Archivio per la categoria ‘Ducati Motogp’

Domenica scorsa, 6 novembre, sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste (Spagna), Francesco Bagnaia e Ducati hanno scritto una pagina importante nella storia della MotoGP centrando il titolo mondiale piloti 2022. Insieme al titolo costruttori e al titolo squadre ottenuto dal Ducati Lenovo Team, la casa di Borgo Panigale ha centrato il terzo alloro in questa stagione, la sua migliore di sempre nella classe regina.

– Con un totale di sette vittorie, dieci podi e cinque pole position, Bagnaia ha conquistato il suo primo titolo mondiale nella classe regina nell’ultimo Gran Premio della stagione 2022 disputato a Valencia. Insieme al mondiale conquistato da Casey Stoner nel 2007, questo è il secondo titolo piloti MotoGP per la casa di Borgo Panigale.

– Bagnaia diventa il primo pilota italiano a vincere su una moto italiana, la Desmosedici GP, il titolo mondiale piloti in MotoGP. L’ultimo a riuscirci nella top class, fu Giacomo Agostini esattamente cinquant’anni fa, nel 1972, quando vinse il mondiale 500cc con la MV Agusta. Valentino Rossi è stato invece l’ultimo pilota italiano a vincere il mondiale piloti in MotoGP, nel 2009, 12 anni fa.

– La vittoria del titolo è avvenuta grazie ad una storica rimonta: il massimo distacco di Bagnaia dal leader è stato di 91 punti dopo la decima gara al Sachsenring (Germania), colmato poi nell’arco di otto Gran Premi. Bagnaia ha battuto così il precedente record di Rainey che nel 1992 recuperò uno svantaggio di 65 lunghezze.

– Bagnaia è stato anche il primo pilota Ducati a mettere a segno quattro vittorie consecutive ad Assen, Silverstone, Spielberg e Misano.

– Nel 2022 Bagnaia ha completato 189 giri in testa ad una gara e ha segnato il giro più veloce in gara in tre occasioni: nei GP di Spagna, Francia e Italia.

– Con un totale di 11 vittorie con la Desmosedici GP, Bagnaia è al terzo posto tra i piloti ad aver ottenuto il maggior numero di successi nella classe regina con Ducati (1° Stoner con 23 vittorie, 2° Dovizioso con 14).

– La stagione 2022 è stata la migliore di sempre per Ducati in MotoGP: la casa di Borgo Panigale ha infatti centrato un totale di 32 podi con 7 piloti diversi (10 Bagnaia, 7 Miller, 6 Bastianini, 4 Zarco, 4 Martin, 1 Bezzecchi), tra cui 12 vittorie (7 Bagnaia, 4 Bastianini, 1 Miller).

– Nelle ultime 26 gare, Ducati è sempre salita sul podio.

– Ducati ha centrato 16 pole position in questa stagione con ben 7 piloti diversi, un record per la casa di Borgo Panigale. Solo Suzuki era riuscita in precedenza a centrare la pole con 5 piloti diversi in un’unica stagione. Quest’anno Ducati ha anche eguagliato il record di pole position in un’unica stagione detenuto precedentemente solo da Honda.

– Nelle ultime 40 gare disputate, Ducati ha sempre piazzato almeno una Desmosedici GP nella prima fila dello schieramento di partenza.

– In sei occasioni quest’anno Ducati ha ottenuto il monopolio della prima fila piazzando tutte Desmosedici GP nelle prime tre posizioni dello schieramento di partenza.

– Ad Austin (GP delle Americhe) e al Mugello (GP d’Italia) Ducati ha avuto il monopolio della top 5 in griglia.

– Per il terzo anno consecutivo e il quarto nella sua storia in MotoGP, Ducati ha vinto il Campionato Mondiale Costruttori nella classe regina totalizzando un totale di 448 punti e un vantaggio di 192 sul secondo classificato.

– Per il secondo anno consecutivo e il terzo nella sua storia in MotoGP, Il Ducati Lenovo Team si è aggiudicato il Campionato Mondiale Team in MotoGP con 454 punti totali a fine stagione.

– Per il secondo anno consecutivo il team Ducati factory-supported Pramac Racing ha vinto il titolo 2022 come miglior team indipendente in MotoGP

– Marco Bezzecchi, pilota del VR46 Racing Team, ha conquistato il titolo 2022 come miglior pilota esordiente in MotoGP.

– Enea Bastianini ha ottenuto il titolo di miglior pilota tra i team indipendenti, il Gresini Racing Team. Con sei podi e quattro vittorie all’attivo, il pilota riminese ha chiuso il Campionato Mondiale MotoGP in terza posizione in classifica generale.

A soli due giorni dalla fine del Campionato Mondiale MotoGP 2022, che ha visto Pecco Bagnaia e Ducati salire sul tetto del mondo con la conquista del titolo mondiale piloti, il Ducati Lenovo Team è tornato in pista quest’oggi sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste (Spagna) per affrontare la prima giornata di test ufficiali in preparazione alla stagione 2023.

Il test di Valencia ha rappresentato anche la prima occasione per vedere Enea Bastianini nelle vesti di pilota ufficiale: conclusa la stagione 2022 al terzo posto in classifica con all’attivo quattro vittorie e sei podi ottenuti con la Desmosedici GP del team Gresini Racing, il pilota riminese ha dato ufficialmente inizio alla sua nuova avventura con la squadra factory di Ducati, nella quale affiancherà Bagnaia il prossimo anno. Dopo un primo “shakedown” effettuato dal tester Michele Pirro, Enea ha infine potuto provare la Desmosedici GP rossa per poi iniziare a testare nuovi componenti e provare diverse configurazioni di setup.

Sia Bastianini che Bagnaia hanno potuto provare la moto in configurazione 2023, oltre ad alcune nuove proposte aerodinamiche sviluppate dagli ingegneri di Borgo Panigale. Con un totale di 54 giri e un miglior tempo in 1:30.592 Enea chiude la giornata in 10° posizione, mentre Pecco chiude 12° in 1:30.655 dopo aver completato 59 giri.

Enea Bastianini (#23 Ducati Lenovo Team) – 10° (1:30.592 – 54 giri)
“Sono davvero felice di come è andata questa prima giornata all’interno della mia nuova squadra! Vestire i colori del Ducati Lenovo Team è un sogno che si avvera! Il test di oggi è servito principalmente per iniziare a conoscere la mia squadra ed ambientarmi all’interno della nuova struttura. Ho un nuovo capo tecnico e solo l’elettronico è lo stesso che avevo nel team Gresini. È stata una prima presa di contatto positiva e il clima all’interno del box mi è piaciuto. Peccato solo per una piccola caduta avuta nell’ultima run per colpa di una buca! Ho provato la moto nuova che è molto simile a quella che ho guidato in questa stagione, ma più stabile. Inoltre ho provato delle nuove soluzioni aerodinamiche. I riscontri sono stati positivi, ma ora bisognerà girare anche su altre piste per avere le idee più chiare. Mi sono confrontato anche con Pecco: avere il Campione del Mondo come compagno di squadra è davvero un stimolo grande per me”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 12° (1:30.655 – 59 giri)
“Il bilancio della giornata di oggi è abbastanza positivo: mi sono trovato bene con tutte le nuove soluzioni provate e ciò significa che il nostro lavoro ha portato buoni frutti. Sia la carena nuova che il nuovo motore hanno dato riscontri positivi. Sicuramente servirà lavorare ancora per sistemarli al meglio, ma in generale sono contento. Dopo questo test avrò ancora una settimana intensa di impegni per Ducati, ma poi proverò a disconnettere per riposare, godermi la vittoria del titolo e la pausa invernale”. 

Conclusa la stagione 2022 e il test di Valencia, i piloti del Ducati Lenovo Team torneranno ora in Italia per presenziare nelle giornate di mercoledì 9 e giovedì 10 novembre ad EICMA, in programma questa settimana nei padiglioni di Rho – Fiera Milano. I prossimi test ufficiali per Bagnaia e Bastianini si disputeranno invece il prossimo anno dal 10 al 12 febbraio 2023 sul Sepang International Circuit in Malesia.

Francesco Bagnaia è Campione del Mondo MotoGP 2022. Grazie al nono posto ottenuto nel GP della Comunità Valenciana, disputato questo pomeriggio sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste, il pilota del Ducati Lenovo Team si è assicurato il suo primo titolo iridato MotoGP, dopo aver compiuto una storica rimonta in Campionato, mai riuscita prima a nessun altro pilota nella classe regina. Dopo essersi ritrovato sesto in classifica al termine del GP della Germania, Pecco è riuscito a colmare un distacco di 91 lunghezze su Fabio Quartararo nell’arco di otto Gran Premi, e si è portato in testa al Campionato con 14 punti di vantaggio sul pilota francese nel GP d’Australia, a Phillip Island, a due gare dal termine della stagione.

Dopo aver portato a quota 23 il suo vantaggio grazie ad una splendida vittoria a Sepang in Malesia, a Bagnaia è bastato il nono posto di oggi per conquistare il secondo titolo piloti per Ducati nella classe regina, a 15 anni dal primo mondiale ottenuto da Casey Stoner nel 2007. Per il 25enne torinese e per la casa bolognese si tratta di uno storico traguardo: con sette vittorie, dieci podi e cinque pole position quest’anno, Bagnaia diventa il primo pilota italiano a vincere il mondiale MotoGP con una moto italiana, la Ducati Desmosedici GP. L’ultimo a riuscirci nella top class fu Giacomo Agostini 50 anni fa, nel 1972, quando vinse il titolo nella categoria 500cc con la MV Agusta.

Il GP della Comunità Valenciana è stato anche l’ultima gara di Jack Miller con Ducati. Partito con il terzo tempo, il pilota australiano era riuscito a rimanere nelle prime posizioni in lotta per il podio ma, a quattro giri dal termine, è incappato in una caduta mentre era in terza posizione. Miller chiude la stagione al quinto posto in campionato grazie ad una vittoria e sette podi, oltra a una pole position.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 9°
“Dobbiamo essere veramente contenti e orgogliosi del lavoro incredibile che abbiamo fatto. Dopo la Germania ci siamo ritrovati a 91 punti dalla vetta, ma abbiamo trovato la giusta motivazione per rimontare e vincere il titolo a Valencia. Insieme abbiamo dimostrato di essere veramente forti e saper gestire anche le situazioni complicate. Anche la gara di oggi è stata veramente difficile perché dopo il contatto con Fabio ho perso un’aletta della mia moto e da lì in poi ho faticato molto, ma sono veramente orgoglioso e felice del risultato. Voglio fare i complimenti anche a Fabio, che è stato un avversario incredibile durante tutta la stagione. Vincere arrivando davanti a un pilota che si rispetta, come io rispetto Fabio, dà ancora più valore a questo titolo.”

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – Ritirato
“Mi dispiace molto per la caduta di oggi. Stavo spingendo molto perché sapevo che Aleix non aveva concluso la gara e 25 punti mi avrebbero portato davanti a lui in classifica: questo era il mio obiettivo. Sfortunatamente la partenza non è andata esattamente come mi aspettavo e oggi era davvero difficile sorpassare, se non sfruttando gli errori altrui. Sono comunque contentissimo per Pecco, che ha fatto un’annata straordinaria, senza mai mollare e dimostrando a tutti di essere il migliore. La mia ultima gara con Ducati porta con sé un po’ di tristezza perché con questa squadra sono stato benissimo e ho costruito relazioni fantastiche con tutte le persone del Team, ma adesso mi concentrerò sul mio prossimo futuro”.

Claudio Domenicali (Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding)
“È una giornata fantastica per tutta la Ducati! Ducati Corse ha lavorato con costanza e risolutezza per raggiungere questo secondo titolo piloti MotoGP che oggi ci fa scoppiare il cuore dalla gioia. Le corse sono così legate alla passione dei Ducatisti e anche il mio percorso in Ducati è cosi legato alle competizioni che oggi sono davvero estremamente felice. Voglio prima di tutto fare i complimenti a Pecco che ha fatto una stagione incredibile, in cui ha avuto il grande merito di crederci sempre, anche quando la rimonta sembrava impossibile. Un ringraziamento ai “tre moschettieri” Gigi, Paolo, Davide e a tutte le ragazze e i ragazzi di Ducati Corse e del Ducati Lenovo Team, che hanno lavorato a questa moto incredibile e anche alle donne e agli uomini che lavorano a Borgo Panigale e rendono possibili emozioni come queste. Il Titolo Mondiale è per loro e per tutti i Ducatisti. È stata una lunga rincorsa, ma oggi la squadra è forte come non è mai stata e questo risultato è estremamente importante per eliminare la tensione ed essere più concentrati che mai a fare bene anche nel futuro. Credo davvero che possa essere l’apertura di un ciclo molto positivo per Ducati”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Questo Campionato del Mondo è una soddisfazione immensa per me e per tutto il Ducati Lenovo Team. È un titolo che questa squadra e il nostro marchio si meritano, che viene dall’impegno e della competenza di persone e tecnici veramente bravi, sommati al talento incredibile e alla maturità di Pecco. La giornata di oggi ci ripaga di tutto il lavoro fatto. Ora che abbiamo raggiunto il tetto del mondo, il prossimo passo è restarci.”

Luca Rossi (President of Intelligent Devices Group di Lenovo)
“Congratulazioni al Campione del Mondo Francesco Bagnaia e a tutto il Ducati Lenovo Team per questo meritatissimo successo. I tre titoli mondiali ottenuti da Ducati nella stagione MotoGP 2022 coronano un campionato entusiasmante e ricompensano il team, i piloti e tutto lo staff, della performance, della reattività e della capacità d’innovazione dimostrate. Siamo orgogliosi di collaborare da cinque anni con Ducati, guidando l’innovazione e contribuendo a creare uno sport più veloce, sicuro ed emozionante. Non vediamo l’ora di proseguire nel nostro percorso insieme per alzare ulteriormente l’asticella delle prestazioni, basandoci sui valori fondamentali che condividiamo, come dinamismo, dedizione, spirito di squadra e orientamento al risultato”.

Francesco Bagnaia
GP disputati: 172 (67 x MotoGP, 36 x Moto2, 69 x Moto3)
Primo GP: Qatar 2019 (MotoGP), Qatar 2017 (Moto2), Qatar 2013 (Moto3)
Vittorie: 21 (11 MotoGP + 8 Moto2 + 2 Moto3)
Prima vittoria GP: Aragón 2021 (MotoGP), Qatar 2018 (Moto2), Olanda 2016 (Moto3)
Pole position: 18 (11 MotoGP + 6 Moto2 + 1 Moto3)
Prima pole: Qatar 2021 (MotoGP), Francia 2018 (Moto2), Gran Bretagna 2016 (Moto3)
Titoli mondiali: 2 (MotoGP 2022, Moto2 2018)

Francesco Bagnaia e la sua Ducati Desmosedici GP22 scrivono una pagina che rimarrà nella storia del motociclismo, conquistando il Titolo Mondiale Piloti MotoGP 2022.

Per la prima volta nella storia della MotoGP pilota e moto della stessa nazione conquistano il Titolo Mondiale.

Una combinazione magica possibile solo in Italia: la competenza e la tecnologia della moto più veloce del mondo – la Desmosedici GP22 – la passione, il talento e la determinazione di Francesco Bagnaia, che ha conquistato il titolo dopo una storica rimonta, mai riuscita prima a nessun altro pilota nella classe regina. Una marea rossa di Ducatisti che hanno sofferto e gioito per tutto il campionato. Questa è la vittoria di oggi.

Una storia di corse irripetibile in qualsiasi altra parte del pianeta e che parte da Borgo Panigale, nel cuore della Motor Valley emiliano-romagnola, con la sua tecnologia e innovazione, incontra Torino, città natale di Francesco Bagnaia, e arriva fino a Pesaro, dove Pecco risiede e ha vissuto la consacrazione come pilota di livello mondiale.

Per Ducati, unico brand non giapponese capace di conquistare un Campionato Mondiale in MotoGP, si tratta del secondo Titolo Mondiale Piloti, dopo quello conquistato da Casey Stoner nel 2007.  

Un successo che arriva in un momento estremamente positivo per l’Azienda sotto tutti i punti di vista e che mai come oggi, esprime al meglio i valori di “Style, Sophistication e Performance” che la caratterizzano. 

Claudio Domenicali, CEO Ducati:“È una giornata fantastica per tutta la Ducati! Ducati Corse ha lavorato con costanza e risolutezza per raggiungere questo secondo titolo piloti MotoGP che oggi ci fa scoppiare il cuore dalla gioia. Le corse sono così legate alla passione dei Ducatisti e anche il mio percorso in Ducati è cosi legato alle competizioni che oggi sono davvero estremamente felice. Voglio prima di tutto fare i complimenti a Pecco che ha fatto una stagione incredibile, in cui ha avuto il grande merito di crederci sempre, anche quando la rimonta sembrava impossibile. Un ringraziamento ai “tre moschettieri” Gigi, Paolo, Davide e a tutte le ragazze e i ragazzi di Ducati Corse e del Ducati Lenovo Team, che hanno lavorato a questa moto incredibile e anche alle donne e agli uomini che lavorano a Borgo Panigale e rendono possibili emozioni come queste. Il Titolo Mondiale è per loro e per tutti i Ducatisti. È stata una lunga rincorsa, ma oggi la squadra è forte come non è mai stata e questo risultato è estremamente importante per eliminare la tensione ed essere più concentrati che mai a fare bene anche nel futuro. Credo davvero che possa essere l’apertura di un ciclo molto positivo per Ducati”.

Alla bandiera a scacchi il trionfo di Bagnaia è stato accolto con incredibile entusiasmo all’interno del box del Ducati Lenovo Team, sulla Tribuna Ducati del circuito di Valencia e anche a Borgo Panigale, dove i dipendenti Ducati hanno condiviso prima la tensione e poi la gioia, vivendo quest’ultima gara con gli occhi incollati al maxischermo allestito in Azienda.

Per Ducati ora è tempo di festeggiare la Tripletta Mondiale insieme ai Ducatisti e a tutta la città di Bologna. L’appuntamento, già fissato in calendario, è per il prossimo 15 dicembre quando tutti i protagonisti celebreranno insieme questo fantastico risultato. Sull’evento seguiranno maggiori aggiornamenti nelle prossime settimane.

Jack Miller partirà dalla prima fila nel GP della Comunità Valenciana, l’ultimo appuntamento della stagione MotoGP 2022. in programma domani sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste. Il pilota del Ducati Lenovo Team ha infatti ottenuto il terzo miglior tempo nelle qualifiche disputate questo pomeriggio sul tracciato spagnolo, nonostante una piccola scivolata alla Curva 2 durante il suo ultimo time attack. Primo al termine della FP3 disputata questa mattina, Miller ha dimostrato di possedere un ottimo ritmo di gara durante la FP4 per poi continuare ad essere competitivo in qualifica aggiudicandosi la sua settima partenza dalla prima fila in questa stagione.

Francesco Bagnaia partirà invece con l’ottavo tempo. Il pilota italiano, che ha preso parte direttamente alla Q2 dopo aver chiuso nono la FP3, non è riuscito a trovare il giusto feeling con la gomma nuova chiudendo la qualifica in 1:30.049 e ottenendo la partenza dalla terza fila nella gara di domani.

Nell’ultimo Gran Premio della stagione MotoGP 2022 sarà la Desmosedici GP di Jorge Martin a partire davanti a tutti. Grazie ad un giro veloce in 1:29.621 il pilota del Pramac Racing Team ha firmato la sedicesima pole position dell’anno per Ducati, eguagliando il record di pole stagionali ottenuto in precedenza da Honda.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 3° (1:29.834)
“Sono riuscito a segnare un buon tempo con la prima gomma morbida e sapevo di avere ancora del margine per poter spingere di più e ci ho provato con la seconda, ma probabilmente mi sono lasciato prendere un po’ troppo ed ho esagerato scivolando alla Curva 2. In generale, sono molto contento di come stia andando questo fine settimana. La moto sta funzionando davvero bene: nella FP4 ho percorso 20 giri mantenendo un ritmo elevato e questo mi rende positivo per la gara di domani. Partire dalla prima fila ci darà qualche chance in più per lottare lì davanti: il mio obiettivo è quello di poter concludere la mia storia con Ducati nel miglior modo possibile”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 8° (1:30.049)
“Sicuramente non era il risultato che speravamo di ottenere quest’oggi, ma con le gomme nuove fatico a trovare il grip. In ogni caso, sappiamo di avere un passo più competitivo con le gomme usate e questo è positivo per la gara. Non sarà facile visto che partiremo ottavi, ma l’importante sarà fare una buona partenza ed arrivare davanti nei primi giri per poter avere un po’ più di margine.”

Il Ducati Lenovo Team tornerà in pista domani mattina alle ore 9:40 per il warm up, mentre l’ultima gara della stagione prenderà il via alle ore 14:00 locali sulla distanza di 27 giri.

Jack Miller ha chiuso con il terzo tempo la prima giornata di prove libere del GP della Comunità Valenciana, ultimo appuntamento della stagione MotoGP 2022, in programma questo fine settimana sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste. Veloce già dal primo turno del mattino, il pilota australiano ha segnato nei minuti finali della FP2 il terzo miglior tempo in 1:30.345.

Il leader del mondiale Pecco Bagnaia ha chiuso la prima giornata al nono posto, a soli 5 millesimi da Fabio Quartararo. Diciassettesimo dopo la FP1, il pilota italiano è riuscito a migliorare il feeling con la sua moto in FP2, nonostante il vento più intenso rispetto alla sessione del mattino, ed è fiducioso di essere maggiormente competitivo domani per le ultime qualifiche della stagione 2022.

Il venerdì del GP della Comunità Valenciana si è concluso con tre Desmosedici GP davanti a tutti. Luca Marini, pilota del VR46 Racing Team è stato infatti il più veloce davanti alla Desmosedici GP di Jorge Martin (Pramac Racing).

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 3° (1:30.345)
“Sono abbastanza soddisfatto del lavoro portato a termine in questa prima giornata. Le condizioni del tracciato oggi erano insidiose a causa del vento, ma la moto sta funzionando bene e siamo riusciti comunque a migliorarci costantemente ad ogni uscita dal box. Mi sto godendo il mio ultimo fine settimana insieme al Ducati Lenovo Team: sto pensando solo a divertirmi senza pressioni e a vivere il momento. Sono soddisfatto del mio ritmo gara e del tempo che sono riuscito a segnare oggi. Mi piacerebbe poter salutare la mia squadra con un’ultima vittoria. Non sarà facile, visto che ci sono molti piloti competitivi, ma continueremo a lavorare per cercare di centrare questo obiettivo domenica”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 9° (1:30.447)
“Sono contento di come è andata questa prima giornata. Siamo riusciti a fare grossi passi avanti rispetto al mattino, soprattutto nella seconda parte della FP2, dove ci siamo avvicinati molto al ritmo dei primi. Domani sarà fondamentale confermarsi nella top ten ma sono convinto che, grazie ai miglioramenti di questo pomeriggio, domattina saremo ancora più competitivi”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani alle ore 9:55 per la FP3, mentre le ultime qualifiche della stagione 2022 si disputeranno a partire dalle ore 14:10 locali, al termine della FP4.

Il Ducati Lenovo Team arriva a Valencia per l’ultimo e attesissimo round della stagione MotoGP 2022, il Gran Premio della Comunità Valenciana, che si disputerà sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste domenica 6 novembre. Il ventesimo appuntamento dell’anno deciderà infatti le sorti del mondiale piloti che, dopo il GP di Malesia, vede Francesco Bagnaia in testa alla classifica iridata con 23 punti di vantaggio su Fabio Quartararo.

Sarà quindi un appuntamento molto importante per il pilota italiano, che lo scorso anno vinse il GP su questo tracciato siglando anche il nuovo giro più veloce in gara, davanti a Jorge Martin (Pramac Racing) secondo e Jack Miller terzo. Fu anche il primo podio tutto Ducati della storia MotoGP.

Anche per Miller il GP della Comunità Valenciana sarà carico di emozioni: il pilota australiano correrà infatti la sua ultima gara con i colori del Ducati Lenovo Team e si congederà dalla casa di Borgo Panigale dopo cinque anni in sella alla Desmosedici GP. A Valencia Jack avrà anche un’ultima chance per provare a chiudere al terzo posto la classifica iridata, che lo vede attualmente quinto a 23 punti dal terzo classificato Aleix Espargaro.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1° (258 punti)
“Sta per avere inizio un fine settimana davvero importante per noi, ma arrivo a Valencia tranquillo e sereno. Il Circuit Ricardo Tormo è una pista dove lo scorso anno siamo stati veloci e sulla carta è adatto alle caratteristiche della nostra moto. Rispetto alla Malesia siamo in una situazione più favorevole, ma dobbiamo restare concentrati fino all’ultimo, pensare solo a lavorare bene fin dal primo turno e puntare a dare il massimo in gara come sempre. Qui ci saranno un sacco di tifosi Ducati, oltre alla mia famiglia, i miei amici e il mio fans club, perciò spero di poter regalare a tutti loro delle grandi emozioni domenica”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 5° (189 punti)
“Sono felice di tornare a correre a Valencia, una pista che mi piace molto e dove sono stato competitivo negli ultimi anni. Sarà un fine settimana speciale per il team con Pecco che si gioca il titolo mondiale, ma sarà anche la mia ultima gara con il Ducati Lenovo Team e in sella ad una Desmosedici GP. Spero di potermi congedare da Ducati ottenendo un ultimo risultato importante. Matematicamente ho ancora anche la possibilità di arrivare terzo in Campionato. Non è facile, ma fino all’ultimo lavoreremo per cercare di raggiungere anche questo importante traguardo insieme”.

Francesco Bagnaia si conferma sempre più leader del mondiale MotoGP quando manca una sola gara al termine della stagione 2022. Il pilota del Ducati Lenovo Team ha infatti portato a quota 23 il suo vantaggio in campionato su Fabio Quartararo grazie ad un’altra straordinaria vittoria nel GP della Malesia, disputato questo pomeriggio sul Sepang International Circuit.

Nono al via, il pilota torinese è stato protagonista di una partenza incredibile, che lo ha visto transitare al secondo posto già alla prima curva, alle spalle del compagno di marca Jorge Martin. Nel corso del settimo giro, il pilota del Pramac Racing Team è però caduto lasciando la leadership della gara a Bagnaia, il quale ha poi dovuto tenere testa ad un agguerrito Enea Bastianini. La lotta tra i due connazionali ha infine visto il pilota del Ducati Lenovo Team trionfare ed ottenere così il suo settimo successo in questa stagione e la settantesima vittoria di Ducati in top class. Con Bastianini secondo al traguardo, la casa di Borgo Panigale porta anche a quota 31 i podi totalizzati quest’anno in MotoGP.

Jack Miller ha invece chiuso la gara al sesto posto. Ventunesimo al termine del primo giro dopo essere partito in quinta fila, il pilota australiano è stato protagonista di una rimonta incredibile che lo ha visto arrivare a lottare per il quinto posto con Marc Marquez nel corso dell’ultimo giro. Dopo la gara di oggi, Miller occupa la quinta posizione in classifica generale.

Oltre al successo di Francesco Bagnaia, il Ducati Lenovo Team ha potuto festeggiare oggi un altro traguardo importante: il team ufficiale di Borgo Panigale si è infatti assicurato per il secondo anno consecutivo il titolo squadre MotoGP.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1°
“Credo che la partenza di oggi sia stata probabilmente una delle migliori della mia carriera. Dopo essermi portato al secondo posto ho cercato di gestire al meglio la gara. All’inizio Jorge Martin stava spingendo davvero tantissimo, ma io sentivo che la gomma posteriore non mi consentiva di tenere il suo stesso ritmo. Sono rimasto calmo ed ho aspettato. Il momento più difficile è stato quando Enea Bastianini mi ha passato. Quando ho visto che ero più veloce, mi sono rimesso davanti e ho fatto tutto il possibile per ottenere la vittoria. Oggi era importante visto che Quartararo era terzo. Mancano solo due punti per vincere il titolo e a Valencia abbiamo davvero un’ottima chance visto che Fabio dovrà vincere la gara, mentre io mi posso permettere anche solo il quattordicesimo posto, ma voglio affrontare la gara come se fosse un weekend di gara normale e fare del mio meglio come sempre”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 6°
“Correre in Malesia è sempre difficile e oggi lo è stato ancora di più partendo così indietro. Dopo il via mi sono trovato imbottigliato alla prima curva finendo ventunesimo. Ho mantenuto la calma e compiuto diversi sorpassi cercando di non commettere errori. Sono riuscito a portarmi alle spalle di Marc Marquez all’ultimo giro e ho anche provato a superarlo alla curva 4. Sono soddisfatto della mia prestazione di oggi, considerando anche le condizioni della mia gamba dopo la caduta di Phillip Island e quella di ieri in Q1. Inoltre è stata una grande giornata per il team: abbiamo vinto il titolo squadre per il secondo anno consecutivo e sono orgoglioso di fare parte di questo successo”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Oggi è stata una gara difficilissima: Pecco è stato bravissimo e ha vinto soprattutto grazie alla sua partenza incredibile. Ha saputo tenere testa ad un Enea davvero competitivo ed è stata una bella sfida tra i due. Ora dobbiamo cercare di tenere i piedi per terra. Dobbiamo arrivare a Valencia con la stessa concentrazione avuta finora. Jack invece ha fatto una rimonta incredibile e se fosse stato più avanti avrebbe potuto ottenere qualcosa in più. Ad una stagione che si sta rivelando incredibile, aggiungiamo anche la vittoria del titolo squadre quest’oggi: ne sono felicissimo perché tutti i ragazzi se lo meritano”.

Il Ducati Lenovo Team tornerà in pista dal 4 al 6 novembre a Valencia per il GP della Comunità Valenciana, l’ultimo appuntamento della stagione 2022 che assegnerà il titolo piloti 2022. 

Francesco Bagnaia partirà dalla terza fila nel GP della Malesia, penultimo round della stagione MotoGP 2022 in programma domani sul Sepang International Circuit.

Dopo aver chiuso undicesimo la prima giornata di prove libere, condizionata in parte dalla pioggia, il pilota del Ducati Lenovo Team puntava a migliorarsi nella FP3 per rientrare direttamente in Q2 ma questa mattina non ha potuto portare a termine entrambi i suoi tentativi di time attack.  Ostacolato prima da Franco Morbidelli (poi penalizzato con un doppio long lap da scontare nella gara di domani), Pecco è successivamente caduto mentre si stava migliorando e ha quindi chiuso con l’undicesimo tempo. Bagnaia ha poi preso parte alla Q1, chiusa al primo posto ma in Q2, durante il suo ultimo “time attack”, è incappato in un’altra scivolata che gli ha impedito di andare oltre il nono tempo.

Jack Miller partirà invece dalla quinta fila. Il pilota australiano, quattordicesimo dopo la FP3, ha preso parte alla Q1 come il compagno di squadra, ma è stato però protagonista di un “highside” che gli ha impedito di andare oltre il quarto posto. Miller partirà quindi quattordicesimo nella gara di domani.
Nel GP della Malesia saranno le due Desmosedici GP di Jorge Martin (Pramac Racing Team) ed Enea Bastianini (Gresini Racing) a partire davanti a tutti. Il pilota spagnolo, grazie ad un giro formidabile in 1:57.790, ha ottenuto la settantesima pole position di Ducati in MotoGP firmando anche il nuovo record del circuito.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 9° (1:58.862)
“Questa mattina nella FP3 ho commesso un errore e sono caduto, anche perché mi ero un po’ innervosito dopo aver incontrato due piloti lenti sulla mia linea. Avevo il potenziale per entrare direttamente in Q2 e avrei dovuto solo stare più tranquillo. Oggi pomeriggio invece sono scivolato perché stavo forzando molto, ma volevo a tutti i costi la prima fila. In ogni caso dobbiamo essere soddisfatti perché nella FP4 siamo stati veloci con le gomme usate e questo è ciò che conta davvero. Su questa pista partire così indietro non è del tutto penalizzante: possiamo sfruttare il lungo rettilineo per cercare di recuperare subito terreno, ma bisognerà poi fare una gara intelligente ed evitare errori”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 14° (1:59.064)
“Ovviamente non posso essere soddisfatto di questa qualifica, ma oggi è andata così. Stamattina, quando è iniziato a piovere nella FP3, pensavo si intensificasse ed ho aspettato troppo tempo nel box perdendo l’occasione di uscire per un ultimo time attack. In Q1, la caduta ha poi impedito di migliorarmi sul finale. In ogni caso, mi sento a mio agio sulla moto e ho anche un buon passo. Abbiamo fatto molti giri con la gomma morbida e sembra reggere bene la distanza gara, anche se venti giri sono lunghissimi considerando le temperature e l’umidità. La gamba stava iniziando a farmi meno male oggi rispetto a ieri, ma dopo la caduta di oggi sono di nuovo un po’ dolorante. Non sarà facile domani, ma cercheremo di fare del nostro meglio come sempre”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani mattina alle 10:40 per il warm up, mentre la gara prenderà il via alle ore 15:00, le 9:00 in Italia, sulla distanza di 20 giri.

Francesco Bagnaia ha chiuso con l’undicesimo tempo il venerdì di prove libere del GP della Malesia, penultimo appuntamento della stagione MotoGP 2022 in programma questo fine settimana sul circuito di Sepang. Undicesimo dopo una FP1 asciutta, il pilota del Ducati Lenovo Team ha invece chiuso con il secondo miglior tempo la FP2 del pomeriggio disputata in condizioni miste dopo il forte acquazzone tropicale abbattutosi sul circuito durante il turno della Moto2.

Dopo una prima parte della sessione in configurazione da bagnato, i piloti della MotoGP hanno potuto montare le slick sul finale ma le condizioni della pista non hanno consentito cambiamenti alla classifica combinata dei tempi, che resta quindi invariata rispetto al mattino. Anche Jack Miller, quarto nella FP2 nonostante sia ancora dolorante dopo l’incidente di domenica scorsa a Phillip Island, chiude quattordicesimo la prima giornata. Il pilota australiano, così come il compagno di squadra, non ha effettuato il time attack nella FP1 asciutta del mattino preferendo continuare a girare con gomme usate, e spera di poter trovare condizioni meteo favorevoli per provare a migliorare i propri riferimenti domattina nella FP3.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 11° (2:00.770)
“Sono abbastanza tranquillo dopo questa prima giornata, nonostante chiudiamo solo undicesimi, a tre millesimi dalla top ten. Purtroppo nell’ultimo giro ho commesso un errore all’uscita dalla curva nove perdendo molto tempo, e spero quindi di riuscire a trovare le condizioni giuste nella FP3 domattina per provare a entrare in top ten. Sarà importante qui, soprattutto se la qualifica dovesse essere bagnata. In ogni caso sono tranquillo: il nostro potenziale sul bagnato è cresciuto molto, e questo mi rende ottimista”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 14° (2:01.034)
“Sapevo che non sarebbe stato facile, perché i lividi riportati alla gamba nella caduta di Phillip Island sono in un punto in cui faccio molta pressione guidando la moto e provo molto dolore. In ogni caso sono riuscito a migliorare giro dopo giro. Questa mattina non abbiamo provato il time attack e perciò dopo la pioggia caduta questo pomeriggio, per il momento siamo fuori dalla top ten. Speriamo la FP3 di domattina sia asciutta e ci possa consentire così di migliorare il nostro tempo. In generale mi sento a mio agio sulla moto Sono solo un po’ preoccupato per la gara di domenica che sarà fisicamente molto dura da affrontare”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domattina alle ore 10:50 locali (le 4:50 in Italia) per la FP3, mentre le qualifiche del GP della Malesia si disputeranno a partire dalle 15:05 (le 9:05 italiane) al termine della FP4.