Archivio per la categoria ‘Aruba Racing’


La stagione 2019 per il team Aruba.it Racing – Ducati si è conclusa sul circuito di Losail in Qatar con una bella lotta a tre, che ha coinvolto entrambi i piloti della squadra italiana, Chaz Davies e Álvaro Bautista, i quali hanno cercato in tutti i modi di avere la meglio sul campione 2019, Jonathan Rea su Kawasaki.

Dopo un’ottima partenza, Bautista si è messo subito alle spalle di Rea riuscendo a portare la sua Panigale V4 R in testa all’ottavo giro. Verso metà gara il pilota spagnolo ha sofferto di un eccessivo calo della gomma posteriore ed ha cominciato a perdere terreno. Chaz Davies, complice di una brutta partenza, ha recuperato molte posizioni riuscendo a raggiungere e poi superare il suo compagno di squadra tagliando il traguardo in seconda posizione.

Il Qatar Round ha così sancito la fine della prima stagione nel Mondiale Superbike per nuova Panigale V4 R che ha raccolto un totale di 17 vittorie su 37 gare, 16 delle quali con Bautista e una con Davies. Lo spagnolo ha chiuso il campionato al secondo posto con 498 punti, mentre Davies si è piazzato al sesto posto con 294 punti.

La squadra italiana scenderà in pista ad Aragon (Spagna) il 13 e 14 novembre per il primo test con il nuovo acquisto Scott Redding, insieme a Chaz Davies, per tornare nuovamente in pista a Jerez (Spagna) il 28 e 29 dello stesso mese.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 5° / 2°
“È stato un buon finale di stagione per me e sono davvero felice per essere salito nuovamente sul podio. Ho fatto una bella rimonta dopo una brutta partenza ma è stato divertente lottare con i miei avversari nei primi giri. Ho cercato di imporre il mio ritmo e sono riuscito a raggiungere i primi due. Dopo aver superato Álvaro, ho provato a seguire Johnny ma purtroppo la gomma anteriore ha cominciato a perdere aderenza. Tutto sommato abbiamo concluso positivamente la stagione 2019 e non vedo l’ora di iniziare il 2020”.

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 2° / 3°
“Oggi è stata una giornata positiva, dopo il warm-up, prima della Superpole race, siamo tornati al set up di venerdì. Mi sono trovato subito a mio agio e il secondo posto è stato importante per la griglia di partenza di gara 2. Nei primi giri ho lottato con Jonathan ma purtroppo, verso metà gara, ho cominciato a perdere aderenza al posteriore e facevo fatica a fermare la moto. Alla fine non ho potuto fare nulla contro Chaz, ma tutto sommato sono contento, è sempre bello finire la stagione sul podio. Ringrazio Aruba e tutta la squadra Ducati per aver fatto davvero un ottimo lavoro. Purtroppo la stagione non è andata come speravamo, ma sono molto contento di aver cominciato il mio primo anno in Superbike con questa squadra perché hanno tantissima esperienza in questo campionato e mi hanno aiutato molto. Grazie a tutti, vi auguro tutto il meglio per il prossimo anno.”


La prima gara del Qatar Round del Mondiale Superbike, che si svolge questo weekend sulla pista di Losail, ha visto una grande prestazione da parte di Chaz Davies del team Aruba.it Racing – Ducati, che ha chiuso al secondo posto dopo una bellissima rimonta dalla dodicesima casella in griglia. Partito bene dalla quarta fila, il pilota gallese è riuscito a transitare in quarta posizione alla fine del primo giro mantenendo un ottimo passo che lo ha portato a circa due secondi dal vincitore Rea (Kawasaki) alla fine dei 17 giri previsti.

Qualche difficoltà in più invece per il suo compagno di squadra Álvaro Bautista, il quale non è riuscito a trovare il giusto feeling con la sua Panigale V4 R. Partito male dal settimo posto in griglia, e nonostante un buon ritmo nella seconda parte di gara, si è dovuto accontentare del quarto posto finale.

Domani alle ore 15.00 CET si disputerà la Superpole Race sulla distanza di 10 giri, mentre alle ore 19.00 CET avrà inizio la seconda gara sulla distanza di 17 giri.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 2°
“In realtà è stata una gara molto positiva, soprattutto dopo la Superpole, dove purtroppo non sono riuscito a sfruttare la gomma da qualifica. In gara ho fatto una buona partenza, guadagnando numerose posizioni alla prima curva e consolidando la mia prestazione giro dopo giro. Avevo un ottimo passo, guidavo in modo costante e pulito, cercando di limare un decimo di secondo ad ogni split per avvicinarmi a Jonathan. Sfortunatamente, ho stressato troppo le gomme durante la fase centrale della gara e questo mi ha impedito di lottare con lui negli ultimi due giri. In ogni caso, sono abbastanza contento del risultato, ma con qualche piccola modifica al set-up, possiamo migliorare ancora in vista delle gare di domani.”

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 4°
“Oggi è stata una giornata difficile perché già dalle prove di ieri non sono riuscito a trovare un buon feeling con la mia Panigale V4 R. Oggi abbiamo apportato alcune modifiche al set up ma purtroppo non hanno funzionato come speravamo. Dopo un po’ di giri, con l’usura delle gomme, sono aumentati i movimenti al posteriore, di conseguenza facevo molta fatica a mantenere le giuste traiettorie. Inoltre, ho perso alcune posizioni in partenza: alla prima curva mi sono ritrovato all’esterno perdendo terreno rispetto ai piloti che procedevano all’interno. Pur facendo molta fatica, ho cercato di rimontare arrivando fino in quarta posizione, ma non sono riuscito a colmare il gap che mi separava dalla lotta per il podio. Penso di aver portato a casa il massimo risultato possibile, cercheremo di migliorare domani”


Al termine della prima giornata di prove libere del Qatar Round del Mondiale SBK, in programma sul circuito di Losail, entrambi i piloti del team Aruba.it Racing – Ducati, Chaz Davies e Álvaro Bautista, hanno iniziato bene il weekend, piazzandosi subito al primo e al terzo posto della classifica provvisoria.

In una serata calda e afosa, durante il turno di FP2, tutti i piloti hanno migliorato i riferimenti della prima sessione di prove. In particolare, Chaz Davis ha dimostrato di essere in ottima sintonia con la pista qatariana abbassando di oltre un secondo il suo tempo registrato nella FP1, dopo aver iniziato la giornata con una innocua scivolata nel corso del secondo giro. Non molto lontano, a tre decimi di un secondo, si trova il suo compagno di squadra Álvaro Bautista, alla prima esperienza su questa pista con una Superbike.

Domani, venerdì 25 ottobre, alle 15:00 ore locali (14:00 CET) si disputerà la terza ed ultima sessione di prove libere, seguita alle 17:30 dalla Superpole valida per definire la griglia di partenza di Gara 1, che partirà alle 20:00 (19:00 CET).

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 1’57.449 (1°)
“A dire la verità, è stata una sorpresa trovarmi in cima alla classifica dei tempi, ma il feeling con la mia Panigale V4 R oggi era davvero ottimo. La giornata non è iniziata bene, nel corso del secondo giro della prima sessione sono scivolato alla curva 4, ma dopo essere rientrato in pista ho ripreso subito fiducia. Tra le due sessioni, abbiamo effettuato alcune modifiche andando nella giusta direzione e i ragazzi del team hanno lavorato veramente bene per darmi, nel secondo turno, una moto davvero performante. Sono contento perché non siamo molto lontani dal nostro miglior set-up. Domani ci concentreremo sul passo gara e sono sicuro che riuscirò a migliorare ulteriormente”

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing Ducati #19) – 1’57.767 (3°)
“È sempre una bella sensazione correre di notte a Losail sotto le luci artificiali, anche se solo dopo un paio di giri riesci a capire bene le condizioni del tracciato. Nella FP1 la pista non era nella migliore condizione, ma siamo riusciti a fare un buon numero di giri e stabilire i punti di riferimento con la Panigale V4 R. Nel secondo turno abbiamo lavorato bene sul set up migliorando il grip al posteriore e sono riuscito a fare un notevole passo avanti in FP2. Dobbiamo ancora risolvere alcuni problemi di ondeggiamento soprattutto con gomme usate, ma in ogni caso sono soddisfatto perché la sensazione in sella non è male e ho un buon passo da gara.”


Reduce da una trasferta in Argentina conclusa con una vittoria e due podi, il team Aruba.it Racing – Ducati è pronto ad affrontare l’ultimo round della stagione, in programma come di consueto a Losail (Qatar), l’unico tracciato in calendario ad ospitare le gare in notturna. Il circuito alle porte di Doha ha già regalato diverse soddisfazioni alla squadra, che nelle ultime quattro stagioni ha conquistato due vittorie – con Chaz Davies – e sei podi complessivi.

Al contrario degli ultimi due tracciati in Francia e Argentina, quello del Qatar non avrà segreti per Álvaro Bautista: il 34enne pilota spagnolo, infatti, ha gareggiato otto volte in MotoGP, con il sesto posto nel 2013 come miglior risultato. Come sempre quest’anno dovrà affrontare le insidie della pista qatariana per la prima volta in sella ad una Superbike, sarà inoltre, la prima volta per la Panigale V4 R. Bautista, che lascerà la squadra italiana a fine stagione, cercherà sicuramente di aggiungere altre vittorie alle sedici già conquistate in una stagione d’esordio davvero piena di sorprese.

Per Davies, la priorità sarà innanzitutto sfruttare le caratteristiche di questa pista e concludere la stagione nel miglior modo possibile, visto che il 32enne pilota gallese è riuscito a raggiungere un buon feeling con la Panigale V4 R nella seconda parte della stagione.

Da notare che il Round in Qatar si svolgerà dal giovedì al sabato, quindi il team Aruba.it Racing – Ducati scenderà in pista per la prima volta il 24 ottobre alle 17.00 ore locali (16:00 CET) per la prima sessione di prove libere.

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 2° (460 punti)
“Quella dell’Argentina è stata una gara molto difficile e ho cercato di portare a casa il miglior risultato possibile, mi dispiace perché, anche nella seconda manche, eravamo in grado di lottare per la vittoria. Adesso dobbiamo solo guardare avanti e cercare di finire la stagione con un buon risultato in quella che purtroppo sarà la mia ultima gara con il Team Aruba e con Ducati. Sarà interessante vedere il confronto con la MotoGP in Qatar, perché è più di un anno che non gareggio su questo tracciato. Normalmente per me era la prima gara della stagione, adesso sarà l’ultima, ma sono curioso di vedere la differenza fra le due categorie.”

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 7° (249 punti)
“Adesso andiamo in Qatar, dove spero di confermare il nostro momento positivo e di concludere nel migliore dei modi questa stagione. In passato ho conquistato degli ottimi risultati su questa pista, purtroppo lo scorso anno è stato un week end difficile a causa del problema alla spalla. In ogni caso, non vedo l’ora di cominciare su un tracciato con caratteristiche diverse, penso che sia una buona occasione per verificare le nostre performance cercando di definire un buon set-up sulla la moto. Mi piace il programma del weekend, relax di giorno e poi azione di notte.”


Il pilota del team Aruba.it Racing Ducati Chaz Davies ha portato a casa un ottimo secondo posto oggi nella seconda gara del Round Argentino del Mondiale SBK, che si è disputato questo weekend sul tracciato di San Juan Villicum.

Oggi le condizioni della pista, grazie alle temperature inferiori rispetto a ieri, erano migliori, e questo ha contribuito al pilota gallese soprattutto di emergere nella seconda gara della giornata, dopo aver concluso la Superpole Race al quarto posto. Partito male dal quarto posto in griglia, Chaz è riuscito a tagliare il traguardo in seconda posizione a cinque secondi dal vincitore Rea (Kawasaki) dopo una bella rimonta.

Il compagno di squadra Álvaro Bautista invece non ha potuto replicare la vittoria di ieri. Dopo un secondo posto nella Superpole Race, ha terminato Gara 2 in quinta posizione. Il pilota spagnolo, nella fase iniziale della gara, ha lottato con Rea per la prima posizione, prima di arrendersi e retrocedere fino al quinto posto a causa di un calo di grip inaspettato del pneumatico posteriore.

Nella classifica piloti Álvaro Bautista si trova al secondo posto con 574 punti, mentre Chaz Davies resta al settimo posto con 249 punti.

Il Mondiale Superbike si sposterà ora nel Medio Oriente per l’ultima tappa, dove dal 24 al 26 ottobre si disputerà il Qatar Round in programma sul circuito di Losail nei pressi della città di Doha.

Chaz Davies (Aruba.it Racing Ducati #7) – 4° / 2°
“È stato davvero un ottimo modo per terminare questo week end. Questa mattina nella Superpole race sono riuscito a terminare in quarta posizione guadagnando la seconda fila sulla griglia di partenza di gara 2. Purtroppo nella seconda gara ho fatto una pessima partenza e alla prima curva sono stato superato da alcuni piloti. Non mi sono perso d’animo e ho iniziato a spingere guadagnando numerose posizioni in quanto mi sentivo a mio a mio agio con la moto. Appena ho raggiunta la seconda posizione il divario da Jonathan era di quasi 3 secondi, pur essendo riuscito a diminuirlo ho capito che era impossibile colmare del tutto il gap. Peccato perché se fossi partito bene sono convinto che sarebbe stata una bella battaglia. Tuttavia, siamo stati competitivi anche su questo tracciato, da qualche gara siamo costantemente in lotta per il podio, questo mi rende felice pensando al futuro. Voglio veramente ringraziare tutto il team per l’ottimo lavoro svolto e per essermi stato vicino ieri. Non vedo l’ora di andare in Qatar per concludere bene questa stagione.”

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 2° / 5°
“Nella Superpole Race abbiamo fatto una buona gara, ma purtroppo Rea aveva un passo migliore del nostro ed è stato difficile mantenere il suo ritmo, quindi penso che il secondo posto era il massimo che potessimo fare. In gara 2 invece sono partito abbastanza bene, Jonathan ha preso qualche metro di vantaggio ma a causa di un suo errore sono riuscito a raggiungerlo e abbiamo iniziato a duellare. Dopo circa dieci giri ho cominciato a sentire un calo di grip inaspettato al posteriore che mi ha fatto perdere molte posizioni. Non sappiamo ancora cosa sia successo, facevo tanta fatica a frenare nella fase di inserimento in curva mentre in uscita, appena toccavo il gas, avvertivo molto spin. È stata una gara molto difficile, sono davvero dispiaciuto perché penso che oggi avremmo potuto lottare per la vittoria.”


Il pilota del team Aruba.it Racing Ducati, Álvaro Bautista è tornato alla vittoria oggi sul circuito argentino di San Juan Villicum con una prestazione maiuscola in condizioni davvero insidiose. Partendo dalla pole dopo essersi aggiudicato la sua quarta Superpole della stagione, il 34enne pilota spagnolo di Talavera de la Reina è stato autore di una bellissima lotta con il neo-campione del mondo Jonathan Rea (Kawasaki) nei primi giri, prima di staccarsi dal pilota nordirlandese, aumentare il suo vantaggio e ottenere la sua sedicesima vittoria della stagione.

Le condizioni precarie dell’asfalto, non sono state ritenute idonee da alcuni piloti, fra cui Chaz Davies, e di conseguenza hanno deciso di non partecipare alla gara per motivi di sicurezza.

Domani alle ore 18.00 CET si disputerà la Superpole Race sulla distanza di 10 giri, mentre alle ore 21.00 avrà inizio gara 2 di 21 giri.

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 1°
“Oggi sono davvero contento di aver vinto la gara nonostante non avessi mai visto questo tracciato. Abbiamo conquistato anche la Superpole quindi è stata davvero una giornata perfetta. Questa mattina fortunatamente la pista è migliorata molto rispetto a ieri e i tempi si sono abbassati di quasi 4 secondi. L’aumento della temperatura ha complicato la situazione in Superpole, il grip è calato ed è stato difficile fare un giro veloce. In gara la pista è rimasta insidiosa e ho dovuto prestare molta attenzione rispetto alle altre gare. Ho cercato solo di non sbagliare tenendo alta la concentrazione soprattutto nella lotta iniziale con Jonathan con l’obbiettivo di mantenere un passo costante. Voglio ringraziare tutta la squadra per l’ottimo lavoro, domani cercheremo di mantenere questo livello.”

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – n.p.
“In primo luogo, sono deluso dal modo in cui è stata gestita questa giornata. Secondo me era importante che tutti i piloti fossero rimasti uniti ma sfortunatamente questo non è accaduto. Quindici piloti su 18 non erano intenzionati a partecipare alla gara viste le difficili condizioni della pista. Purtroppo cinque minuti prima della partenza alcuni di essi hanno sentito la pressione di doversi schiarare sulla griglia di partenza andando contro la decisione presa insieme. Abbiamo proposto infatti di modificare lo schedule del weekend e fare due gare lunghe domani per dare la possibilità agli organizzatori di migliorare le condizioni del tracciato ma la nostra proposta non è stata presa in considerazione. Dal mio punto di vista la sicurezza viene al primo posto e bisognerebbe in alcune situazioni ascoltare di più il parere di noi piloti. Tutto questo andrebbe considerato in maniera costruttiva per migliorare in futuro. Avevamo discusso su questo argomento nelle varie riunioni della Safety Commission, mi dispiace ma è un peccato venire a correre su questo bellissimo circuito e trovarsi in questa situazione. Adesso non ci resta che dimenticare la giornata odierna e pensare alle gare di domani.”


Dopo le prime due sessioni di prove libere dell’appuntamento argentino del Mondiale SBK, in programma questo fine settimana sul Circuito San Juan Villicum, la classifica provvisoria vede Álvaro Bautista al comando, mentre Chaz Davies chiude la giornata in quarta posizione.

I piloti sono scesi in pista questa mattina con condizioni di asfalto insidiose a causa della sabbia che ha reso la pista molto scivolosa. Nonostante le numerose sessioni di prove delle altre categorie nel corso della giornata, la situazione è rimasta quasi invariata e l’aumento della temperatura nel pomeriggio ha reso complicata la seconda sessione di prove.

Bautista, che non aveva mai girato su questo tracciato, ha ottenuto il miglior tempo in FP1 in 1’45.191, migliorando di un secondo e mezzo in FP2 e chiudendo la prima giornata di prove con il crono di 1’43.614. Davies, 13esimo nel turno di questa mattina, ha compiuto un grosso balzo in avanti nel secondo turno, abbassando il suo crono di ben tre secondi fino ad arrivare a 1’44.866.

Domani alle 10:30 ore locali (15:30 CET) si disputerà la terza ed ultima sessione di prove libere, seguita alle 13:00 dalla Superpole valida per definire la griglia di partenza di Gara 1, che partirà alle 16:00 (21:00 CET).

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 1’43.614 (1°)

“Oggi è stata una giornata molto positiva, era una pista nuova per me quindi ho cercato di fare tanti giri in entrambe le sessioni per prendere confidenza. Mi piace molto il San Juan Villicum Circuit, è una pista che alterna curve veloci a curve più lente con un lungo rettilineo, mi sono trovato subito a mio agio. Purtroppo le condizioni dell’asfalto non erano perfette, la pista è molto sporca e bisogna girare molto per raggiungere una condizione ottimale. Domani migliorerà sicuramente la situazione e cambieranno i riferimenti, cercheremo di adattarci per essere ancora più competitivi.”

Chaz Davies (Aruba.it Racing Ducati #7) – 1’44.866 (4°)

“Sono felice perché oggi è andata abbastanza bene anche se le condizioni erano davvero difficili a causa della sabbia in pista. Nel pomeriggio la situazione è leggermente migliorata ma l’aumento della temperatura sull’asfalto ha evidenziato altri problemi. Ancora i tempi sul giro sono piuttosto alti, in questo momento le condizioni sono uguali per tutti e bisogna accettare questa situazione. In generale, ho avuto subito un buon feeling con la moto, ma probabilmente ho messo la gomma nuova un po’ troppo presto e alla fine della sessione, quando avrei dovuto spingere per migliorare il tempo, non avevo più molta aderenza.”


Purtroppo i piloti del team Aruba.it Racing – Ducati, Álvaro Bautista e Chaz Davies, non sono riusciti ad ottenere i risultati sperati nella tappa francese del Mondiale Superbike sul circuito di Magny-Cours, che ha invece coronato Jonathan Rea campione WSBK per la quinta volta consecutiva.

Dopo le piogge dei primi due giorni, Davies ha portato a casa due quarti posti in entrambe le gare di oggi che si sono svolte su pista asciutta. Dopo una buona prestazione nella Superpole Race, in gara 2 il pilota gallese stava girando con lo stesso passo dei primi quando è rimasto coinvolto nell’incidente tra Razgatlioglu e Bautista. Lo sfortunato episodio ha fatto perdere a Chaz secondi preziosi che non è poi più riuscito a recuperare.

Álvaro Bautista invece ha tagliato il traguardo con un buon quinto posto nella Superpole Race ma in gara 2 è stato costretto al ritiro a causa dell’impatto con la moto di Toprak caduto alla curva 13.

Nella classifica piloti Álvaro Bautista si trova al secondo posto nonché a 129 punti dal vincitore del titolo Rea, mentre Chaz Davies resta al settimo posto con 223 punti.

La Ducati si conferma al secondo posto nella classifica costruttori e il team Aruba.it Racing – Ducati si classifica secondo tra le squadre.

Il Mondiale Superbike si sposterà ora in Sud America per la penultima tappa, dove dal 11 al 13 ottobre si disputerà il round argentino in programma sul circuito di El Villicum nei pressi della città di San Juan.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 4° / 4°
“In entrambe le gare di oggi ho concluso in quarta posizione, il che di per sé è un buon risultato ma sentivo di poter dare molto di più. In gara 2 ho rischiato di rimanere coinvolto nell’incidente fra Toprak e Álvaro ma fortunatamente ho evitato il contatto andando però fuori pista. Purtroppo questo imprevisto mi ha fatto perdere quattro secondi dal leader che non sono più riuscito a recuperare. È stato frustrante non aver potuto lottare per la vittoria perché avevo il passo per farlo.”

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 5° / ritirato
“Per fortuna fisicamente sto bene nonostante la caduta, sono solo un po’ deluso perché sono convinto che in gara 2 sarei stato in grado di lottare per la vittoria. È stato sicuramente un weekend difficile, per di più su una pista che non avevo mai visto prima e con poco tempo per fare esperienza sull’asciutto. Ieri in gara 1 sono riuscito a migliorare il feeling con la pista e a recuperare molte posizioni mentre oggi in gara 2 ero a mio agio sulla Panigale V4 R, sono partito bene e mi sono trovato subito a lottare con il gruppo di testa. Purtroppo sono rimasto coinvolto nella caduta di Razgatlioglu alla curva 13 e questo suo errore mi ha costretto al ritiro. È un peccato aver concluso la gara in questo modo ma fa parte del gioco. Faccio i complimenti a Jonathan Rea perché ha disputato un’ottima stagione. Durante il campionato Jonathan ha sempre saputo sfruttare al massimo ogni situazione quindi so bene di non aver perso il titolo a causa di questa gara.”


Per il team Aruba.it Racing – Ducati la prima gara del French Round sul circuito di Magny-Cours, nonché ottocentesima nella storia del Mondiale Superbike, si è conclusa con un buon quinto posto per Álvaro Bautista ed un ritiro inaspettato per Chaz Davies nei primi giri.

Partendo dalla quinta fila con il quattordicesimo posto in griglia, il pilota spagnolo ha cercato di prendere confidenza con la pista in condizioni di asciutto prima di iniziare una bella rimonta conclusasi al quinto posto.

Il compagno di squadra Chaz Davies è invece partito all’attacco dalla quarta fila superando molti avversari fino a raggiungere il comando della gara. Purtroppo però, durante la lotta con i suoi avversari, un inconveniente in ingresso alla curva 15 ha causato il contatto involontario con Razgatlioglu facendolo scivolare e mettendo fine alla sua gara, fortunatamente senza conseguenze.

Domani alle ore 11.00 CET si disputerà la Superpole Race sulla distanza di 10 giri, mentre alle ore 14.00 avrà inizio gara 2 di 21 giri.

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19) – 5°
“Considerando le situazioni difficili che ho dovuto gestire durante la gara ed il fatto che si trattava della mia prima volta in condizioni di asciutto su questa pista, il quinto posto si può considerare un buon risultato. Sono partito dalla quinta fila e dato che l’asfalto in alcuni punti era ancora umido ho prima cercato di ottenere i riferimenti per poi aumentare il ritmo. Sono contento di aver fatto esperienza su questo tracciato ma allo stesso tempo mi dispiace aver perso altri punti in campionato. Ora che ho più esperienza su questa pista proverò a fare ancora meglio nelle gare di domani.”

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – ritirato
“La mia gara è iniziata bene visto che ero in lotta per le prime posizioni, peccato sia durata troppo poco! Durante i primi giri alcune parti del tracciato erano leggermente umide quindi i miei avversari stavano tenendo un approccio cauto e stavano forse aspettando che le condizioni migliorassero prima di spingere, così ho deciso di attaccare io. La mia Panigale V4 R sembrava funzionare molto bene dal punto di vista dell’assetto, ma non avendo girato sull’asciutto nei turni precedenti purtroppo non abbiamo avuto modo di lavorare sul setting dell’elettronica e questo ha determinato una calibrazione errata alla curva 15 che ha causato il contatto e la conseguente scivolata. Ho fatto tutto il possibile per evitare Toprak ma ho finito col colpirlo. Sono davvero frustrato, non solo per il risultato ma anche per le informazioni che non abbiamo raccolto e che avremmo potuto usare per fare meglio domani. Le gare sono fatte così.”

Le condizioni meteo avverse hanno disturbato le prime due sessioni di prove libere sul Circuito di Magny-Cours, rendendo l’asfalto molto scivoloso e riducendo notevolmente l’attività dei piloti in pista.
A causa della pioggia entrambi i piloti del team Aruba.it Racing – Ducati, Álvaro Bautista e Chaz Davies, hanno effettuato pochi giri nel corso nella prima sessione di prove libere di questa mattina. Purtroppo lo spagnolo è scivolato inaspettatamente alla prima curva nel corso del suo primo passaggio ma, dopo una lunga sosta ai box per ripristinare la moto, è comunque riuscito a portare a termine la sessione. Nel pomeriggio, durante il secondo turno di prove libere, l’intensità della pioggia ha reso precarie le condizioni della pista e, considerando il miglioramento del meteo previsto per la giornata di domani, entrambi i nostri piloti hanno preferito rimanere ai box.
Domani alle 09:00 CET si disputerà la terza ed ultima sessione di prove libere, seguita alle 11:00 dalla Superpole valida per definire la griglia di partenza di Gara 1, che partirà alle 14:00.

Álvaro Bautista (Aruba.it Racing Ducati #19) – 1’54.091 (13°)
“Non è stata sicuramente la giornata migliore per debuttare su questo tracciato! Questa mattina, in condizioni di asfalto bagnato, sono scivolato perdendo il posteriore alla curva 1 nel corso del primo giro ma fortunatamente non ho riportato nessun danno fisico. La pista di Magny-Cours mi piace abbastanza e mi sembra meno difficile rispetto ad Imola o Portimão. Ho potuto anche constatare che in caso di pioggia il grip non è ottimale ma questo vale per tutti. Nel secondo turno di prove l’intensa pioggia ha reso la situazione ancora più difficile e viste le precarie condizioni della mia spalla ho preferito non rischiare ulteriormente rimanendo al box. Spero che il miglioramento del meteo previsto per domani mi permetta di aumentare la confidenza con il tracciato in vista della gara.”

Chaz Davies (Aruba.it Racing Ducati #7) – 1’54.133 (14°)
“Posso ritenermi abbastanza soddisfatto dopo il primo turno di FP1, ho fatto pochi giri con l’obiettivo di prendere confidenza in condizioni di asfalto bagnato. Visto il miglioramento del meteo previsto per i prossimi giorni ho preferito non prendere troppi rischi oggi per dare il massimo in condizioni di pista asciutta. Con la Panigale V4 R pensiamo di avere tutto sommato un buon set up di base che cercheremo di migliorare continuamente su ogni tipo di tracciato.”