Archivio per la categoria ‘Aruba Racing’


Dopo aver ottenuto un secondo posto in Gara 1, il team Aruba.it Racing – Ducati è salito nuovamente sul podio con Marco Melandri in Gara 2 a Villicum (Argentina), teatro del dodicesimo round del Campionato Mondiale Superbike. L’italiano ha effettuato una rimonta spettacolare dalla terza fila e, dopo una dura lotta nelle fasi iniziali che lo ha visto scendere fino alla nona posizione, ha risalito la china con diversi sorpassi per chiudere al terzo posto.

Partito dalla quarta fila, Chaz Davies si è districato bene nei primi giri, risalendo fino al terzo posto per poi chiudere in quarta posizione, un risultato che gli ha consentito di portare il proprio vantaggio su Vd Mark (suo avversario nella lotta per la seconda posizione in campionato) a 24 punti. Dopo dodici round, Davies (348 punti) e Melandri (286 punti) sono rispettivamente secondo e quinto in campionato. Il team Aruba.it Racing – Ducati tornerà in pista a Losail (Qatar) per l’ultima gara della stagione, in programma dal 23 al 25 ottobre.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 3º
“Anche oggi abbiamo fatto una bella gara, anche se sono un po’ deluso perché stavo rimontando bene dalla terza fila e dopo pochi giri ero già quarto, ma ho commesso un piccolo errore e sono finito largo alla curva 6, rientrando in nona posizione. Dopo ho fatto diversi sorpassi per ritornare in lotta per il podio e, a cinque giri dal termine, ho visto Forés davanti a me ed ho provato a spingere ancora più forte per raggiungerlo, ma lui non ha commesso errori e non è stato possibile chiudere il gap. Il terzo posto era il miglior risultato possibile oggi, ma speriamo di fare ancora meglio in Qatar. Insieme alla squadra stiamo lavorando molto bene, quindi sono fiducioso in vista dell’ultimo round”.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 4º
“È stato un weekend un po’ travagliato, quindi il quarto posto di oggi può essere considerato positivo. Abbiamo portato a casa punti importanti nella lotta per il secondo posto in campionato, aumentando il nostro vantaggio. Detto ciò, non è stato un round facile. Un paio di problemi tecnici ci hanno fatto partire indietro e ci hanno messo nella posizione di prenderci qualche rischio di troppo. Oggi abbiamo rimontato abbastanza in fretta ed abbiamo lottato per salire sul podio. Sul finale sentivo di avere ancora un po’ di margine ma ho preferito non prendere troppi rischi dopo quanto è successo ieri. Abbiamo un potenziale più alto di quello mostrato qui, e non vedo l’ora di andare in Qatar per metterlo a frutto”.

Serafino Foti, Team Manager
“Il bilancio del weekend è molto positivo per Marco, il quale è stato competitivo in ogni sessione, portando a casa due podi importanti e la pole position. Purtroppo Chaz, non ha avuto un weekend facile a causa di alcuni problemi ma, dopo la scivolata in gara 1, insieme a Marco, oggi ha fatto una grande rimonta. A questo proposito, voglio fare i complimenti a tutti i ragazzi della squadra perché hanno lavorato davvero tanto per consentirci di raccogliere il miglior risultato possibile”.


Il team Aruba.it Racing – Ducati è salito sul podio in Gara 1 a Villicum (Argentina), teatro del dodicesimo round del Campionato Mondiale Superbike, grazie al secondo posto ottenuto da Marco Melandri. L’italiano, autore della pole position con un giro record da 1’39.012, ha mostrato un passo molto competitivo in gara nonostante le condizioni fossero più difficili rispetto al venerdì a causa di un forte vento ed una leggera pioggia, centrando così il suo nono podio stagionale.

Chaz Davies, partito dalla terza fila dopo aver accusato un problema tecnico durante la Superpole, ha lottato duramente recuperando terreno fino a portarsi a ridosso del gruppo in lotta per il podio. Il gallese è tuttavia scivolato nel corso del tredicesimo giro quando si trovava in sesta posizione, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Il team Aruba.it Racing – Ducati tornerà in pista domenica 14 ottobre alle 11:30 locali (CET -5) per una sessione di warm-up in vista di Gara 2, con partenza fissata per le ore 16:00 locali.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 2º
“La gara di oggi non è stata per nulla facile. C’era molto vento e dopo metà gara ha iniziato a piovigginare, quindi abbiamo dovuto prestare molta attenzione. Comunque abbiamo dimostrato di avere un bel passo. Abbiamo sofferto un po’ con l’anteriore nei primi giri, poi abbiamo preso un bel ritmo ma Rea era già troppo lontano per tentare una rimonta senza prendere rischi eccessivi. Quando la pista ha iniziato a diventare ancora più scivolosa a causa della pioggia, ho deciso di non forzare, mantenendo la posizione. Il secondo posto era il miglior risultato possibile per noi oggi, ma proveremo a fare di meglio domani. Speriamo di partire bene dalla terza fila, non vedo l’ora di riprovarci”.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – Rit.
“Il nostro piano per la gara era di trovare gradualmente il ritmo, e ad inizio gara sono riuscito a recuperare posizioni ed avvicinarmi al gruppo in lotta per il podio. Tuttavia, è molto difficile sorpassare qui perché c’è solo una traiettoria ‘pulita’. Dopo aver preso la scia a Sykes nel rettilineo posteriore, ho provato a passarlo in staccata alla curva 6, una delle più pulite. Il posteriore però si è bloccato e, nel tentativo di stabilizzare la moto, ho alleggerito la pressione sui freni perdendo l’anteriore sullo sporco. Guardando al lato positivo, il nostro passo oggi non era male, quindi abbiamo buone possibilità di rifarci domani”.

Marco Zambenedetti, Coordinatore Tecnico Ducati Corse in pista
“È stata una gara dolceamara per noi. Da una parte, Marco ha confermato la sua competitività su questa pista dopo un venerdì positivo, siglando la pole position e portando a casa un ottimo secondo posto in condizioni difficili. Dall’altra, Chaz è stato penalizzato da un problema tecnico in qualifica ed è scivolato nel tentativo di recuperare posizioni. Lavoreremo duramente per consentire ad entrambi i piloti di esprimersi al meglio in Gara 2 domani”.

Programma del weekend (CET -5):

Domenica (14 ottobre)
11:30 – 11:45 SBK Warm-up
16:00 SBK Gara 2


Il team Aruba.it Racing – Ducati è tornato oggi in pista a Villicum (Argentina), teatro del dodicesimo round del Campionato Mondiale Superbike, che approda per la prima volta in Sudamerica. Alle prese con un nuovo tracciato, piloti e squadra hanno iniziato con riscontri positivi il lavoro sul setup in vista delle gare e, al termine di tre sessioni di prove libere, Marco Melandri e Chaz Davies si trovano rispettivamente in seconda e settima posizione.

Melandri, nelle prime posizioni già dal mattino, ha concluso a soli 228 millesimi dalla vetta fermando il cronometro sul tempo di 1’40.142. Non lontano dal suo compagno di squadra, Davies ha migliorato progressivamente i propri riferimenti fino a siglare un 1’40.741 (+0.827) che gli è valso la settima posizione provvisoria. Entrambi i piloti hanno così guadagnato l’accesso diretto alla Superpole 2.

Il team Aruba.it Racing – Ducati tornerà in pista sabato 13 ottobre alle 10:45 locali (CET -5) per la quarta ed ultima sessione di prove libere in vista di Superpole e Gara 1, con partenza fissata per le ore 16:00 locali.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 1’40.142 (2º)
“È stata una giornata molto positiva per noi. Le condizioni non erano facili perché, con la pista così sporca, il feeling con la moto cambiava ad ogni giro. Però il tracciato è fantastico, estremamente tecnico, e mi sono divertito molto a guidare. Non sarà facile sorpassare in gara, perché al momento c’è solo una traiettoria ‘pulita’, ma stiamo lavorando nella giusta direzione. Domani sarà fondamentale gestire bene la gomma anteriore. Al momento Rea ha un piccolo vantaggio, ma siamo davvero vicini. La gara non sarà facile, ma mi sento in forma”.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 1’40.741 (7º)
“È stata una giornata abbastanza positiva. La priorità era prendere le misure alla pista, passo dopo passo, ed in generale penso che abbiamo lavorato bene. Il circuito mi piace molto, è tecnico e vario, ma d’altro canto l’asfalto è ancora piuttosto sporco. Abbiamo provato una modifica abbastanza radicale all’assetto ed alla trasmissione nella FP3 ma non si è rivelata azzeccata, quindi siamo tornati alla configurazione usata nella FP2 e ci è voluto un po’ per ritrovare il feeling, anche perché nel frattempo la pista stava migliorando rapidamente in termini di aderenza. Però, quando abbiamo spinto di più sul finale, non abbiamo avuto difficoltà a fare un buon tempo, quindi sono fiducioso che continueremo a fare progressi domani”.

Programma del weekend (CET -5):

Sabato (15 ottobre)
10:45 – 11:05 SBK FP4
13:30 – 13:45 SBK Superpole 1
13:55 – 14:10 SBK Superpole 2
16:00 SBK Gara 1

Domenica (16 ottobre)
11:30 – 11:45 SBK Warm-up
16:00 SBK Gara 2


Archiviato con un podio l’ultimo appuntamento europeo a Magny Cours, il team Aruba.it Racing – Ducati è pronto a dirigersi in Argentina per il dodicesimo e penultimo round della stagione, in scena sul nuovo circuito di San Juan – Villicum. Il tracciato, situato nel centro-ovest del paese non lontano dal confine con il Cile, è stato completato quest’anno ed è oggetto di grande curiosità da parte di Chaz Davies e Marco Melandri.

Entrambi i piloti hanno dimostrato di sapersi adattare rapidamente a nuovi circuiti, e cercheranno di sfruttare l’occasione per andare a caccia di podi e vittorie. Attualmente, Davies (335 punti) e Melandri (250 punti) sono rispettivamente secondo e quinto in classifica. Il team Aruba.it Racing – Ducati tornerà in pista venerdì 12 ottobre alle 09:45 locali (CET -5) per la prima sessione di prove libere.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7)
“Sono contento all’idea di andare in Argentina, è sempre stimolante uscire dai soliti percorsi e scoprire piste nuove in calendario, specialmente se si tratta di un paese dove non abbiamo mai corso prima. La pista sulla carta è divertente, ma per scoprirlo dovremo fare prima qualche giro. La configurazione in senso antiorario teoricamente è ideale per noi, visto l’infortunio alla spalla destra, ma lo scopriremo soltanto venerdì. In questi giorni ho innanzitutto cercato di riposare la spalla il più possibile, per poi fare riabilitazione per recuperare forza e mobilità. Nelle ultime due gare abbiamo imparato alcune cose, e proveremo ad applicarle su questa pista nuova. Non vedo l’ora di arrivare in circuito”.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33)
“C’è molta attesa per questo round, era da un po’ che non si vedeva una pista nuova ed è sempre bello scoprire posti inesplorati. Sulla carta sembra un bel tracciato. È probabile che inizialmente faticheremo tutti con il grip, non essendoci gomma sull’asfalto, ma i tempi miglioreranno costantemente. Una volta trovato il limite, capiremo meglio i valori in campo. Personalmente sono molto curioso e motivato. Vogliamo metterci alle spalle le difficoltà di Magny Cours e tornare immediatamente sul podio”.

r10_davies_magny_race2_25_UC67907_High.jpg

Dopo una Gara 1 difficile, il team Aruba.it Racing – Ducati si è riscattato salendo sul podio in Gara 2 a Magny Cours (Francia), teatro dell’undicesimo round del Campionato Mondiale Superbike 2018, con Chaz Davies. Il gallese, scattato bene dalla prima fila, ha condotto la corsa fino al dodicesimo giro nonostante le condizioni fisiche non ottimali, per poi difendere la seconda posizione fino al traguardo, centrando così il suo dodicesimo podio stagionale.

Gara caparbia anche da parte di Marco Melandri, in lotta nel gruppo di testa fino a due terzi di gara salvo poi accusare qualche problema di guidabilità e tagliare il traguardo in quinta posizione. Michael Ruben Rinaldi, alla sua ultima gara con l’Aruba.it Racing – Junior Team, ha invece chiuso in tredicesima posizione al termine di un fine settimana complicato anche da alcuni problemi tecnici.  Il team Aruba.it Racing – Ducati tornerà in pista a San Juan – Villicum (Argentina) per il penultimo round della stagione, in programma dal 12 al 14 ottobre.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 2º
“È fantastico salire nuovamente sul podio dopo un paio di mesi difficili. La pausa estiva è stata complicata dal duplice infortunio alla clavicola, ma adesso siamo di nuovo della partita. Magny Cours sicuramente non è una pista facile da affrontare con il mio tipo di infortunio, perché ci sono un paio di staccate durissime con successive curve a destra. Il nostro piano era partire bene e martellare il più a lungo possibile. Volevamo rendere la vita un po’ più difficile a Rea, guidando con la massima precisione per far sì che, qualora provasse un sorpasso, fosse al limite tanto quanto noi. Ha commesso un paio di errori e sono riuscito ad incrociarlo, ma poi mi ha passato ed a noi è mancata un po’ di efficacia in curva. Non siamo lontani comunque, quindi dobbiamo essere contenti. Non vedo l’ora di correre in Argentina”.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 5º
“Sono un po’ amareggiato perché purtroppo, nel tentativo di migliorare in fase di frenata rispetto a Gara 1, abbiamo fatto un passo indietro dal punto di vista della guidabilità. Ero in difficoltà nei cambi di direzione e per compensare ho forzato parecchio con l’anteriore. Dopo metà gara il grip era calato molto, e non è stato possibile fare di più. Peccato perché il podio sarebbe stato alla nostra portata, ma guardiamo avanti e proveremo a rifarci in Argentina”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team #21) – 13º
“È stata un’ultima gara al di sotto delle nostre aspettative, purtroppo abbiamo avuto un po’ di problemi e mi dispiace che non siamo riusciti a mostrare il nostro potenziale e chiudere in bellezza. Voglio ringraziare tutto il team, che mi ha dato la possibilità di crescere sia a livello sportivo che personale. Ora ricaricheremo le batterie e continueremo a prepararci al meglio per il futuro”.

Serafino Foti, Team Manager
“Dopo una Gara 1 difficile, oggi siamo riusciti ad essere maggiormente competitivi con entrambi i nostri piloti. Chaz ha fatto una gara stupenda, guidando sopra il dolore e spingendo al massimo, chiudendo molto vicino al vincitore. Marco ha accusato qualche difficoltà in più ma ha dato il massimo come sempre, portando a casa il miglior risultato possibile. Ora andiamo in Argentina, una pista nuova per tutti, quindi ci aspetta un round particolarmente interessante”.


Dopo una giornata di prove libere, il team Aruba.it Racing – Ducati è tornato in pista a Magny Cours (Francia), teatro dell’undicesimo round del Campionato Mondiale Superbike 2018, per affrontare la prima di due gare in programma. Chaz Davies, pur non essendo ancora al 100% della forma a causa di un duplice infortunio alla clavicola, ha stretto i denti partendo dalla seconda fila, recuperando terreno e lottando per il podio fino alla bandiera a scacchi, per poi chiudere in quinta posizione a meno di due secondi dal terzo classificato. Gara in rimonta anche per Marco Melandri che, dopo aver accusato alcune difficoltà con la gomma da qualifica chiudendo la Superpole al 12º posto, è riuscito a risalire fino alla sesta posizione, immediatamente alle spalle del suo compagno di squadra.

Michael Ruben Rinaldi, dopo essersi messo in evidenza in prova ed in qualifica con l’Aruba.it Racing – Junior Team, è invece stato costretto al ritiro a causa di un problema tecnico, risultato poi in una caduta senza conseguenze fisiche di rilievo nel corso del terzo giro. Il team Aruba.it Racing – Ducati e l’Aruba.it Racing – Junior Team torneranno in pista domenica 30 settembre alle 10:10 (CET) per un’ultima sessione di warm-up in vista di Gara 2, con partenza fissata per le ore 15:15 locali.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 5º
“Dopo una partenza non troppo entusiasmante, abbiamo fatto tutto il possibile per recuperare su Fores e Savadori, ed a metà gara ho cominciato a sentire l’odore del podio. Sul finale, tuttavia, non sono riuscito a portare a termine la rimonta dal momento che abbiamo avuto qualche problema di guidabilità e non mi era possibile essere fluido come avrei voluto. È un peccato non aver potuto dare battaglia, ma tutto sommato possiamo essere contenti della nostra prestazione. Fisicamente non sono al 100% ma in gara mi sono sentito abbastanza bene. Ora proveremo a rendere la moto un po’ più docile per sfruttare al meglio la partenza dalla prima fila in Gara 2”.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 6º
“È stata una gara difficile ma allo stesso tempo positiva per noi. In Superpole abbiamo avuto delle difficoltà inattese con la gomma da qualifica, e partire dalla 12ª casella sicuramente ci ha complicato i piani. Nei primi giri faticavo in staccata e non riuscivo a sorpassare, così ho perso un po’ di terreno. Poi ho trovato il mio ritmo, girando costantemente su tempi da podio e facendo qualche bel sorpasso, ma ormai era tardi per riuscire a colmare il distacco. Sono ottimista per domani, dal momento che partiremo dalla prima fila. Detto ciò, dobbiamo ancora migliorare un po’ il setup per poter essere più aggressivi, soprattutto nelle prime fasi”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team #21) – Rit.
“Se analizziamo il weekend, a livello di prestazioni possiamo essere contenti perché abbiamo dimostrato di essere abbastanza veloci. D’altro canto, sono un po’ triste perché un problema tecnico ci ha penalizzato in gara. Sono leggermente acciaccato dopo la caduta, ma cercherò comunque di concludere il campionato in bellezza. La consapevolezza di essere competitivi mi darà una motivazione in più domani”.

Marco Zambenedetti, Coordinatore Tecnico Ducati Corse in pista
“Nonostante qualche difficoltà in prova, siamo riusciti a trovare una buona competitività in assetto da gara ed entrambi i piloti hanno dato il massimo. Chaz ha sfiorato il podio, estendendo comunque il suo vantaggio nella lotta per la seconda posizione in campionato, ed anche Marco ha mostrato un bel ritmo dopo i primi giri, recuperando diverse posizioni. Analizzeremo i dati per consentire ad entrambi di migliorare ancora e sfruttare la partenza dalla prima fila domani”.


Il team Aruba.it Racing – Ducati è tornato in azione a Magny Cours (Francia), teatro dell’undicesimo round del Campionato Mondiale Superbike 2018, per affrontare l’ultima tappa europea in calendario. In condizioni meteo soleggiate con temperature miti, i piloti hanno portato avanti il lavoro in vista delle gare mostrando progressi costanti. All’interno di una classifica particolarmente corta, con i primi undici piloti racchiusi in sei decimi, Chaz Davies e Marco Melandri hanno siglato rispettivamente il settimo e ottavo tempo, separati tra loro da soli 4 millesimi.

Davies, ancora alle prese con i postumi di un duplice infortunio alla spalla destra, ha limato circa sette decimi nell’arco della giornata. Melandri ha subito mostrato una buona intesa con il tracciato dopo non aver potuto disputare la FP1 a causa di un problema tecnico, guadagnando anche lui l’accesso diretto alla Superpole 2.

Michael Ruben Rinaldi si è poi messo in evidenza con l’Aruba.it Racing – Junior Team, chiudendo al sesto posto assoluto, con un tempo identico a quello di Davies, e primo tra i piloti “Indipendenti”. Il team Aruba.it Racing – Ducati e l’Aruba.it Racing – Junior Team torneranno in pista sabato 29 settembre alle 08:45 (CET) per la quarta ed ultima sessione di prove libere in vista di Superpole e Gara 1, con partenza fissata per le ore 13:00 locali.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 1’37.710 (7º)
“Come in Portogallo, abbiamo adottato un approccio progressivo, cercando di migliorarci gradualmente. Sul finale ho spinto un po’ di più e la moto ha risposto positivamente. La priorità era di entrare direttamente in Superpole 2, e ci siamo riusciti. Ora dobbiamo solo migliorare ancora un po’ il setup. La spalla è in condizioni migliori, e l’adrenalina della gara senz’altro ci aiuterà. Se riusciremo a migliorare sotto alcuni aspetti, potremo fare una bella gara. In generale, sono abbastanza ottimista e fiducioso per domani”.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 1’37.714 (8º)
“Tutto sommato, possiamo essere abbastanza contenti. Abbiamo lavorato a lungo sul passo di gara, soprattutto in funzione dei primi giri, che saranno cruciali, quindi credo che ci resti un buon margine di miglioramento sul giro secco. Non siamo riusciti a sfruttare al meglio la gomma nuova in FP3, perché abbiamo provato una modifica che non si è rivelata azzeccata e sul finale non ne abbiamo utilizzata un’altra. Al momento Rea resta il riferimento, ma se riusciremo ad essere più costanti in frenata potremo dire la nostra”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team #21) – 1’37.710 (6º)
“Sono molto contento del lavoro fatto oggi con la squadra, è stata senza dubbio una giornata positiva per noi. Chiudere al sesto posto, non lontani dai primi, è un risultato che ci lascia ben sperare. Non poter disputare la FP2 a causa di un problema tecnico ha un po’ complicato il programma, ma abbiamo reagito bene e siamo rimasti concentrati, migliorando sensibilmente in FP3. Ad ogni modo dobbiamo ancora fare passi avanti sul ritmo di gara perché siamo in tanti piloti racchiusi in pochi decimi. Faremo alcune modifiche e vedremo il nostro livello in FP4”.


Tornato in pista da protagonista a Portimão (Portogallo) dopo la pausa estiva, con Marco Melandri due volte a podio e Chaz Davies quarto in entrambe le gare nonostante una spalla infortunata, il team Aruba.it Racing – Ducati è determinato a raccogliere ulteriori risultati di prestigio a Magny Cours (Francia), teatro dell’undicesimo round del Campionato Mondiale Superbike 2018 ed ultima tappa europea in calendario prima delle trasferte conclusive in Argentina e Qatar.

Davies vuole innanzitutto consolidare la seconda posizione in campionato, aumentando il proprio vantaggio (attualmente di venti punti) sugli inseguitori. Melandri invece è determinato a confermare la forma mostrata a Portimão per recuperare la quarta posizione in classifica, dalla quale lo separano 11 punti.

Il round di Magny Cours sarà anche l’ultimo della stagione per l’Aruba.it Racing – Junior Team, impegnato in tutte le tappe europee in calendario con l’esordiente Michael Ruben Rinaldi, che ha mostrato una crescita continua in sella alla Panigale R, chiudendo primo tra i piloti “Indipendenti” già in quattro occasioni. Il team Aruba.it Racing – Ducati e l’Aruba.it Racing – Junior Team torneranno in pista venerdì 28 settembre alle 09:45 (CET) per la prima sessione di prove libere.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7)
“Siamo andati piuttosto bene a Magny Cours negli ultimi anni. Il nostro passo è sempre stato competitivo lì, ed abbiamo vinto tre delle ultime quattro gare. La pista mi piace, la sua configurazione è abbastanza essenziale ma anche tecnica, con molte curve strette. Ti sprona a spingere di più ad ogni giro, entrando in curva più rapidamente o frenando più forte, e presenta difficoltà diverse rispetto a tutti gli altri tracciati in calendario. Fisicamente mi sento meglio, più forte e meno dolorante rispetto a Portimão. Negli ultimi giorni la spalla non mi ha dato problemi nelle mie attività quotidiane, quindi spero che le condizioni meteo restino costanti in modo da sfruttare al meglio ogni minuto in pista”.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33)
“Arriviamo a Magny Cours in un buon momento. Abbiamo lavorato bene a Portimão, ritrovando le giuste sensazioni in sella, e la pista in sé mi piace molto. Pur senza grandi dislivelli, la sua conformazione la rende impegnativa e divertente. Ci sono tanti cambi di ritmo, si alternano curve veloci e curve lente, ed è molto completa in generale. Pare che il meteo sarà stabile, con temperature ideali durante le ore più calde. Spero che non soffriremo con i rapporti del cambio perché, se riusciamo a partire col piede giusto, ci sarà da divertirsi”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team #21)
“Affrontiamo quest’ultimo round innanzitutto come un’altra occasione per fare bene e chiudere in bellezza. Chiaramente vorrei aver corso ogni round, ne avrei fatti altri dieci, ma il bilancio in generale è positivo. Abbiamo fatto alcune gare davvero buone ed altre un po’ meno, ma la cosa più importante è che ho avuto l’opportunità di crescere con il team, sia a livello sportivo che umano. Misurarmi con avversari così forti mi ha fatto migliorare, ma non voglio fermarmi qui. La pista sulla carta non è delle migliori per noi, ma già a Portimão siamo riusciti a fare un passo avanti e vogliamo continuare così”.


Dopo il secondo posto ottenuto in Gara 1, il team Aruba.it Racing – Ducati ha fatto il bis in Gara 2 a Portimão (Portogallo) con Marco Melandri, terzo al traguardo a soli due secondi dal vincitore dopo una gara particolarmente combattuta e caratterizzata dalle alte temperature, con oltre 40 gradi sull’asfalto. Chaz Davies, già sugli scudi al sabato con una coraggiosa rimonta dalla quindicesima posizione, ha nuovamente tagliato il traguardo al quarto posto nonostante la spalla destra dolorante, dopo aver guidato la gara per undici giri partendo dalla pole position.

Prestazione positiva anche per Michael Ruben Rinaldi, che ha ridotto significativamente il distacco dai primi chiudendo in ottava posizione, primo tra i piloti “Indipendenti” con l’Aruba.it Racing – Junior Team. Il team Aruba.it Racing – Ducati e l’Aruba.it Racing – Junior Team torneranno in pista a Magny Cours (Francia) per l’undicesimo round del Campionato Mondiale Superbike, in programma dal 28 al 30 settembre.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 3º
“È stata un’altra gara dura, probabilmente anche un po’ più divertente di quella di ieri. Sono partito forte ma nei primi giri ho faticato a sorpassare alcuni avversari ed ho perso un po’ di terreno dalla testa della corsa. Poi sono riuscito a ricucire il gap dai primi, ma ho dovuto chiedere tanto alle gomme ed alla fine ho accusato un calo. In alcuni tratti ero in difficoltà, in altri ero veloce, ma non abbastanza per passare VD Mark o Rea perché avevamo tutti un passo abbastanza simile. Comunque sono molto contento, abbiamo portato a casa il miglior risultato possibile, ottenendo il massimo sia dalla moto che da me stesso. Spero che sia di buon auspicio per le prossime gare”.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 4º
“È stato sicuramente uno dei round più difficili della mia carriera. Portimão è già di per sé una delle piste più fisiche in calendario ed io non sono riuscito ad allenarmi a dovere nelle ultime settimane, per non parlare del dolore alla spalla destra. Onestamente, se qualcuno mi avesse detto che sarei riuscito ad ottenere due quarti posti qui, non ci avrei mai creduto. La squadra ha fatto un grande lavoro, abbiamo migliorato il pacchetto ad ogni sessione ed abbiamo tagliato il traguardo non lontani dal vincitore. Nelle prossime due settimane cercherò di allenarmi e fare quanta più riabilitazione possibile in vista di Magny Cours per affrontare al meglio il finale di campionato. Attendiamo la prossima gara con fiducia”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team #21) – 8º
“Sono contento della gara di oggi, non solo per la posizione ma soprattutto perché abbiamo migliorato tanto il passo di gara, riducendo in maniera significativa il distacco dai primi. Mi dispiace perché sul finale ho perso un paio di posizioni, dobbiamo fare ancora qualche passo avanti però non posso che essere soddisfatto. Voglio ringraziare tutta la squadra perché hanno lavorato davvero duramente su ogni particolare. A Magny Cours proveremo a migliorarci ancora”.

Serafino Foti, Team Manager
“Il bilancio di questo round è certamente positivo. Marco ha ottenuto due splendidi podi, chiudendo entrambe le gare vicino al vincitore. Soprattutto in Gara 2, che è stata davvero molto combattuta. Chaz inoltre è stato immenso, andando ben oltre le nostre aspettative con due quarti posti che valgono oro considerando le sue condizioni fisiche prima del weekend. Ora andremo a Magny Cours con l’obiettivo di raccogliere quante più vittorie e podi possibili per finire la stagione nel migliore dei modi”.


Gara 1 del decimo round del Campionato Mondiale Superbike 2018, in scena a Portimão (Portogallo), si è conclusa positivamente per il team Aruba.it Racing – Ducati. Da un lato, Marco Melandri ha conquistato un ottimo secondo posto in solitaria, il suo settimo podio stagionale, partendo dalla prima fila; dall’altro, Chaz Davies ha effettuato un’eroica rimonta per chiudere in quarta posizione nonostante i dolori alla clavicola destra, fratturata in due occasioni durante la pausa estiva, ed una partenza dalla quattordicesima casella.

In pista anche l’Aruba.it Racing – Junior Team con Michael Ruben Rinaldi che, dopo una Superpole conclusa in undicesima posizione, ha lottato duramente per classificarsi secondo tra i piloti “indipendenti”, in nona posizione assoluta. Il team Aruba.it Racing – Ducati e l’Aruba.it Racing – Junior Team torneranno in pista domenica 16 settembre alle 10:10 locali (CET -1) per la consueta sessione di warm-up in vista di Gara 2, con partenza fissata per le ore 15:15.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 2º
“Il secondo posto era il massimo che potevamo ottenere oggi. Sapevo che il passo di Rea era leggermente migliore, ma siamo riusciti a partire molto bene e restare con lui nei primi giri. Volevo provare a sorpassarlo per spezzare il suo ritmo, ma non è stato possibile. Lui era più veloce in alcuni tratti, io in altri. In ogni caso, col passare dei giri abbiamo iniziato a faticare nelle curve più lente e non sono riuscito a restargli attaccato, ma almeno mi sono tirato fuori dal gruppo degli inseguitori. Domani proveremo a migliorare un po’ la stabilità, poi sarà fondamentale partire bene dalla terza fila e recuperare in fretta qualche posizione. Mi aspetto un’altra gara divertente”.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 4º
“Siamo scattati davvero forte alla partenza, ma non è stato comunque facile recuperare. Alla prima curva ci sono stati un po’ di contatti, ed ho dovuto essere cauto, tenendo la traiettoria interna, che si è poi rivelata la scelta migliore. Le prime curve sono state fondamentali, perché ne sono uscito in sesta posizione. Volevo restare con VD Mark e recuperare sui piloti in lotta per il podio, ma non riuscivo a far girare la moto come volevo e negli ultimi giri ho cercato di forzare un po’ meno fisicamente dal momento che le posizioni erano ormai consolidate. In generale sono davvero molto contento. Le sensazioni in sella sono migliorate turno dopo turno ma realisticamente non credevo di poter fare meglio di un ottavo posto: chiudere in quarta posizione e partire dalla pole domani va ben oltre le nostre migliori aspettative e ringrazio tutta la squadra per il supporto”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Junior Team #21) – 9º
“È stata una gara a due facce. Il lato positivo è nella seconda metà siamo stati veloci ed il feeling con la moto era davvero buono. Tuttavia abbiamo faticato con il serbatoio pieno nei primi giri, quelli cruciali per restare nel gruppo dei primi. Anche sul finale, a gomme finite, non siamo stati perfetti. È su questo, l’inizio e la fine della gara, che lavoreremo in vista di domani. Se riuscissimo ad essere più costanti, possiamo fare molto meglio di oggi. Sappiamo dove intervenire e sono fiducioso che ci faremo valere”.

Marco Zambenedetti, Coordinatore Tecnico Ducati Corse in pista
“È stata una Gara 1 positiva, nella quale abbiamo confermato la nostra competitività. Marco ha corso con grande determinazione, lottando a lungo per la vittoria e portando a casa uno splendido secondo posto in condizioni difficili, mentre Chaz ha fatto una rimonta eroica dalla quinta fila pur essendo ancora lontano dalla miglior forma fisica. Detto questo, siamo determinati ad ottenere risultati ancora migliori domani ed analizzeremo i dati per consentire ad entrambi i nostri piloti di essere più competitivi in Gara 2”.

Programma del weekend (CET -1):

Domenica (16 settembre)
10:10 – 10:25 SBK Warm-up
15:15 SBK Gara 2