Dal 10 maggio fino al 10 luglio 2021 in Italia è possibile partecipare al “Monster Italian Virtual Tour”il concorso organizzato da Ducati che mette in palio un Monster come premio per la miglior fotografia del nuovo modello Ducati insieme alle bellezze della penisola italiana, realizzata utilizzando la tecnologia della realtà aumentata “Monster Experience AR”.

Avvicinarsi ai motociclisti utilizzando anche tecnologie e strumenti innovativi è uno degli obiettivi di Ducati, che con il lancio di questo concorso e l’applicazione della realtà aumentata a uno dei suoi nuovi modelli, prosegue nel suo percorso di digitalizzazione, già ben delineato da iniziative come i “Museo Ducati Online Journey”, che offrono la possibilità di visitare il Museo Ducati da remoto, e l’aggiornamento costante del configuratore web, che consente agli appassionati di visualizzare le moto in gamma e creare la Ducati dei propri sogni, scegliendo gli accessori preferiti.

Partecipare al contest “Monster Italian Virtual Tour” è molto semplice: è infatti sufficiente accedere al sito del concorso (a questo link ) e compilare il form dedicato. A questo punto il sistema inoltra via mail un link per accedere alla piattaforma “Monster Experience AR”, dove è possibile visualizzare l’immagine virtuale del Monster sullo schermo del proprio smartphone o tablet inserita nell’ambiente che si sta inquadrando con la fotocamera e scattare le fotografie. Una volta scelto lo scatto migliore basterà pubblicarlo sul proprio profilo Instagram inserendo l’hastag #MonsterVirtualTour e taggando @ducati nella descrizione. I criteri con i quali Ducati eleggerà il vincitore sono: qualità della foto, creatività del contesto, visibilità della moto e veridicità della foto, ossia quanto la foto sembra reale.

La piattaforma di realtà aumentata mette a disposizione degli utenti entrambe le versioni, Monster e Monster Plus, in tutte e tre le colorazioni disponibili (Ducati Red, Aviator Grey e Dark Stealth). L’immagine realistica in 3D permette di apprezzare il design moderno, sportivo ed essenziale della moto e di scoprirne tutti i dettagli da vicino. Gli appassionati hanno così la possibilità di visualizzare il nuovo Monster all’interno del proprio garage, parcheggiato a lato della strada preferita o in qualsiasi altro luogo. Inoltre, la tecnologia AR consente di modificare le dimensioni o ruotare il Monster come si desidera e di condividere le foto con gli amici o con il dealer di fiducia prima di prenotare il test ride.

Il nuovo Monster è un concentrato di divertimento ed è pronto ad appassionare nuove generazioni di Monsteristi grazie a performance brillanti e facili da gestire, ciclistica agile e intuitiva e dotazione elettronica allo stato dell’arte . Le moto sono ordinabili nei concessionari della rete Ducati anche in versione depotenziata per i possessori di patente A2. Su tutte le Rosse di Borgo Panigale a 35 kW Ducati offre un’agevolazione di 1.000 € sul prezzo di listino.

Per ulteriori informazioni sulle modalità di partecipazione e di funzionamento del concorso “Monster Italian Virtual Tour” è possibile consultare il regolamento completo online.

Sul circuito di Navarra, a pochi chilometri da Pamplona, in Spagna, il Barni Racing Team e Tito Rabat hanno concluso l’ultima due giorni di test prima dell’inizio ufficiale della stagione 2021 del WorldSBK. Su un tracciato che ha visto le derivate di serie al debutto assoluto e che ospiterà la Superbike per la prima volta ad agosto, il pilota spagnolo ha testato gli ultimi aggiornamenti della sua Ducati Panigale V4 R. Rabat ha confermato le buone sensazioni già riscontate negli altri test sul passo gara e insieme al team si è concentrato principalmente nella ricerca di soluzioni che gli permettano di sfruttare al meglio anche le gomme più morbide e con extra grip. I risultati ottenuti e i miglioramenti che si sono visti dall’inizio al termine della due giorni sono stati ottimi.

«Abbiamo fatto due giorni di test molto buoni. Durante la prima giornata ho familiarizzato con la pista e ho cercato di capire dove fosse il limite. Nella seconda giornata abbiamo fatto numerose modifiche sia sulla parte anteriore della moto sia a livello elettronico e i miglioramenti si sono visti. Sono molto felice perché il team lavora molto bene e c’è un grande sostegno anche da parte di Ducati. Sicuramente abbiamo preso la strada giusta e adesso dobbiamo concentrarci nel mettere a punto la moto a livello elettronico per le esigenze del circuito di Aragon».

«Questo test è stato senza dubbio il migliore di questa pre-stagione, si sono visti i frutti del duro lavoro che abbiamo fatto per dare a Tito una moto che gli consenta di esprimersi al meglio. Abbiamo sempre migliorato le prestazioni dal primo all’ultimo run e abbiamo lavorato veramente bene sia sul setup che sull’elettronica. Il livello della Superbike è sempre più alto, ma dopo questi test posso dire che non siamo lontani dai top rider. Ci manca ancora un piccolo step, ma sono sicuro che con il lavoro di tutti possiamo arrivarci».

L’ultima settimana di test, l’ultima settimana di questa lunghissima pausa invernale del WorldSBK si è conclusa con una positiva tre giorni per il Team Go Eleven! Per l’occasione, la Ducati Panigale V4RS color “ciano” è scesa in pista su due circuiti diversi per completare la preparazione all’inizio di stagione; prima, il 03/04 Maggio al Motorland Aragon, ed il 06/05 sul tracciato new entry di Navarra. 

In Aragona il team ha concentrato il lavoro sull’avantreno della moto, focalizzando l’attenzione sul passo gara, visto che proprio al Motorland si alzerà il sipario della stagione 2021. Due simulazioni di gara complete, con diversi tipi di mescola  per capire meglio il feeling del pilota. Non è mancato nemmeno il test della gomma da qualifica, importante per capire quanto poter spingere in occasione del primo time attack dell’anno. Le condizioni della pista non erano ottime, a causa della pioggia caduta nei giorni precedenti al nostro arrivo ed alle temperature calde dell’asfalto. Il pilota gallese è uscito davvero soddisfatto della due giorni aragonese, tanto che ha manifestato più volte la voglia di iniziare a gareggiare “sul serio” e di confrontarsi con i protagonisti della serie. 

Il circuito di Navarra fa presenza, per la prima volta in assoluto, nel calendario Superbike, e per Chaz si trattava del debutto tra le colline della Spagna Nordorientale. La giornata è stata dedicata, in un primo momento, alla conoscenza del circuito, molto particolare, corto e con tante curve da prima marcia. L’asfalto non si è rivelato ottimo, a causa delle tantissime buche, ma il numero 7 è parso soddisfatto e contento fin dall’inizio con il feeling della Panigale V4RS. Nel pomeriggio la squadra ha cercato di trovare un buon set-up che permettesse di sentire meno gli avvallamenti del terreno, soprattutto in fase di frenata. L’obiettivo di giornata, comunque, era conoscere il tracciato, conoscere le sue insidie, così da arrivare preparati alla gara che si terrà nel mese di Agosto. I tempi sul giro sono poco indicativi perché, quando ritorneremo qui tra tre mesi circa, le condizioni atmosferiche saranno molto diverse. 

Ora i test precampionato sono finiti, in due settimane, dal 21 al 23 maggio, il WorldSBK 2021 prenderà finalmente il via. Il team Go Eleven ed il suo alfiere Chaz Davies sono carichi e pronti per l’inizio di stagione, THE COUNTDOWN IS ON!
Denis Sacchetti (Team Manager):
“Al termine di ogni giorno di test, migliora l’armonia del nostro staff all’interno del box, e di pari passo il feeling di Chaz con la sua Ducati. Tornare ad Aragon è stata la scelta giusta perché abbiamo avuto modo di concludere il lavoro iniziato nella prima due giorni, e ci sentiamo pronti per l’inizio di stagione. Qui a Navarra era importante esserci per imparare la pista e capirne le caratteristiche, ha sicuramente una configurazione molto diversa da tutti gli altri circuiti del mondiale, ed ora abbiamo i dati per prepararci all’appuntamento di agosto, anche se le temperature saranno molto diverse da quelle incontrate oggi. Siamo tutti molto motivati, la voglia di tornare all’adrenalina della gara è tanta, non vediamo l’ora di arrivare ad Aragon!”

Chaz Davies (Rider):
“Questa tre giorni è stata molto positiva, sono molto contento di aver avuto l’opportunità di provare di nuovo ad Aragon. Grazie al mio team per averlo reso possibile. E’ stato bello lavorare di nuovo insieme come team in pista ed ottenere qualche dato in più in vista della prima gara, tra un paio di settimane. Ci siamo, poi, spostati a Navarra, era fondamentale conoscere questo nuovo tracciato. Ha un po’ di buche ed è stretto, ma il layout mi è piaciuto e mi sono divertito. Non abbiamo avuto nessun tipo di problema, anche il tempo è sempre stato bello, perciò è stato un ottimo allenamento. Per prepararsi alla stagione non c’è nulla di meglio che guidare una Superbike. Complessivamente mi sento in un’ottima condizione, ma ad essere sinceri, sono pronto a correre una vera gara. La prossima volta che scenderemo in pista, avremo un obiettivo ben preciso a breve termine e quella è la mia condizione preferita!”

Scott Redding e Michael Rinaldi hanno concluso oggi due proficui giorni di test sull’inedito circuito di Navarra che dal 20 al 22 agosto ospiterà per la prima volta nella storia un round di WorldSBK.

Dopo un giorno dedicato in particolar modo a familiarizzare con il nuovo circuito, nel day-2 i due piloti del team Aruba.it Racing – Ducati hanno spinto in modo soddisfacente le rispettive Ducati Panigale V4R portando a casa dati molto interessanti in vista del race weekend di agosto.
Scott Redding e Michael Rinaldi hanno chiuso i due giorni di test completando rispettivamente 170 e 165 giri.

Per il team Aruba.it Racing – Ducati inizia adesso l’attesa per il primo round della stagione 2021 di WorldSBK che avrà luogo dal 21 al 23 maggio sul circuito del Motorland di Aragon in Spagna.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Sono stati due giorni estremamente positivi. Le condizioni climatiche ci hanno aiutato a svolgere un lavoro molto intenso. Il feeling con la moto è stato davvero molto buono e sul passo gara le indicazioni sono state estremamente positive. Se devo essere sincero mi sono molto divertito a girare su questo circuito che mi ricorda molto quelli del BSB. Siamo pronti per gareggiare e non vedo l’ora di essere ad Aragon”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“E’ stata una giornata molto produttiva. Rispetto a ieri abbiamo fatto un grande passo in avanti e quindi sono molto contento anche perché siamo riusciti a migliorare su una pista non facile. Adesso, però, voglio solo pensare ad Aragon. Nei prossimi giorni mi allenerò, cercando di rilassarmi e rimanere sereno per arrivare alla prima gara della stagione nella migliore condizione possibile”.      

Archiviato un Gran Premio di Spagna indimenticabile, con la prima vittoria di Jack Miller con la Desmosedici GP e il secondo posto di Pecco Bagnaia, nuovo leader del mondiale piloti MotoGP, il Ducati Lenovo Team è tornato subito al lavoro quest’oggi sul circuito di Jerez de la Frontera per affrontare una giornata di test collettivi post-gara.

Approfittando delle condizioni favorevoli della pista, sia Bagnaia che Miller sono scesi in pista questa mattina poco prima di mezzogiorno, completando rispettivamente un totale di 40 e 44 giri, per poi terminare la loro sessione di test nel primo pomeriggio. Il pilota italiano ha ottenuto un miglior tempo in 1:37.690, chiudendo la giornata in decima posizione, mentre l’australiano ha siglato il diciottesimo miglior tempo complessivo in 1:38.455.

Francesco Bagnaia (#63, Ducati Lenovo Team) – 1:37.690 (10° – 40 giri)
“E’ stata una giornata molto positiva. Finalmente siamo riusciti a portare a termine alcuni lavori che avevamo in sospeso ancora dall’ultimo test precampionato in Qatar. Abbiamo completato tutto il programma previsto per oggi e siamo riusciti a chiudere la giornata in anticipo. Anche oggi il mio ritmo è stato buono, perciò sono soddisfatto e pronto ad affrontare la prossima gara di Le Mans”.

Jack Miller (#43, Ducati Lenovo Team) – 1:38.455 (18° – 44 giri)
“Dopo la gara, con la pista molto gommata, le condizioni sono sempre favorevoli per disputare una giornata di test e anche il meteo oggi ci ha permesso di lavorare bene. Ci siamo concentrati su alcuni aspetti sui quali normalmente non abbiamo il tempo di lavorare durante il fine settimana: abbiamo ripetuto delle prove e provato diverse impostazioni di setup per capire quali effettivamente funzionino meglio. È sempre importante fare questi “double-check” e, soprattutto, abbiamo raccolto molte informazioni utili. Ora avremo qualche giorno per riposare, ma non vedo l’ora di tornare nuovamente in pista a Le Mans”.

Il Ducati Lenovo Team ora si prenderà una breve pausa di circa dieci giorni, prima di ritornare in azione per il quinto appuntamento della stagione MotoGP 2021, sullo storico Circuit Bugatti di Le Mans per il Gran Premio di Francia, in programma dal 14 al 16 maggio.

Johann Zarco chiude in ottava posizione al GP di Spagna,
Tito Rabat in diciottesima.
Partenza difficile per Johann che perde qualche posizione e si ritrova ad inseguire il gruppo di testa che aveva preso il distacco dopo le prime curve.
Una buona gara del pilota francese che ha mantenuto un buon passo per tutti i 25 giri,
chiudendo in ottava posizione e conquistando 8 punti molto importanti per la classifica.
Positiva la gara di Tito che in questi giorni è riuscito a prendere sempre più confidenza con la moto e a portare a termine una buona gara dopo solo poche sessioni a disposizione per tornare nel mood MotoGP.

Johann Zarco

Abbiamo portato a casa 8 punti che sono sempre importanti,
ho commesso alcuni errori in partenza e nelle prime curve, ma il passo era buono e non mi voglio lamentare.
Complimenti alla Ducati che ha fatto un lavoro in credibile, sono molto felice per Jack e Pecco che se lo sono meritati!

Tito Rabat

Sono contento della gara, ho preso sempre più confidenza,
lottare a questo livello non è mai facile.
Voglio ringraziare per l’opportunità che mi è stata data e mi sono divertito moltissimo.

Il Ducati Lenovo Team ha ottenuto una straordinaria doppietta nel Gran Premio di Spagna di MotoGP, disputato questo pomeriggio sul Circuito di Jerez de la Frontera, dove Jack Miller e Francesco Bagnaia hanno portato le loro Desmosedici GP sul podio, chiudendo rispettivamente al primo e secondo posto.

Per il pilota australiano si tratta del secondo successo in MotoGP, ottenuto al termine di una prova magistrale. Partito con il terzo tempo, dalla prima fila, Miller si è portato subito al comando dopo la partenza, ma è poi stato superato da Quartararo al quarto giro scivolando al secondo posto. Il pilota del Ducati Lenovo Team ha comunque cercato di contenere il distacco dal pilota francese ed ha poi approfittato delle sue difficoltà verso metà gara, continuando a spingere fino a raggiungerlo e superarlo a dieci giri dalla fine. Miller ha così tagliato il traguardo al primo posto, regalando a Ducati il suo secondo successo a Jerez della Frontera dopo l’ultima vittoria ottenuta con Capirossi nel 2006 ed ha aggiunto 25 punti alla sua classifica generale, che lo vede attualmente sesto.

Ottima gara anche per Francesco Bagnaia, partito con il quarto tempo dalla seconda fila in griglia. Terzo al primo giro, il pilota italiano è poi scivolato alle spalle di Aleix Espargaro e Franco Morbidelli, ma grazie ad un ritmo costante è riuscito a riprendere entrambi e a superarli. Al 18esimo giro, Bagnaia ha infine passato anche Quartararo, portandosi alle spalle di Jack Miller ed ha chiuso il GP in seconda posizione, a meno di due secondi dal compagno di squadra.

Grazie al risultato di oggi, Pecco conquista il comando della classifica generale piloti, con un punto di vantaggio su Quartararo, mentre Ducati e il Ducati Lenovo Team occupano la seconda posizione rispettivamente nella classifica costruttori e in quella per le squadre.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 1°
“Le ultime due settimane sono state davvero difficili per me: dopo i problemi avuti ad inizio stagione non ero più sicuro di  quello che avrei saputo fare in sella alla moto. Oggi però, quando ho visto Quartararo in difficoltà, ho pensato che era il momento di passare al comando, anche se non ero sicuro di riuscire a restare in testa per così tanti giri. Alla fine però ce l’ho fatta e ho vinto la mia prima gara con Ducati. Non potrò mai ringraziare abbastanza Ducati per avermi dato l’opportunità di correre nella squadra ufficiale. Vestire questi colori è per me un sogno che si avvera ed ha un grande significato per me. Grazie a Gigi, Paolo, Davide, Claudio ed a tutta la squadra per aver sempre creduto in me”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 2°
“All’inizio di questo fine settimana ero un po’ in difficoltà ma, grazie al grande lavoro fatto insieme alla mia squadra, oggi in gara mi sono sentito davvero a mio agio in sella alla Desmosedici GP. Ho iniziato a spingere solo dopo i primi quattro giri per non stressare troppo la gomma posteriore: il mio ritmo era buono e mi ha permesso di recuperare sugli avversari e sorpassarli. Alla fine stavo anche avvicinandomi a Jack, ma a due giri dal termine ho preferito difendere il secondo posto e non prendere rischi inutili. Il risultato di oggi è davvero incredibile e spero che potremo continuare così anche nelle prossime gare, che si disputeranno su piste più favorevoli alla nostra moto. Domani avremo ancora una giornata di test perciò dobbiamo restare concentrati”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Credo di essere la persona più felice del mondo in questo momento: Jerez è sempre stata una pista storicamente difficile per Ducati, perciò essere riusciti a chiudere al primo e secondo posto quest’oggi è molto importante per noi, soprattutto dal punto di vista tecnico. Entrambi i piloti hanno disputato una gara eccezionale e sono stati bravissimi. Hanno saputo condurre una prova matura: Jack ha mantenuto un ottimo ritmo ed ha gestito la sua gara alla perfezione e Pecco, che all’inizio di questo fine settimana aveva faticato un po’, è riuscito a fare una bellissima gara chiudendo al secondo posto e ora è in testa al mondiale. Complimenti a entrambi, alla squadra e a tutta Ducati Corse”.

Domani il Ducati Lenovo Team scenderà nuovamente in pista a Jerez de la Frontera per affrontare una giornata di test post-gara.

Jack Miller partirà dalla prima fila nel Gran Premio di Spagna, in programma domani sul Circuito de Jerez – Ángel Nieto, grazie al terzo tempo ottenuto oggi in qualifica.

Durante la FP3 del mattino, caratterizzata ancora una volta da distacchi molto ravvicinati, il pilota australiano aveva chiuso con l’undicesimo tempo ma, con la successiva cancellazione del tempo di Morbidelli, Miller è rientrato tra i dieci piloti qualificati a prender parte direttamente alla Q2. Nella sessione di qualifica disputata nel pomeriggio, il pilota del Ducati Lenovo Team ha chiuso con un crono di 1’36.860, aggiudicandosi la terza posizione e la prima fila.

Alla Q2 ha preso parte direttamente anche Francesco Bagnaia, autore questa mattina del settimo tempo complessivo al termine della FP3. In qualifica, sullo scadere del tempo, il pilota italiano ha siglato il quarto miglior crono a soli 205 millesimi dalla pole position di Quartararo, ottenendo la partenza dalla seconda fila per la gara di domani.

Jack Miller (#43, Ducati Lenovo Team) – 3° (1:36.860)
“Partire dalla prima fila qui sarà sicuramente di grande aiuto: Jerez è una pista molto stretta e tecnica dove è piuttosto difficile sorpassare e, se riuscirò a partire bene, potrò cercare poi di gestire la gara nei migliore dei modi, restando calmo soprattutto nei primi giri. Dopo un inizio di stagione abbastanza complicato, è un sollievo essere riusciti a tornare davanti. Ovviamente questa è solo una qualifica e abbiamo la gara di domani da affrontare, ma per ora sono felice di aver potuto spuntare questo primo obiettivo della mia lista”.

Francesco Bagnaia (#63, Ducati Lenovo Team) – 4° (1:36.960)
“E’ stata una giornata piuttosto complicata. Questa mattina, a causa di un’altra bandiera gialla, ho quasi rischiato di rimanere escluso dalla Q2, ma fortunatamente ho avuto il tempo di completare un ultimo giro e chiudere in top ten. In qualifica ho ottenuto il quarto tempo, un buon risultato considerando che non sono riuscito a sfruttare al meglio la gomma morbida. Nella FP4 abbiamo lavorato sul ritmo di gara e il riscontro è stato positivo: sono riuscito a segnare un buon crono nonostante la gomma avesse già 26 giri. Per la gara ci manca forse ancora qualcosa, ma sono convinto che nel warm up di domani mattina riusciremo a fare un altro passo in avanti”.

Il Ducati Lenovo Team tornerà in pista domani alle ore 9:20 (CEST) per i 20 minuti di warm up, mentre la partenza del Gran Premio di Spagna (25 giri) è prevista per le ore 14:00.

Si aprono le danze al GP di Spagna, dopo la prima giornata di prove libere Johann Zarco chiude in nona posizione e Tito Rabat in ventitreesima posizione nella classifica combinata.
Johann Zarco parte in maniera positiva e fa segnare il sesto tempo nelle FP1, durante FP2 lavora insieme al team per raggiungere un livello di confidenza maggiore con la moto per poter spingere di più. Segna il suo miglior crono di 1:37.888 al sedicesimo giro della sessione pomeridiana.
Tito Rabat ha avuto il primo contatto con la moto  questa stamattina nelle FP1, una prima sessione positiva per il pilota spagnolo che gli è servito per rompere il ghiaccio.
Nel pomeriggio nonostante una scivolata senza conseguenze migliora il suo tempo di 5 decimi (1:39.023) rispetto alle FP1.

Johann Zarco

Sono contento di questa giornata,
abbiamo lavorato molto bene insieme al team, ci siamo focalizzati sugli assetti per migliorare il più possibile il feeling.
Sarà molto importante fare un buon tempo domani mattina e rimanere in top ten.

Tito Rabat

Sono molto felice di aver avuto l’occasione di tornare in MotoGP e correre con una moto ufficiale.
Questa mattina mi sentivo bene e abbiamo lavorato per cercare di acquisire più confidenza possibile con la moto.
Ho commesso un errore nelle FP2 e sono scivolato, ma sono comunque contento perché ho migliorato il mio tempo rispetto alla mattina.

Francesco Bagnaia ha segnato il miglior tempo nella prima giornata di prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP, in programma questo fine settimana sul circuito di Jerez de la Frontera, in Andalusia.

Quarto al termine della FP1 questa mattina, il pilota piemontese ha saputo sfruttare bene gli ultimi minuti disponibili della sessione di FP2 del pomeriggio, riuscendo a fermare il cronometro sull’1:37.209 e a conquistare il primo posto al termine della giornata del venerdì.

Jack Miller, diciassettesimo questa mattina in una sessione di FP1 caratterizzata da distacchi molto ravvicinati, è riuscito a migliorare di quasi un secondo il suo crono nel turno pomeridiano, chiudendo in dodicesima posizione la FP2 in 1:37.965, a 756 millesimi dal compagno di squadra.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1° (1:37.209)
“Jerez è una pista che mi piace molto e che si adatta bene al mio stile di guida con la Desmosedici GP. Anche lo scorso anno ero stato veloce, ma quest’anno ho sicuramente compiuto un passo in avanti. Questa mattina, nonostante mi fossi trovato in difficoltà all’inizio con le basse temperature, dopo alcune modifiche sono riuscito a ritrovare il feeling con la mia moto e a segnare il quarto tempo. Nel pomeriggio, abbiamo invece lavorato sul ritmo di gara, prima con la gomma dura e poi con una gomma media usata, con la quale sono riuscito ad ottenere un buon tempo. Nei minuti finali della FP2, ho infine provato il time attack. Sono molto contento di come abbiamo lavorato finora, e fiducioso per le qualifiche di domani”. 

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 12° (1:37.965)
“In generale è stata una prima giornata positiva: ho lavorato molto sul mio feeling con la Desmosedici GP, cercando di individuare il giusto ritmo per la gara, giro dopo giro. Purtroppo, nel time attack di questo pomeriggio ho commesso un errore nell’ultimo settore. Non siamo distanti e ora lavoreremo per cercare di migliorare ancora nella giornata di domani”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani, sabato 1 maggio, alle ore 9:55 locali per il turno di FP3, prima di disputare le qualifiche del Gran Premio di Spagna a partire dalle ore 14:10, al termine della FP4.