Archivio per la categoria ‘CIV’

Si è disputata oggi all’autodromo del Mugello la quarta gara del CIV Superbike. Nella terza gara disputata ieri sempre sul circuito toscano, Samuele Cavalieri aveva ottenuto un ottimo secondo posto, nonostante le sue condizioni fisiche, rese precarie dall’influenza e dal mal di gola che lo avevano debilitato nel corso della settimana. Gara difficile per Riccardo Russo, dodicesimo, a causa di alcuni problemi di assetto sulla sua Ducati Panigale V4.
Così come ieri, anche oggi in gara 4 Cavalieri ha preso il via dalla prima fila e Russo dalla terza, in seguito al secondo ed all’ottavo posto che avevano rispettivamente ottenuto nelle qualifiche di sabato.
La gara si è disputata sotto una pioggia battente, che ha reso molto difficile il compito dei piloti e reso la pista scivolosa. Russo è scattato molto bene al via e si è portato in quinta posizione, mentre Cavalieri era più cauto e seguiva il compagno di squadra al settimo posto. Nei giri successivi Riccardo è risalito sino al quarto posto, mentre Samuele presa maggior confidenza con la sua moto sul bagnato, ha a sua volta recuperato il terreno perso in partenza, quando purtroppo nel corso del quinto giro un pilota che lo precedeva è caduto proprio davanti a lui. Il pilota del Motocorsa Racing Team ha dovuto chiudere il gas e questo ha causato la sua caduta sulla pista bagnata dalla pioggia .
Russo ha proseguito nella sua rimonta ed ha tagliato il traguardo in terza posizione, conquistando così il suo primo podio stagionale.
Nella classifica del campionato Cavalieri mantiene la seconda posizione con 60 punti, mentre Russo sale al quarto posto con 41.
Il prossimo round del CIV Superbike è previsto nel week-end del 29 e 30 giugno all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.
Samuele Cavalieri: “Sono partito molto cauto viste le condizioni della pista e considerando la mia posizione in classifica. Non volevo rischiare di rovinare tutto nei primi giri. Quando ho avuto delle sensazioni positive dalla mia moto ho aumentato la mia andatura, ed ho recuperato sul gruppo degli inseguitori in lotta per il podio. Eravamo tutti molto vicini e quando il pilota davanti a me è caduto, istintivamente ho chiuso il gas e sono caduto a mia volta. Sono molto dispiaciuto anche perché avrei potuto conquistare un ottimo risultato e molti punti per la classifica. Mi consola il fatto di aver dimostrato che sull’asciutto siamo molto forti ed ho molta fiducia nelle prossime gare. Ringrazio il mio team per tutto quanto ha fatto per me qui al Mugello e tutti i miei sponsor”.

Riccardo Russo: “Dopo la caduta nelle qualifiche e le difficoltà incontrate ieri in gara, questo podio ci voleva proprio! Una gara disputata in condizioni davvero difficili, anche considerando che non conoscevamo il comportamento di questa moto sul bagnato. Sono partito bene, ma la pista era molto scivolosa e quindi sono stato cauto ed ho cercato soprattutto di non commettere errori. Sono risalito sino al terzo posto e nel finale quando sono stato superato da Santoro sono rimasto calmo ed ho atteso il momento giusto per superarlo e conquistare la terza posizione. Ringrazio la mia squadra che ha fatto un ottimo lavoro anche oggi”.

La Ducati Panigale V4 R del Barni Racing Team e Michele Pirro si confermano vincenti anche sul bagnato. Poco prima dell’inizio di gara 2 sulle colline del Mugello si è abbattuto un temporale che ha accompagnato i piloti della Superbike dall’inizio alla fine della gara. Nonostante le condizioni difficili Pirro ha sempre tenuto saldamente la testa chiudendo con 22 secondi di vantaggio sul primo inseguitore.
Sfortunata la gara di Alex Bernardi, caduto al quinto giro mentre si trovava in sesta posizione, ma sull’acqua il pilota di Cattolica ha mostrato una confidenza sorprendente con la Ducati Panigale V4 R, girando con un passo che gli avrebbe permesso di lottare per il podio. Partito dalla quindicesima casella dello schieramento Bernardi è stato protagonista di una grande rimonta, finché il gruppetto composto da Cavalieri, Russo e Zanetti, molto più lento, lo ha frenato nella risalita. Nella bagarre il pilota del Barni Racing Team ha perso il controllo del posteriore ed è finito a terra concludendo amaramente una gara ad eliminazione. Tredici piloti hanno concluso la gara, solo nove di questi a pieni giri.
Dopo il weekend del Mugello, secondo round del CIV, Michele Pirro e il Barni Racing Team sono in testa al campionato a punteggio pieno con 100 punti, 40 in più del secondo in classifica. Il Campionato italiano velocità ELF CIV vivrà adesso quasi due mesi di pausa che serviranno alla squadra di Marco Barnabó per fare nuovi test, prossimo appuntamento sul circuito di Imola il 28-30 giugno.

Image

Sul bagnato non avevamo riferimenti con questa moto. Andare in gara senza aver mai provato è stato come fare un salto nel buio, ma anche Alex, finché è stato in corsa, ha dimostrato di poter andar forte con la Ducati Panigale V4 R. Se non fosse caduto avrebbe certamente potuto lottare per il podio e un risultato positivo è quello che si merita visto l’impegno e la professionalità che ha sempre dimostrato. L’importante è averlo visto guidare sciolto. Ovviamente sono molto felice per Michele che ha fatto la differenza senza aver mai corso sull’acqua con questa moto.

Image
GARA 2 – P1
Anche senza informazioni né prove sul bagnato era importante fare il massimo e ci siamo riusciti. Ogni volta che scendo in pista, in qualsiasi condizione, cerco di dare il 100% per vincere. E’ difficile capire qual è il vero potenziale della Ducati Panigale V4 R sull’acqua, ma con questa vittoria abbiamo dimostrato che la moto è performante sul bagnato come sull’asciutto. Un grazie speciale a tutti i tifosi che oggi mi hanno sostenuto anche sotto la pioggia. Il loro sostegno è molto importante perché in ogni circuito mi fanno sentire a casa.
Image
GARA 2 – NC
E’ stata una bella gara finchè non sono scivolato. Avevo margine e un passo migliore del gruppetto che avevo davanti, per questo sono ancora più dispiaciuto. In condizioni difficili ho utilizzato una mappa del motore sbagliata e questo non mi ha permesso di effettuare agevolmente i sorpassi che avrei potuto fare. Con questa gara abbiamo dimostrato che possiamo stare davanti a giocarci le posizioni che contano, con il bagnato eravamo molto competitivi.
PROSSIMA GARA

ROUND 3: 28-30 giugno 2019, Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola (BO)

Secondo appuntamento con il CIV Superbike per il Motocorsa Racing Team all’autodromo internazionale del Mugello, nei pressi di Scarperia. Nel round precedente Samuele Cavalieri e Riccardo Russo, i due piloti della squadra di Lorenzo Mauri, avevano ottenuto risultati molto soddisfacenti, soprattutto per quanto riguarda Cavalieri, secondo in entrambe le gare di Misano. Russo invece aveva inizialmente fatto fatica a trovare il giusto assetto per la sua Ducati Panigale V4 ed aveva ottenuto un nono ed un quarto posto.
Nella giornata di ieri i due alfieri del Motocorsa Racing Team avevano disputato le prove libere ed il primo turno di qualifiche, nel quale Russo (1’50”789) aveva ottenuto il secondo posto, mentre Cavalieri (1’51”418) alle prese sino a pochi giorni fa con influenza e mal di gola, aveva concluso in settima posizione. Questa mattina, in una giornata soleggiata e con temperature miti, entrambi hanno disputato il secondo ed ultimo turno di qualifiche. Cavalieri (1’50”565) ha migliorato il suo best lap ed ha concluso al secondo posto. Russo è stato purtroppo vittima di una caduta a pochi minuti dal termine della sessione. Nessuna conseguenza per lui, mentre la moto si è danneggiata seriamente. Con il crono di 1’51”620 Riccardo ha chiuso in ottava posizione.
Nella gara che ha preso il via nel primo pomeriggio e che si è disputata sulla distanza di 14 giri Cavalieri è partito dalla prima fila, mentre Russo dalla terza. Samuele scattava benissimo al via ed al quarto giro si portava al secondo posto, alle spalle di Pirro. Girando su tempi molto veloci, Cavalieri manteneva la seconda posizione sino alla bandiera a scacchi. E’ stata una gara decisamente per difficile quella di Russo, che dopo aver rimontato sino alla settima posizione è stato costretto a due dritti a causa di un problema alla moto. Rientrato in ultima posizione Riccardo è stato autore di una grande rimonta, che lo ha portato sino al dodicesimo posto finale.
Domani, sempre all’autodromo del Mugello si disputerà la quarta gara del CIV Superbike.
Samuele Cavalieri: “Una gara senza dubbio positiva, dopo un weekend non facile, a causa del mal di gola e della febbre che mi hanno costretto ad assumere degli antibiotici. Ieri abbiamo avuto qualche problema, che siamo riusciti a risolvere e oggi la moto era molto performante. Dopo un bel secondo posto in qualifica abbiamo fatto una buona gara, che ci consente di restare al secondo posto anche in campionato. Dobbiamo continuare così per ridurre il gap nei confronti di Pirro. Ringrazio il mio team per il suo valido supporto”.

Riccardo Russo: “Ero partito bene, ma alla prima curva ho perso delle posizioni. Ho rimontato ma poi ho fatto due dritti a causa di un problema alla moto in staccata, il secondo dei quali mi ha relegato in ultima posizione. Ho fatto il possibile, ma non ho potuto andare oltre il dodicesimo posto finale. Purtroppo non siamo ancora riusciti a trovare l’assetto giusto per la mia moto, che tende a bloccare la ruota posteriore nelle staccate decise. Quando giro da solo riesco a sopperire a questo inconveniente, ma nel gruppo perdo molto terreno. Dobbiamo risolvere questo problema per poter tornare a lottare per le posizioni che ci competono”.

Dominio assoluto in qualifica e in garam, con il nuovo record del circuito abbattuto al terzo giro. Nella classe Superbike Michele Pirro e la Ducati Panigale V4 R del Barni Racing Team si confermano un binomio imbattibile anche al Mugello, teatro del secondo round del Campionato italiano velocità ELF CIV.

Pirro fa tre su tre dopo la doppietta a Misano ed è sempre più leader della classifica di campionato, a punteggio pieno con 75 punti. Prosegue il periodo di adattamento per l’altro pilota del Barni Racing Team Alex Bernardi, sedicesimo al traguardo dopo una gara complicata.

Qualifiche

Pirro ha dominato fin dalle le qualifiche: dopo aver conquistato la pole provvisoria al venerdì, è stato il più veloce anche nella Q2 del sabato mattina con 1’49.601 e solo il traffico in pista gli ha impedito di avvicinare il suo record della pista di 1’49.436. Lontani tutti gli avversari con Cavalieri secondo a 0.964s.

Alex Bernardi, pur avendo abbassato il suo giro veloce di quasi otto decimi, fino all’1’52.622, non è riuscito a migliorare la sua posizione in griglia e ha conquistato la quindicesima casella.

Gara 1

Scattato dalla pole position Pirro è stato scavalcato alla prima curva da Savadori, ma già all’inizio del terzo giro si è ripreso la testa con un sorpasso alla San Donato. Una volta davanti il pilota del Barni Racing Team ha stabilito il nuovo giro record in gara (1’50.326) abbassando di tre decimi il suo precedente primato e poi tenendo un ritmo insostenibile per tutti gli altri. Al traguardo Pirro ha preceduto di quattro secondi e tre decimi Cavalieri e di quattro secondi e sei decimi Savadori.

Qualche problema in più, invece, lo ha avuto Bernardi che ha lottato per restare nella zona punti. Staccato di due secondi da D’Annunzio, quindicesimo al traguardo, il pilota di Cattolica è riuscito a prevalere su Schacht nella lotta per il sedicesimo posto.

Image

Sono molto contento per la vittoria, ma soprattutto per i progressi che la moto ha fatto dalla gara di Misano a quella di oggi. Questo non significa che siamo a posto, abbiamo ancora molta strada da fare per arrivare al 100%. Certo è che aver migliorato il record sul giro in gara – stabilito l’anno scorso dopo anni di lavoro sulla V2 – con una moto che non avevamo mai usato qui significa che il potenziale della V4 R è già di assoluto valore. Mi dispiace per Alex che non riesce a interpretare la moto e questo non mi fa godere al 100% delle vittorie. Dobbiamo lavorare a testa bassa fino a fargli trovare il giusto feeling.

Image
GARA 1 – P1
La mia confidenza con la moto è migliorata tanto rispetto alla gara di Misano e questo mi ha consentito di tenere un passo intorno all’ 1’50 e mezzo. Secondo le indicazioni delle prove si poteva fare anche un po’ meglio perchè avevo fatto 1’49 anche con la gomma da gara, ma in partenza si è acceso un allarme e questo mi ha un po’ destabilizzato. Quando poi ho capito che era tutto a posto ho preso il mio ritmo e sono riuscito a prendere un po’ di margine sugli altri. Da fuori sembra tutto facile, ma vincere non è mai banale e per questo ringrazio il team che, come sempre, ha fatto un grande lavoro.
Image
GARA 1 – P16
Faccio molta fatica a guidare la moto perché non mi trovo a mio agio e questo in gara si vede: non riuscendo a fare i movimenti che voglio in sella, dopo pochi giri accuso la stanchezza. Questo condiziona le traiettorie e quindi le mie prestazioni. E’ un mix di situazioni che ancora non sono a posto: non ho confidenza con le gomme e con l’assetto, non riesco a guidare sciolto e questo mi impedisce di lottare per le posizioni che contano.
PROGRAMMA DEL WEEKEND

Domenica, 28 Aprile 2019

09.35 – 9.50 Warm up

15.35 Gara 2 (14 giri)

Sotto il muro dell’1’50, a mezzo secondo dal record della pista, che detiene. Michele Pirro si presenta a modo suo, dominando la prima giornata sul circuito del Mugello, secondo appuntamento del Campionato italiano velocità ELF CIV.
In sella alla Ducati Panigale V4 R con tabella tricolore, segno che distingue il leader nella classifica di campionato, il pilota del Barni Racing Team ha fatto segnare il miglior tempo sia nelle prove libere del mattino (1’50.567) che nella qualifica 1. Il tempo di 1’49.921 è soltanto mezzo secondo più alto del suo record della pista e con la gomma da tempo – nella qualifica di domani – il record potrebbe cadere. Lontani tutti gli altri avversari con Russo, secondo nella Q1, a oltre otto decimi.

Più faticosa la giornata di Alex Bernardi, secondo pilota del Barni Racing Team, diciottesimo dopo le prove libere (1’54.256) è riuscito a entrare nella Top 15 con l’1’53.270 del pomeriggio. Il pilota di Cattolica, ancora alle prese con l’adattamento alla Ducati Panigale V4 R, non ha mai cercato il giro veloce lavorando solo in proiezione gara.

Image

Stiamo andando nella direzione giusta perché la moto è migliorata molto, tuttavia siamo ancora in piena evoluzione: ogni modifica che facciamo ci mette di fronte una situazione nuova e dobbiamo continuamente adattare le soluzioni. Con Michele siamo a buon punto perché abbiamo già un buon passo gara e anche nel giro secco abbiamo dimostrato di poter andar forte. Alex non ha ancora il giusto feeling con la moto e trovare un assetto che gli permetta di essere a suo agio è la priorità.

Image
P1 (1’49.921)
La giornata è stata positiva perché dal punto di vista del setup la moto ha fatto progressi rispetto alla gara di Misano. Ci sono ancora dei dettagli da sistemare, ma essere riuscito a scendere sotto il muro dell’1’50 significa che ho un buon feeling su un circuito molto impegnativo dal punto di vista della ciclistica. Ho fatto anche un buon giro veloce nonostante abbia trovato un po’ di traffico in pista. Domani cercherò di abbassare ancora il tempo e sono fiducioso di poter tenere un buon passo anche in gara.
Image
P15 (1’53.270)
Sto facendo più fatica del previsto ad adattare il mio stile di guida alla Ducati e a sentire feeling con la moto. Passo dopo passo abbiamo trovato delle soluzioni che mi consentono di guidare meglio, ma ancora dobbiamo crescere. Stiamo lavorando soprattutto in ottica gara.
PROGRAMMA DEL WEEKEND

Sabato, 27 Aprile 2019

10.30 – 10.55 Qualifiche 2

14.20 Gara 1 (14 giri)

Domenica, 28 Aprile 2019

09.35 – 9.50 Warm up

15.35 Gara 2 (14 giri)

Le gare saranno trasmesse in diretta su Sky Sport Moto GP HD e in streaming su ElevenSports.it

Il team Motocorsa Racing ha raggiunto l’autodromo internazionale del Mugello, nei pressi di Scarperia in Toscana, dove si disputerà il secondo round del CIV, Campionato Italiano Velocità Superbike.
Nel primo appuntamento di fine marzo che si è svolto al Misano World Circuit, nonostante fosse la prima gara nella quale il team ed i suoi due piloti, Riccardo Russo e Samuele Cavalieri, utilizzavano la nuova Ducati Panigale V4, sia la squadra di Lorenzo Mauri che i piloti sono stati subito protagonisti assoluti.
Sabato mattina Cavalieri ha conquistato la prima pole position del campionato grazie al fantastico tempo di 1’35”358. In gara1 ha chiuso al secondo posto, mentre Russo al nono. Stessa posizione per Cavalieri in gara2, mentre Russo è risalito in quarta posizione.
All’autodromo del Mugello l’obiettivo è quello di migliorare questi risultati, per continuare a lottare per il titolo di Campione d’Italia Superbike.

Riccardo Russo: “Non vedo l’ora di scendere in pista al Mugello per proseguire il lavoro sulla nuova Ducati Panigale V4 che io e la mia squadra abbiamo iniziato nei test invernali e proseguito nel primo round del CIV a Misano. In quell’occasione abbiamo avuto alcuni problemi di messa a punto che hanno riguardato anche la parte elettronica. Nulla di grave, ma è mancato proprio il tempo materiale per risolverli e per arrivare pronti alle due gare. Il Mugello è una pista che mi piace molto e dove sono sempre stato veloce. Per questo spero di riuscire a lavorare bene nelle prove, per poi disputare due belle gare. La moto ha certamente un grande potenziale, così come la mia squadra, per cui ci sono tutti i presupposti per un weekend ai massimi livelli”.

Samuele Cavalieri: “Purtroppo da alcuni giorni soffro per la febbre ed un infiammazione alla gola. Mi sto curando e spero di recuperare in tempo per il Mugello. Dopo il primo round di Misano mi sono allenato al massimo, per arrivare in perfetta forma a questo secondo appuntamento con il CIV e per proseguire sul trend positivo iniziato nelle prime due gare. Ho trovato subito un ottimo feeling con la moto e con la mia squadra e questo mi rende fiducioso anche per le gare di sabato e domenica al Mugello. Non ho ancora provato la mia V4 sulla pista toscana, ma lavoreremo sodo sin nelle prove per poi puntare alla vittoria in gara”.

Le gare del CIV verranno trasmesse sul canale Sky Sport MotoGP HD 208 ed in streaming sul sito www.elevensports.it. Approfondimenti ed interviste in settimana su AutomotoTV, canale 228 di Sky

Michele Pirro e Alex Bernardi sono le due facce del Barni Racing Team che si prepara a tornare in pista per il secondo round del Campionato italiano velocità ELF CIV sul circuito del Mugello, ma anche due facce di una medaglia.

Dopo l’esordio perfetto con la doppietta a Misano in sella alla Ducati Panigale V4 R, Pirro vuole consolidare la sua leadership nella categoria Superbike anche sui 5.245 metri del tracciato toscano. La scorsa stagione il binomio Barni Racing Team – Michele Pirro ha raggiunto il traguardo delle 10 vittorie al Mugello (con 3 doppiette) e in questo 2019 vuole incrementare il bottino.

Se Pirro, già leader della classifica di campionato con 50 punti, andrà a caccia di altri record (dopo aver conquistato a Misano la vittoria numero 30 con il Barni Racing Team) il suo compagno di box Alex Bernardi cerca riscatto dopo il doppio “zero” del round d’esordio. Il pilota di Cattolica deve ancora trovare il giusto feeling con la Ducati Panigale V4 R e nelle manches di Misano è stato vittima di due cadute che lo hanno relegato in 17esima posizione sia in gara 1 che in gara 2.

Obiettivo risultati, ma anche sviluppo. Per la squadra di Marco Barnabò questi appuntamenti con il CIV sono importanti non solo dal punto di vista del palmares, ma anche per la crescita della Ducati Panigale V4 R, moto che sia nel mondiale Superbike, sia nel CIV, è stata subito vincente, ma che può ancora crescere molto dal punto di vista tecnico.

Image

L’obiettivo principale è quello di sviluppare la Ducati Panigale V4 R e il circuito del Mugello può darci indicazioni importanti. Anche se non siamo riusciti a fare test abbiamo lavorato tanto in officina e credo che nel weekend avremo buoni riscontri. Con esigenze diverse, ma entrambi i piloti hanno evidenziato la necessità di lavorare sull’assetto ed è quello che faremo dando ad entrambi lo stesso tipo di supporto. Ci impegneremo al massimo per rendere le moto più guidabile e “facile” in ogni sua parte.

Image

Veniamo da due vittorie con la Ducati V4 R, ma questo non deve farci abbassare la guardia, ogni volta che scendiamo in pista siamo chiamati a dare il 100%. Oltre alla “doppietta” a Misano abbiamo raccolto molti dati tecnici e questo ci ha consentito di individuare una direzione da prendere per lo sviluppo. Al Mugello – oltre che cercare di confermarsi- sarà importante fare un altro step in avanti nella messa a punto della moto in un tracciato molto diverso da quello di Misano. Il mio obiettivo, come sempre, sarà quello di ottenere il massimo per me e per il team.

Image

Dobbiamo fare in modo che sia un weekend completamente diverso da quello di Misano. A prescindere dal risultato, l’obiettivo è quello di acquisire maggior feeling con la moto e migliorare ogni volta che si entra in pista. Purtroppo in questa pausa non siamo riusciti a fare test che ci avrebbero aiutato, ma sono convinto che lavorando al 100% tutto il weekend faremo importanti passi avanti.

PROGRAMMA DEL WEEKEND

Venerdì, 26 Aprile 2019

11.55 – 12.25 Prove libere

16.55 – 17.20 Qualifiche 1

Sabato, 27 Aprile 2019

10.30 – 10.55 Qualifiche 2

14.20 Gara 1 (14 giri)

Domenica, 28 Aprile 2019

09.35 – 9.50 Warm up

15.35 Gara 2 (14 giri)

Seconda gara del CIV Superbike al Misano World Circuit per il Motocorsa Racing team. Nella prima gara del campionato disputata ieri, Samuele Cavalieri aveva conquistato il secondo gradino del podio, mentre Riccardo Russo non avendo ancora trovato il set up adatto al suo stile di guida, si era dovuto accontentare della nona posizione finale.
Così come nella gara di ieri, oggi Cavalieri ha preso il via dalla prima fila, grazie alla pole position ottenuta sabato. Prima fila anche per Russo, terzo nelle qualifiche.
Entrambi i piloti sono scattati velocemente allo spegnersi del semaforo. Cavalieri si è portato in seconda posizione, seguito da Russo in terza. Le posizioni non sono cambiate sino all’undicesimo passaggio quando Russo ha perso una posizione a causa di un calo di gomme. Cavalieri ha cercato con caparbietà di colmare il gap che si era creato nei confronti di Pirro, leader della gara, girando con i suoi stessi tempi sul giro, ma senza riuscire a superarlo. Samuele ha quindi concluso la gara in seconda posizione.
Nella classifica del campionato occupa la seconda posizione con 40 punti, mentre Russo è terzo con 20.
Il prossimo appuntamento con il CIV Superbike è previsto all’autodromo del Mugello nel weekend del 27 e 28 aprile.
Samuele Cavalieri: “E’ stato un fine settimana molto positivo. In passato su questa pista non avevo ottenuto dei grandi risultati, mentre in questi due giorni sono sempre stato nelle prime posizioni ed ho anche conquistato la pole position. Oggi in gara ho cercato di mettere pressione a Pirro e di stargli vicino il più possibile e sono soddisfatto del mio secondo posto. Ringrazio la mia squadra, la mia famiglia e tutti quelli che mi sostengono e non vedo l’ora di correre al Mugello”.

Riccardo Russo: “In questo weekend non sono riuscito a dare il massimo, perché abbiamo avuto alcuni problemi, ma abbiamo comunque lavorato molto e ci siamo migliorati costantemente. Ho pagato in queste due gare i pochi test che ho fatto durante l’inverno, quando ho dovuto saltare alcune giornate di prove a causa di un lieve infortunio. Di conseguenza prendiamo questo primo round come una sorta di test. Quando Savadori mi ha superato ho preferito non rischiare perché avevo avuto un calo di gomme e perché volevo portare a termine la gara. Dopo la gara di oggi possiamo dire di aver capito quale strada percorrere e sono certo che già dal Mugello i risultati saranno ancora migliori ”

Esordio perfetto per la Ducati Panigale V4 R del Barni Racing Team e per Michele Pirro nel CIV 2019. Quello tra la squadra di Marco Barnabò e il pilota di San Giovanni Rotondo si conferma un binomio imbattibile nel Campionato italiano velocità classe Superbike, anche con la nuova quattro cilindri della casa di Borgo Panigale.

Vittoria netta sia in gara 1 al sabato, sia in gara 2 alla domenica con lo stesso copione: Pirro è partito dalla seconda casella, ha preso la testa della gara alla prima curva e non l’ha più lasciata.

Incredibile la capacità del campione italiano in carica di ripetere in fotocopia la gara del giorno prima: stesso passo, stesso giro veloce al terzo passaggio, praticamente identico a ieri 1’36.877.

Simile, purtroppo, anche l’epilogo di gara 2 per Alex Bernardi. Il 22enne romagnolo è caduto al penultimo giro quando si trovava in dodicesima posizione ed ha tagliato il traguardo diciassettesimo. Per Bernardi, al debutto sulla Ducati, è stato un weekend difficile che si è concluso con due cadute in gara e con due diciassettesimi posti.

Nella classifica di campionato Pirro è in testa a punteggio pieno con 50 punti, Bernardi resta a quota zero, pronto a rifarsi al Mugello, nel secondo appuntamento in programma alla fine di aprile.

PIRRO ALLA VITTORIA NUMERO 30 CON IL BARNI RACING TEAM

Con questi risultati Michele Pirro ha conquistato la sua vittoria numero 30 con il Barni Racing Team e per la dodicesima volta ha conquistato anche la “doppietta” nel weekend. Sulla pista di Misano sono 11 le sue vittorie, su 15 gare.

Image

La gioia della doppia vittoria con Michele è resa un po’ più amara dalla doppia caduta di Bernardi. Questo significa che non siamo ancora a posto con il setup della moto. La Ducati Panigale V4 R non è ancora una moto che permette ai piloti di guidare come vorrebbero, abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Image
Gara 2 – P1
Aver vinto tutte e due le gare con una moto che ha pochissimi chilometri ci riempie di soddisfazione. Con la Ducati Panigale V4 R abbiamo intrapreso una strada completamente nuova, i risultati ci dicono che la moto ha un potenziale altissimo, anche se ancora inesplorato. Il merito è stato soprattutto dei ragazzi che hanno fatto un grande lavoro nel box. Voglio ringraziare tutto il team e Marco Barnabò perchè anche questo weekend hanno fatto di tutto per permettermi di andare forte.
Image
Gara 2 – P17
Per me è stato un weekend davvero difficile. In gara 2 sono riuscito a tenere un ritmo discreto, ma quando ho provato a forzare un po’ di più per passare i miei avversari ed entrare nel top 10 sono caduto. E’ un peccato, ma siamo solo all’inizio del percorso e cercheremo di arrivare pronti al Mugello.
Image

PROSSIMA GARA
Round 2: 26-28 aprile 2019 – Autodromo internazionale del Mugello.

Si è disputata oggi al Misano World Circuit la prima gara del Campionato Italiano Velocità. Ieri i due piloti della squadra di Lorenzo Mauri, Riccardo Russo e Simone Cavalieri, avevano disputato un turno di prove libere ed il primo turno di qualifiche, nel quale Samuele Cavalieri, al debutto ufficiale con il Motocorsa Racing Team, ha fermato i cronometri sul tempo di 1’36”358, conquistando la prima posizione.
Riccardo Russo ha invece concluso al quarto posto, con un crono di 1’36”549.
Questa mattina in una giornata fresca e soleggiata, i due piloti sono tornati in pista con le loro Ducati Panigale V4, per il secondo e decisivo turno di qualifiche. Cavalieri (1’36”684) non si è migliorato, ma grazie al tempo fatto segnare ieri ha mantenuto la prima posizione, conquistando così la sua prima pole position nel CIV.
Russo ha invece abbassato il suo best lap di ieri e con un giro in 1’36”393 ha terminato le qualifiche al terzo posto. Entrambi i piloti del Motocorsa Racing Team hanno quindi preso il via dalla prima fila, nella gara che si è disputata nel primo pomeriggio sulla distanza di 16 giri.
La partenza di Cavalieri è stata buona e gli ha permesso di transitare al primo giro nel gruppo di testa. Nel terzo giro Samuele si portava in seconda posizione, alle spalle di Pirro. Il giovane pilota del team Motocorsa Racing riusciva a tenere il passo di Pirro, senza però poterlo superare e concludeva quindi la sua gara con un ottimo secondo posto. La partenza di Russo non è stata molto veloce ed al primo giro era nono. A causa di problemi di assetto e di una prematura usura delle gomme, Riccardo non riusciva ad incrementare il proprio ritmo e terminava la gara al nono posto.
Domani, sempre al Misano World Circuit si disputerà la seconda gara del CIV Superbike.
Samuele Cavalieri: “Non avendo fatto i test su questa pista non avevamo dei dati, ma sin dai primi turni di prove mi sono sentito a mio agio sulla V4 che ha un grande potenziale.
La pole position non me l’aspettavo perché non ho mai fatto un giro a “vita persa”, però il tempo è arrivato ugualmente. Ci siamo migliorati costantemente ed abbiamo lavorato molto sul passo di gara, questo ci ha permesso di fare una bella gara oggi, nella quale siamo rimasti sempre vicini a Pirro. Per domani lavoreremo sui dati acquisiti in gara, per essere più veloci nei primi giri. Ringrazio il mio team che ha fatto un lavoro fantastico”.

Riccardo Russo: “Purtroppo nelle prove abbiamo sofferto per alcuni problemi tecnici che non ci hanno permesso di lavorare sulla moto come avremmo voluto. Di conseguenza la mia moto non ha ancora un assetto adatto al mio stile di guida. Dopo le qualifiche abbiamo fatto una modifica che purtroppo non è andata come avevamo sperato. La moto scivolava troppo ed ho anche avuto un calo di gomme già da metà gara. Ho comunque cercato di portare a termine la gara, per raccogliere dati. Per domani lavoreremo per sistemare l’assetto della mia moto e proveremo qualche soluzione nuova nel warm up. Un grande grazie alla mia squadra per il grande lavoro che ha fatto in questi giorni”.