Jack Miller conquista il suo secondo podio stagionale nel Gran Premio di Francia, andato in scena questo pomeriggio sullo storico Bugatti Circuit di Le Mans. Partito con il secondo tempo, il pilota australiano è stato protagonista di una partenza fulminea che gli ha permesso di guadagnare il comando della gara seguito da Pecco Bagnaia e dalla Desmosedici GP di Enea Bastianini (Gresini Racing).

Bagnaia, partito dalla pole position, ha però passato il compagno di squadra al quarto giro ed è stato in testa al GP fino al ventesimo passaggio, quando è stato superato da Bastianini, che aveva a sua volta passato Miller dieci giri prima. Purtroppo subito dopo Bagnaia è incappato in una scivolata alla curva 13 che ha posto fine alla sua gara.

Il Gran Premio di Francia è terminato quindi con due Ducati sul podio, con Bastianini primo e Miller secondo. Grazie a questo risultato, il pilota del Ducati Lenovo Team sale in quinta posizione in classifica generale a 40 punti dal leader Quartararo. Bagnaia resta invece settimo a 6 lunghezze dal compagno di squadra. Ducati rimane invece saldamente al comando della classifica costruttori, con 54 punti di vantaggio sul secondo, mentre il Ducati Lenovo Team è quarto nella classifica riservata alle squadre.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 2°
“Con la gomma morbida sapevo che sarei dovuto restare calmo e ho cercato di non spingere troppo all’inizio. Dopo dieci giri ho iniziato a soffrire un po’, ma verso metà gara ho capito come guidare la moto in modo da gestire il problema. Sono riuscito a riavvicinarmi a Pecco ed Enea, ma loro avevano un passo superiore al mio. Sarebbe stato bello avere tre Ducati sul podio oggi, ma purtroppo Pecco è caduto. Sono contento di questo secondo posto, perché che ci ha permesso di guadagnare molte posizioni in classifica, perciò ora sarà importante continuare così per provare ad accorciare ulteriormente le distanze in campionato!”

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – Ritirato
“Oggi è stato tutto perfetto, fino al momento della caduta! Dopo essere andato largo alla curva 8 e aver perso terreno rispetto a Bastianini, non ho pensato ad andare a riprenderlo subito, perché sapevo di essere veloce, però alla curva 13 ho commesso un errore e sono caduto. Oggi perdiamo 20 punti importanti per la classifica e diventa più difficile recuperare, anche se il campionato è ancora lungo: non possiamo però permetterci di commettere altri errori nelle prossime gare”.

Il Ducati Lenovo Team tornerà in pista dal 27 al 29 maggio per il Gran Premio d’Italia, in programma come è tradizione sull’Autodromo Internazionale del Mugello.

Il Gran Premio di Francia si chiude con un positivo quinto posto per Johann Zarco e una caduta per Jorge Martin dovuta ad un problema finisco.

Il pilota Francese che partiva dalla nona posizione è soddisfatto del fine settimana di gara e arriverà al Mugello con sensazioni positive.

Jorge Martin a causa di problema al braccio sin dal terzo giro commette un errore e scivola.

Johann Zarco

Sono abbastanza contento, abbiamo portato a casa punti importanti e ho fatto una bella gara. Non sono partito molto bene e dopo si è creato troppo distacco per puntare a posizioni migliori. Comunque ho ritrovato delle buone sensazioni e l’obiettivo è fare bene al Mugello.

Jorge Martín

Sono dispiaciuto, perché il passo è stato buono tutto il fine settimana e sono sicuro che avrei potuto fare una bella gara. Mi è venuto un dolore al braccio e quindi avevo molta meno sensibilità, questo mi ha portato a commettere un errore in frenata e sono caduto.

Enea Bastianini torna a vincere e lo fa per la terza volta in questa stagione grazie ad una prestazione incredibile sul tracciato di Le Mans in Francia. Un trionfo che lo stesso diretto interessato ha definito “inatteso” perché arriva in un fine settimana caratterizzato da buone prestazioni (record lap venerdì), ma anche da tre cadute e un problema tecnico ieri.
 
La vittoria è in pieno stile “bastard”: partenza fulminante, passo martellante (1.32 basso) e seconda parte di gara all’attacco con tanto di sfida ad entrambi i piloti ufficiali. Prima Miller e poi Bagnaia sono costretti ad arrendersi al numero 23 che torna prepotentemente nella lotta per il titolo 2022.
 
Con questi 25 punti adesso Enea Bastianini è ad appena 8 lunghezze dal leader Quartararo e consolida la terza posizione in classifica. Punti che portano anche il Team Gresini MotoGP in testa alla classifica “indipendenti” e Ducati ad essere davanti nel titolo costruttori.
 
Arrivano anche i primi punti di Fabio Di Giannantonio, tredicesimo oggi al termine di un’ottima gara. Il rookie romano potrà finalmente costruire la sua stagione sulla prima vera prova da protagonista.

1º – ENEA BASTIANINI #23 (3º nel mondiale con 94 punti)
“Sono sorpreso di questo risultato, ma dimostra il grande lavoro di tutta la squadra. È stato un fine settimana tutt’altro che semplice, ho fatto lavorare i miei meccanici al massimo, ma abbiamo dato tutto in pista e questa vittoria è davvero di tutti noi. Siamo stati bravi a trovare il momento per attaccare e abbiamo trovato un’altra vittoria fondamentale. Anche i team satelliti possono dire la loro in questo campionato, noi continuiamo così e ora testa bassa per il Mugello”.
 
13º – FABIO DI GIANNANTONIO #49 (22º nel mondiale con 3 punti)
“Finalmente una gara vera. Abbiamo lottato dall’inizio alla fine e ora siamo consapevoli di poter lottare in MotoGP. Peccato perché ho avuto un problemino al braccio destro e non ho avuto la forza per correre al 100% tutta la gara. Però abbiamo corso bene, superato vari piloti e torno in Italia soddisfatto”.

Pecco Bagnaia ha infatti centrato la sua seconda pole position consecutiva in questa stagione siglando anche il nuovo record del circuito in 1:30.450. Il pilota italiano porta così a quota 8 il numero di pole position finora ottenute in MotoGP con Ducati, eguagliando Loris Capirossi. Oltre ad essere la prima pole position della casa di Borgo Panigale a Le Mans, e la sessantesima nella classe regina, questa è anche la cinquantesima conquistata dal team ufficiale in MotoGP.

Ottima anche la prestazione di Jack Miller, che ha chiuso secondo alle spalle di Bagnaia completando una doppietta tutta Ducati Lenovo Team. Veloce fin dalle prime sessioni, in qualifica Miller ha potuto sfruttare anche i riferimenti del compagno di squadra per ottenere il secondo miglior tempo in 1:30.519, a soli 69 millesimi dalla pole.

Francesco Bagnaia (#63, Ducati Lenovo Team) – 1° (1:30.450)
“E’ stata sicuramente una giornata positiva per noi! Questa mattina avevo un ottimo feeling con la moto poi, con le temperature più alte di questo pomeriggio ho faticato un po’ di più. Il team è però riuscito a fare una piccola modifica che ha migliorato il mio feeling permettendomi di essere più veloce. Sono contento e credo di essere riuscito ad avvicinarmi al passo di Quartararo, che secondo me resta l’uomo da battere qui. Le condizioni domani potrebbero essere diverse, perciò dovremo valutare bene come affrontare la gara”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 2° (1:30.519)
“Sono contento di come sta andando questo fine settimana e della fantastica doppietta in qualifica per il team. Fin da subito ho avuto un ottimo feeling con la moto e il mio passo è buono. Nella FP4 sono purtroppo caduto, ma i ragazzi del team hanno fatto un lavoro incredibile sistemando la moto per la Q2 in così poco tempo. Inoltre, devo ringraziare Pecco. Averlo avuto come riferimento mi ha sicuramente aiutato quest’oggi. Sono soddisfatto e fiducioso di poter fare una bella gara domani, anche se dovesse piovere”.

La gara prenderà il via domani alle ore 14:00 CEST sulla distanza di 27 giri, mentre alle ore 9:40 si terranno i 20 minuti di warm up.

Un altro sabato da ricordare per Enea Bastianini e il Team Gresini MotoGP: un binomio che continua a fare notizia grazie alla quinta posizione nelle qualifiche del Gran Premio di Francia, con il numero 23 che chiude ad appena 261 millesimi dalla pole position di Bagnaia e ad 1 decimo secco dalla prima fila.
 
Domani Enea partirà in mezzo agli idoli di casa Quartararo e Zarco, e con ben quattro Ducati nelle prime sei posizioni potrà certamente dire la sua, anche in caso di pioggia. Meteo imprevedibile come da tradizione qui a Le Mans dove anche Fabio Di Giannantonio potrebbe puntare a qualcosa di importante.
 
Il numero 49, in decisa crescita dai test di Jerez in poi, oggi ha continuato il lavoro di adattamento alla sua Desmosedici chiudendo con un crono da top10. Domani aprirà la sesta fila qui in Francia con la zona punti molto vicina.

5º – ENEA BASTIANINI #23 (1’30.711s)
“Oggi è andata bene alla fine anche se la prima fila era davvero alla portata. Abbiamo dimostrati di poter essere veloci tutto il fine settimana e non ci capitava da qualche GP. Quindi possiamo dire di essere tornati. Abbiamo avuto qualche problemino tecnico durante il weekend, ma domani saremo pronti e in caso di pioggia partire davanti sarà sicuramente un vantaggio. Vedo Fabio (Quartararo) molto forte sul passo di gara, ma proveremo a stargli appiccicati”.
 
16º – FABIO DI GIANNANTONIO #49 (1’31.487s)
“Sono contento a metà oggi. Da una parte abbiamo fatto un altro passetto in avanti, dall’altra mi aspettavo di farne uno un po’ più grande. Abbiamo provato delle modifiche che purtroppo non mi hanno convinto al 100% questa mattina e ci siamo un po’ arenati. Gli altri sono migliorati di più diciamo… Peccato perché in qualifica ce la siamo giocati bene. Domani se piove sarà la mia seconda esperienza sul bagnato. Ci proviamo”.

Grazie alle condizioni favorevoli, entrambi i piloti del Ducati Lenovo Team sono riusciti a trovare subito un buon feeling con le loro Desmosedici GP, migliorando progressivamente i propri riferimenti cronometrici nel corso delle due sessioni di oggi. Dove aver chiuso la FP1 in 1:31.893, Bagnaia ha abbassato di altri 258 millesimi il suo miglior crono nella FP2, terminando così la sua prima giornata a Le Mans con il quinto tempo. Con le condizioni di grip variate rispetto al mattino, Miller è stato vittima di una delle numerose cadute del pomeriggio. Nonostante sia riuscito a rientrare in pista, le diverse bandiere gialle esposte nei minuti finali del turno non gli hanno permesso di andare oltre l’undicesimo tempo.

Ha chiuso la giornata al comando Enea Bastianini, che firma il nuovo record del circuito in 1:31.148 con la Ducati Desmosedici GP del team Gresini Racing.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 5° (1:31.635)
“E’ stata una giornata positiva per noi. Lo scorso anno avevo avuto qualche difficoltà durante l’unico turno asciutto a disposizione, invece oggi sono stato veloce e ho trovato subito fiducia sulla moto. Purtroppo questo pomeriggio non siamo riusciti a fare un vero e proprio time attack perché negli ultimi quattro giri ho sempre trovato le bandiere gialle, ma in ogni caso chiudiamo con il quinto tempo. Io, Aleix Espargaro e Quartararo siamo quelli con il passo più veloce al momento, ma vedremo come si evolverà il weekend dopo la FP3 di domani”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 11° (1:31.914)
“La giornata di oggi è stata più calda rispetto a quello a cui siamo abituati solitamente qui a Le Mans, ma in ogni caso mi sono sentito subito a mio agio fin da questa mattina. Nella FP2 sono incappato in una scivolata molto strana: avevo la sensazione che il grip fosse buono ma probabilmente, con le temperature più calde del pomeriggio, le condizioni sono variate. In ogni caso abbiamo un buon passo e questo mi rende fiducioso in vista della gara di domenica. Purtroppo questo pomeriggio non siamo riusciti a fare un vero e proprio time attack a causa delle bandiere gialle, perciò l’obiettivo domattina sarà quello di riuscire ad entrare direttamente in Q2 nella FP3.”

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domattina alle ore 9:55 per la FP3, mentre le qualifiche del GP di Francia si disputeranno nel pomeriggio, a partire dalle ore 14:10, al termine della FP4.

Si riparte alla grande in questo terzo appuntamento europeo con Enea Bastianini pilota più veloce al termine di questa sessione combinata di prove libere. Tutt’altro che un venerdì facile quello del numero 23, scivolato un paio di volte (una per sessione), ma capace di mettere insieme il miglior giro di sempre in sella ad una MotoGP sul circuito Bugatti.
 
Sensazioni positive ritrovate insomma per l’italiano che soprattutto nel primo settore ha dimostrato, fino ad oggi, di essere davvero competitivo. 1’31.148 il tempo finale con cui tiene a distanza Quartararo e Rins di due e tre decimi rispettivamente.
 
Buono anche il venerdì di Fabio Di Giannantonio che sulla base trovata nel test di Jerez ha costruito queste libere. 1’32.275 il tempo finale del 49, che gli vale la 15ª piazza provvisoria.

1º – ENEA BASTIANINI #23 (1’31.148s)
“Peccato per le due cadute di oggi, specie la seconda. Avrei chiuso volentieri la giornata qualche secondo prima. Comunque giornata molto positiva: ci troviamo molto bene nel T1 già da questa mattina ed è onestamente la parte nella quale dobbiamo lavorare meno. Le cose sono cambiate rispetto a Jerez dove forse non abbiamo capito del tutto cos’è successo… A volte capita. Qui invece abbiamo ritrovato velocità e sensazioni”.
 
15º – FABIO DI GIANNANTONIO #49 (1’32.275s)
“Forse la prima vera giornata positiva dell’anno. Abbiamo fatto sicuramente uno step importante per il mio feeling sulla moto e un po’ me l’aspettavo dopo il test di Jerez de la Frontera. Iniziamo a frenare abbastanza forte e dobbiamo solo trovare un po’ di grip: in realtà non manca in pista, ma noi accusiamo un po’ troppo spin e sarà fondamentale risolvere questo problema anche in ottica qualifica”

Si è conclusa con successo la prima edizione di #WeRideAsOne, l’inedito evento promosso dalla Casa di Borgo Panigale che sabato 7 maggio ha permesso alle community di appassionati Ducatisti di ogni città di incontrarsi, conoscersi e celebrare insieme la passione per Ducati in ogni sua sfumatura.

L’evento è stato organizzato grazie alla sinergia tra le Concessionarie Ducati e i Ducati Official Club che hanno personalizzato il programma della giornata ognuno in sintonia con il proprio territorio e la propria cultura, dando vita a eventi unici. In tutto sono state ben 224 le concessionarie della rete Ducati che, con il supporto di 120 Ducati Official Club internazionali, hanno reso possibile il successo di #WeRideAsOne.

Oltre 13.000 Ducatisti hanno colorato le strade delle città di più di 40 nazioni in tutto il mondo in sella alle loro Ducati e Scrambler ®. Il momento clou dell’evento è stata la parata, che ha visto i tanti appassionati sfilare per le vie e nelle piazze più evocative delle proprie cittàFirenze, Parigi, Miami, Nuova Delhi, Roma, Rio de Janeiro, Sidney, Valencia, New York, Kuala Lumpur, Dubai, Singapore, Seul, Hangzhou, Bangkok, Ingolstadt sono solo alcune delle città in cui si è svolto #WeRideAsOne.

Il grande successo di questa prima edizione ha spinto Ducati ad aggiungere in calendario #WeRideAsOne come appuntamento fisso annualeOgni primo sabato di maggio le Concessionarie Ducati e i Ducati Official Club chiameranno i Ducatisti a riunirsi nelle proprie città, per una giornata all’insegna del divertimento e della condivisione.

#WeRideAsOne è stata anche l’occasione per scaldare i motori in vista della prossima grande festa Ducati, il World Ducati Week in programma dal  22 al 24 luglio al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, di cui è già possibile acquistare i biglietti sul sito Ducati.

Il Campionato Mondiale MotoGP entra nel vivo e tornano le Tribune Ducati all’Autodromo Internazionale del Mugello e al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”. Un posto in prima fila per seguire le due tappe italiane e vivere l’emozione della MotoGP.

Un palcoscenico straordinario realizzato all’insegna dei colori di Borgo Panigale, per tifare i campioni del Ducati Lenovo Team Pecco Bagnaia e Jack Miller, insieme a tutti gli altri piloti che corrono su Ducati, Jorge Martin e Johann Zarco per il Pramac Racing Team, Enea Bastianini Fabio Di Giannantonio con il Gresini Racing Team, Luca Marini Marco Bezzecchi del VR46 Racing Team.

I biglietti per le Tribune Ducati sono già disponibili online nella sezione dedicata del sito . Per tutti i Ducatisti che acquistano i biglietti, sono garantiti una serie di servizi e benefit per vivere al meglio le giornate di campionato. Dall’accesso libero alla tribuna in ogni momento, alla comodità del parcheggio moto riservato*, al servizio di guardaroba per l’abbigliamento tecnico. Inoltre, i tifosi riceveranno in omaggio il “Kit del tifoso”, composto da t-shirt, cappellino e gadget.

La prima tappa italiana del Mondiale MotoGP 2022 è prevista al Circuito Internazionale del Mugello nel weekend del 28 e 29 maggio. Ducati accoglierà i propri tifosi presso la Tribuna Materassi in un settore dedicato con posti numerati. La posizione offre una ampia visuale su più curve della pista e il divertimento è assicurato dalla possibilità di vedere avvincenti azioni di sorpasso proprio sotto alla tribuna, fornita anche di maxi schermo per non perdersi nemmeno un istante del Gran Premio.

La seconda e ultima tappa italiana del Campionato MotoGP approda al Circuito di Misano “Marco Simoncelli” dal 2 al 4 settembre, in occasione del GP di San Marino e della Riviera di Rimini. Qua la Tribuna Ducati è situata presso la Tribuna C, situata nella Misano Circuit Square, una zona cruciale del circuito che garantisce una visione della gara emozionante. La tribuna è coperta, con posti numerati e fornita di maxi schermo attivo dalle qualifiche del sabato alla gara della domenica. Nella tappa di Misano sarà disponibile anche il parcheggio auto*.

Le Corse sono una parte essenziale del mondo Ducati e da sempre la Casa di Borgo Panigale offre un posto privilegiato ai propri appassionati per godersi lo spettacolo della MotoGP in tanti circuiti internazionali. Le Tribune Ducati infatti non si limitano solo alle tappe italiane del Campionato: il Circuit of Americas in Texas e il Circuito de Jerez-Ángel Nieto in Spagna hanno già ospitato tantissimi Ducatisti e nei prossimi mesi proseguiranno gli appuntamenti con le tappe a Le Mans in FranciaSachsenring in GermaniaSilverstone nel Regno UnitoPhillip Island in Australia e al Circuit Ricardo Tormo di Valencia in Spagna.

Maggiori informazioni sulle Tribune Ducati sono disponibili nella sezione dedicata sul sito Ducati, dove è già possibile acquistare i biglietti per Mugello e Misano.

Presente in calendario ininterrottamente dal 2000, il celebre tracciato della regione della Sarthe ha visto Ducati ottenere finora undici podi tra cui due vittorie. La casa di Borgo Panigale è stata infatti la vincitrice delle ultime due edizioni del Gran Premio di Francia. Nel 2020 fu Danilo Petrucci ad ottenere una spettacolare vittoria sul bagnato, mentre lo scorso anno Jack Miller centrò il suo secondo successo consecutivo con la Desmosedici GP in una gara resa rocambolesca dalla pioggia e da un “flag-to-flag”.

Il pilota australiano, attualmente undicesimo in classifica generale con un podio al suo attivo quest’anno grazie al terzo posto di Austin (USA), vuole essere protagonista della gara in Francia. Lo stesso vale per il suo compagno di squadra Francesco Bagnaia, vincitore dell’ultimo GP, disputato a Jerez in Spagna. Il pilota italiano punta a proseguire il suo trend positivo e ad accorciare le distanze dalla vetta della classifica che lo vede attualmente quinto a 33 punti dal leader Quartararo.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 5° (56 punti)
“Questa settimana di pausa mi è sicuramente servita per recuperare e lasciare riposare la spalla dopo i due Gran Premi consecutivi di Portimão e Jerez, che sono stati molto impegnativi. Arriviamo in Francia, su una pista che in generale mi piace molto e dove mi diverto sempre a guidare, ma è sicuramente anche un tracciato non semplice, dove lo scorso anno abbiamo faticato un po’ sull’asciutto. Rispetto alla passata stagione quest’anno il tempo dovrebbe essere migliore: non è prevista pioggia e anche le temperature sembrano essere più alte. Il nostro obiettivo è quello di continuare l’ottimo lavoro fatto a Jerez ed essere competitivi e veloci anche qui in Francia”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 11° (42 punti)
“Sono contento di tornare a correre in Francia, dove ho sicuramente dei bei ricordi dopo la vittoria ottenuta lo scorso anno! Amo molto il tracciato di Le Mans e sento di poter essere competitivo anche quest’anno con la Desmosedici GP 22. Le previsioni meteo per questo fine settimana sono buone, ma il tempo in questa regione tende sempre ad essere piuttosto imprevedibile. In ogni caso, sono pronto ad affrontare il weekend con qualsiasi condizione con l’obiettivo di ottenere un altro buon risultato domenica in gara!”

I piloti della MotoGP scenderanno in pista venerdì alle ore 9:55 per il primo turno di prove libere, mentre il GP di Francia prenderà il via domenica alle ore 14:00 CEST sulla distanza di 27 giri.