Archivio per la categoria ‘Ducati Motogp’

Dopo una breve pausa di quasi due settimane, il Ducati Team torna in pista questo weekend per il Gran Premio della Repubblica Ceca. Ad ospitare il terzo appuntamento della stagione 2020 MotoGP sarà ancora una volta lo storico circuito di Brno, presente in calendario dal 1987 (ad eccezione del 1992). Dalla sua inaugurazione, il tracciato non ha mai subito modifiche di layout e ha visto trionfare Ducati in ben tre occasioni, l’ultima nel 2018 con Andrea Dovizioso, che ottenne la vittoria davanti al compagno di squadra Jorge Lorenzo.

Il pilota di Forlì, attualmente terzo in campionato con 26 punti, vanta inoltre un totale di sei podi all’attivo a Brno, compreso il secondo posto conquistato nel 2019 sul bagnato. Quest’anno Dovizioso punterà a lottare per la vittoria sul tracciato ceco, cercando di sfruttare al massimo le condizioni favorevoli della pista.

Anche Petrucci (14esimo in campionato con 7 punti) è determinato a ritornare a lottare per le posizioni alte della classifica, dopo la scivolata nel GP di Andalusia che lo ha costretto al ritiro in gara. Il pilota ternano è sempre giunto al traguardo di Brno nelle prime dieci posizioni da quando corre con Ducati ed ha come suo miglior piazzamento il sesto posto ottenuto nel 2018 con il Pramac Racing Team.

Dopo i primi due gran premi della stagione 2020, Ducati è seconda nella classifica costruttori con 26 punti, mentre il Ducati Team è terzo nella classifica squadre con 33 punti.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 3º (26 punti)
“Ci voleva questa settimana di riposo per recuperare, prima di tre weekend di gara consecutivi che saranno sicuramente molto impegnativi per tutti. Brno è una pista che ci permetterà di sfruttare i punti forti della nostra Desmosedici, ma questo non basta perché dovremo partire subito forte fin dalle libere del venerdì. A Jerez abbiamo lavorato bene, migliorando giorno dopo giorno e ora dobbiamo solo consolidare nelle prossime tre gare tutto ciò che abbiamo appreso finora. Inoltre non dovrebbe far così caldo come nei due GP di Jerez e credo che anche questo potrà essere a nostro favore. Ho delle grandi aspettative da questo GP”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 14º (7 punti)
“Dopo Jerez, questi tre GP potranno essere fondamentali per capire se riusciremo ad essere competitivi su tutti i circuiti. Non vedo l’ora che arrivi la prossima gara di Brno per eliminare quella sensazione spiacevole lasciata dalla caduta di Jerez. Tutte le informazioni assimilate nelle prime due gare ci serviranno per poter iniziare bene questo fine settimana con alcuni aspetti già chiari. Fisicamente mi sento bene e sono fiducioso di poter ottenere un buon risultato”.

Il Ducati Team scenderà in pista a Brno venerdì 7 agosto a partire dalle ore 09:55 locali (GMT +2.00) per la prima sessione di prove libere.

Andrea Dovizioso ha chiuso al sesto posto il Gran Premio di Andalusia, disputatosi oggi sul circuito di Jerez de la Frontera. Il pilota del Ducati Team, che scattava dalla quattordicesima posizione in griglia, ha recuperato subito diverse posizioni nelle fasi iniziali, transitando al nono posto già alla terza tornata.

Mentre diversi altri piloti sono stati costretti al ritiro in un GP reso difficile dalle alte temperature, il forlivese ha gestito la situazione, evitando errori che potessero compromettere la sua gara. Sesto a pochi giri dal termine, Andrea ha conservato la posizione fino alla fine, aggiudicandosi punti importanti in ottica campionato.

Gara sfortunata per il suo compagno di squadra Danilo Petrucci. Il pilota ternano, che partiva dall’undicesima posizione in griglia, era nono alle spalle di Dovizioso quando una scivolata alla curva due, a quattordici giri dal termine, ha messo fine alla sua prova.

Dopo i primi due appuntamenti della stagione MotoGP 2020, Dovizioso è terzo in classifica generale a 24 punti dal primo, mentre Petrucci è in quattordicesima posizione. Nella classifica costruttori Ducati si trova al secondo posto, e il Ducati Team occupa la terza posizione nella classifica riservata alle squadre.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 6°
“Sono state due settimane piuttosto difficili per noi qui a Jerez, ma il lato positivo è che ci hanno permesso di raccogliere informazioni molto importanti sulle quali potremo lavorare per il futuro. Questa mattina ero riuscito a trovare un buon ritmo nel warm-up, ma le condizioni oggi pomeriggio erano molto diverse. Inoltre in gara ho avuto un problema che non avevo mai riscontrato durante i giorni precedenti: in centro curva, appena lasciavo andare i freni, non sentivo più l’anteriore ed è stato così fin dai primi giri. Per questo non ho potuto forzare troppo e ho preferito restare nella posizione in cui mi trovavo senza prendere rischi. Sicuramente se fossi partito più avanti, avrei potuto fare di più. Ora dovremo essere bravi ad interpretare tutti gli input raccolti in queste due settimane e prepararci al meglio per la gara di Brno”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – Ritirato
“Sono davvero dispiaciuto per come è andata la gara di oggi, perché credo che avremmo potuto ottenere un buon risultato. Non mi aspettavo questa caduta anche perché non stavo facendo una manovra azzardata: probabilmente le gomme erano già usurate e ho osato troppo. Stavo seguendo Dovizioso, quando improvvisamente sono scivolato alla curva due. Ora il mio obiettivo è quello di tornare a lottare per le prime posizioni e spero di poterlo fare già dalla prossima gara, su una pista un po’ più favorevole alle caratteristiche della nostra Ducati”.

Il Ducati Team tornerà in pista fra due settimane, dal 7 al 9 agosto 2020 per il Gran Premio della Repubblica Ceca, che si disputerà sull’Autodromo di Brno.

I due piloti del Ducati Team sono tornati in azione oggi sul circuito di Jerez de la Frontera per disputare le due sessioni di prove e le qualifiche del Gran Premio di Andalusia.

Dopo aver segnato il sesto miglior tempo nelle FP3 del mattino, ottenendo l’accesso diretto alla Q2, Petrucci non è riuscito ad essere altrettanto veloce nel pomeriggio ed ha chiuso le qualifiche in undicesima posizione con il tempo di 1:37.906, per cui domani partirà per la gara dalla quarta fila.

Giornata complicata per il compagno di squadra Andrea Dovizioso, costretto ad affrontare il turno di Q1 dopo aver terminato la FP3 con il quattordicesimo tempo. Il pilota romagnolo ha chiuso al quarto posto la Q1 con il crono di 1:37.656, mancando di soli 12 millesimi l’accesso alla Q2, e scatterà dalla quinta fila dello schieramento di partenza domani, con il quattordicesimo tempo.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:37.906 (11°)
“Non sono particolarmente contento del risultato che ho ottenuto oggi nelle qualifiche. Questa mattina nella FP3 ero riuscito a segnare un buon tempo, mentre oggi pomeriggio sia in FP4 che in Q2 non sono riuscito a trovare le giuste condizioni per poter fare un buon giro. Sicuramente l’undicesima posizione non era quella che volevo. Domani sarà importante riuscire a partire bene per provare a fare una buona gara”.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:37.656 (14°)
“Sono stati due giorni piuttosto strani. Abbiamo lavorato molto basandoci sui dati raccolti la settimana scorsa e questo ci ha permesso di migliorare molto il feeling con la moto ed essere più costanti come ritmo di gara. Purtroppo non siamo ancora abbastanza veloci ed oggi non siamo riusciti ad entrare in Q2. Essere così indietro sulla griglia potrebbe essere un limite per la gara, ma con una buona partenza potremo puntare ad ottenere un buon risultato e portare a casa il maggior numero di punti in ottica campionato”.

I piloti del Ducati Team torneranno in pista domani, domenica 26 luglio, alle ore 9:20 locali per il warm up che precederà la gara, prevista per le ore 14:00 locali sulla distanza di 25 giri.

Il Ducati Team è tornato in pista oggi a Jerez de la Frontera per il secondo Gran Premio del Campionato Mondiale MotoGP 2020, che si correrà nuovamente questa domenica sul circuito andaluso.
Dopo i riscontri raccolti la settimana scorsa su questo stesso tracciato nel primo appuntamento della stagione, Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci hanno dedicato le due sessioni di prove di oggi per lavorare sul set-up delle loro Desmosedici GP 20 con l’obiettivo di migliorarne la competitività per la gara di domenica.

In una giornata caratterizzata ancora una volta da cielo sereno e temperature dell’asfalto molto elevate, Dovizioso ha chiuso le due sessioni con il decimo tempo complessivo in 1:37.739 ottenuto nelle FP1 del mattino. Oggi il pilota forlivese ha lavorato su diverse configurazioni di setup con l’obiettivo di migliorare le prestazioni della sua moto soprattutto a centro curva.

Dopo avere sofferto tutto lo scorso fine settimana per i postumi della sua caduta nei test pre-gara, Danilo Petrucci oggi è tornato in azione al pieno della sua forma fisica e si è concentrato nel cercare di migliorare il suo feeling con la Desmosedici GP. Il pilota di Terni ha chiuso la giornata con il sedicesimo tempo complessivo in 1:37.997, a meno di un secondo dal primo e a soli 258 millesimi dal compagno di squadra.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:37.739 (10°)
“Sono soddisfatto di questa prima giornata di lavoro. Siamo riusciti a migliorare molto il mio feeling soprattutto in frenata e in inserimento di curva, ma ancora non riesco ad essere fluido come vorrei in uscita. Guardando i tempi si vede che anche i nostri avversari sono riusciti a fare dei passi avanti rispetto allo scorso weekend, perciò sarà prioritario continuare a migliorare e trovare un buon ritmo per la gara. Domani sarà molto importante fare una buona qualifica per riuscire a partire dalle prime file in gara”. 

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:37.997 (16°)
“Purtroppo con questo caldo riuscire a migliorare i tempi nel pomeriggio è sempre molto complicato. Le mie sensazioni stanno migliorando pian piano, ma oggi ho faticato soprattutto a curvare e su questo aspetto dovremo quindi lavorare ancora. Il turno di domani mattina sarà fondamentale perché riuscire ad entrare in Q2 può davvero fare la differenza in vista della gara. Il mio obiettivo ora è riuscire ad essere subito veloce in FP3 e ottenere un buon risultato in qualifica”.

I piloti del Ducati Team scenderanno in pista domani mattina, sabato 25 luglio, alle ore 9:55 locali per la terza sessione di prove libere che precederà le qualifiche ufficiali, dopo la FP4, a partire dalle ore 14:10 locali (GMT +2.00).

A meno di una settimana dal Gran Premio di Spagna, che si è disputato domenica scorsa sul circuito di Jerez de la Frontera, il Ducati Team torna in pista ancora una volta sul tracciato spagnolo per il secondo appuntamento del Campionato Mondiale MotoGP 2020, il Gran Premio di Andalusia.

Il terzo posto di Andrea Dovizioso domenica scorsa (miglior risultato del forlivese in MotoGP a Jerez) ha portato a quota cinque i terzi posti ottenuti da Ducati sul circuito spagnolo, mentre l’unica vittoria e pole position della casa di Borgo Panigale in Andalusia risalgono rispettivamente al 2006 e 2003, entrambe con Loris Capirossi.

Dopo il podio del forlivese e il nono posto di Danilo Petrucci, la squadra italiana è pronta ad affrontare un altro fine settimana impegnativo, con condizioni in pista molto simili, e la temperatura dell’asfalto che potrebbe nuovamente superare i 50 gradi. Grazie ai dati raccolti domenica scorsa in gara, Dovizioso è fiducioso di poter migliorare la sua prestazione e punta ad un altro risultato importante nel secondo Gran Premio della stagione.

Danilo Petrucci, che lo scorso weekend è stato protagonista di una gara sofferta a causa dei postumi del brutto incidente nei test pre-gara, torna in pista con l’obiettivo di riscattarsi. Il pilota di Terni, che vanta come suo miglior risultato a Jerez un quarto posto ottenuto nel 2018 con il Pramac Racing Team, domenica è fiducioso di poter lottare per le prime cinque posizioni.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 3° (16 punti)
“Dopo un fine settimana di gara così intenso, ho approfittato di questi giorni per proseguire la mia riabilitazione post-intervento alla clavicola. Il risultato di domenica scorsa è stato decisamente buono, e siamo riusciti ad avere riscontri positivi dal primo Gran Premio dell’anno. Arriviamo alla seconda gara pronti e, soprattutto, conoscendo meglio gli aspetti che dovremo migliorare per ottenere maggiore velocità. Sarà importante proseguire il lavoro in questo modo, continuando ad accumulare il massimo dei punti senza commettere errori. Le temperature saranno ancora una volta molto elevate e la gara sarà dura fisicamente. Ne approfitto per augurare a Marc, Alex e Cal una pronta guarigione. Spero di rivederli presto in pista”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 9° (7 punti)
“Non vedo l’ora di poter correre nuovamente a Jerez. Dopo gli ultimi due giorni di riposo mi sento molto meglio: sono riuscito a risolvere il problema allo stomaco e anche a livello muscolare il collo sta bene. So che abbiamo il potenziale per poter lottare per le posizioni che contano: Dovizioso, Miller e Bagnaia lo hanno dimostrato, perciò il mio obiettivo per questa gara sarà quello di stare nei primi cinque. Anche se non è un tracciato ideale per la nostra moto, sono sicuro che senza problemi fisici riuscirò a migliorare la mia prestazione. Spero anche che Marc, Alex e Cal riescano a recuperare bene dai loro infortuni e a tornare in pista molto presto”.

Il Ducati Team scenderà in pista venerdì 24 luglio per la prima sessione di prove libere alle ore 9:55 locali (GMT +2.00)

Andrea Dovizioso è salito sul terzo gradino del podio a Jerez de la Frontera, teatro questo fine settimana del Gran Premio di Spagna. In un GP estremamente impegnativo, che ha messo a dura prova moto e piloti a causa delle temperature molto elevate, il pilota del Ducati Team ha saputo gestire al meglio la sua strategia di gara.

Scattato dalla terza fila, Dovizioso si è portato in quinta posizione dopo poche tornate, girando fin da subito con un ritmo costante. Quarto fino a pochi giri dal termine, il pilota forlivese è riuscito a difendersi dagli attacchi di Morbidelli e Pol Espargaro e poi a ricucire il distacco su Jack Miller, sferrando l’attacco decisivo al pilota australiano del Pramac Racing team a due giri dalla bandiera scacchi, conquistando così il terzo gradino del podio.

Il terzo posto conquistato oggi a Jerez rappresenta per Dovizioso il suo miglior risultato nella classe regina sul tracciato andaluso, mentre per Ducati si tratta del quinto terzo posto conquistato sul circuito di Jerez.

Danilo Petrucci, non ancora al 100% a causa dei dolori al collo e alla schiena dopo la caduta di mercoledì scorso, ha comunque concluso con una top ten un fine settimana complicato, ottenendo il nono posto finale.
Al termine del primo Gran Premio della stagione 2020 MotoGP, Ducati occupa la seconda posizione nella classifica costruttori, mentre il Ducati Team è secondo nella classifica riservata alle squadre.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 3°
“Questo podio per me è quasi come una vittoria. È stata una gara davvero difficile e non pensavo di poter ottenere questo risultato, ma fortunatamente non ho mai mollato fino alla fine e sono riuscito a non commettere errori. Nel warm up di questa mattina il team ha fatto davvero un grande lavoro, riuscendo a migliorare il mio feeling con la Desmosedici GP e dandomi la possibilità di essere costante oggi in gara. Purtroppo non mi sentivo però ancora completamente a mio agio e, soprattutto, mi mancava velocità. Sicuramente, grazie al feedback di questa gara, riusciremo ad essere più competitivi nel prossimo GP, che si correrà nuovamente qui a Jerez domenica prossima”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 9°
“E’ stato davvero un GP difficilissimo per me. Oltre ai dolori al collo, sto soffrendo anche per dei problemi allo stomaco dovuti probabilmente agli antidolorifici che ho assunto in questi giorni e oggi non ero davvero nelle condizioni per poter fare di più. In gara ho cercato di tener duro e sono riuscito ad ottenere un risultato nella top ten. Spero di poter recuperare fisicamente al 100% per il prossimo fine settimana. Sono fiducioso di avere il potenziale per poter stare con le altre Ducati e lottare per le prime cinque posizioni”.

Il Ducati Team tornerà nuovamente in pista la prossima settimana sul Circuito de Jerez – Ángel Nieto per il Gran Premio di Andalusia, dal 24 al 26 luglio 2020.

Andrea Dovizioso scatterà dalla terza fila nel primo Gran Premio della stagione MotoGP 2020, in programma domani alle ore 14:00 sul circuito andaluso di Jerez de la Frontera. Il pilota del Ducati Team, che era riuscito ad accedere direttamente alla Q2 grazie al decimo tempo ottenuto negli ultimi minuti della FP3 al mattino, ha ottenuto l’ottavo tempo in qualifica, girando in 1:37.535. 

Più difficile la giornata del suo compagno di squadra Danilo Petrucci, ancora sofferente ai muscoli del collo dopo la caduta di mercoledì nei test pre-gara. Il pilota di Terni oggi è riuscito a ritrovare un buon feeling con la sua Desmosedici GP ma nel turno di FP3 di questa mattina non è riuscito ad andare oltre il tredicesimo tempo. Costretto a prender parte alla Q1 questo pomeriggio, Danilo ha ottenuto il quarto tempo in 1:37.423 senza riuscire ad accedere alla Q2, e quindi partirà in quinta fila nella gara di domani.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:37.535 (8°)
“Oggi per me è stato difficile riuscire a restare nelle prime posizioni durante le FP3 e in qualifica. Peccato, perché speravo di poter partire dalla prima o dalla seconda fila, e invece scatteremo dall’ottava posizione, in terza fila. Abbiamo un buon passo gara, ma al momento non sono ancora del tutto soddisfatto del mio feeling con la moto. Ci stiamo lavorando e speriamo di riuscire a migliorare in tempo per domani. Sarà importante riuscire a restare da subito nelle prime posizioni e sono sicuro che abbiamo il potenziale per poter fare una bella gara”.

 Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:37.423 (14°)
“E’ stata una giornata piuttosto difficile. Purtroppo questa notte ho faticato molto a dormire a causa dei dolori al collo e gli antidolorifici mi stanno debilitando molto. Nonostante ciò, sono contento di essere riuscito a ritrovare il feeling con la moto e di aver fatto dei passi avanti rispetto alla giornata di ieri. Il mio tempo in qualifica è stato buono e, se fossi riuscito ad entrare direttamente in Q2, con quel crono avrei ottenuto la quinta posizione in griglia. Ora però dobbiamo concentrarci sulla gara di domani. Sarà molto difficile per me, ma sono convinto di avere il potenziale per poter fare bene. Spero solo di sentirmi meglio fisicamente!”

I piloti del Ducati Team torneranno in pista domani, domenica 19 luglio, alle ore 9:20 locali per venti minuti di warm up in vista della gara che prenderà il via alle ore 14:00 locali, sulla distanza di 25 giri. 

I piloti del Ducati Team sono scesi in pista oggi per le prime due sessioni di prove del Gran Premio di Spagna di MotoGP, in programma questo fine settimana sul circuito andaluso di Jerez de la Frontera.
Andrea Dovizioso ha chiuso la prima giornata con il quarto tempo complessivo, grazie ad un giro veloce in 1:37.471 fatto segnare dalla sua Desmosedici GP durante il turno del mattino, quando le temperature dell’asfalto non avevano ancora superato i 50 gradi raggiunti nel pomeriggio, permettendo un ritmo più elevato.

Il compagno di squadra Danilo Petrucci, reduce dalla brutta caduta di mercoledì nei test pre-gara che fortunatamente non gli ha lasciato gravi conseguenze, ha chiuso invece le FP2 in tredicesima posizione, mentre la classifica provvisoria lo vede attualmente al ventunesimo posto al termine della prima giornata, con il crono di 1’38.507 ottenuto nelle FP1 di questa mattina.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:37.471 (4°)
“Oggi è andata bene! Sono molto contento perché siamo riusciti a compiere un ulteriore passo in avanti rispetto al test di mercoledì e questo era il nostro principale obiettivo per la giornata di oggi. Ci siamo avvicinati molto ai piloti più veloci e abbiamo anche un buon ritmo in vista della gara. Domenica il GP sarà molto impegnativo e non mi sento ancora completamente a mio agio, ma abbiamo ancora diversi aspetti su cui lavorare e sicuramente del margine per migliorare. In generale sono comunque soddisfatto di questo primo giorno”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:38.507 (21°)
“E’ stato abbastanza difficile riuscire a ritrovare subito il ritmo dopo la brutta caduta di mercoledì! Nel turno di questa mattina non mi sentivo completamente a posto ma poi, nel pomeriggio, ho iniziato a ritrovare il feeling con la mia Desmosedici GP nonostante il grande caldo. Ci sono ancora diverse cose che dobbiamo migliorare, soprattutto sul passo gara, ma siamo già riusciti ad avvicinarci ai primi e ciò mi rende ottimista e fiducioso per il resto del fine settimana”

I piloti del Ducati Team torneranno in pista domani, sabato 18 luglio, alle ore 9:55 locali per la terza sessione di prove libere, mentre le qualifiche si terranno nel pomeriggio dopo le FP4 a partire dalle ore 14:10 locali.

I piloti del Ducati Team Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci sono finalmente ritornati in sella alle loro Desmosedici GP20 in occasione della giornata di test pre-gara, che precede l’inizio ufficiale del campionato MotoGP 2020, in programma questo fine settimana sullo stesso circuito di Jerez de la Frontera. 

I due turni di 90 minuti sono stati una buona occasione per squadre e piloti per riprendere il ritmo dopo il lungo stop forzato di oltre quattro mesi causato dall’emergenza coronavirus. Per Dovizioso, reduce da un infortunio alla clavicola sinistra, la giornata di oggi è stata anche un’opportunità per confermare la sua condizione fisica, dopo essere stato dichiarato idoneo a partecipare al gran premio durante il controllo medico effettuato in circuito ieri mattina.

Il pilota di Forlì, che ha chiuso con il quindicesimo tempo in 1:38.779, si è dichiarato soddisfatto della sua prima giornata a Jerez. Oltre ad essere pronto fisicamente, Andrea e la sua squadra sono riusciti ad impostare la base sulla quale lavoreranno nei prossimi giorni in vista della gara di domenica.

Più sfortunato invece il compagno di squadra Danilo Petrucci, che nel pomeriggio è stato vittima di una brutta caduta alla curva 11 dopo soli quattro giri, causata dalla presenza di olio in pista. Il pilota di Terni, che era riuscito a trovare buone sensazioni durante il turno del mattino, non è più sceso in pista a causa del leggero trauma cranico con stiramento dei muscoli subito durante l’incidente. Petrucci ha chiuso la giornata al ventunesimo posto in 1:39.249.

I piloti del Ducati Team torneranno in pista venerdì alle ore 9:55 locali (GMT +2.00) per le prime prove libere del Gran Premio di Spagna, in programma domenica 19 luglio.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 15° (1:38.779)
“Dopo i quattro mesi di stop, la giornata di oggi si è rivelata davvero fondamentale e sono molto contento di come è andata. Grazie al lavoro svolto a casa dopo l’intervento alla clavicola, sono riuscito ad arrivare qui nelle condizioni ideali per poter fare un buon test. Ho trovato una situazione particolare: le temperature sono alte, le gomme diverse rispetto a quelle dello scorso anno e noi siamo stati molto tempo senza andare in moto, ma grazie a questo test ora possiamo concentrarci sugli aspetti importanti per la gara senza perdere tempo”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 21° (1:39.249)
“E’ stata una giornata molto impegnativa, ma sono contento perché sono riuscito a ritrovare il feeling con la mia Desmosedici GP fin da subito. Stamattina ero abbastanza soddisfatto del lavoro fatto e anche oggi pomeriggio stavo facendo un bel giro prima di cadere. Purtroppo la moto davanti a me ha perso dell’olio e non ho potuto evitare la caduta. Sono scivolato alla curva 11 battendo forte la testa. Fortunatamente non mi sono fatto nulla di grave, ma ho preferito non rischiare oggi pomeriggio e riposarmi in vista del fine settimana di gara”.

Dopo la lunga pausa forzata causata dall’emergenza Coronavirus, il Campionato Mondiale MotoGP prende finalmente il via questo fine settimana sul circuito spagnolo di Jerez de la Frontera con il primo Gran Premio della stagione 2020. L’evento, che si disputerà a porte chiuse, segnerà la fine di una lunga astinenza dalla pista per i due piloti del Ducati Team, che si protrae dai test precampionato in Qatar a fine febbraio.

Andrea Dovizioso, reduce da un infortunio alla clavicola sinistra, è impaziente di tornare in sella alla sua Ducati Desmosedici GP. Il pilota di Forlì avrà modo di verificare la sua reale condizione nel corso della giornata di test di domani, che precederà l’inizio ufficiale del fine settimana di gara, previsto con le prime prove libere in programma questo venerdì. Per Andrea, che si è confermato vicecampione del mondo per la terza volta consecutiva nel 2019, questa sarà la tredicesima stagione in MotoGP e l’ottava con la squadra di Borgo Panigale.

Al suo fianco, per il secondo anno consecutivo, ci sarà Danilo Petrucci. Il pilota di Terni, autore nel 2019 di una spettacolare vittoria al Mugello (la sua prima in carriera nella classe regina) e di tre podi, punterà ad iniziare al meglio la sua stagione per diventare uno dei protagonisti del 2020.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team)
“Finalmente è giunto il momento che tutti noi piloti stavamo aspettando da mesi. Inizia il mondiale e questa è una grande notizia per tutti! Dopo l’operazione alla clavicola ho continuato a lavorare duramente per cercare di arrivare in forma all’appuntamento di Jerez. Mi sento abbastanza bene, le mie sensazioni sono positive, ma finché non salgo in sella alla Desmosedici GP non saprò esattamente quali sono le mie reali condizioni. Dovremo abituarci al caldo di Jerez e visto il calendario così corto sarà ancora più importante essere costanti e non commettere errori. In ogni caso, poter rivedere la squadra e poter gareggiare è ciò che desidero di più in questo momento! Che l’azione abbia inizio!”

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team)
“L’attesa è finita! Mi sono mancate moltissimo la mia squadra e la mia moto durante questi mesi! Sarà un campionato davvero stranissimo: l’atmosfera nel paddock è molto diversa rispetto a quella a cui siamo abituati normalmente, ma sappiamo che i nostri tifosi ci supporteranno anche da casa e per questo daremo il massimo come sempre! L’ultima volta che sono salito in sella alla Desmosedici GP è stato a fine febbraio, perciò, oltre al test di mercoledì, ogni minuto in pista sarà davvero prezioso per poter riprendere il feeling con l’asfalto. Correremo a Jerez per due weekend successivi, e quindi sarà doppiamente importante riuscire ad ottenere dei buoni risultati questo fine settimana. Sono molto motivato e non vedo l’ora di scendere in pista per rimettermi subito al lavoro!”.