Archivio per la categoria ‘Ducati Motogp’

La prima giornata di prove libere del Gran Premio d’Europa, in programma questo fine settimana sul Circuito Ricardo Tormo di Cheste nei pressi di Valencia (Spagna), è stata caratterizzata da meteo incerto e condizioni in pista miste. Dopo un primo turno di FP1 in condizioni di bagnato, l’asfalto ha iniziato ad asciugarsi progressivamente prima della FP2, permettendo ai piloti di tornare in pista nel pomeriggio montando le gomme slick.

Nono dopo la prima sessione di questa mattina, Andrea Dovizioso ha chiuso la giornata con l’ottavo tempo complessivo, fermando il cronometro sull’1:33.292 nella FP2, a 764 millesimi dal miglior tempo ottenuto da Jack Miller con la Ducati Desmosedici GP del Pramac Racing Team.

Danilo Petrucci, sesto dopo la FP1 del mattino sul bagnato, ha invece chiuso la sua prima giornata al diciottesimo posto. Nonostante avesse dimostrato di essere veloce anche in condizioni di pista semi asciutta, il pilota ternano è stato vittima di una scivolata a quattro minuti dal termine della FP2, mentre stava migliorando il suo crono, ed ha terminato la sessione in diciottesima posizione in 1:33.775.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:33.292 (8°)
“Oggi era fondamentale riuscire ad entrare nella top ten, visto che c’è la possibilità che domattina venga a piovere. Purtroppo non è stata una giornata lineare: le condizioni miste del tracciato, più bagnato questa mattina e non completamente asciutto oggi pomeriggio, non ci hanno permesso di fare delle prove significative in vista della gara di domenica. Speriamo che il tempo migliori nella giornata di domani”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:33.775 (18°)
“Siamo stati veloci in entrambi i turni di questa prima giornata. Purtroppo nella FP2 sono incappato in una scivolata e, nonostante sia riuscito a rientrare di corsa al box, non ho potuto tornare in pista per gli ultimi minuti della sessione. Ora speriamo che il tempo regga per domattina. Se la pista sarà asciutta potrò cercare di migliorare il mio crono nella FP3, con l’obiettivo di entrare nella top ten”.

I piloti del Ducati Team torneranno nuovamente in pista domani alle ore 10:55 locali (GMT +1.00) per il turno di FP3, prima di affrontare le qualifiche del GP d’Europa, a partire dalle ore 14:50, al termine della FP4.

Sarà il Circuito Ricardo Tormo di Cheste, situato nei pressi di Valencia, ad ospitare questo fine settimana il Gran Premio d’Europa, primo degli ultimi tre appuntamenti consecutivi della stagione MotoGP 2020. Per la prima volta in 19 anni il campionato non terminerà sul celebre tracciato spagnolo, che ospiterà invece anche il penultimo GP la prossima settimana, perché l’evento conclusivo si svolgerà il 22 novembre a Portimão, in Portogallo.

Dedicato al pilota valenciano Ricardo Tormo, campione del mondo 50 cc nel 1978, quello di Cheste è il tracciato più corto presente in calendario quest’anno. Su questa pista Ducati ha ottenuto un totale di 10 podi in MotoGP, comprese anche tre vittorie: nel 2006 con Troy Bayliss, nel 2008 con Casey Stoner e l’ultima, più recente, nel 2018 con Andrea Dovizioso, autore di una bellissima vittoria sotto la pioggia. Il pilota forlivese, attualmente quinto in campionato a 28 lunghezze dal leader Mir, arriva a Valencia determinato a riscattarsi dopo due fine settimana difficili ad Aragón.

Anche Danilo Petrucci, undicesimo in classifica dopo aver terminato in decima posizione l’ultima prova al MotorLand di Alcañiz, arriva in Spagna con la voglia di ritrovare delle buone sensazioni in sella alla sua Ducati Desmosedici GP. Il pilota ternano ha come suo miglior risultato a Valencia un decimo posto ottenuto nel 2015, mentre lo scorso anno una caduta lo ha costretto al ritiro.

Dopo i primi undici appuntamenti della stagione 2020, Ducati è seconda nella classifica costruttori con 171 punti, mentre il Ducati Team occupa la terza posizione nella classifica dedicata alle squadre.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 5° (109 punti):
“Le due gare al MotorLand Aragón sono state davvero difficili per noi: abbiamo sofferto molto e ovviamente i risultati che abbiamo ottenuto non sono stati in linea con le nostre aspettative. Dopo una settimana di riposo, torniamo in pista molto motivati: mancano tre gare alla fine del campionato e sappiamo che può ancora accadere di tutto. Quest’anno ogni Gran Premio si è rivelato una storia a sé stante: mi restano tre gare insieme a Ducati e cercherò di dare sempre il massimo fino alla fine”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 11° (71 punti):
“Ci siamo lasciati Aragón alle spalle e ora siamo focalizzati sui due prossimi appuntamenti di Valencia. Il Circuito Ricardo Tormo non è uno dei nostri tracciati ideali, ma quest’anno è difficile fare previsioni prima di essere effettivamente scesi in pista. Michele Pirro è stato qui a fare un test pochi giorni fa e i suoi riscontri sono stati positivi, per cui arriviamo in Spagna con molti dati interessanti a nostra disposizione. Questi prossimi tre gran premi saranno sicuramente molto impegnativi, ma sono determinato a far sì che le mie ultime gare insieme a Ducati lascino a tutti un ricordo positivo”.

Il Gran Premio d’Europa avrà inizio questo venerdì, 6 novembre, a partire dalle ore 10:55 locali (GMT +1.00) con la prima sessione di prove libere.

Si è concluso con un decimo posto di Danilo Petrucci l’undicesimo appuntamento della stagione MotoGP 2020, il Gran Premio di Teruel, disputatosi oggi al MotorLand Aragón di Alcañiz in Spagna.

Dopo una buona partenza dalla diciannovesima posizione in griglia, che gli ha permesso di recuperare fino al sedicesimo posto nell’arco della prima tornata, il pilota umbro ha continuato a farsi strada passando prima Bagnaia e Lecuona, e poi Bradl, per portarsi davanti ad un gruppetto di inseguitori dopo pochi giri.

Nel frattempo, Andrea Dovizioso, partito con il diciassettesimo tempo, era riuscito a sua volta a recuperare terreno, inserendosi nella lotta per la top ten dopo la prima metà di gara. Nono a dieci giri dal termine, il pilota forlivese è stato attaccato da Aleix Espargaro alla curva 1 e, nel tentativo di tenere la posizione, è finito largo ritrovandosi davanti al compagno di squadra. Con la gomma posteriore ormai in crisi, Dovizioso non è riuscito a difendersi dall’attacco di Petrucci e, dopo essere scivolato in dodicesima posizione, è stato superato anche da Bradl nel corso dell’ultimo giro, chiudendo la prova al tredicesimo posto.

Nel corso dell’ultimo giro Petrucci è riuscito a raggiungere Crutchlow, superandolo a poche curve dal termine, ed ha chiuso la gara al decimo posto. Dopo il GP di Teruel, il pilota di Terni occupa l’undicesima posizione in classifica generale con 71 punti, mentre Dovizioso è quinto a 28 lunghezze dal leader Joan Mir. Ducati è seconda nel campionato costruttori, mentre il Ducati Team occupa la terza posizione nella classifica riservata alle squadre con 180 punti.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 10°
“E’ stata una gara in salita, considerando che partivamo molto indietro. Fortunatamente questa mattina siamo riusciti a trovare un buon setup che ha in parte risolto i nostri problemi. Ho cercato di gestire bene le gomme nei primi giri e sul finale di gara sono riuscito a fare anche qualche bel sorpasso. Purtroppo soffriamo ancora di una certa mancanza di velocità in rettilineo, ma in generale il mio feeling con la moto è migliorato. Oggi il nostro obiettivo era finire in top ten e ci siamo riusciti, ottenendo punti importanti per la classifica”.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 13°
“Sapevamo che questa sarebbe stata una gara difficile e purtroppo le mie sensazioni in moto non erano buone. Non avevamo la velocità per poter rimontare e sul finale di gara la gomma morbida ha avuto un calo importante, che mi ha impedito di guidare come avrei voluto. Ho faticato molto e, soprattutto negli ultimi giri, ho iniziato anche a soffrire di problemi agli avambracci. Ora cerchiamo di voltare pagina e di concentrarci sulle ultime tre gare che restano”. 

I piloti del Ducati Team torneranno in azione fra due settimane, dal 6 all’8 novembre per il Gran Premio d’Europa, il primo dei due appuntamenti consecutivi che si correranno quest’anno sul Circuito Ricardo Tormo di Cheste, nei pressi di Valencia (Spagna).

Andrea Dovizioso partirà dalla sesta fila nel Gran Premio di Teruel in programma domani sul circuito MotorLand Aragón di Alcañiz, in Spagna. Dopo aver chiuso i primi tre turni con il quattordicesimo tempo complessivo, il pilota del Ducati Team non è riuscito ad andare oltre il settimo tempo (1:47.747) nel turno di Q1, e partirà domani dalla diciassettesima posizione in griglia.

Qualifiche difficili anche per il suo compagno di squadra Danilo Petrucci che non è riuscito ad accedere direttamente al turno di Q2 con il diciassettesimo tempo complessivo in FP3. Il pilota umbro ha terminato in nona posizione la Q1 di questo pomeriggio e partirà dalla diciannovesima casella dello schieramento, in settima fila, nella gara di domani.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:47.747 (17°)
“Purtroppo questo Gran Premio si sta rivelando ancora più complicato rispetto a quello della settimana scorsa, dove avevamo già riscontrato diverse difficoltà. La differenza la stanno facendo soprattutto i nostri avversari, che sono riusciti a migliorare molto. Domani partiremo piuttosto indietro e purtroppo anche il nostro ritmo di gara non è ottimo. Cercheremo di fare il possibile per portare a casa il maggior numero di punti”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:47.855 (19°)
“Sono state delle qualifiche difficili e non siamo ancora riusciti a risolvere del tutto i problemi che avevamo già riscontrato la scorsa settimana qui al MotorLand. Speriamo di trovare qualche soluzione che ci permetta di fare ancora qualche passo avanti nel warm-up di domani mattina, ma partendo così indietro sappiamo già che ci aspetterà una gara in salita”.

I piloti del Ducati Team scenderanno in pista domani mattina alle ore 9:50 locali (GMT +1.00) per 20 minuti di warm-up, prima di tornare in pista alle ore 13:00 per il GP di Teruel che si disputerà sulla distanza di 23 giri.

I piloti del Ducati Team sono tornati in pista oggi per affrontare la prima giornata di prove libere del Gran Premio di Teruel di MotoGP, in programma questo fine settimana sul circuito del MotorLand Aragón di Alcañiz.

Approfittando delle temperature dell’asfalto più elevate rispetto al venerdì della scorsa settimana, Danilo Petrucci si è concentrato principalmente sulla scelta degli pneumatici in vista della gara, effettuando diverse prove di setup nel corso della giornata. Diciassettesimo in 1:48.870 al termine dei due turni, il pilota di Terni è fiducioso di poter migliorare nella FP3 di domani mattina, dove l’obiettivo sarà riuscire a rientrare nella top ten.

Andrea Dovizioso, ostacolato dal vento e da alcuni problemi tecnici, non è riuscito a completare il programma di lavoro previsto per oggi, ed ha chiuso con il diciottesimo tempo complessivo in 1:49.240, rinviando a domani il suo tentativo di time attack durante il turno di FP3.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:48.870 (17°)
“Rispetto a venerdì scorso, oggi siamo riusciti ad essere più consistenti, ma purtroppo anche i nostri avversari hanno fatto dei passi in avanti rispetto al weekend passato. Non abbiamo ancora individuato quale sia la gomma più adatta per la gara e inoltre abbiamo avuto dei problemi di grip a centro curva che non ci hanno permesso di essere veloci. Fortunatamente abbiamo ancora alcune idee da provare e speriamo di riuscire ad entrare nei primi 10 nella FP3 di domani mattina”.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:49.240 (18°)
“E’ stata una giornata difficile e il vento non ci ha aiutati. Purtroppo abbiamo avuto alcuni problemi che non ci hanno permesso di completare il programma di lavoro previsto per oggi. Speriamo di riuscire a trovare delle condizioni migliori domattina e poterci assicurare un buon piazzamento in qualifica”.

Domani i piloti del Ducati Team torneranno in pista al MotorLand Aragón alle ore 10:55 locali (GMT +2.00) per il decisivo turno di FP3, prima di affrontare le qualifiche ufficiali del Gran Premio di Teruel a partire dalle ore 14:50, al termine della FP4.

A pochi giorni dal Gran Premio di Aragona, disputatosi domenica scorsa, il circuito del MotorLand Aragón si prepara ad ospitare nuovamente il Campionato Mondiale MotoGP, per l’undicesimo appuntamento della stagione 2020. L’evento, denominato Gran Premio di Teruel, si terrà questo fine settimana e, ancora una volta, seguirà un programma leggermente diverso rispetto agli orari tradizionali, per consentire all’asfalto di raggiungere temperature adeguate durante le prime ore del mattino.

Sono state proprio le basse temperature e il vento forte di venerdì scorso ad aver influenzato il primo fine settimana di gara del Ducati Team ad Aragón, durante il quale i piloti della squadra bolognese hanno dovuto cercare di capire come gestire al meglio gli pneumatici con le difficili condizioni del tracciato spagnolo. Grazie ai dati raccolti domenica scorsa in gara, Andrea Dovizioso torna al MotorLand Aragón fiducioso di poter migliorare la sua prestazione. Nel GP d’Aragona, il pilota forlivese ha chiuso in settima posizione, ottenendo punti importanti per la classifica generale che lo vede ora al quarto posto, a soli 15 lunghezze dal leader Joan Mir.

Anche Danilo Petrucci, reduce da una prova difficile chiusa al quindicesimo posto, torna in Spagna determinato a ritrovare sensazioni positive in sella alla sua Ducati Desmosedici GP e con l’obiettivo di poter lottare nuovamente per le posizioni alte della classifica. Dopo la prima gara di Aragón, Il pilota umbro occupa la tredicesima posizione in campionato con 65 punti. Ducati è seconda nella classifica costruttori, mentre il Ducati Team occupa il terzo posto nella classifica riservata alle squadre.

Andrea Dovizioso, (#04 Ducati Team) – 4° (106 punti):
“Grazie all’esperienza fatta nella gara di domenica scorsa al MotorLand, credo che nel prossimo fine settimana potremo ottenere un risultato migliore. Ora abbiamo a disposizione molti dati da poter analizzare per capire come gestire meglio il consumo delle gomme, un fattore che sarà ancora una volta determinante in gara. Abbiamo ancora del margine per poter migliorare e, se lavoreremo nella direzione giusta, sono sicuro che saremo più competitivi. Speriamo di trovare condizioni normali in tutti i turni disponibili, per poterli sfruttare completamente a partire già dal venerdì, così da poter arrivare alla domenica preparati. Mancano ancora quattro GP e non siamo distanti dal nostro obiettivo. Sicuramente non ci arrendiamo”.

Danilo Petrucci, (#9 Ducati Team) – 13° (65 punti):
“Come abbiamo già visto, quando ci sono due gare consecutive sullo stesso tracciato i risultati non sono mai gli stessi. Vogliamo migliorare la nostra prestazione rispetto all’ultimo GP e ritrovare la strada che ci ha permesso di fare una progressione in crescita dopo Misano. Le basse temperature torneranno a condizionare il fine settimana, ma adesso possiamo contare sull’esperienza di domenica scorsa per cercare di gestire meglio questo Gran Premio. Sono sicuro che potremo lottare per posizioni molto più ambiziose”.

Il Gran Premio di Teruel prenderà il via ufficialmente questo venerdì 23 ottobre, con il primo turno di prove libere in programma a partire dalle ore 10:55 locali (GMT +2.00).

Il primo dei due appuntamenti consecutivi in programma al MotorLand Aragón di Alcañiz in Spagna, il Gran Premio d’Aragona, si è concluso quest’oggi con un solido settimo posto per Andrea Dovizioso.

Scattato dalla tredicesima posizione in griglia, il pilota di Forlì è stato protagonista di una partenza fulminea, che gli ha permesso di recuperare ben cinque posizioni nell’arco di poche curve. Ottavo già al primo passaggio sul traguardo, Andrea ha cercato di ricucire subito il distacco sui piloti davanti, riuscendo a riportarsi in lotta per la sesta posizione. Ripresa la Ducati di Jack Miller (Pramac Racing Team), Dovizioso lo ha infine superato a otto giri dal termine, portandosi al settimo posto, dove ha infine chiuso la gara.  Grazie al risultato di oggi, il pilota del Ducati Team riesce a restare in lotta per il titolo mondiale, e occupa ora la quarta posizione in classifica a soli 15 punti dal nuovo leader Joan Mir.

Partito con l’ottavo tempo, Danilo Petrucci ha invece avuto una partenza più difficile, che lo ha visto perdere subito alcune posizioni. Decimo al primo giro alle spalle di Dovizioso, il pilota ternano ha iniziato a soffrire il calo di rendimento delle gomme verso metà gara, scivolando al dodicesimo posto e, a causa di un contatto con Pol Espargaro a quattro giri dal termine, ha chiuso la gara in quindicesima posizione.

Dopo la prova di Aragón, Petrucci occupa la tredicesima posizione in campionato con 65 punti. Ducati è seconda nella classifica costruttori con 160 punti, mentre il Ducati Team occupa il terzo posto nella classifica dedicata alle squadre.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 7°
“Partendo dalla tredicesima posizione, oggi siamo riusciti ad ottenere il miglior risultato possibile. Purtroppo non avevamo la velocità per poter lottare con i primi e forse, con le temperature più alte rispetto agli scorsi giorni, la gomma media non si è comportata esattamente come ci aspettavamo. Sicuramente ora abbiamo dei dati sul quale poter lavorare in vista del prossimo fine settimana di gara, che si correrà sempre qui ad Aragón. Speriamo che le condizioni meteo ci permettano di iniziare a lavorare subito con costanza a partire dal primo turno di libere del venerdì”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) -15°
“Dopo una prima buona parte di gara, nella quale mi trovavo al decimo posto, ho iniziato a soffrire il calo della gomma. Purtroppo, a pochi giri dal termine ho avuto un contatto con Pol Espargaro e ho perso altre posizioni, finendo quindicesimo. Peccato perché abbiamo perso punti importanti. Ora abbiamo alcuni riferimenti sui quali lavorare in vista della gara di domenica prossima qui ad Aragón”.

I piloti del Ducati Team scenderanno in pista nuovamente al MotorLand Aragón la prossima settimana dal 23 al 25 ottobre per il GP di Teruel.

Danilo Petrucci scatterà dalla terza fila dello schieramento di partenza nel Gran Premio d’Aragona di MotoGP, in programma domani sul circuito MotorLand Aragón di Alcañiz, in Spagna. Diciottesimo al termine di un turno di FP3 reso insidioso dalle basse temperature dell’asfalto, il pilota umbro del Ducati Team ha saputo migliorarsi progressivamente nel corso della giornata. Durante la Q1 del pomeriggio, Petrucci ha segnato il suo miglior crono del fine settimana in 1:47.605, risultando il più veloce del turno e ottenendo l’accesso alla Q2, dove ha chiuso con l’ottavo tempo in 1:47.924.

Andrea Dovizioso partirà invece dalla tredicesima posizione in griglia, in quinta fila, nella gara in programma domani sul tracciato spagnolo. Tredicesimo al termine della FP3, durante la quale è stato anche vittima di una caduta alla curva 6, fortunatamente senza conseguenze fisiche, il pilota forlivese ha dovuto quindi prendere parte anche al turno di Q1, ma non è riuscito ad andare oltre il terzo tempo in 1:47.752, sfiorando l’accesso alla Q2 di 15 millesimi, e partirà domani dalla quinta fila.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:47.924 (8°)
“E’ stata una qualifica abbastanza positiva anche se purtroppo non sono riusciti a ripetere in Q2 il tempo che avevo ottenuto in Q1. Purtroppo soffriamo ancora nella gestione del posteriore e non abbiamo ancora individuato il setup ideale, perciò domattina dovremo lavorare per cercare di trovare una soluzione efficace. Non sarà una gara facile per me, ma almeno la mia posizione di partenza non è così male”.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) -1:47.752 (13°)
“Sono davvero contrariato per come è finita la qualifica di oggi. Dopo un inizio difficile, al quale si è sommata la caduta di questa mattina, finalmente eravamo riusciti a trovare la strada giusta per poter fare un buon fine settimana. Mi sentivo bene in Q1, ero riuscito a fare un buon tempo e pensavo di poter fare altrettanto bene in Q2. Alla fine ho un buon passo, ma partire in quinta fila domani sarà un grande limite, considerando il calo che avranno sicuramente le gomme in gara”.

A causa delle basse temperature del mattino, la domenica del GP d’Aragona subirà delle variazioni rispetto al programma originale: il warm-up si terrà alle ore 11:00 locali, mentre la gara prenderà il via alle ore 15:00 sulla distanza di 23 giri.

Le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio d’Aragona, in programma questo fine settimana al MotorLand Aragón di Alcañiz, sono state caratterizzate da basse temperature e vento freddo, che hanno costretto la Direzione Gara a ritardare l’inizio della FP1 di questa mattina, per permettere all’asfalto di raggiungere almeno i 12 gradi prima di poter accogliere i piloti in pista.

Nella FP1, caratterizzata da molte cadute, Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci hanno girato senza spingere, lasciando al turno del pomeriggio la ricerca del miglior tempo. Nella FP2, con le temperature che hanno raggiunto i 23 gradi, i piloti del Ducati Team hanno infine potuto girare nelle stesse condizioni che molto probabilmente troveranno domenica in gara.

Diciassettesimo al termine della FP1, Andrea ha potuto migliorare di oltre 2 secondi il crono del mattino nel pomeriggio, chiudendo la giornata con il tredicesimo tempo complessivo in 1:49.015. Danilo ha invece terminato in quindicesima posizione, con il crono di 1:49.107, a pochi millesimi dal compagno di squadra.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:49.015 (13°)
“E’ stata una giornata difficile a causa del freddo e del forte vento. Con la nostra moto facciamo abbastanza fatica a scaldare le gomme con queste temperature così basse. Questa mattina non siamo riusciti a combinare molto durante il primo turno, mentre nel pomeriggio abbiamo iniziato a lavorare in vista della gara. Domani il vento dovrebbe calmarsi e quindi speriamo di poter utilizzare bene il tempo a disposizione per poter fare altri passi avanti”.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:49.107 (15°)
“Le condizioni oggi erano particolarmente insidiose a causa delle basse temperature e del vento. Il mio feeling con la moto è buono, ma dobbiamo ancora individuare il setup giusto per questo fine settimana. Domani le temperature dovrebbero essere simili ad oggi, ma il vento dovrebbe diminuire e questo potrebbe aiutarci. Non abbiamo molto tempo a disposizione, ma tutto sommato siamo vicini ai primi, perciò sono fiducioso di poter migliorare nella giornata di domani”.

I piloti del Ducati Team torneranno in pista domattina alle ore 10:25 locali (GMT +2.00) per affrontare il decisivo turno di FP3, mentre le qualifiche si disputeranno secondo il normale programma, a partire dalle ore 14:10 locali, al termine della FP4.

Danilo Petrucci ha ottenuto una straordinaria vittoria nel Gran Premio di Francia di MotoGP, disputatosi quest’oggi sullo storico Bugatti Circuit di Le Mans. Il pilota del Ducati Team ha firmato così il suo secondo successo nella classe regina, portando la Ducati Desmosedici GP per la prima volta sul gradino più alto del podio sul tracciato francese.

Una gara difficilissima quella di oggi, scattata con alcuni minuti di ritardo dopo che la pioggia aveva iniziato a cadere solo pochi minuti prima del via, costringendo gli organizzatori a rinviare la partenza. Scattato dalla terza posizione in griglia, dalla prima fila, Danilo ha saputo portarsi fin da subito al comando, seguito dal compagno di squadra Andrea Dovizioso e dalla Ducati del Pramac Racing Team di Jack Miller.

Il terzetto Ducati ha occupato le prime tre posizioni per quasi due terzi della gara, ma è stato poi raggiunto da Alex Rins, che ha ingaggiato una bella lotta con Miller, costretto all’abbandono da un problema tecnico nel corso del diciannovesimo giro. Caduto anche Rins nella tornata successiva Andrea Dovizioso, ormai in crisi con le gomme, è stato raggiunto e superato da Alex Márquez e Pol Espargaro, ed ha chiuso la gara in quarta posizione.

Rimasto solo al comando Petrucci ha continuato a gestire il suo vantaggio sugli inseguitori, tagliando il traguardo al primo posto con un vantaggio di 1,2 secondi su Márquez alle sue spalle.
Grazie al successo di oggi, Danilo sale in decima posizione in classifica generale, mentre Andrea occupa ora la terza posizione a soli 18 punti dal leader del campionato Quartararo. Ducati è in seconda posizione nel campionato costruttori, mentre il Ducati Team è terzo nella classifica dedicata alle squadre.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1°
“È stata davvero una gara incredibile. Fin da questa mattina sapevo di poter disputare una buona prova sull’asciutto, ma quando ho visto la pioggia in griglia ho pensato che sarebbe stata una gara difficile. Mi sono detto che non avevo nulla da perdere e che sarei potuto andare ugualmente forte anche sul bagnato. In passato ero riuscito ad ottenere dei podi in queste condizioni, ma mai una vittoria. Ho aspettato a lungo prima di poter ritornare sul gradino più alto del podio ed è bello farlo qui a Le Mans, una pista dove mi sono tolto diverse soddisfazioni in passato. Dedico questo risultato a tutte le persone che hanno continuato a credere in me anche in questo periodo difficile”.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 4°
“Sono un po’ deluso, perché oggi credevo di poter ottenere un risultato migliore. Danilo era molto veloce e stava guidando veramente bene. Sono riuscito a stare con lui per quasi tutta la gara, ma sul finale abbiamo forse pagato una scelta di gomma errata. Montavo una soft sia all’anteriore che al posteriore e negli ultimi giri non riuscivo più a curvare correttamente. In queste condizioni è sempre difficile fare la scelta corretta, perché non sai mai se la pista rimarrà completamente bagnata o inizierà ad asciugarsi. Peccato! In ogni caso, oggi abbiamo guadagnato punti preziosi per il campionato e sono contento per la vittoria di Danilo. Ora siamo già concentrati sulla prossima gara ad Aragón”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“È stata una gara davvero molto difficile sotto tanti punti di vista e le difficoltà sono aumentate sul finale con l’usura degli pneumatici. Danilo oggi è stato davvero bravo e ha saputo fare meglio di chiunque altro, meritandosi pienamente questa vittoria. Anche Andrea ha disputato una bella gara ed ha ridotto il gap dal leader del campionato. Peccato per Jack, perché anche lui stava guidando davvero bene in queste condizioni così difficili”.

I piloti del Ducati Team torneranno in pista già il prossimo fine settimana, dal 16 al 18 ottobre, per la prima delle due gare consecutive in programma al MotorLand Aragón di Alcañiz, in Spagna.