare anche il podio mondiale: per riuscirsi basterà fare un punto in più del 41 di Aprilia Racing.
 
Il Ricardo Tormo è circuito amico per la Bestia che qui ha fatto bene anche all’esordio MotoGP lo scorso anno (8º), anche se in carriera non ha mai trovato il podio (miglior risultato 4º nel 2016 in Moto3). 
 
Sarà una gara importante anche per Fabio Di Giannantonio che vuole chiudere con un sorriso una stagione d’esordio di alti e bassi. Il numero #49 qui lo scorso anno aveva conquistato il podio in Moto2 prima di fare il grande salto alla classe regina.

ENEA BASTIANINI #23 (4º in classifica generale con 211 punti)
“Sarà la mia ultima gara con il team Gresini e cercherò di onorare al meglio questo appuntamento. Sarà sicuramente una gara complicata con tanti piloti competitivi. Noi arriviamo da un bel periodo e conosciamo il nostro potenziale, quindi proveremo a fare bene e conquistare il terzo posto nel mondiale”.
 
FABIO DI GIANNANTONIO #49 (20º in classifica generale con 23 punti)
“Chiudiamo una stagione difficile, ma non si molla nulla. Proveremo a fare un buon fine settimana e poi tuffarci nei test con la nuova moto. Siamo già nel 2023 anche se vogliamo ritrovare i punti su una pista dove ho sempre fatto bene e che mi piace”.

Francesco Bagnaia si conferma sempre più leader del mondiale MotoGP quando manca una sola gara al termine della stagione 2022. Il pilota del Ducati Lenovo Team ha infatti portato a quota 23 il suo vantaggio in campionato su Fabio Quartararo grazie ad un’altra straordinaria vittoria nel GP della Malesia, disputato questo pomeriggio sul Sepang International Circuit.

Nono al via, il pilota torinese è stato protagonista di una partenza incredibile, che lo ha visto transitare al secondo posto già alla prima curva, alle spalle del compagno di marca Jorge Martin. Nel corso del settimo giro, il pilota del Pramac Racing Team è però caduto lasciando la leadership della gara a Bagnaia, il quale ha poi dovuto tenere testa ad un agguerrito Enea Bastianini. La lotta tra i due connazionali ha infine visto il pilota del Ducati Lenovo Team trionfare ed ottenere così il suo settimo successo in questa stagione e la settantesima vittoria di Ducati in top class. Con Bastianini secondo al traguardo, la casa di Borgo Panigale porta anche a quota 31 i podi totalizzati quest’anno in MotoGP.

Jack Miller ha invece chiuso la gara al sesto posto. Ventunesimo al termine del primo giro dopo essere partito in quinta fila, il pilota australiano è stato protagonista di una rimonta incredibile che lo ha visto arrivare a lottare per il quinto posto con Marc Marquez nel corso dell’ultimo giro. Dopo la gara di oggi, Miller occupa la quinta posizione in classifica generale.

Oltre al successo di Francesco Bagnaia, il Ducati Lenovo Team ha potuto festeggiare oggi un altro traguardo importante: il team ufficiale di Borgo Panigale si è infatti assicurato per il secondo anno consecutivo il titolo squadre MotoGP.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1°
“Credo che la partenza di oggi sia stata probabilmente una delle migliori della mia carriera. Dopo essermi portato al secondo posto ho cercato di gestire al meglio la gara. All’inizio Jorge Martin stava spingendo davvero tantissimo, ma io sentivo che la gomma posteriore non mi consentiva di tenere il suo stesso ritmo. Sono rimasto calmo ed ho aspettato. Il momento più difficile è stato quando Enea Bastianini mi ha passato. Quando ho visto che ero più veloce, mi sono rimesso davanti e ho fatto tutto il possibile per ottenere la vittoria. Oggi era importante visto che Quartararo era terzo. Mancano solo due punti per vincere il titolo e a Valencia abbiamo davvero un’ottima chance visto che Fabio dovrà vincere la gara, mentre io mi posso permettere anche solo il quattordicesimo posto, ma voglio affrontare la gara come se fosse un weekend di gara normale e fare del mio meglio come sempre”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 6°
“Correre in Malesia è sempre difficile e oggi lo è stato ancora di più partendo così indietro. Dopo il via mi sono trovato imbottigliato alla prima curva finendo ventunesimo. Ho mantenuto la calma e compiuto diversi sorpassi cercando di non commettere errori. Sono riuscito a portarmi alle spalle di Marc Marquez all’ultimo giro e ho anche provato a superarlo alla curva 4. Sono soddisfatto della mia prestazione di oggi, considerando anche le condizioni della mia gamba dopo la caduta di Phillip Island e quella di ieri in Q1. Inoltre è stata una grande giornata per il team: abbiamo vinto il titolo squadre per il secondo anno consecutivo e sono orgoglioso di fare parte di questo successo”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Oggi è stata una gara difficilissima: Pecco è stato bravissimo e ha vinto soprattutto grazie alla sua partenza incredibile. Ha saputo tenere testa ad un Enea davvero competitivo ed è stata una bella sfida tra i due. Ora dobbiamo cercare di tenere i piedi per terra. Dobbiamo arrivare a Valencia con la stessa concentrazione avuta finora. Jack invece ha fatto una rimonta incredibile e se fosse stato più avanti avrebbe potuto ottenere qualcosa in più. Ad una stagione che si sta rivelando incredibile, aggiungiamo anche la vittoria del titolo squadre quest’oggi: ne sono felicissimo perché tutti i ragazzi se lo meritano”.

Il Ducati Lenovo Team tornerà in pista dal 4 al 6 novembre a Valencia per il GP della Comunità Valenciana, l’ultimo appuntamento della stagione 2022 che assegnerà il titolo piloti 2022. 

Dimostrazione di forza per Enea Bastianini e per il Team Gresini MotoGP che a Sepang si confermano protagonisti assoluti di questa stagione. Un altro podio, l’ennesimo, arriva al termine di una gara combattuta proprio con il prossimo compagno di squadra e probabile futuro campione del mondo Bagnaia.

Bastianini ha gestito bene gomme e gara, provando a vincere dopo che Martin era uscito di scena. Sfida emozionante con Pecco che finisce con 20 punti fondamentali per la rincorsa alla top3 mondiale. Adesso il numero #23 dipende da se stesso per chiudere terzo: a Valencia sarà sufficiente fare un punto in più di Aleix Espargaró.

Fabio Di Giannantonio chiude il suo fine settimana malese con 10 giri di anticipo. Il numero #49 perde l’anteriore alla curva 5 mentre si giocava la zona punti con un folto gruppo di piloti. Ora ultima occasione per chiudere bene la stagione a Valencia tra 2 settimane.

2º – ENEA BASTIANINI #23 
“Sono contento perché 20 punti sono importanti per continuare la rincorsa ad Espargaró, non sono contento perché quando ero davanti qualcosa è cambiato e il feeling con la moto non era più lo stesso. Analizzeremo i dati per capire cosa è cambiato… L’importante è aver dimostrato ancora una volta di essere tra i top di questa categoria. Ora a Valencia proviamo a chiudere al meglio”.

N.C. FABIO DI GIANNANTONIO #49
“Ho fatto una buona partenza mantenendo la mia posizione nonostante i tanti contatti dei primi giri però ho visto subito che perdevamo tanto in trazione rispetto a Pol Espargaro che ci correva davanti. Peccato perché eravamo nel gruppetto per giocarci la zona punti e ho spinto tanto per riuscirci: purtroppo sentivo poco l’anteriore e alla fine sono caduto. Ora testa a Valencia”.

Jorge Martin parte benissimo e si mette subito al comando della gara, riuscendo ad allungare su Bagnaia e Bastianini grazie ad un ottimo ritmo. Purtroppo, la sua gara finisce a 12 giri dal termine a causa di una caduta in curva 5 che lo costringe al ritiro. Zarco invece è protagonista di una grande rimonta, e sorpasso dopo sorpasso raggiunge il 9° posto al traguardo. Punti fondamentali che portano il team Prima Pramac Racing alla vittoria del “Best Independent Team” per il secondo anno consecutivo.

Johann Zarco

Una gara tutto sommato positiva, ho fatto molti duelli e sorpassi, il passo era buono e il feeling era molto positivo. La gara è stata davvero molto dura, il caldo era incredibile.

Jorge Martín

Avevo un obiettivo ed era la vittoria, ci dovevo provare. Sono stato il più forte per tutto il fine settimana e di questo sono contento. Mi  servirà da lezione per il futuro.

Francesco Bagnaia partirà dalla terza fila nel GP della Malesia, penultimo round della stagione MotoGP 2022 in programma domani sul Sepang International Circuit.

Dopo aver chiuso undicesimo la prima giornata di prove libere, condizionata in parte dalla pioggia, il pilota del Ducati Lenovo Team puntava a migliorarsi nella FP3 per rientrare direttamente in Q2 ma questa mattina non ha potuto portare a termine entrambi i suoi tentativi di time attack.  Ostacolato prima da Franco Morbidelli (poi penalizzato con un doppio long lap da scontare nella gara di domani), Pecco è successivamente caduto mentre si stava migliorando e ha quindi chiuso con l’undicesimo tempo. Bagnaia ha poi preso parte alla Q1, chiusa al primo posto ma in Q2, durante il suo ultimo “time attack”, è incappato in un’altra scivolata che gli ha impedito di andare oltre il nono tempo.

Jack Miller partirà invece dalla quinta fila. Il pilota australiano, quattordicesimo dopo la FP3, ha preso parte alla Q1 come il compagno di squadra, ma è stato però protagonista di un “highside” che gli ha impedito di andare oltre il quarto posto. Miller partirà quindi quattordicesimo nella gara di domani.
Nel GP della Malesia saranno le due Desmosedici GP di Jorge Martin (Pramac Racing Team) ed Enea Bastianini (Gresini Racing) a partire davanti a tutti. Il pilota spagnolo, grazie ad un giro formidabile in 1:57.790, ha ottenuto la settantesima pole position di Ducati in MotoGP firmando anche il nuovo record del circuito.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 9° (1:58.862)
“Questa mattina nella FP3 ho commesso un errore e sono caduto, anche perché mi ero un po’ innervosito dopo aver incontrato due piloti lenti sulla mia linea. Avevo il potenziale per entrare direttamente in Q2 e avrei dovuto solo stare più tranquillo. Oggi pomeriggio invece sono scivolato perché stavo forzando molto, ma volevo a tutti i costi la prima fila. In ogni caso dobbiamo essere soddisfatti perché nella FP4 siamo stati veloci con le gomme usate e questo è ciò che conta davvero. Su questa pista partire così indietro non è del tutto penalizzante: possiamo sfruttare il lungo rettilineo per cercare di recuperare subito terreno, ma bisognerà poi fare una gara intelligente ed evitare errori”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 14° (1:59.064)
“Ovviamente non posso essere soddisfatto di questa qualifica, ma oggi è andata così. Stamattina, quando è iniziato a piovere nella FP3, pensavo si intensificasse ed ho aspettato troppo tempo nel box perdendo l’occasione di uscire per un ultimo time attack. In Q1, la caduta ha poi impedito di migliorarmi sul finale. In ogni caso, mi sento a mio agio sulla moto e ho anche un buon passo. Abbiamo fatto molti giri con la gomma morbida e sembra reggere bene la distanza gara, anche se venti giri sono lunghissimi considerando le temperature e l’umidità. La gamba stava iniziando a farmi meno male oggi rispetto a ieri, ma dopo la caduta di oggi sono di nuovo un po’ dolorante. Non sarà facile domani, ma cercheremo di fare del nostro meglio come sempre”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani mattina alle 10:40 per il warm up, mentre la gara prenderà il via alle ore 15:00, le 9:00 in Italia, sulla distanza di 20 giri.

Quinta prima stagionale per Enea Bastianini che in Malesia conferma un eccellente stato di forma con il secondo miglior tempo nelle qualifiche di Sepang. Il numero 23 che qui in febbraio era stato il più veloce in assoluto segnando anche il record della pista, si ripete con un ottimo 1’58.246 rimanendo solo alle spalle di grande Jorge Martin.
 
Sull’asciutto Bastianini ha dimostrato di avere velocità e un passo di gara da protagonista e domani sarà il meteo ad essere il vero ago della bilancia di un campionato ancora in bilico. Enea, attualmente 4º a 42 punti dalla vetta partirà davanti a tutti i diretti rivali con l’obiettivo di arrivare a Valencia con qualche opzione ancora aperta.
 
Si ferma in Q1 il sabato di Fabio Di Giannantonio in difficoltà in questa seconda giornata malese. Nonostante qualche intoppo, l’italiano ha chiuso con una buona 16ª piazza e domani in gara potrebbe finalmente ritrovare la zona punti.

2º – ENEA BASTIANINI #23 (1’58.246s)
“Giornata caldissima oggi, ma le mie sensazioni erano buonissime già questa mattina. Abbiamo fatto uno step importante sull’anteriore e da lì in poi è andato tutto secondo i piani. Nelle fp4 abbiamo riprovato la media sull’anteriore che poi abbiamo sfruttato anche in qualifica. Sarà una bella battaglia domani con Jorge e non sarà facile provare a vincere. La matematica non ci condanna, ma voglio pensare solo alla gara”.
 
16º – FABIO DI GIANNANTONIO #49 (1’59.278s)
“Non sono contento perché dal venerdì al sabato non siamo migliorati. Nelle libere di oggi abbiamo fatto qualche errore purtroppo e la qualifica è stato l’unico turno buono dove provare anche la moto. Partiamo dietro, e speriamo di mettere a posto qualcosa nel warm up e poi fare una gara decente”.

È Jorge Martin il più veloce di sempre sul circuito si Sepang, con l’impressionante tempo di 1:57,790 si guadagna la pole position e il record della pista per la seconda volta dietro fila in qualifica.

Dopo essersi guadagnato l’accesso diretto in Q2 avendo fatto segnare il primo tempo nelle fp3 il pilota spagnolo non finisce di sorprendere, e con un giro veloce che lascia senza parole domani partirà dalla prima fila in griglia di partenza.

Jorge Martín

Giornata super positiva, abbiamo lavorato benissimo, non avremmo potuto fare meglio onestamente. Domani possiamo puntare a posizioni molto importanti, posso lottare per la vittoria.

Johann Zarco

Questa mattina non sono andato molto bene, ho perso tempo e se parti dalle q1 già è tutto più complicato, in più è davvero molto caldo quindi è ancora più dura. Il passo non è male, ma abbiamo ancora dei problemi, quindi non sarà facile ma ci proveremo.