GoEleven: Bitubo con Eugene Laverty, sulla Ducati V4-R

Pubblicato: 6 febbraio 2019 in Go Eleven, News, Superbike

I winter test appena conclusi di Jerez De La Frontera e Portimao non sono solo stati utili per prendere
le misure con la nuova moto in versione 2019, ma sono stati anche teatro di importanti accordi!
Go Eleven, alle prime armi con la potentissima creatura di Borgo Panigale, la Ducati V4-R, ha voluto
dare l’opportunità ai suoi partner storici di testare i loro prodotti sulla neonata rossa bolognese.
Dapprima ha iniziato i test in configurazione Ducati Corse, e dopo un giorno di lavoro ha montato le
sospensioni Italiane Bitubo, riscontrando sensazioni e dati molto positivi. Il dato più importante è che
dopo aver confrontato, in più sessioni, le Bitubo con le sospensioni in dotazione con la Panigale V4R,
il pilota Eugene Laverty ha fatto registrare il suo miglior crono della due giorni, proprio con le
sospensioni Bitubo.
Ciò è bastato per far vincere la sfida all’azienda padovana, che si è così meritata un contratto di
fornitura e assistenza per il Campionato del Mondo SBK 2019!

Denis Sacchetti (Team Manager):
Sapevamo che Bitubo fornisse un prodotto di altissimo livello, ma penso che nessuno si aspettasse
questa prestazione al primo montaggio sulla Ducati Panigale V4R! Siamo molto contenti del
grandissimo lavoro che hanno fatto questo inverno. Bitubo ha realizzato un prodotto completamente
nuovo e su misura in pochissimo tempo; non tutte le aziende sono in grado farlo. Ovviamente, ci sono
ancora aspetti su cui lavorare, dettagli da mettere a punto per trovare la perfetta armonia con il
carattere della V4R, ma la base è davvero eccellente. I test di Portimao sono serviti proprio a questo,
abbiamo raccolto più dati possibili per farci trovare pronti per l’avvio del Campionato. I tempi sul
giro dei test, per noi, non erano una priorità.

Eugene Laverty (Rider):
Sono rimasto sorpreso dalla forcella Bitubo, appena montata ho subito trovato un feeling meraviglioso, già dal primo giro, posso frenare forte ed essere veloce in fase di ingresso curva, penso che questo al momento per noi sia un punto di forza. Ora ci stiamo concentrando sul feeling con la ruota posteriore, dobbiamo trovare il giusto bilanciamento della moto. Appena montato il monoammortizzatore Bitubo, a Jerez, abbiamo avuto qualche problemino nelle prime fasi, ma poi i tecnici Bitubo hanno fatto un grande lavoro ed in sole due sessioni il mono lavorava davvero bene.
Abbiamo deciso, quindi, di continuare il processo di affiatamento a Portimao, pista con molte buche
che ci ha costretti a lavorare nelle peggiori condizioni possibili. I test servono a questo. Il mio parere
è che il potenziale che abbiamo sia molto superiore, perciò ho deciso di promuovere Bitubo.

Giorgia Mardollo (Manager Bitubo race suspensions):
Quando Go Eleven ci ha paventato l’ipotesi Ducati Panigale V4-R ci siamo subito dimostrati interessati ed abbiamo accolto la sfida di produrre forcella e monoammortizzatore dedicati in pochissimi giorni. Abbiamo lavorato sodo in pochi tempo aggiungendo l’esperienza proveniente dal nostro Reparto R&D e ci siamo presentati a Jerez De la Frontera per cercare di essere al livello di un pilota con un simile talento ed una moto così potente ed innovativa. Le prime parole di Eugene Laverty sono state una grande spinta a fare ancora meglio e presto ci saranno ulteriori evoluzioni che ci permetteranno di fare un ulteriore step. Ora che abbiamo avuto la conferma da parte del pilota e del Team non possiamo che cercare di dare il massimo per raggiungere traguardi importanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.