Archivio per la categoria ‘Aruba Racing’

Dopo la straordinaria vittoria di sabato e le celebrazioni per il 1000° podio conquistato da Ducati nel Campionato del Mondo SuperbikeAlvaro Bautista è stato di nuovo protagonista in Gara-2 chiudendo in seconda posizione dopo una spettacolare battaglia con Razgatlioglu (Yamaha) e Rea (Kawasaki). La gara di Michael Rinaldi, invece, è durata solo quattro giri a causa di un errore commesso dal pilota italiano che ha perso l’anteriore quando era in terza posizione.

Partito dalla prima fila (P3) dopo il podio in Superpole Race, Bautista conquista subito la seconda posizione. Al terzo giro, nel tentativo di prendere la testa della gara, il pilota spagnolo commette un errore ed è costretto ad uscire di pista riuscendo però a contenere i danni. Bautista continua a spingere e riesce a prendersi la leadership che difende fino al 14° giro quando subisce l’attacco di Razgatlioglu concludendo comunque con un preziosissimo secondo posto che gli consente di andare alla pausa estiva come leader della classifica con 31 punti di vantaggio su Rea (Kawasaki).

La gara di Rinaldi (P4 in griglia) dura solo pochi giri nei quali, però, il pilota italiano dimostra di essere a suo agio con la Ducati Panigale V4R. L’errore alla prima chicane del terzo giro, commesso subito dopo un sorpasso in staccata su Rea, lo estromette dalla lotta per il podio.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“E’ stato un fine settimana molto positivo. Sapevamo che avremmo potuto incontrare delle difficoltà su un circuito dove non avevo mai girato con la Ducati. Inoltre non ero ancora al 100% dato che il problema alla mano non è stato ancora completamente risolto. Con il team, però, credo che abbiamo fatto un gran lavoro anche per adattarci alla scelta forzata delle gomme. La cosa importante era non commettere errori e credo che il bilancio sia molto buono”.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“E’ stato un weekend in cui abbiamo raccolto poco. Siamo stati protagonisti durante le prove e anche oggi le cose sembravano andare molto bene nei primi giri. Purtroppo ho fatto un errore nel tentativo di superare Rea. Se avessi gestito meglio la situazione sarei potuto tornare a casa con un podio. Ma queste sono le gare. In ogni caso è stato un weekend in cui ho imparato molto. A livello di velocità e di feeling con la moto sento di essere sulla direzione giusta”.   

  • WorldSSP

Nicolò Bulega sfiora in modo rocambolesco la prima vittoria nel Campionato del Mondo Supersport. Dopo essere stato in testa per 12 giri, il pilota italiano del team Aruba.it Racing WSSP subisce l’attacco di Baldassarri (Yamaha) alla fine del rettilineo. Qualche secondo più tardi viene esposta la bandiera rossa che di fatto mette fine alla gara.

Nicolò Bulega (Aruba.it Racing WSSP #11)
“E’ stata davvero una bella gara. Sono stato in testa per molti giri ed il feeling era molto buono. Peccato per non aver vinto ma credo che, anche se non fosse stata esposta la bandiera rossa, Baldassarri avesse nei giri finali un passo migliore rispetto al mio. Sono comunque felice per questo risultato, il migliore fin qui nella stagione. Ringrazio la squadra per il lavoro svolto in questi giorni”.

Alvaro Bautista celebra con una splendida vittoria il 1000° podio di Ducati in WorldSBK (di cui 212 conquistati dal team Aruba.it Racing – Ducati). La gara di Michael Rinaldi viene compromessa alla prima curva da una mossa aggressiva di Locatelli (Yamaha) che lo esclude fin da subito dalla lotta per il podio.

Partito dalla quarta posizione, Bautista gira terzo alla prima curva e si incolla a Razgatlioglu (Yamaha) e Rea (Kawasaki) che si danno battaglia fin dai primi giri. Il pilota spagnolo prende confidenza e al decimo giro compie un doppio sorpasso spettacolare per conquistare la testa della gara e chiudere con margine sotto la bandiera a scacchi.

Dopo la prima fila (P3) conquistata nella Superpole, Rinaldi è costretto a perdere 5 posizioni dopo un contatto con Locatelli. Il pilota italiano perde terreno dal gruppo di testa e si trova a combattere con Lowes (Kawasaki) per la settima posizione che conquista a 3 giri dal termine.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“Sono molto contento per questa vittoria. Abbiamo raggiunto un risultato storico per Ducati ed essere il pilota che ha conquistato il podio numero 1000 mi riempie di orgoglio. Averlo fatto con il primo posto è poi qualcosa di emozionante. Credo di aver fatto una gara attenta, ho trovato sempre più feeling, giro dopo giro, e la battaglia tra Johnny e Toprak nei primi giri, se devo essere sincero, mi ha aiutato a rimanere vicino a loro. Da metà gara le sensazioni erano davvero positive e ho provato ad attaccare. Adesso, però, grande concentrazione e tutte le energie rivolte a domani”.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Sono veramente molto arrabbiato per come sono andate le cose. Dopo la manovra incomprensibile che ha fatto nel giro di ricognizione, Locatelli mi ha spinto fuori alla prima curva ed ho dovuto perdere diverse posizioni. Da quel momento era difficile poter pensare di recuperare. E’ un vero peccato perché le sensazioni erano davvero positive. Domani proverò a partire ancora meglio di quanto ho fatto oggi così da evitare dei problemi”.

  • WorldSSP

Una gara difficilissima per Nicolò Bulega che dopo essere partito bene ed aver guadagnato la testa, è andato lungo alla prima curva ritrovandosi in ottava posizione. Il pilota italiano del team Aruba.it Racing WSSP è stato protagonista di una bella rimonta ma nell’ultimo giro, quando era in lotta per il podio, ha commesso un errore dovendosi accontentare della nona posizione finale.  

Nicolò Bulega (Aruba.it Racing WSSP #11)
“E’ stata una gara davvero molto difficile per me. Malgrado abbia perso posizioni nel primo giro, pensavo di essere comunque in grado di poter recuperare. Purtroppo però, ho perso molto tempo nel tentativo di superare il secondo gruppo. Soffriamo ancora troppo in fase di accelerazione mentre gli altri hanno la possibilità di fermare la moto e ripartire molto velocemente. Fin da Aragon stiamo combattendo contro questa situazione di svantaggio e spero che venga risolta presto in termini di regolamento”.  

Il Prosecco DOC Czech Round, sesta tappa della stagione 2022 di WorldSBK, inizia con indicazioni positive per il team Aruba.it Racing – Ducati. Sia nella FP1 che nelle FP2 Michael Rinaldi e Alvaro Bautista hanno girato in modo incisivo chiudendo le prove libere del venerdì rispettivamente in terza e quarta posizione nella classifica combinata. Entrambi i piloti hanno lavorato molto sia sul set up che sulle soluzioni di pneumatici in vista di Gara-1 e Gara-2 per le quali non sarà disponibile la gomma SCX.

Dopo il quarto posto nelle FP1, nel pomeriggio Rinaldi si è migliorato di quasi mezzo secondo chiudendo con il tempo di 1’31.820 e facendo registrare i migliori intertempi sia nel terzo che nel quarto settore.

Notevoli progressi anche per Bautista che dopo aver preso confidenza al mattino con il tracciato di Most sul quale non aveva mai girato con la Ducati Panigale V4R, nelle FP2 ha abbassato il suo tempo di quasi sette decimi (1’31.871) chiudendo a 51 millesimi dal compagno di squadra e 3 decimi dal miglior tempo di Razgatlioglu (Yamaha).  

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Sono soddisfatto perché fin dalla prima uscita delle FP1 il feeling è stato subito positivo. Purtroppo ho dovuto fare i conti con un paio di inconvenienti che, sia in FP1 che in FP2, ci hanno fatto perdere minuti preziosi. Ma sono cose che possono succedere. Alla fine siamo comunque terzi dopo il primo giorno di prove libere e le sensazioni sono positive. Dobbiamo mettere insieme tutti i pezzi per riuscire ad essere costanti in tutti i settori della pista”.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“Abbiamo sfruttato le FP1 principalmente per prendere confidenza con questa pista su cui non ho mai girato con la Ducati Panigale V4R. Abbiamo lavorato molto per cercare di capire quale possa essere la soluzione migliore per le gomme in vista delle due gare lunga ma ancora non abbiamo una risposta certa. E’ stato un venerdì molto diverso dagli altri ma alla fine credo che la base su cui possiamo continuare a lavorare sia abbastanza buona”.
 

  • WorldSSP

Per Nicolò Bulega e la Ducati Panigale V2 del team Aruba.Racing WSSP si è trattato di un esordio assoluto sul circuito di Most. Il pilota italiano, però, ha dimostrato di trovait rsi subito a suo agio sulla nuova pista girando con un passo gara convincente per chiudere poi le FP2 al secondo posto con il tempo di (1’35.032) a soli 80 millesimi di secondo da Aegerter (Yamaha).

Nicolò Bulega (Aruba.it Racing WSSP #11)
“Sono molto felice per come sono andate le cose oggi. Come è già successo altre volte, oggi era per me la prima volta con la moto da gara su questo circuito ed ho trovato subito un buon feeling. Forse abbiamo fatto un po’ di fatica all’inizio delle FP1 ma il team ha lavorato molto bene trovando un setup che mi ha consentito di trovare fiducia giro dopo giro”.

Dopo il round di Donington ed il travolgente World Ducati Week andato in scena a Misano, Alvaro BautistaMichael Rinaldi ed il team Aruba.it Racing – Ducati sono già arrivati a Most, in Repubblica Ceca, dove da domani mattina prenderà il via il Prosecco DOC Czech Round, sesta tappa della stagione 2022 di WorldSBK.

Alvaro Bautista arriva da leader della classifica (17 punti di vantaggio su Rea, Kawasaki) al weekend che rappresenta il giro di boa del Campionato del Mondo Superbike.

Reduce dal convincente round di Donington, Michael Rinaldi salirà in sella alla sua Ducati Panigale V4R con l’obiettivo di ridurre ulteriormente il gap dal quarto posto in classifica (5 punti).

Per Alvaro Bautista e Michael Rinaldi anche l’ulteriore stimolo di un traguardo di grande prestigio come quello rappresentato dal 1000° podio per Ducati (attualmente sono 999) nel Campionato del Mondo Superbike.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“Sarà per me la prima volta su questo circuito con la Ducati Panigale V4R. Per questo motivo sarà molto importante trovare subito la giusta direzione in termini di setup ed allo stesso tempo iniziare a lavorare sulle diverse soluzioni di gomme. C’è comunque grande fiducia anche alla luce della bella gara che abbiamo fatto domenica dopo Gara-1”.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Arriviamo a Most dopo il buon weekend di Donington in cui il feeling con la moto è stato molto buono, Non vedo l’ora, quindi, di andare in pista per cercare subito le stesse sensazioni. Sento di essere in un buon momento di forma e la chimica con il team e con la moto è quella giusta. Credo che questo possa essere per noi un weekend importante e non posso nascondere che l’obiettivo sia quello di lottare sempre per il podio”.
 

  • WorldSSP


Così come è successo a Donington, per Nicolò Bulega e la Ducati Panigale V2 del team Aruba.it Racing WSSP, quello sul circuito di Most sarà un esordio assoluto anche se il pilota italiano ha avuto comunque la possibilità di familiarizzare con il circuito qualche settimana fa.  

Nicolò Bulega (Aruba.it Racing WSSP #11)
“Sono molto felice di correre su questo circuito che ho avuto la possibilità di conoscere un mese fa. Un circuito corto ma molto divertente nel quale spero di poter essere competitivo come lo siamo stati a Donington in tutto il weekend. Spero che anche la moto possa adattarsi bene a questo circuito. Non vedo l’ora di entrare in pista”.

Alvaro Bautista e Michael Rinaldi reagiscono alla grande alle difficoltà del sabato regalando al team Aruba.it Racing – Ducati due preziosi risultati nella gara-2 della domenica. 

Dopo il quarto posto nella Superpole Race, il pilota spagnolo si incolla subito al duo di testa formato da Razgatlioglu (Yamaha) e Rea (Kawasaki). A quattro giri dalla fine, Bautista attacca Rea per conquistare la seconda posizione e chiudere il weekend del Pirelli DOC UK Round con 17 punti di vantaggio nella classifica del campionato del mondo Superbike. 

Una gara estremamente convincente per Michael Rinaldi. Partito dalla sesta posizione, il pilota italiano è subito incisivo ed il suo passo gara gli consente di superare Redding (BMW) al tredicesimo giro per chiudere in quarta posizione. Con questo risultato Rinaldi si porta a 5 punti dal quarto posto nella classifica WorldSBK

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“Malgrado la caduta di gara-1 credo che sia stato un weekend molto positivo perché conoscevamo le difficoltà che avremmo potuto incontrare su questa pista. Non è stata una gara facile quella di oggi, soprattutto per il dolore alla mano dopo la caduta. Ma ho stretto i denti e sono riuscito a rimanere vicino a Toprak e Johnny per poi conquistare anche la seconda posizione. Non vedo l’ora di essere a Most su un circuito che credo possa essere più adatto alle nostre caratteristiche”. 

Michael Rinaldi  (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Sono molto contento di questo weekend. Ieri abbiamo perso l’occasione di centrare il podio a causa di un inconveniente che abbiamo avuto durante la gara. Il passo, però, è sempre stato molto incisivo e questo è ciò che ci serve. Oggi abbiamo fatto una discreta Superpole Race e in Gara-2 ho spinto al massimo. Potrei direi che questa sia stata la gara più dura della mia carriera e per questo motivo sono molto soddisfatto del risultato finale. Voglio ringraziare tutta la squadra per il lavoro fatto in questi giorni”.  
 

  • WorldSSP

Nicolò Bulega parte alla grande e al primo giro conquista già la testa. Il pilota del team Aruba.it Racing WSSP rimane al comando fino al 16° giro ma non può difendersi dall’attacco finale di Aegerter (Yamaha) e Baldassarri (Yamaha) chiudendo comunque con un podio estremamente positivo. 

Nicolò Bulega (Aruba.it Racing WSSP #11)
“Sono molto contento per come sono andate le cose in questo weekend. Siamo stati sempre molto competitivi e questo è un dato molto importante soprattutto su un circuito dove non avevamo mai corso. Mi dispiace per l’errore di ieri e per questo sono felice di aver regalato alla squadra questo bel podio”.

Sabato difficile per il team Aruba.it Racing – Ducati sul circuito di Donington. Race-1 del Prosecco DOC UK Round si chiude con il sesto posto di Michael Rinaldi e la prima caduta della stagione per Alvaro Bautista.

Partito dalla quinta posizione il pilota spagnolo è protagonista di un grande inizio gara e già nel primo giro si inserisce nel gruppo del podio. Il passo di Razgatlioglu (Yamaha) è più incisivo e gli consente di andare via mentre Bautista e Rea (Kawasaki) ingaggiano un duello spettacolare per la seconda posizione. A sette giri dalla fine Bautista sembra poter prendere un po’ di margine ma alla curva 12 perde l’anteriore e cade.

Michael Rinaldi (sesto in qualifica) dopo una buona partenza non riesce a stare con i primi e viene risucchiato dal secondo gruppo. Il passo gara è comunque incisivo e gli consente di superare Lecuona (Honda) per la settimana posizione per poi chiudere al sesto posto.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“E’ un peccato perché avevamo tutte le chance per stare con il gruppo del podio fino alla fine. Purtroppo durante la gara ho avuto due inconvenienti di diversa natura che non mi hanno consentito di tenere il passo gara che avevo avuto durante le prove. Ho preferito quindi terminare la gara senza prendere dei rischi inutili. Adesso analizzeremo i dati per risolvere i problemi che abbiamo avuto. Rimango comunque fiducioso per le due gare di domani”.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“Mi dispiace molto per la caduta ma devo dire che si è trattato di una cosa improvvisa. Il feeling era buono e non mi sentivo al limite. Purtroppo ho commesso un piccolo errore anche a causa delle numerose buche presenti sul circuito specialmente in quella curva. Sono cose che possono succedere ma certo questa caduta non cambia il mio approccio e non scalfisce la nostra fiducia in vista delle gare di domani”.
 

  • WorldSSP

La gara della WorldSSP è stata caratterizzata da due partenze a causa di un incidente che ha costretto la Race Direction ad esporre la bandiera rossa. Dopo essere partito alla grande ed aver conquistato la testa (con margine) nella prima partenza, al secondo start Nicolò Bulega impiega due giri per riconquistare la leadership ma cade alla fine del secondo giro alla curva 11.

Nicolò Bulega (Aruba.it Racing WSSP #11)
“C’è poco da dire: ho commesso un errore e chiedo scusa al team. Avevo sensazioni molto buone ma sono caduto in modo banale. Non vedo l’ora di tornare in pista domani per regalare una bella soddisfazione a tutta la squadra e dimenticare subito questa giornata”.      

Le prove libere del Prosecco DOC UK Round si concludono con Alvaro Bautista e Michael Rinaldi rispettivamente in quinta e sesta posizione.

E’ stato un venerdì positivo sul circuito di Donington Park con i due piloti del team Aruba.it Racing – Ducati che hanno lavorato intensamente sulle Ducati Panigale V4R per raccogliere informazioni utili in vista delle gare di domani e di domenica.
Dopo il terzo posto nelle FP1, Rinaldi ha chiuso in sesta posizione (1’27.735) con un distacco di 719 millesimi dal miglior tempo di giornata fatto registrare da Rea (Kawasaki) e a meno di due decimi dal secondo posto di Razgatlioglu (Yamaha).

Alvaro Bautista ha lavorato sui dettagli provando anche alcune soluzioni di gomme e chiudendo entrambe le sessioni in quinta posizione con il miglior tempo di 1’27.730.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“E’ stata una giornata molto positiva in cui abbiamo fatto meglio di quanto ci aspettavamo. E’ chiaro: dobbiamo ancora sistemare alcuni dettagli per avvicinarci a Rea che al momento sembra essere un gradino sopra a tutti. Sono però molto soddisfatto delle sensazioni che ho provato oggi e credo che ci siano tutti i presupposti per fare domattina un passo in avanti e  metterci nelle condizioni di poter lottare per il podio”.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Sono soddisfatto perché abbiamo fatto davvero un buon lavoro. Il feeling con la moto è buono e questo conferma il fatto che da Misano abbiamo intrapreso la direzione giusta. L’obiettivo di oggi era quello di non fare troppe modifiche alla moto e le buone sensazioni delle FP1 ci hanno aiutato in questo senso. Manca ancora qualcosa per essere al top ma credo che stiamo lavorando bene”.

  • WorldSSP

Venerdì molto positivo per Nicolò Bulega che ha girato per la prima volta con la Ducati Panigale V2 sul circuito di Donington chiudendo al terzo posto (1’31.164) a due decimi dal miglior tempo di giornata realizzato da Aegerter (Yamaha).

Nicolò Bulega (Aruba.it Racing WSSP #11)
“Sono contento per la giornata di oggi. Soprattutto nelle FP2 abbiamo migliorato molto il feeling con la moto. Del resto questa è stata per me la prima volta a Donington con la moto da gara. Malgrado questo mi sono trovato subito a mio agio. Le sensazioni sono buone e credo che possiamo fare un bel weekend”.
Le prove libere del Prosecco UK Round si concludono con Alvaro Bautista e Michael Rinaldi rispettivamente in quinta e sesta posizione.

Dopo tre settimane di sosta, il paddock di WorldSBK è di nuovo in fermento per preparare il quinto round della stagione 2022 che andrà in scena sul pittoresco circuito di Donington, vicino a Londra (Gran Bretagna).

Reduci dallo strepitoso weekend di Misano, Alvaro Bautista e Michael Rinaldi vogliono essere ancora protagonisti nel Prosecco Doc UK Round che prenderà il via domani alle 10.30 locali (11.30 CEST) con le prime prove libere.
Gara-1 è prevista per sabato alle 14.00 (15.00 CEST) mentre domenica andranno scena la Superpole Race (11.00 CEST) e Gara-2 (15.00 CEST)

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“Non voglio parlare di aspettative o obiettivi. Vogliamo solo iniziare bene fin da venerdì su una pista in cui tre anni fa con la mia Ducati Panigale V4R ho fatto un po’ di fatica. Adesso però la situazione è differente: conosco le gomme e la moto, che ha fatto un notevole step in avanti rispetto a quella del 2019. Voglio solo pensare ad ottenere il miglior risultato possibile, anche con l’idea di divertirmi, senza pensare alle difficoltà che questo circuito ci può presentare”.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Il weekend di Misano, e anche il successivo test, ci ha regalato grandi soddisfazioni e la voglia di dare continuità a quei risultati è grande. Sono certo di poter essere competitivo anche se quello di Donington non è storicamente uno dei circuiti migliori per noi. Siamo, però, in un mood positivo ed anche questa convinzione può aiutarci a lottare per il podio. Arriviamo in Inghilterra concentrati e allenati e non vedo l’ora di cominciare”

  • WorldSSP

Per Nicolò Bulega e la Ducati Panigale V2 del team Aruba.it Racing WSSP sarà un vero e proprio esordio sul circuito di Donington.

Nicolò Bulega (Aruba.it Racing WSSP #11)
“Ho avuto la possibilità di girare per la prima volta su questo circuito qualche settiman fa e devo ammettere che il primo impatto è stato positivo. La pista mi è piaciuta: è molto tecnica e spero che si possa adattare bene al mio stile di guida. Veniamo da un periodo positivo in cui abbiamo fatto delle belle gare. Anche a Misano le sensazioni sono state molto buone. Per questo siamo molto determinati e convinti di poter fare un bel weekend”.

Il team Aruba.it Racing – Ducati è lieto di annunciare il prolungamento del contratto di Alvaro Bautista che guiderà la Ducati Panigale V4R ufficiale anche nella stagione 2023 del campionato del Mondo Superbike.

Dopo essersi laureato nel 2006 Campione del Mondo della classe 125cc ottenendo 8 vittorie e 14 podi in totale, nelle tre stagioni successive Alvaro Bautista partecipa al campionato mondiale 250cc conquistando 8 successi e 24 podi complessivi.

Il pilota spagnolo – nato a Talavera de la Reina (Toledo, Spagna) il 21 novembre 1984 – approda in MotoGP nel 2010 (ottenendo tre podi tra il 2012 ed il 2014) per poi salire in sella alla Ducati Desmosedici GP nelle stagioni 2017 e 2018.

Nel suo esordio in WordSBK (2019) con la Paginale V4R del team Aruba.it Racing – Ducati ottiene 16 vittorie (24 podi in totale) chiudendo al secondo posto nella classifica del campionato.

Dopo due anni disputati con un’altra casa costruttrice, Bautista torna a far parte del team Aruba.it Racing – Ducati all’inizio della stagione 2022. Con quattro round su dodici già disputati, il pilota spagnolo è attualmente leader della classifica del Campionato del Mondo Superbike con 220 punti, 36 di vantaggio sul primo degli inseguitori.  

Stefano Cecconi (Team Principal, Aruba.it Racing – Ducati)
“Ho sempre creduto in Alvaro dal punto di vista sportivo ed abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto personale anche quando le nostre strade si sono temporaneamente divise. Quando abbiamo deciso di puntare nuovamente su di lui la scorsa estate, qualcuno ha definito questa mossa come una scommessa molto rischiosa, ma c’era la convinzione da entrambe le parti di aver fatto la scelta giusta ed i risultati ottenuti fino a questo momento ce lo stanno confermando e ci rendono felici. Anche per questo motivo siamo lieti di proseguire il nostro rapporto con Alvaro almeno per un altro anno. Oggi vogliamo fare un piccolo strappo alla regola e brindare al suo rinnovo, ma già da domani torneremo al lavoro per prepararci al meglio per le prossime gare. La stagione è ancora lunga e sappiamo bene che non ci possiamo permettere di abbassare la guardia”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale, Ducati Corse)
“Siamo molto contenti di poter continuare insieme a Bautista anche nel 2023. Come era già accaduto nel 2019, Alvaro è stato subito competitivo con la nostra moto a partire dai test invernali e, non a caso, sta conducendo ora una bellissima stagione, lottando con intelligenza per il titolo mondiale. È un pilota preciso, con il quale è semplice lavorare: ha uno stile di guida fantastico che lo rende piacevole da guardare in TV, ma soprattutto gli permette di sfruttare appieno il potenziale della nostra Panigale V4 R. Siamo convinti che insieme potremo ottenere numerosi traguardi importanti”.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati #19)
“Sono molto felice di poter rimanere un anno ancora con il team Aruba.it Racing – Ducati che rappresenta per me una famiglia. Mi sono sempre trovato bene in questa squadra e da quando sono tornato, le sensazioni state ancor più positive rispetto alla stagione 2019. Quando una cosa funziona così bene, possiamo solo continuare a lavorare, guardando avanti. Sento di essere ancora al top, sento che posso dare ancora molto. Fisicamente e mentalmente credo che questo sia il momento migliore della mia carriera. Sono inoltre molto contento di continuare a lavorare con Ducati, una fabbrica molto importante, molto tecnologica, sempre alla ricerca dello sviluppo: essere parte di questo progetto, di questa squadra è qualcosa di incredibile a livello personale”.  

E’ stato un weekend fantastico per il team Aruba.it Racing – Ducati. Dopo la spettacolare Gara-1 del sabato, Alvaro Bautista e Michael Rinaldi si ripetono anche nella domenica del Pirelli Emilia Romagna Round festeggiando sul podio davanti ad una folla di tifosi.

Dopo il secondo posto nella Superpole Race vinta da Razgatlioglu (Yamaha), Bautista ottiene il secondo successo del weekend al termine di una gara emozionante. Il feeling del pilota spagnolo con la Ducati Panigale V4R è evidente e gli consente di prendere la testa di Gara-2 dopo pochi giri ed una bella battaglia con Toprak per chiudere con ampio margine sotto la bandiera a scacchi.

Michael Rinaldi – costretto a partire dalla decima casella della griglia dopo una difficile SuperPole Race – è protagonista di un primo giro sensazionale nel quale riesce a recuperare sei posizioni. Al quarto giro il pilota italiano attacca Rea (Kawasaki) per poi difendere agevolmente la terza posizione ed il secondo podio del weekend.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducato #19)
“E’ stato un fine settimana davvero entusiasmante. Il feeling con la mia Ducati è stato eccellente fin da venerdì anche se, se devo essere onesto, questa mattina nella SuperPole Race abbiamo incontrato qualche difficoltà. La squadra ha fatto un grande lavoro e in Gara-2 mi sono sentito subito a mio agio. La corsa per il titolo di Campione del Mondo? Non mi interessa la classifica, non mi interessano i punti di vantaggio. Mi interessa soltanto avere la sensazione di essere sulla strada giusta. Sono molto contento di aver regalato delle emozioni ai tifosi Ducatisti. Dobbiamo continuare così”.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Sono molto felice. Quello di ieri è stato forse un podio inaspettato. In Gara-2, invece, le sensazioni sono state molto buone. Nella Superpole Race abbiamo avuto un problema che non mi ha permesso di essere competitivo costringendomi a partire dalla decima posizione della griglia. Sentivo però di avere un buon feeling, sono partito bene sapendo di avere tutte le carte in regola per poter arrivare davanti. Dedico questo risultato alla mia squadra a tutti ai tanti tifosi italiani che mi hanno supportato e soprattutto alla mia famiglia”.  

  • WorldSSP

Così come in Gara-1, Nicolò Bulega riesce a prendere il comando della gara alla prima curva. Il pilota italiano, però, commette un errore a metà del primo giro ritrovandosi in settima posizione. La sua rimonta è incisiva e già a metà gara riesce a tornare in zona podio. Il distacco da Aegerter e Baldassarri, però, è troppo ampio per essere colmato.

Nicolò Bulega (Aruba.it Racing WorldSSP)
“Sono felice perché un podio è sempre un gran risultato, soprattutto davanti a tanti tifosi. Peccato per l’errore che ho commesso nel primo giro quando ho inavvertitamente inserito il folle. Sono andato lungo e da primo mi sono ritrovato settimo. Ho fatto una bella rimonta, anche con il giro veloce ma ovviamente i primi due hanno preso un vantaggio troppo ampio. Siamo stati comunque veloci per tutto il weekend e questo significa che stiamo andando nella giusta direzione”.