Archivio per la categoria ‘Superbike’

Si è concluso il test privato di Aragon che ha visto il team Aruba.it Racing – Ducati chiudere due giorni di proficuo lavoro sul circuito del Motorland caratterizzati da un meteo clemente malgrado un fastidioso vento che si è alzato durante alcune run.
Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi (rispettivamente 86 e 88 giri completati nei due giorni) hanno proseguito il lavoro di sviluppo delle rispettive Ducati Panigale V4 R ottenendo indicazioni estremamente utili in vista del primo round della stagione 2021 di WorldSBK previsto per fine maggio proprio sul circuito del Motorland di Aragon.

Dopo una prima giornata caratterizzata da un grande equilibrio con Chaz Davies, Micheal Rinaldi e Scott Redding nelle prime 3 posizioni divisi da soli 111 millesimi di secondo, nella fase finale della giornata odierna i due piloti del team Aruba.it Racing – Ducati hanno provato anche una simulazione di qualifica ottenendo risultati positivi. Scott Redding (1:48.780) ha sfruttato nel migliore dei modi la gomma da qualifica sfiorando per soli 13 millesimi il record della pista fatto registrare da Rea (Kawasaki) lo scorso settembre. Michael Rinaldi ha avuto un buonissimo passo con la gomma da gara senza però riuscire a sfruttare al meglio la gomma da qualifica e chiudendo con il tempo di 1:49.205.

Il prossimo appuntamento per il team Aruba.it Racing – Ducati è per il test privato sul circuito di Navarra (Spagna) fissato per il 5-6 Maggio.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Sono molto soddisfatto per i miglioramenti che siamo riusciti a fare con la moto soprattutto durante la fase centrale della giornata odierna. Mi sono trovato a mio agio con la gomma da gara e devo dire di aver sentito un ottimo feeling anche con la soft, con cui avevo avuto qualche difficoltà lo scorso anno proprio su questo circuito. Con la gomma da qualifica ho fatto un buon tempo e questo mi rende molto felice dato che considero questo circuito uno dei più difficili per me. Non sono stati due giorni facili ma il team, come sempre, ha fatto un grande lavoro per trovare le soluzioni ai problemi che si sono presentati”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Sono stati due giorni molto produttivi perché abbiamo migliorato la moto e anche il feeling. Se devo essere sincero penso di essere migliorato anche come stile di guida e per questo sono molto soddisfatto per il lavoro che abbiamo fatto. Il passo gara non è male ma dobbiamo migliorare senz’altro con la gomma nuova perché nei primi giri non riesco a sfruttarla nel migliore dei modi. Non vedo l’ora di essere a Navarra per il prossimo test: una pista nuova che non conosco. Faremo un intenso programma e cercheremo di completarlo”.

Un Motorland Aragon freddo e ventoso, nella prima giornata, ha ospitato i protagonisti del circus Superbike. Per l’occasione sono presenti, e scenderanno ancora in pista nella giornata di domani, le formazioni complete Ducati e Yamaha. 

In mattinata il vento gelido e le basse temperature dell’asfalto hanno costretto Chaz Davies ad attendere un paio di ore prima di uscire dalla pit lane con la sua Ducati azzurra. Una volta scaldati i motori, il lavoro si è focalizzato sulle geometrie ed il bilanciamento della moto. Nel pomeriggio il tracciato si è velocizzato notevolmente, tanto che i tempi si sono avvicinati a quelli delle gare dello scorso anno. Il Team Go Eleven ha potuto, così, svolgere vari test comparativi tra le diverse soluzioni di set up presenti sulle due Panigale V4RS in dotazione, cercando un buon equilibrio in vista della prima gara stagionale, che si terrà proprio sul circuito di Aragon, il 22/23 Maggio. A fine giornata è stato Chaz Davies il pilota più veloce, abbattendo il muro del 1.50, con il best lap di 1.49.878, ottenuto con relativa facilità di guida. Il cronometro conta sempre poco nei test prestagionali, ma sicuramente aiuta a creare una bella armonia all’interno della squadra!

Domani vi saranno altre otto ore di lavoro in pista, dove la squadra cercherà di migliorare ulteriormente il feeling di Chaz in sella!
Day 1 Results:
P 1   C. Davies   1.49.878
P 2   M. Rinaldi   + 0.069
P 3   S. Redding   + 0.111

Denis Sacchetti (Team Manager):
“Qui ad Aragon abbiamo proseguito il lavoro iniziato nei test di Barcellona. La squadra sta lavorando bene e Chaz ci sta dando indicazioni precise e davvero molto interessanti. Adesso ci stiamo concentrando sulla geometria della moto e la distribuzione dei pesi. Sono contento di questa prima giornata, non tanto per il risultato finale, anche se chiudere davanti fa sempre bene, ma per le sensazioni positive del pilota e dello staff!”

Chaz Davies (Rider):
“Oggi abbiamo provato un nuovo bilanciamento dei pesi sulla moto, ed abbiamo trovato una giusta direzione da seguire, anche se siamo solo all’inizio del lavoro. I feedback sono positivi, abbiamo comparato la moto di oggi a quella che ho usato negli scorsi due anni qui ad Aragon. La cosa migliore di oggi è che mi sono sempre sentito a mio agio in sella, con qualsiasi mescola di gomma. E’ un bel salto in avanti rispetto ai test di Barcellona, di una settimana fa circa. Penso che abbiamo anche un bel piano di lavoro per domani e diverse aree da esplorare!”

Si sono conclusi oggi sul Circuito di Barcellona-Catalunja (Spagna) i primi test della stagione 2021 caratterizzati dalla presenza di tutte le squadre ed i piloti che parteciperanno al prossimo Campionato del Mondo WorldSBK.

Sono stati due giorni intensi per il team Aruba.it Racing – Ducati con Scott Redding e Michael Rinaldi (170 e 172 giri completati in totale) che hanno chiuso rispettivamente con il secondo e quinto tempo finale.
Nella prima giornata di test, Scott Redding e Michael Rinaldi hanno lavorato intensamente su nuove soluzioni in termini di elettronica e ciclistica, rimandando al “Day-2” il riscontro cronometrico.

Nella giornata odierna i due piloti del team Aruba.it Racing – Ducati hanno proseguito il lavoro di sviluppo delle rispettive Panigale V4 R facendo registrare concreti progressi sia in termini di feeling che di prestazioni. Nel time attack finale Scott Redding è stato protagonista di un giro convincente che gli ha consentito di chiudere in seconda posizione ad un decimo dal miglior tempo di Rea (Kawasaki).

Dopo aver fatto registrare un solido tempo con la gomma da gara, Michael Rinaldi non è riuscito a far lavorare al meglio la gomma da qualifica chiudendo comunque in quinta posizione.
Il team Aruba.it Racing – Ducati tornerà in pista tra pochi giorni sul circuito Motorland di Aragon (Spagna) per il test privato in programma 12 lunedi  e 13 aprile.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Abbiamo lavorato molto per cercare di migliorare i punti deboli della nostra moto soprattutto nella percorrenza delle curve a lungo raggio. Inoltre abbiamo cercato di far crescere sia il feeling che il grip. Posso dire che abbiamo fatto dei passi in avanti in questa direzione ma è chiaro che ancora ci manca qualcosa. Sono però soddisfatto perché mi sono sentito bene sulla moto”.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21) 
“In questi due giorni ci siamo concentrati su più aree. Avevamo molte cose da provare e devo ammettere che alla fine abbiamo portato a termine il nostro lavoro. Abbiamo incontrato qualche difficoltà, le stesse che ha avvertito Scott, e questo può essere un vantaggio perché consentirà a Ducati di lavorare in un’unica direzione. Sono molto contento per il passo gara mentre devo ancora migliorare sul giro veloce”.

CatalanTest si concludono con un lavoro soddisfacente del pilota Gallese in sella alla azzurra Ducati Go Eleven! 

Chaz, nel corso della mattinata del secondo giorno, è riuscito fin da subito a migliorare il suo feeling con la moto, riscontrando ottime sensazioni sopratutto sull’anteriore. Quasi quattro decimi di passo meglio rispetto al day one, ne indicano il miglioramento. Davies, nonostante la lunga pausa, si è davvero mostrato in forma ed agguerrito, ritornando carico e deciso, così come aveva lasciato il 2020. Fino a metà sessione, nel box ed in pista sono state effettuate prove di comparazione, testando piccole variazioni di geometrie ed elettronica. Nel tardo pomeriggio, invece, l’obiettivo si è spostato sulle prove di partenza; diversi tentativi con nuove idee di settaggio elettronico del launch control hanno fornito feedback positivi in vista della stagione. Da sottolineare come il numero sette abbia ottenuto i crono migliori con gomma da gara SC0, restando a mezzo secondo dalla testa fino a pochi minuti dalla fine; molti protagonisti hanno poi migliorato con la prestazionale gomma da qualifica.

Il Team Go Eleven e Chaz Davies, sono alla prima uscita stagionale ed i primi segnali sono stati più che incoraggianti. Nel box si respira già un’aria familiare e distesa, aiutata dalla serenità che infonde il pilota. Si può, quindi, dire che l’obiettivo primario è stato raggiunto. Prossima fermata, test di Aragon il 12-13 Aprile!

Denis Sacchetti (Team Manager):
“Un’altra giornata positiva, abbiamo fatto diverse prove, soprattutto sull’elettronica, mirate a racogliere dati sui quali potremo lavorare nelle prossime settimane ed in vista dei prossimi test di Aragon. Devo ammettere che è stata una due giorni molto interessante e torniamo a casa sicuramente più rilassati. Un pò come il primo appuntamento con la ragazza che hai sempre sognato , abbiamo rotto il ghiaccio e ora possiamo prenderci gusto!”

Chaz Davies (Rider):
“Una giornata molto produttiva, quella di oggi! Stamattina abbiamo iniziato con una buona base e la moto mi è sembrata subito ottima. Successivamente abbiamo iniziato a lavorare sulla seconda moto, la quale aveva un paio di differenze tecniche e volevo capire se qualche modifica avrebbe potuto aiutarci in vista della stagione. Ho fatto, poi, un po’ di “su e giù” tra la prima e la seconda moto. Ci siamo anche concentrati sul settaggio dell’elettronica, ricercando un ulteriore feeling con il freno a motore. E’ andata bene, però siamo solo all’inizio del lavoro e questi dati ci serviranno in futuro. Nelle prossime settimane le cosa più importante sarà capire i comportamenti della moto in seguito alle modifiche eseguite e sviluppare quest’ultime in vista dei test di Aragon. Penso davvero che sia stata un’ottima prima uscita; dopo non aver corso per cinque mesi, le mie aspettative erano modeste e non avevo grossi obiettivi a parte divertirmi e tornare in sella. Il prossimo test sarà un’opportunità di lavorare nuovamente insieme e ritrovare ciò su cui stavamo lavorando!

Il Barni Racing Team e Tito Rabat, insieme a tutte le squadre del mondiale Superbike, hanno portato a termine due intensi giorni di test sul circuito di Barcellona Montmelò, accompagnati da un clima mite, perfetto per preparare l’inizio della stagione.

Dopo aver presentato una suggestiva livrea rossa e nera che accompagnerà il #53 per tutta la stagione, la squadra guidata da Marco Barnabò ha provato sul circuito catalano diverse soluzioni di assetto per adattare la Ducati Panigale V4 R allo stile di guida di Tito Rabat.

Per quanto riguarda i riscontri cronometrici il catalano ha fatto segnare un 1’41.942 come miglior giro, un tempo che lo ha piazzato in tredicesima posizione assoluta, a un secondo e sei decimi dal pilota più veloce.

Rabat ha portato a termine la due giorni senza inconvenienti; a fronte di un buon passo gara il #53 ha mostrato ancora qualche difficoltà nello sfruttare la gomma con extra grip.

Il Barni Racing Team tornerà in pista per un’altra due giorni di test “spagnola” il 12 e 13 aprile ad Aragon, dove il prossimo 21 maggio prenderà il via la stagione 2021 del WorldSBK.  

«Non sono molto contento perché non sono dove avrei voluto essere. La cosa positiva è che la moto è migliorata moltissimo rispetto a Misano: abbiamo ridotto i problemi di chattering e ho stabilito un buon feeling con il team che riesce a venire incontro alle mie esigenze, ma dobbiamo fare di più. Resta solo un test ad Aragon prima dell’inizio della stagione e lì dovremo fare un altro step in avanti, almeno grande quanto quello che abbiamo fatto qui a Barcellona rispetto a Misano». 

«Abbiamo fatto molti passi avanti rispetto a Misano e ci siamo avvicinati all’assetto di cui Tito ha bisogno per esprimersi al meglio. Abbiamo un buon passo gara, ma non riusciamo a sfruttare al 100% la gomma quando è nuova. Nella classifica dei tempi siamo un po’ indietro, ma già nell’ideal time siamo più avanti e come ritmo siamo costanti e abbastanza veloci». 

GoEleven: Finalmente Chaz

Pubblicato: 1 aprile 2021 in Go Eleven, News, Superbike

5 lunghi mesi senza scendere in pista, dopo 8 ore di test ed oltre 60 giri effettuati, Chaz si presenta in ottima forma, mettendo a segno riferimenti rapidi con estrema facilità. Welcome Back Chaz!

La due giorni di test al Montmelò si è aperta con una giornata soleggiata e temperature pressoché ideali di aria e asfalto. Il pilota gallese, nella mattinata, dopo solo alcuni passaggi, si trovava già in linea con la top 5. Da sottolineare anche i suoi feedback riguardanti la semplicità di guida e la facilità nell’ottenere un buon tempo sul giro. I lavori nel box Go Eleven si sono susseguiti con l’obiettivo di conoscere al meglio le caratteristiche di guida del numero 7 e le sue esigenze sulla Panigale V4R SBK 2021. Ingresso dopo ingresso, anche con gomme usate, Chaz si è dimostrato sempre più a suo agio, instaurando un ottimo feeling con i ragazzi della squadra. E’ tanto bello quanto emozionante vedere un pilota della sua caratura mettersi a disposizione dei tecnici, spiegare il proprio metodo di lavoro e le proprie caratteristiche di guida con grande calma e tranquillità. Chiaramente l’obiettivo odierno era quello ritrovare il feeling e le sensazione dello scorso finale di stagione, ma, volgendo lo sguardo al monitor dei tempi, si può capire il buon risultato ottenuto in configurazione gara: 1.41.775, a meno di un secondo dalla vetta occupata da Jonathan Rea in 1.40.793.

Domani i protagonisti del WorldSBK 2021 saranno nuovamente in azione, ulteriori 8 ore di adrenalina e spettacolo dal Circuito di Montmelò! 

Day 1 Results:
P 1   J. Rea   1.40.793
P 2   L. Haslam   + 0.107
P 3   G. Gerloff   + 0.117

P 9   C. Davies   + 0.982

Denis Sacchetti (Team Manager):
“Quando al termine della prima giornata di test, il clima è sereno, il pilota mostra tranquillità e si può andare a cena con il sorriso, non si può che essere soddisfatti! Poco contano i tempi o le classifiche, per noi era importante tornare in pista, riprendere gli automatismi del box e della pista, ed iniziare a lavorare con il nostro pilota. Chaz mi ha impressionato per la sua tranquillità e disponibilità, è un top rider ma ride e scherza con tutti e sa dare valore ad ogni singolo membro dello staff.”

Chaz Davies (Rider):
“E’ stata una prima giornata davvero molto positiva! Ovviamente, dopo cinque mesi senza salire in sella, mi aspettavo di avere un po’ di ruggine addosso, ma, dopo i primi giri, mi è sembrato di non essermi mai allontanato dalla moto. Mi sono subito trovato a mio agio, tanto da dovermi rallentare e convincermi di non spingere troppo; la testa era entrata in modalità gara, ma il fisico è ancora un po’ indietro nei tempi di reazione. Quindi manteniamo la calma, anche se sono molto contento della giornata, è stata positiva e sorprendente nella facilità con cui mi venivano i tempi. Riuscivo a migliorare abbastanza facilmente, è stata una vera sorpresa. L’obiettivo principale era quello di guidare la moto, di lavorare e conoscere il nuovo ambiente e la mia squadra, da PJ, il capotecnico, a tutti i membri del Team. Stiamo cercando di imparare ognuno i metodi di lavoro degli altri, siamo all’inizio, ma penso che abbiamo una grande stagione davanti a noi!”

La stagione WorldSBK 2021 del team Aruba.it Racing – Ducati ha preso ufficialmente il via oggi con la presentazione online della squadra e delle livree delle due Ducati Panigale V4 R di Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi.
Il pilota inglese è alla sua seconda stagione con il team Aruba.it Racing – Ducati dopo aver combattuto per il titolo di campione del Mondo fino all’ultimo Round del 2020.
Per Rinaldi, reduce da un’eccellente stagione in cui ha ottenuto la prima vittoria in WorldSBK sul circuito di Aragón, questo può essere considerato un ritorno dopo il titolo di campione Superstock 1000 conquistato nel 2017 con l’Aruba Junior Team.

Il team al completo è stato protagonista di un intenso video che prima dell’uscita dal box per un’ideale allineamento in griglia, ha ripercorso le fasi di assemblaggio delle moto sulle quali spiccavano le firme originali di Stefano Cecconi (Amministratore Delegato Aruba S.p.A. e Team Principal Aruba.it Racing – Ducati), Claudio Domenicali (Amministratore Delegato Ducati Motor Holding), Luigi Dall’Igna (Direttore Generale Ducati Corse), Paolo Ciabatti (Direttore Sportivo Ducati Corse) e Daniele Casolari (Team Owner Feel Racing).

Le immagini sono state girate sul circuito di Misano, seconda tappa della stagione 2021 di WorldSBK che prenderà il via il a fine maggio al MotorLand di Aragón (Spagna).
L’evento è stato trasmesso in streaming sui canali Facebook e Youtube di Ducati, Aruba.it Racing – Ducati, dal canale tv Sky Sport MotoGP ed è stato distribuito da WorldSBK ai principali media sportivi italiani ed internazionali. Il video integrale è disponibile cliccando su questo link http://aru.ba/2021-team-launch-video (password “video2021”)

Stefano Cecconi (Amministratore Delegato Aruba S.p.A. e Team Principal Aruba.it Racing – Ducati)
“Dal 2015 rappresentiamo ufficialmente Ducati nel campionato del Mondo Superbike ed i nostri risultati sono cresciuti costantemente fino al secondo e terzo posto ottenuto con Scott e Chaz nella passata stagione. Adesso il nostro obiettivo è quello di compiere quell’ultimo passo in avanti per raggiungere il traguardo che ci siamo prefissi fin dall’inizio di questa avventura. Dopo l’esordio sorprendente dello scorso anno, nel 2021 ci aspettiamo che Redding possa far emergere il suo pieno potenziale. Quello di Rinaldi, invece, è stato un percorso più lungo, passato anche attraverso la vittoria del titolo Superstock 1000. Per noi è una grandissima soddisfazione vederlo nel team ufficiale e alla luce della stagione estremamente convincente vissuta con un team privato nel 2020, auspichiamo che quest’anno possa fare ancora meglio. Vorrei rivolgere un grande bocca al lupo alla squadra e ai piloti per questa stagione che, visto il momento che stiamo vivendo, non sarà facile dal punto di vista logistico. Un mio personale pensiero, infine, a tutti i tifosi: nelle prime gare molto probabilmente non potranno essere con noi in pista e ne sentiremo senz’altro la mancanza. Siamo però certi che ci seguiranno da casa dandoci tutto il calore e l’affetto che ci hanno sempre trasmesso in questi anni”.

Claudio Domenicali (Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding)
“Ducati partecipa al Campionato del Mondo Superbike sin dalla sua creazione nel 1988 e all’inizio di ogni nuova stagione l’entusiasmo è sempre alto. La Panigale V4 R è in assoluto una delle moto stradali più vicine a una vera moto da gara e il fatto che un prodotto così performante sia acquistabile da tutti gli appassionati ci rende molto orgogliosi. Con Aruba.it, nostro partner pluriennale, c’è un connubio forte, una collaborazione tecnologica molto importante che parte in pista e si espande anche in ambito aziendale nei processi digital e IT. Con questi presupposti e supportati dal talento dei nostri piloti Scott Redding e Michael Rinaldi, due veri ambasciatori del nostro brand, guardiamo con ottimismo all’inizio della stagione 2021”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale Ducati Corse)
“La stagione 2020 è stata emozionante, e vedere entrambi i nostri piloti lottare per le posizioni di vertice è motivo di grande soddisfazione ed orgoglio per tutta Ducati Corse. Quest’anno, con Scott e Michael, sono certo che saremo molto competitivi e che riusciremo a fare un altro passo avanti e a migliorare ulteriormente le prestazioni delle nostre moto. Alla squadra chiedo di mettercela tutta, come sempre, e credo che insieme riusciremo a raggiungere risultati straordinari”.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati Rider #45)
“La scorsa stagione è stata molto emozionante per me. Il grande supporto avuto da Ducati ed il rapporto straordinario con il team Aruba.it  sono stati molto importanti e mi hanno trasmesso una profonda voglia di essere competitivo e vincere ancora. Per questo motivo darò il massimo per fare quello step che ci è mancato lo scorso anno. Sono convinto di poter far bene anche perché nella passata stagione ho avuto la possibilità di fare molta esperienza con la Panigale V4 R, di conoscere circuiti nuovi, di comprendere il format di una competizione avvincente come la WorldSBK. Questo mi consentirà di partire alla pari con i miei avversari nel 2021. Ringrazio tutti i ragazzi della squadra che lavorano ogni giorno con grande impegno. Ai tifosi posso dire che cercherò di farli divertire in pista con l’obiettivo di festeggiare insieme alla fine”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati Rider #21)
“Nel 2020 ho ottenuto la mia prima vittoria in WorldSBK: un ricordo bellissimo. Adesso però gli obiettivi si alzano e mi impegnerò al massimo per ottenere grandi risultati con il team Aruba.it Racing – Ducati. Dopo la vittoria nella Superstock 1000 con il Junior team di Aruba, per me è come tornare a casa, in famiglia. E’ un grande onore vestire questi colori e ciò mi rende molto orgoglioso, come credo renda orgogliosi tutti i ragazzi del team perché vuol dire che il percorso che abbiamo fatto è stato positivo. Entrare nel team ufficiale significa avere anche tutto il supporto di Ducati, dei ragazzi in pista e di tutti coloro che lavorano a Borgo Panigale. Vorrei dire alla mia squadra che farò di tutto per farli divertire durante la stagione 2021 mentre ai tifosi chiedo di continuare a sostenerci anche se dovessero esserci momenti non facili perché grazie al loro calore potremo superarli alla grande”.

Conclusa la lunga pausa invernale, il TEAM MOTOCORSA RACING e il rookie Axel Bassani hanno preso parte alle due giornate di test (15-16 marzo) sul circuito di Misano Adriatico. Come da previsioni, due splendide giornate di sole hanno accompagnato i team nel programma di sviluppo delle moto in previsione della stagione che, dalle prime sensazioni si presenta sotto i migliori auspici in termini di spettacolo. Tutti presenti la maggior parte dei team iscritti al campionato, dove il nostro portacolori era tra i più emozionati in funzione della giovane età e del fatto che è il più giovane iscritto nella classe regina.

Il TEAM MOTOCORSA ha deciso di testare entrambe le moto in configurazione 2020 e 2021. Tra le novità 2021 appaiono ben visibili: serbatoio, radiatori, sella, reggisella, forcellone e l’impianto di scarico TERMIGNONI.

Scrollato di dosso la tensione accumulata nel lungo stop invernale, l’intera squadra e Axel, come da programma, ha fatto diversi turni con la moto in configurazione 2020 riuscendo a fermare il cronometro sul tempo di 1:35.070 che gli è valsa la quarta posizione per tutta la prima giornata di test.

Il secondo giorno si è svolto con la moto in configurazione 2021 e dopo aver dedicato l’intera mattinata alle opportune regolazioni sulla posizione di guida e nella ricerca del giusto setting, nel pomeriggio ha iniziato a cercare la prestazione e alle ore 16:30 il cronometro si è fermato su un incoraggiante 1:34.847 a pochi decimi dai più esperti piloti.

Il team è già al lavoro in previsione del prossimo test DORNA che si disputerà sul tracciato di Barcellona nel corso del quale verranno provate altre novità tecniche.

Si è conclusa al Misano World Circuit “Marco Simoncelli” la due giorni di test che ha visto impegnato il Barni Racing Team con i piloti Tito Rabat e Michele Pirro.
Grazie al clima soleggiato della Riviera Romagnola le squadre che hanno preso parte al test (Ducati, Yamaha e alcuni team Kawasaki) hanno potuto lavorare al meglio per preparare l’inizio della stagione 2021. Con queste condizioni il pilota spagnolo del Barni Racing Team ha potuto prendere davvero confidenza con la Ducati Panigale V4 R per la prima volta. Positiva la prima mattinata in cui Rabat è riuscito subito a siglare un 1’35.6 senza forzare. Nel pomeriggio il #53 non è riuscito a migliorare e ha chiuso la prima giornata con 103 giri.
Nel secondo giorno di test, nonostante un buon passo gara, Rabat ha lamentato un problema di vibrazioni in percorrenza di curva e non ha potuto spingere a fondo. Il team ha così preferito concentrarsi sulle regolazioni per migliorare l’assetto della moto e ha deciso di non utilizzare la gomma da qualifica. Il miglior tempo personale di Rabat, 1’35.210, è stato siglato con la SC0, a metà della seconda giornata in cui il pilota di Barcellona ha percorso 121 giri.

Michele Pirro ha invece portato in pista la Ducati Panigale V4 R con cui affronterà la stagione 2021 del CIV. In totale il pilota di San Giovanni ha messo insieme circa 110 giri e ha raccolto importanti dati per lo sviluppo della moto in vista del prossimo test del 28/29 marzo al Mugello. Rabat, invece, tornerà in pista il 31 marzo e l’1 aprile sul circuito di Barcellona.

Tito Rabat, #53 

«Mi aspettavo di fare un po’ meglio per quanto riguarda il tempo sul giro, ma quando mettiamo la gomma più soffice non riesco a spingere. L’aspetto positivo è il passo gara che è stato buono fin da subito, ma adesso dobbiamo pensare ai test di Barcellona per cercare di migliorarci. C’è ancora tempo prima dell’inizio della stagione, ma il lavoro da fare non manca». 

Michele Pirro, #51 

«Anche se guido la Ducati Panigale V4 R da tanto tempo, quest’anno per le moto del CIV ci sono molte novità e c’è molto lavoro da fare. Abbiamo fatto il cosiddetto shakedown, ovvero quello che si fa nelle prime giornate di lavoro della stagione. È stato un test molto utile per raccogliere dati e cercare di rendere la moto subito veloce con i nuovi regolamenti. Tra due settimane saremo di nuovo in pista al Mugello per continuare lo sviluppo». 

Marco Barnabò, Team Principal Barni Racing  

«Con Rabat abbiamo avuto un problema di vibrazioni che non siamo riusciti a risolvere. Con la gomma da gara non siamo messi male perché abbiamo fatto molti giri in 1’35 basso, ma quando mettiamo una gomma che ha più grip non riusciamo ad essere veloci. Praticamente siamo stati gli unici a non utilizzare mai la gomma da qualifica, adesso la priorità è mettere Tito nelle migliori condizioni per esprimersi». 

Si sono conclusi sul circuito di Misano due intensi giorni di test che hanno visto Scott Redding e Michael Rinaldi girare finalmente in condizioni ideali e costanti portando a casa dati importanti per lo sviluppo delle rispettive Ducati Panigale V4 R.

I due piloti del team Aruba.it Racing – Ducati hanno lavorato sul set up provando contemporaneamente nuove soluzioni soprattutto in termini di freni, frizione ed elettronica e facendo registrare una crescita continua attraverso le quattro sessioni.
Michael Rinaldi (159 giri completati in totale) ha chiuso i due giorni test facendo registrare il primo tempo grazie un incisivo time attack finale.
Scott Redding non ha invece tentato il giro veloce completando però ben 173 giri nel corso dei due giorni.  

Il prossimo appuntamento è con i test ufficiali Dorna in programma a Barcellona a fine Marzo.
Il test di Misano è stato, però, anche l’occasione per la realizzazione del video di presentazione della stagione WorldSBK 2021 che sarà diffuso sui principali media e sui canali social di Ducati e Aruba.it Racing – Ducati martedì 23 marzo dalle ore 14.30. Stay Tuned!

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati rider #21)
“Sono molto contento di come sono andati questi due giorni di test. Con la squadra avevamo preparato un programma molto intenso che ci ha permesso di raccogliere tante informazioni. Il feeling sul passo gara è molto positivo mentre c’è ancora lavoro da fare sul giro singolo. Devo però ammettere che le sensazioni sono estremamente positive e non vedo l’ora di essere a Barcellona per tornare in pista”.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati rider #45)
“Abbiamo lavorato molto su tante soluzioni. L’obiettivo era quello di far crescere il mio feeling con la nuova moto. Abbiamo fatto importanti passi in avanti ma ancora ci sono da sistemare alcuni dettagli. Credo però che il bilancio di questo test sia estremamente positivo anche perché abbiamo lavorato tantissimo con le gomme usate senza pensare al chrono. Dopo due test consecutivi a Misano andiamo a Barcellona con fiducia”.