Archivio per la categoria ‘Aruba Racing’

Nella domenica iniziata con il minuto di raccoglimento in memoria di Dean Berta Vinales, Scott Redding sale due volte sul podio chiudendo terzo in Gara-1 (disputata al posto della Superpole Race) e secondo in Gara-2. Per Michael Ruben Rinaldi è stata invece una giornata molto difficile al termine della quale si è dovuto accontentare di un settimo posto dopo la caduta nella prima gara.  

  • RACE -1

P3 – Malgrado una partenza non entusiasmante dalla quarta posizione, Scott Redding rimane incollato al gruppo di testa. Da metà gara il suo passo gara cresce in modo tangibile e gli consente di attaccare Locatelli (Yamaha) nell’ultimo giro per conquistare un caparbio podio.
DNF – Michael Ruben Rinaldi opta per la stessa scelta di gomme con cui aveva dominato il warm up due ore prima ma il feeling con il posteriore si rivela molto diverso e malgrado una buona partenza (da P5 a P3), il pilota italiano non riesce a trovare fiducia, cadendo poi al quinto giro.

  • RACE-2

P2 – Partito dalla prima fila per il forfait di Lowes (Kawasaki), Scott Redding gira quinto alla prima curva. Il suo passo gara nei primi giri è in assoluto il più veloce e gli consente di incollarsi a leader della gara Razgatlioglu (Yamaha). A tre giri dalla fine Redding compie un sorpasso spettacolare e si prende il comando. Il pilota turco, però, risponde nel giro successivo per chiudere in testa.
P7 – Così come in Gara-1, anche in Gara-2 Michael Rinaldi parte alla grande. A metà del primo giro supera Rea (Kawasaki) per prendersi la seconda posizione. Il suo passo gara, però, non sembra particolarmente incisivo e tra il 13° ed il 17° giro è costretto a cedere quattro posizioni chiudendo settimo. 

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Sono momenti molto difficili e per questo vorrei rivolgere un pensiero alla famiglia Vinales che ci ha chiesto di correre per Dean. Gara-1 è stata per me migliore di quanto mi aspettassi, soprattutto dopo un warm up davvero negativo. In Gara-2 il feeling è stato ancora migliore: sentivo di poter prendere Toprak e conquistare la vittoria ma lui ha dimostrato di essere davvero fortissimo in frenata. Sono comunque contento per aver conquistato due volte il podio in questa difficile giornata”.  

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“E’ stato un week molto duro dal punto di vista umano. Inoltre abbiamo incontrato molte difficoltà oggi ed i risultati sono stati ben al di sotto delle nostre aspettative. Penso, però, che in situazioni come questa le corse passino in secondo piano. Per questo voglio solo voltare pagina e pensare a Portimao”.

E’ un giorno triste per il paddock di WorldSBK e per tutto il mondo del motorsport. Durante le fasi finali di Gara-1 di WorlsSSP 300 sul circuito di Jerez De la Frontera (Spagna), il pilota spagnolo Dean Berta Viñales è rimasto coinvolto in un grave incidente in cui ha purtroppo perso la vita.

Per questo motivo sono state cancellate tutte le attività della giornata, compresa Gara-1 del campionato mondiale WorldSBK.

Da tutto il team Aruba.it Racing – Ducati le più sentite condoglianze alla famiglia, al team e agli amici di Vinales.

Un buon inizio del weekend di Jerez de la Frontera per il team Aruba.it Racing – Ducati. Michael Rinaldi chiude entrambe le sessioni in seconda posizioni mentre Scott Redding migliora notevolmente nel pomeriggio per terminare la giornata al quinto posto nella classifica combinata.

  • FP1

P2 – Michael Rinaldi inizia in modo convincente. Dopo aver lavorato con il suo team sul setup della Ducati Panigale V4R, nell’ultimo run il pilota italiano trova un ottimo feeling e chiude con il secondo tempo.
P8 – Scott Redding è il pilota a completare il maggior numero di giri (21) durante la sessione senza però cambiare la gomma posteriore. Per questo l’ottavo tempo non è particolarmente indicativo.

  • FP2

P2 – Così come nella sessione del mattino, anche nelle FP2 Michael Rinaldi è molto veloce sul passo gara e fa segnare il secondo miglior tempo con la gomma morbida dimostrando di avere comunque ancora margine in vista della qualifica di domani.
P4 – Scott Redding lavora in modo convincente sul passo gara e riesce ad abbassare di quasi mezzo secondo il suo tempo del mattino senza comunque tentare nessun time attack.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“E’ stata una giornata positiva in cui abbiamo lavorato bene. Diciamo che il feeling con la moto è al 95% e cercheremo domani mattina di trovare il restante 5% per essere più veloce e più a mio agio. Chiudere secondi il venerdì da sempre un po’ di fiducia. Penso che lottare per il podio sia un traguardo alla nostra portata ma solo se continueremo a lavorare con grande intensità”.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Tutto sommato non posso essere scontento per quello che abbiamo fatto oggi. Il problema principale è che in moto pensavo di essere veloce ma non ero veloce in termini di cronometro. Non manca molto per trovare il giusto feeling e sono sicuro che domani potremo fare un ulteriore passo in avanti in FP3”.

Il Circuito di Jerez de la Frontera (Spagna) ospiterà il decimo round della stagione 2021 di WorldSBK, secondo evento della “tripla” che si concluderà la prossima settimana a Portimao (Portogallo).
Scott Redding e Michael Rinaldi arrivano in Andalusia con grande entusiasmo dopo lo straordinario weekend di Barcellona che ha regalato una vittoria ed un terzo posto sia in Gara-1 che in Gara-2 ai due piloti del team Aruba.it Racing – Ducati.

Scott Redding avrà l’obiettivo di recuperare punti importanti nella lotta per il campionato del mondo di Superbike mentre Michael Rinaldi vorrà dare continuità ai suoi evidenti progressi per consolidare la quarta posizione e portare punti preziosi per la classifica del campionato costruttori.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Lo scorso anno abbiamo lavorato molto bene sul circuito di Jerez anche se ovviamente quel weekend è arrivano in un momento molto diverso del calendario. Per questo motivo probabilmente, troveremo condizioni diverse. In ogni caso quella di Jerez è una pista dove mi sento a mio agio e sono certo che possiamo ottenere risultati importanti”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Veniamo da un weekend molto positivo in cui abbiamo dimostrato di poter essere competitivi in tutte le condizioni, sia sotto la pioggia che con la pista asciutta. Il team sta lavorando molto bene ed è evidente che abbiamo fatto passi in avanti. Non vedo l’ora di scendere in pista domani dato che il circuito di Jerez mi piace davvero molto”.

Gara-1 del Catalan Round, disputata in condizioni di bagnato dopo la pioggia caduta in tarda mattinata, entra di diritto nella storia del team Aruba.it Racing –Ducati grazie alla strepitosa vittoria di Scott Redding ed il terzo posto di Michael Rinaldi. Con loro, sul podio, Axel Bassani (Motocorsa) completa la tripletta che mancava dalla Gara-1 sul circuito di Assen nella stagione 2012.

  • RACE-1

P1 – La partenza di Scott Redding non è delle migliori ed il pilota inglese si ritrova addirittura in 11° posizione dopo 2 giri. Dal settimo giro, però, il passo gara di Scott cresce verticalmente e gli consente di avvicinarsi al gruppo di testa. Negli ultimi 7 giri Redding è perfetto e conquista una straordinaria vittoria.
P3 – Michael Rinaldi parte benissimo e dopo tre curve è già in terza posizione. Al settimo giro, però, subisce l’attacco di Van Der Mark (BMW) e Lowes (Kawasaki). Il pilota italiano rimane concentrato, recupera posizioni e nell’ultimo giro prova a prendersi anche la seconda posizione chiudendo comunque con un entusiasmante podio.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“I primi giri sono stati davvero difficili. Da metà gara, però, quando il gruppo si è allungato, ho iniziato a prendere fiducia. Voglio essere onesto, quando sono arrivato nel gruppo del podio ed ho visto davanti a me due Ducati ho pensato: “correrò dei rischi ma voglio vincere”. Sono molto felice per aver regalato questa soddisfazione al mio team. Continuiamo a guardare gara per gara poi faremo i conti a fine campionato”.  

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Se devo essere sincero, ero molto arrabbiato per la pioggia perché il mio passo gara in condizioni di asciutto era davvero positivo. Sono rimasto, però, concentrato ed ho pensato soltanto a spingere. Nel finale ho provato ad attaccare Bassani ma negli ultimi due giri non era facile prendere dei riferimenti a causa dell’acqua alzata dalla sua scia. Sono comunque molto soddisfatto e spero domani di poter fare un altro bel risultato anche in condizioni di asciutto”.

Un intenso sole unito ad una temperatura estiva (sfiorati i 30°) hanno caratterizzato il venerdì di prove libere del Catalan Round, nono week end di gara della stagione 2021 di WorldSBK.

Sul circuito del Montmelò a Barcellona (Spagna) Michael Rinaldi e Scott Redding hanno lavorato intensamente con le rispettive Ducati Panigale V4R raccogliendo indicazioni positive in vista della prima gara in programma domani alle 3.15 PM (CEST).  

  • FP1

P7 – Michael Ruben Rinaldi inizia il week end nel modo giusto chiudendo le FP1 a 3 decimi dal miglior tempo del mattino e risultando particolarmente veloce nel T1.
P13 – Scott Redding non riesce a trovare il miglior feeling con la sua Ducati Panigale V4R e dedica la sessione a provare diverse soluzioni in termini di set up.

  • FP2

P2 – Michael Rinaldi conferma le buone sensazioni avute durante le FP1 e nella sessione del pomeriggio migliora notevolmente il proprio tempo chiudendo in seconda posizione.

P6 – Malgrado la temperatura dell’asfalto più alta rispetto alle prove del mattino, anche Scott Redding riesce a fare significativi passi in avanti in termini di crono abbassando di oltre mezzo secondo il tempo fatto registrare nelle Fp1.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“E’ stata una giornata abbastanza positiva durante la quale abbiamo lavorato molto sulla moto raccogliendo informazioni importanti. Inoltre siamo stati piuttosto veloci, soprattutto nel pomeriggio e questo ci dà fiducia. Senza dubbio questa rimane una pista non facile soprattutto per le gomme, quindi sarà molto importante fare la scelta giusta ma anche gestire il consumo dello pneumatico durante la gara per arrivare competitivi negli ultimi giri”.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Se devo essere onesto, soprattutto nel pomeriggio, mi sono trovato abbastanza bene con la moto. Purtroppo ho avuto due gomme che non hanno lavorato nel migliore dei modi e questo non ci ha permesso di trovare continuità. Nelle FP2 ho avuto la possibilità di fare qualche giro insieme a Rea e devo ammettere che le sensazioni in termini di passo gara sono state molto positive. Purtroppo, così come lo scorso anno, perdiamo molto nelle curve 3 e 4. Su questo dovremo lavorare domani mattina”

Il campionato del mondo Superbike si trova ad affrontare la sua prima storica “tripla”. Il paddock di WSBK è già arrivato a Barcellona (Spagna), dove sabato e domenica andranno in scena le gare del Catalunya round, per poi spostarsi nei successivi due weekend a Jerez de la Frontera (Spagna) e Portimao (Portogallo).

Reduce dal podio nella Gara-2 di Magny-Cours (Francia), Scott Redding vuole mantenere aperte le proprie chances di lottare per il titolo malgrado i 72 punti di distacco dalla testa della classifica.

Per Michael Ruben Rinaldi l’obiettivo è quello di dare continuità alle buone sensazioni della domenica francese, tornare a lottare per il podio e conquistare punti importanti per la corsa alla quarta posizione nella classifica del campionato.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Se devo essere onesto, quello di Barcellona non è in cima alla lista dei miei circuiti preferiti. Credo che le condizioni meteo potranno essere un fattore, soprattutto in caso di temperatura estremamente alta, dato che dovremo affrontare alcune curve lunghe in cui potremmo soffrire un po’. L’obiettivo, comunque, è quello di finire sempre sul podio. Non sarà facile ma darò il 110%”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Non vedo l’ora di salire in moto venerdì mattina su una pista dove in passato mi sono trovato a mio agio. Sono molto determinato: c’è tanta voglia di tornare ad essere competitivi e ritrovare il miglior feeling. Mi impegnerò al massimo per lottare per il podio in ogni gara e regalare delle soddisfazioni al team”.

Il French Round si chiude con la bella gara di Scott Redding che supera le difficoltà del sabato e conquista il podio dopo aver lottato per la testa fino a metà gara. Dopo una Superpole Race negativa, Michael Rinaldi recupera posizioni in Gara-2 per chiudere al settimo posto.
Ecco gli highlights della domenica sul circuito di Magny-Cours. 

  • Superpole Race

P5 – Scott Redding compie un significato passo in avanti in termini di feeling. Il pilota inglese non è incisivo in partenza ma, fin dai primi giri, un passo gara convincente gli consente di conquistare la quinta posizione e la seconda fila sulla griglia di Gara-2.
P10 – Superpole Race molto difficile per Michael Rinaldi che non ritrova le buone sensazioni di Gara-1. Dopo una partenza tutto sommato positiva, il pilota italiano è costretto a chiudere in 10° posizione.

  • RACE-2

P3 – Scott Redding è determinato a stare con il gruppo del podio e già al terzo giro, dopo il crash di Lowes (Kawasaki) si incolla a Razgatlioglu (Yamaha) e Rea (Kawasaki). Da metà gara, però, il passo del pilota inglese non è sufficiente per poter continuare a lottare per la vittoria.
P7 – La partenza di Michael Rinaldi è incisiva e gli consente di recuperare subito 5 posizioni. Tra il quarto ed il settimo giro il pilota italiano ingaggia un bel duello con Davies (Ducati) e Van der Mark (BMW) poi, però, non può difendersi dall’attacco di Bautista (Honda) e deve accontentarsi della settima posizione.   

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Sono soddisfatto per questo risultato soprattutto perchè durante il weekend siamo riusciti a migliorare la moto, in particolar modo nella fase di frenata che è stata la problematica principale. Ho provato nella prima parte della gara a stare con Johnny e Toprak ma poi ho preferito non rischiare e portare a casa un risultato comunque importante per il team”.   

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Tutto sommato non è stato un weekend negativo perché abbiamo capito molte cose che potranno essere utili nei prossimi round. E’ chiaro che il risultato di Gara-2 non sia entusiasmante ma il passo è stato positivo, sui livelli di Scott che ha chiuso sul podio. Ovviamente non ci possiamo accontentare di arrivare settimi ma torno comunque dalla Francia con sensazioni positive”.

Gara-1 del French Round, ottava tappa della stagione 2021 di WorldSBK, si chiude con il quarto posto di Michael Rinaldi, grande protagonista nei primi giri, ed il P12 di Scott Redding che dopo una qualifica difficile non riesce mai a trovare le condizioni per essere incisivo.
Ecco gli highlights del sabato sul circuito di Magny-Cours (Francia) .

  • Superpole

P7 – Michael Rinaldi opta per la strategia dei tre run e nell’ultimo time attack riesce a spingere con convinzione. Peccato per un quarto settore negativo in cui perde decimi preziosi che gli avrebbero permesso di conquistare agevolmente la seconda fila
P8 – Malgrado una FP3 chiusa in prima posizione con oltre due decimi di vantaggio, Scott Redding non riesce ad ottenere il meglio dalle due gomme da qualifica e deve accontentarsi dell’ottava posizione in griglia.

  • Race-1

P4 – La partenza di Michael Rinaldi è sensazionale e gli consente dopo poche curve di portarsi addirittura in seconda posizione per poi chiudere il primo giro al terzo posto. L’attacco di Lowes (Kawasaki) arriva presto ma il passo gara di Rinaldi è incoraggiante. Al dodicesimo giro, però, il numero 21 non può difendersi da Locatelli (Yamaha) chiudendo comunque sotto la bandiera a scacchi con un positivo P4.
P12 – La gara di Scott Redding è difficile fin dalla partenza. Il pilota inglese lamenta forti problemi di grip che lo costringono a commettere alcuni errori in frenata. Malgrado tutto Redding prova a spingere per recuperare posizioni e punti ma quando è in lotta per l’ottavo posto scivola senza conseguenze per poi riprendere la gara e tagliare il traguardo dodicesimo.  

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“E’ stata una gara abbastanza positiva anche perché veniamo da un periodo piuttosto difficile. In questo week end abbiamo deciso di lavorare in modo diverso e credo che questa nuova impostazione abbia dato dei frutti. Purtroppo il grip posteriore non è mai stato dei migliori. Alla fine volevo giocarmi il podio ma negli ultimi cinque giri è la gomma è calata molto. Ci riproveremo domani”.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“E’ stata una gara molto dura. Non ho mai avuto grip sia all’anteriore che al posteriore. Ho provato a tenere duro fino alla fine anche se il feeling non era dei migliori. Poi sono caduto. In condizioni come queste, quando la temperatura è alta ma non altissima, abbiamo dei problemi difficili da risolvere. Spero comunque domani di poter fare meglio in termini di risultato”.

Il primo giorno di attività sul circuito di Magny-Cours in Francia si chiude con indicazioni positive per il team Aruba.it Racing – Ducati. Dopo le FP1 condizionate dalla pioggia caduta nelle prime ore del mattino, nelle FP2 disputate sotto un sole imprevedibile, Scott Redding e Michael Rinaldi lavorano intensamente con le rispettive Ducati Panigale V4R ottenendo dati importanti in vista di Gara-1 prevista per domani alle 2pm (CEST).  

  • FP1

Il circuito è ancora molto umido per la pioggia caduta durante la notte. Scott Redding e Michael Rinaldi scendono in pista in assetto da asciutto soltanto nella fase finale della sessione per familiarizzare con la pista e raccogliere indicazioni. I tempi, però, non sono indicativi.

  • FP2

P2 – Scott Redding impiega qualche giro per trovare il giusto feeling. Dopo aver lavorato anche in funzione della scelta delle gomme per Gara-1, nella seconda parte della sessione il pilota inglese trova le condizioni giuste per spingere con convinzione chiudendo con il secondo tempo.
P9 – Michael Rinaldi rimane a lungo in pista completando 20 giri e lavorando soprattutto sul passo gara. I risultati sono confortanti ma il pilota italiano deve riuscire a sistemare alcuni dettagli soprattutto nel secondo settore.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“E’ stata una giornata abbastanza particolare per me in quanto non ho mai girato su questo circuito in condizioni di asciutto. Per questo nella prima parte della sessione ho pensato soprattutto a trovare il feeling con il circuito. Poi sono riuscito a trovare il mio passo e le cose sono andate molto meglio. Siamo nella direzione giusta e penso che domani possiamo migliorare”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Nelle FP1 non abbiamo preso rischi su una pista mezza asciutta e mezza bagnata. Nel pomeriggio abbiamo lavorato in modo un po’ diverso rispetto ad altre gare, girando molto e riducendo il lavoro sulla moto. Il feeling è abbastanza buono anche se ovviamente va migliorato. Alla fine però siamo tutti abbastanza vicini e credo che lavorando bene domani mattina saremo nelle condizioni di fare una bella gara”.