Archivio per la categoria ‘Ducati Motogp’

Francesco Bagnaia avrà il suo primo match point per il titolo iridato sul Sepang International Circuit, tracciato malese situato non lontano da Kuala Lumpur, che questo fine settimana ospiterà il GP della Malesia, penultimo appuntamento della stagione MotoGP 2022.

Il pilota italiano del Ducati Lenovo Team si è portato in testa alla classifica generale domenica scorsa a Phillip Island in Australia colmando un distacco che, dopo il GP di Germania al Sachsenring, era di ben 91 punti nei confronti di Quartararo. Grazie al terzo posto ottenuto a Phillip Island, Bagnaia è ora al primo posto con un vantaggio di 14 lunghezze sul pilota francese e 27 punti su Aleix Espargaro. Molto importante sarà quindi la gara a Sepang, che torna ad ospitare la MotoGP dopo un’assenza di tre anni dovuta alla pandemia. Il tracciato malese ha finora visto Ducati trionfare in 6 occasioni, mentre sono 9 i podi ottenuti dalla casa di Borgo Panigale. Il più recente è stato il terzo posto di Andrea Dovizioso nel 2019.

Il GP della Malesia sarà importante, ai fini del Campionato, anche per Jack Miller. Il pilota australiano, reduce da uno sfortunato Gran Premio di casa a Phillip Island, può infatti ancora ambire al terzo posto in classifica generale.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1° (233 punti)
“Sono contento di tornare a correre in Malesia. Rispetto a Phillip Island, dove siamo stati la scorsa settimana, qui le temperature saranno molto più alte e, con questo clima tropicale, è anche difficile prevedere se la gara sarà asciutta o bagnata. In ogni caso sono tranquillo: in Australia, dove abbiamo faticato di più rispetto ad altre piste, abbiamo lottato per la vittoria, mentre Sepang è sulla carta un tracciato un po’ più “amico”, perciò ci sono tutti i presupposti per poter fare bene. Ora siamo primi in Campionato e dobbiamo restare concentrati più che mai. L’approccio comunque non cambia: dobbiamo pensare a fare bene il nostro lavoro, come sempre, per cercare di arrivare pronti alla gara di domenica”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 5° (179 punti)
“Dopo la gara di domenica scorsa in Australia purtroppo non posso più puntare al titolo iridato, ma sono ancora in lotta per il terzo posto in classifica, visto che anche Espargaro e Bastianini non sono riusciti a capitalizzare a Phillip Island. L’obiettivo di questo fine settimana sarà quindi cercare di recuperare più punti possibile e tornare a lottare per le prime posizioni. Domenica scorsa avevamo davvero il potenziale per poter fare bene, così come era successo negli ultimi GP di questa seconda parte della stagione, ma purtroppo sono caduto senza avere colpe. Mi sento a mio agio in sella alla Desmosedici GP e le sensazioni continuano ad essere positive, perciò sono fiducioso di poter fare bene anche qui a Sepang, dove in passato sono stato veloce. Il mio obiettivo è concludere al meglio le ultime due gare che mi restano insieme al Ducati Lenovo Team”.

Il GP della Malesia prenderà ufficialmente il via venerdì 21 ottobre alle ore 10:50 locali (le 4:50 in Italia) con la prima sessione di prove libere, mentre la gara si disputerà domenica 23 ottobre alle 15:00 malesi (le 9:00 italiane) sulla distanza di 20 giri.

Pecco Bagnaia è il nuovo leader del Campionato Mondiale MotoGP 2022. Grazie al terzo posto nel GP d’Australia, disputato questo pomeriggio sul circuito di Phillip Island, il pilota del Ducati Lenovo Team è riuscito nella sua rimonta, compiendo un’impresa mai riuscita nella top class. Bagnaia aveva infatti un ritardo di 91 punti dopo il GP di Germania al Sachsenring e adesso, dopo otto gare, è il nuovo leader del Mondiale con un vantaggio di 14 punti su Quartararo.

Partito con il terzo tempo, Pecco si è portato al comando della gara al quindicesimo giro ed è restato in testa fino all’ ultimo giro, quando è stato passato da Marquez e Rins, che poi ha vinto il GP. Con il terzo posto di oggi, Bagnaia porta a quota nove i podi ottenuti in questa stagione. Per Jack Miller la gara di casa ha invece avuto un epilogo sfortunato. Partito con l’ottavo tempo, il pilota australiano era riuscito a rimontare fino al gruppo in lotta per la terza posizione ma nel corso del nono giro, mentre si trovava al quinto posto, è stato urtato da Alex Marquez ed entrambi sono caduti. L’incidente non ha lasciato conseguenze fisiche a Miller, che è stato costretto al ritiro ma resta comunque quinto in classifica generale, a 54 punti dal compagno di squadra.

Marco Bezzecchi, pilota del VR46 Racing Team, conquista il titolo di Rookie dell’Anno grazie al quarto posto ottenuto oggi.

Il Ducati Lenovo Team è invece ad un passo dall’aggiudicarsi per il secondo anno consecutivo il titolo di miglior team della classe regina: la squadra italiana è infatti prima, con un vantaggio di 84 punti sul secondo, nella classifica riservata alle squadre quando mancano due gare alla fine del campionato.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 3°
“Sono soddisfatto del terzo posto di oggi, ma la cosa più importante è che finalmente ora siamo primi in Campionato. Mi dispiace solamente non essere riuscito a vincere perché ho fatto veramente il massimo. Nei primi giri ho cercato di amministrare bene il consumo delle gomme, ma verso la fine non avevo più lo stesso ritmo ed ero comunque in difficoltà con l’anteriore. Quando ho visto che Quartararo era OUT, ho cambiato il mio approccio e cercato solo di fare una gara intelligente, evitando rischi inutili, per cercare di trarre vantaggio dalla situazione. Il prossimo GP si correrà in Malesia, una pista dove solitamente siamo veloci, per cui ci sono tutti i presupposti per far bene anche lì”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – Ritirato
“Purtroppo è stata una giornata sfortunata. Ero riuscito a rimontare abbastanza in fretta: avevamo fatto delle modifiche alla moto rispetto a ieri e mi sentivo davvero a mio agio ma alla Curva 4, la mia curva, sono stato colpito da Alex Marquez e sono caduto. Sono cose che possono capitare in gara. Poi Alex è venuto da me, mi ha spiegato cosa gli era successo, e ho accettato le sue scuse. Mi spiace solo non essere riuscito a fare qualcosa di più per tutti i miei fan che sono venuti qui a vedermi oggi. È stato comunque un fine settimana incredibile e sono felicissimo di essere tornato a Phillip Island. Il lato positivo è che sia Bastianini che Aleix Espargaro oggi non hanno fatto molti punti, perciò possiamo ancora puntare al terzo posto in campionato”.

Concluso il fine settimana in Australia, il Ducati Lenovo Team sta per partire per la Malesia, dove si correrà il penultimo appuntamento della stagione 2022 sul Sepang International Circuit, tra meno di sette giorni, dal 21 al 23 ottobre. In quell’occasione, Pecco Bagnaia avrà il suo primo “match point” per il titolo.

Pecco Bagnaia partirà dalla prima fila, per l’undicesima volta in questa stagione, nel GP d’Australia in programma domani sul circuito di Phillip Island. Il pilota del Ducati Lenovo Team ha infatti ottenuto il terzo miglior tempo nelle qualifiche di questo pomeriggio, girando in 1:27.953.

Il suo compagno di squadra Jack Miller, al quale questa mattina è stata intitolata la curva 4 di Phillip Island, che ora porta il nome di “Miller Corner”, partirà invece dalla terza fila. Sesto dopo la FP3 di questa mattina, il pilota australiano ha infatti segnato l’ottavo tempo in Q2 con un crono di 1:28.116.

Nel terzultimo Gran Premio della stagione 2022 sarà la Desmosedici GP di Jorge Martin (Pramac Racing Team) a partire dalla pole position, la quattordicesima ottenuta quest’anno da Ducati in MotoGP. Il pilota spagnolo è stato autore di un giro formidabile che lo ha segnare anche il nuovo record del circuito in 1:27.767.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 3° (1:27.953)
“L’obiettivo della qualifica di oggi era la prima fila, perciò sono soddisfatto del risultato. Durante la FP4 siamo riusciti a compiere un bel passo in avanti: all’inizio della sessione non avevo un grande feeling con la moto ma dalla seconda uscita siamo invece riusciti a migliorare alcuni aspetti che mi hanno permesso di essere veloce anche in Q2. Domani prevedo una gara di gruppo: bisognerà gestire bene le gomme, soprattutto all’inizio, e poi iniziare a spingere quando si presenterà l’occasione. Abbiamo un buon passo e credo di avere il potenziale per lottare per la vittoria”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 8° (1:28.116)
“Per la terza volta consecutiva partiremo dalla terza fila in gara e, nelle ultime due, abbiamo lottato per la vittoria, perciò l’obiettivo sarà riuscire a ripetersi anche domani. La mia Desmosedici GP qui a Phillip Island sta funzionando bene e le sensazioni sono positive.  Oggi siamo riusciti a compiere grossi passi in avanti rispetto a ieri, ma dobbiamo ancora sistemare alcuni aspetti per cercare di far curvare meglio la moto: se ci riusciremo, come credo, sono sicuro che avremo una buona possibilità di lottare per la vittoria. Correre il Gran Premio di casa è sempre molto emozionante e non vedo l’ora di correre davanti a tutti i miei fans!”

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domattina alle ore 9:40 locali (00:40 in Italia) per il warm up, mentre il GP d’Australia prenderà il via alle ore 14:00 australiane (le 5:00 italiane) sulla distanza di 27 giri.

I piloti del Ducati Lenovo Team hanno preso parte oggi a due sessioni di prove libere, entrambe con asfalto asciutto, sul circuito di Phillip Island, teatro questo fine settimana del GP d’Australia, terzultimo appuntamento della stagione MotoGP 2022. Dopo la pioggia battente caduta durante la giornata di ieri, il forte vento alzatosi questa mattina ha infatti allontanato in parte la perturbazione, lasciando spazio ad un turno di FP1 asciutto durante il quale sia Pecco Bagnaia che Jack Miller hanno potuto riprendere confidenza col tracciato australiano, tornato in calendario quest’anno dopo un’assenza di tre anni.

Dopo aver chiuso la FP1 con un giro veloce in 1:31.077, nella FP2 del pomeriggio Bagnaia ha compiuto un giro veloce in 1:29.838 con la gomma morbida, terminando la prima giornata all’ottavo posto. Jack Miller ha invece chiuso il venerdì in tredicesima posizione, dopo aver dedicato la maggior parte delle due sessioni lavorando sul setup della sua Desmosedici GP in vista della gara.

La prima giornata di prove libere del GP d’Australia ha visto due Ducati al comando: Johann Zarco è stato infatti il più veloce con la Desmosedici GP del team Pramac Racing seguito da Marco Bezzecchi, pilota del VR46 Racing Team.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 8° (1:29.838)
“Il bilancio di oggi è positivo e quindi sono contento. Sia nella FP1 che nella FP2 ho avuto qualche difficoltà nella prima uscita, mai in seguito siamo riusciti a raddrizzare la situazione ed ottenere buoni risultati alla fine di entrambe le sessioni. Abbiamo ancora del lavoro da fare ma siamo a buon punto, e so dove possiamo ancora migliorare. In questo momento i settori dove perdo qualcosa sono il primo ed il terzo, perciò domani mi concentrerò soprattutto sul fare bene in quei due punti del tracciato: sarà fondamentale riuscire a qualificarsi davanti, e so di avere il potenziale per poter essere veloce”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 13° (1:30.021)
“La giornata di oggi non si è sicuramente conclusa come speravamo. Fatico soprattutto a curvare e, a causa di alcuni piccoli problemi avuti durante il secondo turno, uniti al forte vento, non siamo riusciti a migliorare nel time-attack. In ogni caso, sono felice di essere nuovamente qui a Phillip Island. È bellissimo vedere quanta gente sia venuta questo weekend e questo mi motiva molto: sono sicuro che domattina, se il meteo ce lo permetterà, potremo fare passi avanti e una buona qualifica”.  

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domattina alle ore 9:55 australiane (le 00:55 in Italia) per la FP3, mentre le qualifiche di disputeranno a partire dalle ore 14:10 locali (le 5:10 italiane), al termine della FP4.

Il Ducati Lenovo Team è arrivato in Australia per disputare, questo fine settimana, il terzultimo appuntamento della stagione MotoGP 2022, il GP d’Australia sul circuito di Philip Island.

Il tracciato, che è a circa due ore di auto da Melbourne, ha ospitato il mondiale in 25 occasioni prima della pandemia che ha costretto gli organizzatori a cancellare le edizioni 2020 e 2021. Finora Ducati ha ottenuto 4 vittorie e 11 podi sul circuito australiano: il più recente è stato il terzo posto di Jack Miller nel 2019 con la Desmosedici GP del Pramac Racing Team.

Miller correrà qui il suo Gran Premio di casa e lo farà per la prima volta vestendo i colori del team ufficiale. Vincitore del GP del Giappone e reduce da un secondo posto nell’ultimo appuntamento disputato in Tailandia, il pilota australiano andrà a caccia di un altro successo davanti al suo pubblico di casa. Anche per Pecco Bagnaia, terzo a Buriram, il GP dell’Australia sarà molto importante: il pilota italiano arriva infatti a Phillip Island con un distacco in campionato di soli due punti rispetto al leader Quartararo. Sul tracciato australiano Bagnaia, quarto al traguardo nell’edizione 2019, punta ad ottenere un altro risultato importante in ottica campionato.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 2° (217 punti)
“Dopo il GP della Tailandia sono tornato a casa per qualche giorno e ora sono pronto ad affrontare questi altri due appuntamenti consecutivi in Australia e Malesia. Sono entusiasta di tornare a Phillip Island, un circuito molto veloce dove sono convinto che potremo fare bene. Adesso siamo a due punti da Quartararo, ma questo non cambia il nostro approccio: dobbiamo restare concentrati, lavorare bene a partire dal primo turno del venerdì e puntare alla vittoria in gara. Ora più che mai è importante non commettere errori. Vedremo come sarà il meteo. Nell’ultimo GP siamo riusciti a ritrovare un buon feeling sul bagnato, ma dobbiamo comunque arrivare a domenica pronti ad affrontare la gara in qualsiasi condizione”

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 5° (179 punti)
“Sono davvero molto contento di tornare a Phillip Island e disputare finalmente il mio Gran Premio di casa con il team ufficiale Ducati. L’ultima volta che abbiamo corso qui è stato nel 2019, e in questo weekend sarà la prima volta che i miei famigliari e i miei amici mi vedranno correre dal vivo vestendo i colori del Ducati Lenovo Team, per cui sono felice e orgoglioso! Arriviamo da un periodo in cui ho trovato un grande feeling con la mia Desmosedici GP: la moto funziona davvero bene e le mie sensazioni migliorano gara dopo gara, perciò non vedo l’ora di scendere in pista e lottare nuovamente per un buon risultato”.

I piloti del Ducati Lenovo Team scenderanno in pista venerdì 14 ottobre per la prima sessione di prove del GP dell’Australia alle ore 9:55 locali (00:55 in Italia), mentre la gara verrà disputata domenica 16 ottobre con partenza prevista per le ore 14:00 australiane (le 5:00 italiane) sulla distanza di 27 giri.

Il Gran Premio della Tailandia andato in scena questo fine settimana sul Chang International Circuit di Buriram, si è concluso con un doppio podio per il Ducati Lenovo Team. Infatti, Jack Miller e Pecco Bagnaia hanno chiuso rispettivamente in seconda e terza posizione la gara disputata questo pomeriggio sul bagnato e partita con un’ora di ritardo dopo i continui rinvii a causa della pioggia torrenziale.

Allo spegnimento del semaforo rosso, entrambi i piloti del Ducati Lenovo Team sono stati protagonisti di un’ottima partenza. Jack Miller, settimo al via, è riuscito a recuperare subito terreno nelle prime fasi concitate di gara, conquistando la prima posizione dopo soli tre giri. Verso metà gara, il pilota australiano è stato però superato da Miguel Oliveira, il quale ha infine ottenuto la vittoria nel GP della Tailandia. Dopo il Gran Premio di oggi, Jack resta in quinta posizione in classifica generale, ma riduce la distanza dal primo classificato Fabio Quartararo a 40 lunghezze, mantenendosi matematicamente in lotta per il titolo mondiale.

Pecco Bagnaia riduce invece a soli due punti il distacco dal pilota francese grazie al terzo posto conquistato oggi. Già terzo dopo sei giri, il pilota italiano ha dovuto fare i conti con un Marc Marquez agguerrito fino a cinque giri dal termine, quando Johann Zarco, pilota Ducati del team Pramac Racing, si è portato alle sue spalle relegando il pilota spagnolo in quinta posizione.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 2°
“Con queste condizioni la gara è sembrata davvero lunghissima e oltre ad amministrare il mio ritmo ho dovuto anche fare molta attenzione a non commettere nessun errore. Quando Oliveira mi ha passato, ho continuato a spingere al massimo per cercare di riprenderlo e sorpassarlo. Volevo provarci all’ultimo giro, ma ho commesso un piccolo errore a quattro curve dalla fine e lui nell’ultimo settore era davvero fortissimo. In ogni caso sono felice di essere di nuovo sul podio: la moto funziona sempre meglio e il team sta facendo un lavoro incredibile. Inoltre, Pecco è ora solo a 2 punti dal leader della classifica e la lotta per il titolo iridato è sempre più aperta. È stata davvero un’ottima giornata in generale per tutta la squadra, e sarei molto felice se riuscissimo a riportare il titolo a Bologna. Ora non vedo l’ora di tornare a casa e correre finalmente davanti a tutta la mia famiglia a Phillip Island”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 3°
“Sono molto contento di questo terzo posto. È stata una gara lunga e molto intensa. Sapevo che il mio potenziale sul bagnato era questo e non quello dimostrato in Giappone. Fin dall’inizio ho provato a spingere, cercando di perdere meno terreno possibile, ma non è stato facile. Sul finale la gomma davanti era finita e i piloti dietro si facevano sempre più vicini, ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Ora siamo a due punti in campionato da Quartararo, perciò le prossime tre gare saranno davvero determinanti”.

I piloti del Ducati Lenovo Team avranno ora una settimana di pausa prima di ritornare in pista dal 14 al 16 ottobre sul Phillip Island Grand Prix Circuit, nei pressi di Melbourne, per il GP dell’Australia, gara di casa di Jack Miller.

Un’altra prima fila tutta Ducati a Buriram, con Pecco Bagnaia terzo nelle qualifiche del GP della Tailandia. Pole di Bezzecchi davanti a Martin, mentre Jack Miller chiude settimo

Per la nona volta in questa stagione Pecco Bagnaia partirà dalla prima fila, grazie al terzo miglior tempo in qualifica nel GP della Tailandia, in programma domani sul Chang International Circuit di Buriram.

Nella Q2, disputata questo pomeriggio, il pilota del Ducati Lenovo Team è infatti riuscito a segnare il crono di 1:29.775, portandosi a soli 104 millesimi dalla pole. Ad aggiudicarsi la prima posizione, firmando  anche il nuovo record del circuito in 1:29.671, è stato Marco Bezzecchi con la Desmosedici GP del VR46 Racing Team. Completa la prima fila Jorge Martín, secondo con la Ducati del team Pramac Racing a 21 millesimi dal compagno di marca. E‘ la sesta volta, nel corso della stagione 2022, in cui la prima fila dello schieramento di partenza sarà occupata da tre moto Ducati. La casa di Borgo Panigale ha finora centrato 13 pole position nel 2022 con 7 piloti diversi.

Jack Miller partirà invece dalla terza fila con il settimo tempo. Il pilota australiano, che fin dalla prima sessione di ieri è sempre stato competitivo sul tracciato tailandese, è stato rallentato da un problema tecnico in qualifica, che non gli ha permesso di portare a termine il suo secondo tentativo di time attack e lo ha costretto a rientrare ai box nei minuti finali della Q2.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 3° (1:29.775)
“L’obiettivo principale di questa qualifica era la prima fila e l’abbiamo centrato, perciò sono soddisfatto. Purtroppo non sono riuscito a fare un giro pulito e con la prima gomma morbida non mi sono trovato benissimo. In ogni caso il turno più importante per noi oggi era la FP4: con una gomma che già aveva fatto 26 giri, siamo riusciti a segnare un buon tempo, due decimi più lento rispetto al miglior giro di questa mattina con penumatici nuovi. Abbiamo un buon ritmo, perciò sono fiducioso di poter fare una bella gara anche domani”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 7° (1:30.106)
“Purtroppo in qualifica abbiamo avuto un problema alla moto dopo la nostra seconda uscita dai box e quando sono rientrato non c’è stato più tempo per uscire nuovamente con la seconda moto. In ogni caso credo che potremo far bene domani, anche partendo dalla settima posizione. Nella FP4 mi sono trovato molto a mio agio con la moto: abbiamo completato 18 giri con un buon ritmo, perciò sono soddisfatto. Sarà importante riuscire a fare tanti sorpassi all’inizio, e prevedo una gara molto fisica a causa delle alte temperature.”

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani mattina alle ore 10:40 per il warm up, mentre il GP della Tailandia prenderà il via alle ore 15:00 locali (le 10:00 in Italia) sulla distanza di 26 giri.

Le prime due sessioni del GP della Tailandia, diciassettesimo appuntamento della stagione MotoGP 2022, in programma questo fine settimana sul Chang International Circuit di Buriram, sono state disputate in condizioni di pista asciutta, nonostante la pioggia caduta nelle prime ore del mattino e durante la pausa pranzo. Ciò ha permesso ai piloti della MotoGP di sfruttare appieno il tempo a loro disposizione in pista per riprendere contatto con il circuito tailandese, tornato in calendario dopo tre anni.

I due piloti del Ducati Lenovo Team non hanno tardato a ritrovare fiducia sul tracciato tailandese. Pecco Bagnaia, sesto dopo la FP1 del mattino, ha infatti chiuso il venerdì con il secondo miglior tempo, a soli 18 millesimi dal compagno di marca Johann Zarco, primo con la Desmosedici GP del Pramac Racing Team. Anche Jack Miller, terzo dopo la prima sessione, è stato competitivo nel pomeriggio ma, a causa del traffico e delle numerose bandiere gialle presenti in pista durante i minuti finali della FP2, non è riuscito a portare a termine il suo time attack e ha chiuso con il sesto tempo complessivo la sessione.

Jorge Martín, compagno di squadra di Johann Zarco, completa un terzetto tutto Ducati chiudendo con il terzo miglior tempo la prima giornata a Buriram in 1:30.471.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 2° (1:30.299)
“Sono contento perché siamo riusciti a risolvere alcuni dei problemi che avevamo avuto in Giappone, ed essere riusciti a migliorare così tanto nel pomeriggio mi ha soddisfatto molto. Sull’asciutto abbiamo dimostrato di avere un ritmo di gara molto veloce e di essere anche competitivi nel time attack. Anche se dovesse piovere domani, sono comunque fiducioso di poter fare bene: grazie ai passi in avanti compiuti quest’oggi, credo che anche sul bagnato potremo essere veloci”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 6° (1:30.588)
“Ci aspettavamo due sessioni bagnate quest’oggi, ma con questo clima tropicale è sempre difficile prevedere il meteo e alla fine siamo stati fortunati e abbiamo potuto girare sempre sull‘asciutto. Mi sono trovato subito a mio agio sulla moto e solo nel pomeriggio ho faticato un po’ di più a causa del vento. Abbiamo lavorato principalmente con la gomma soft e il nostro passo è buono. Se domani le condizioni saranno simili proveremo a capire anche il comportamento delle altre mescole. Negli ultimi minuti della FP2 non sono riuscito a migliorare a causa delle bandiere gialle, ma sappiamo di avere ancora del margine per poter fare un passo avanti domani. Sono soddisfatto di questa prima giornata e fiducioso di poter fare una buona qualifica qui a Buriram”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domattina alle ore 10:50 locali (le 5:50 italiane) per la FP3, mentre le qualifiche del GP della Tailandia si disputeranno nel pomeriggio, a partire dalle ore 14:25 locali, al termine della FP4.

Dopo il GP d’Aragona e il GP del Giappone, il Ducati Lenovo Team è pronto ad affrontare il suo terzo Gran Premio consecutivo questo fine settimana in Tailandia, sul Chang International Circuit a Buriram. Ducati ha ottenuto un secondo posto, con Andrea Dovizioso, nella prima edizione del GP, che fino ad oggi si è disputato in due sole occasioni prima della pandemia, nel 2018 e 2019,.

Jack Miller, fresco vincitore dell’ultimo appuntamento in Giappone, arriva a Buriram determinato a continuare lo slancio positivo e lottare nuovamente per le prime posizioni in gara. Anche Francesco Bagnaia torna in pista con lo stesso obiettivo: il pilota italiano, reduce invece da un ritiro per caduta a Motegi, punta a tornare tra i protagonisti sulla pista tailandese per continuare nella sua rimonta in Campionato, che lo vede attualmente secondo in classifica generale a 18 punti dal leader Quartararo, quando mancano 4 gare alla fine della stagione.

Francesco Bagnaia (#63, Ducati Lenovo Team) – 2° (201 punti)
“Sono contento di tornare a correre in Tailandia. Qui l’atmosfera è sempre incredibile e ci saranno sicuramente moltissimi tifosi a sostenerci. Tornare in pista dopo una settimana dal GP del Giappone mi aiuterà a lasciarmi definitivamente alle spalle la gara di domenica scorsa. Questo fine settimana potremo seguire un normale programma di lavoro visto che, diversamente da Motegi, gli orari torneranno ad essere normali. Ci impegneremo fin dal venerdì per cercare di arrivare pronti per a gara, che potrebbe disputarsi sul bagnato. Sono determinato a fare bene e a non commettere più errori”.

Jack Miller (#43, Ducati Lenovo Team) – 5° (159 punti)
“Dopo la vittoria nel GP del Giappone arrivo molto motivato qui in Tailandia. Come ho già detto in precedenza, dopo il test di Barcellona e quello di Misano di qualche settimana fa, abbiamo individuato un setup della moto che mi piace davvero molto e le sensazioni che ho con la mia Desmosedici GP sono fantastiche. Domenica scorsa ho disputato la gara più bella della mia carriera e credo di non aver mai guidato così bene. Spero di poter fare la stessa cosa qui a Buriram. Sicuramente il meteo giocherà un ruolo chiave, ma solitamente sono forte sul bagnato, perciò mi sento pronto ad affrontare la gara in qualsiasi condizione”.

I piloti del Ducati Lenovo Team scenderanno in pista per la prima sessione di prove libere del GP della Tailandia venerdì 30 settembre alle ore 10:50 locali.

Jack Miller conquista la sua terza vittoria in MotoGP con il Ducati Lenovo Team nel GP del Giappone disputato questo pomeriggio sul circuito di Motegi. Il pilota australiano è stato autore questo pomeriggio di una gara formidabile, che lo ha visto tagliare il traguardo con un margine di oltre 3 secondi sul secondo classificato, Brad Binder. Completa il podio Jorge Martin, terzo con la Ducati Desmosedici GP del Pramac Racing Team.

Partito con il settimo tempo dalla terza fila, Miller è riuscito a recuperare tre posizioni subito dopo il via per passare poi in testa alla gara dopo due giri compiendo due sorpassi magistrali su Binder e Martin. Il pilota australiano ha poi continuato a spingere tenendo un ritmo elevatissimo ed ha anche siglato il nuovo miglior giro in gara a Motegi in 1’45.198. Per Miller si tratta della quarta vittoria in carriera in MotoGP, mentre la vittoria di oggi è l’undicesimo successo conquistato in questa stagione da Ducati, che così eguaglia il precedente record di vittorie ottenuto dalla casa di Borgo Panigale nella stagione 2007.

Giornata sfortunata per il compagno di squadra Pecco Bagnaia che, dopo essersi qualificato dodicesimo ieri sul bagnato, ha dovuto fare una gara di rimonta quest’oggi. A pochi giri dal termine Pecco era riuscito ad avvicinarsi al suo diretto rivale in campionato Quartararo, che era ottavo, ma nel tentativo di sorpassarlo all’ultimo giro il pilota italiano ha commesso un errore ed è caduto. Bagnaia adesso ha un distacco di 18 lunghezze sul pilota francese, mentre Miller resta quinto con 159 punti.
Oltre al titolo piloti, resta ancora aperto anche il Campionato Squadre, che vede al momento il Ducati Lenovo Team al comando della classifica generale con un vantaggio di 53 punti.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 1°
“Già dalla prima sessione di venerdì mi sentivo davvero a mio agio con la Desmosedici GP su questa pista e anche oggi sono riuscito a ritrovare le stesse sensazioni. Ieri ero abbastanza deluso di non essere riuscito ad andare oltre la settima posizione in qualifica sul bagnato, condizioni nelle quali solitamente sono competitivo, ma oggi in gara è andata diversamente. Sono riuscito a fare una buona partenza e una volta conquistata la prima posizione ho semplicemente fatto il mio ritmo. Credo di non aver mai guidato così bene in vita mia e questa è sicuramente la mia miglior gara di sempre. Sono anche molto contento di essere riuscito ad ottenere un’altra vittoria con il Ducati Lenovo Team prima perché i ragazzi della mia squadra danno sempre il massimo per me ed è bello poter festeggiare una terza vittoria insieme”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – Ritirato
“Per prima cosa vorrei chiedere scusa alla mia squadra perché la caduta di oggi è stata solo dovuta a un mio errore. Rispetto al warm up di questa mattina, non avevo un buon feeling con la moto e ho fatto una manovra troppo ambiziosa nel tentativo di sorpassare Fabio. Speravo che, se lo avessi passato, magari avrei potuto approfittare di un eventuale errore di Viñales per recuperare altro terreno. In ogni caso, rifletterò su questo mio errore. L’unica nota positiva di oggi è stata la vittoria di Jack, della quale sono felicissimo. Ora cerchiamo di restare concentrati e pensare alla prossima gara di domenica a Buriram, in Tailandia”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Sono veramente contento della vittoria di Jack, perché è una persona splendida ed uno dei piloti più forti della MotoGP. Oggi era nettamente superiore a tutti: ha guidato in maniera impeccabile, facendo dei sorpassi incredibili e tenendo un ritmo elevatissimo nonostante fosse da solo in testa alla gara. Si è veramente meritato questo successo! Ovviamente, sono molto dispiaciuto per la caduta di Pecco, ma credo che possa capitare ad un pilota che sta dando tutto per vincere un titolo mondiale. Ora dobbiamo lasciarci alle spalle la sua gara di oggi e continuare come se nulla fosse successo”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista venerdì 30 settembre sul Chang International Circuit di Buriram per le prime prove del GP della Tailandia.