Archivio per la categoria ‘Ducati Motogp’

Un’altra prima fila tutta Ducati a Buriram, con Pecco Bagnaia terzo nelle qualifiche del GP della Tailandia. Pole di Bezzecchi davanti a Martin, mentre Jack Miller chiude settimo

Per la nona volta in questa stagione Pecco Bagnaia partirà dalla prima fila, grazie al terzo miglior tempo in qualifica nel GP della Tailandia, in programma domani sul Chang International Circuit di Buriram.

Nella Q2, disputata questo pomeriggio, il pilota del Ducati Lenovo Team è infatti riuscito a segnare il crono di 1:29.775, portandosi a soli 104 millesimi dalla pole. Ad aggiudicarsi la prima posizione, firmando  anche il nuovo record del circuito in 1:29.671, è stato Marco Bezzecchi con la Desmosedici GP del VR46 Racing Team. Completa la prima fila Jorge Martín, secondo con la Ducati del team Pramac Racing a 21 millesimi dal compagno di marca. E‘ la sesta volta, nel corso della stagione 2022, in cui la prima fila dello schieramento di partenza sarà occupata da tre moto Ducati. La casa di Borgo Panigale ha finora centrato 13 pole position nel 2022 con 7 piloti diversi.

Jack Miller partirà invece dalla terza fila con il settimo tempo. Il pilota australiano, che fin dalla prima sessione di ieri è sempre stato competitivo sul tracciato tailandese, è stato rallentato da un problema tecnico in qualifica, che non gli ha permesso di portare a termine il suo secondo tentativo di time attack e lo ha costretto a rientrare ai box nei minuti finali della Q2.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 3° (1:29.775)
“L’obiettivo principale di questa qualifica era la prima fila e l’abbiamo centrato, perciò sono soddisfatto. Purtroppo non sono riuscito a fare un giro pulito e con la prima gomma morbida non mi sono trovato benissimo. In ogni caso il turno più importante per noi oggi era la FP4: con una gomma che già aveva fatto 26 giri, siamo riusciti a segnare un buon tempo, due decimi più lento rispetto al miglior giro di questa mattina con penumatici nuovi. Abbiamo un buon ritmo, perciò sono fiducioso di poter fare una bella gara anche domani”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 7° (1:30.106)
“Purtroppo in qualifica abbiamo avuto un problema alla moto dopo la nostra seconda uscita dai box e quando sono rientrato non c’è stato più tempo per uscire nuovamente con la seconda moto. In ogni caso credo che potremo far bene domani, anche partendo dalla settima posizione. Nella FP4 mi sono trovato molto a mio agio con la moto: abbiamo completato 18 giri con un buon ritmo, perciò sono soddisfatto. Sarà importante riuscire a fare tanti sorpassi all’inizio, e prevedo una gara molto fisica a causa delle alte temperature.”

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani mattina alle ore 10:40 per il warm up, mentre il GP della Tailandia prenderà il via alle ore 15:00 locali (le 10:00 in Italia) sulla distanza di 26 giri.

Le prime due sessioni del GP della Tailandia, diciassettesimo appuntamento della stagione MotoGP 2022, in programma questo fine settimana sul Chang International Circuit di Buriram, sono state disputate in condizioni di pista asciutta, nonostante la pioggia caduta nelle prime ore del mattino e durante la pausa pranzo. Ciò ha permesso ai piloti della MotoGP di sfruttare appieno il tempo a loro disposizione in pista per riprendere contatto con il circuito tailandese, tornato in calendario dopo tre anni.

I due piloti del Ducati Lenovo Team non hanno tardato a ritrovare fiducia sul tracciato tailandese. Pecco Bagnaia, sesto dopo la FP1 del mattino, ha infatti chiuso il venerdì con il secondo miglior tempo, a soli 18 millesimi dal compagno di marca Johann Zarco, primo con la Desmosedici GP del Pramac Racing Team. Anche Jack Miller, terzo dopo la prima sessione, è stato competitivo nel pomeriggio ma, a causa del traffico e delle numerose bandiere gialle presenti in pista durante i minuti finali della FP2, non è riuscito a portare a termine il suo time attack e ha chiuso con il sesto tempo complessivo la sessione.

Jorge Martín, compagno di squadra di Johann Zarco, completa un terzetto tutto Ducati chiudendo con il terzo miglior tempo la prima giornata a Buriram in 1:30.471.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 2° (1:30.299)
“Sono contento perché siamo riusciti a risolvere alcuni dei problemi che avevamo avuto in Giappone, ed essere riusciti a migliorare così tanto nel pomeriggio mi ha soddisfatto molto. Sull’asciutto abbiamo dimostrato di avere un ritmo di gara molto veloce e di essere anche competitivi nel time attack. Anche se dovesse piovere domani, sono comunque fiducioso di poter fare bene: grazie ai passi in avanti compiuti quest’oggi, credo che anche sul bagnato potremo essere veloci”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 6° (1:30.588)
“Ci aspettavamo due sessioni bagnate quest’oggi, ma con questo clima tropicale è sempre difficile prevedere il meteo e alla fine siamo stati fortunati e abbiamo potuto girare sempre sull‘asciutto. Mi sono trovato subito a mio agio sulla moto e solo nel pomeriggio ho faticato un po’ di più a causa del vento. Abbiamo lavorato principalmente con la gomma soft e il nostro passo è buono. Se domani le condizioni saranno simili proveremo a capire anche il comportamento delle altre mescole. Negli ultimi minuti della FP2 non sono riuscito a migliorare a causa delle bandiere gialle, ma sappiamo di avere ancora del margine per poter fare un passo avanti domani. Sono soddisfatto di questa prima giornata e fiducioso di poter fare una buona qualifica qui a Buriram”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domattina alle ore 10:50 locali (le 5:50 italiane) per la FP3, mentre le qualifiche del GP della Tailandia si disputeranno nel pomeriggio, a partire dalle ore 14:25 locali, al termine della FP4.

Dopo il GP d’Aragona e il GP del Giappone, il Ducati Lenovo Team è pronto ad affrontare il suo terzo Gran Premio consecutivo questo fine settimana in Tailandia, sul Chang International Circuit a Buriram. Ducati ha ottenuto un secondo posto, con Andrea Dovizioso, nella prima edizione del GP, che fino ad oggi si è disputato in due sole occasioni prima della pandemia, nel 2018 e 2019,.

Jack Miller, fresco vincitore dell’ultimo appuntamento in Giappone, arriva a Buriram determinato a continuare lo slancio positivo e lottare nuovamente per le prime posizioni in gara. Anche Francesco Bagnaia torna in pista con lo stesso obiettivo: il pilota italiano, reduce invece da un ritiro per caduta a Motegi, punta a tornare tra i protagonisti sulla pista tailandese per continuare nella sua rimonta in Campionato, che lo vede attualmente secondo in classifica generale a 18 punti dal leader Quartararo, quando mancano 4 gare alla fine della stagione.

Francesco Bagnaia (#63, Ducati Lenovo Team) – 2° (201 punti)
“Sono contento di tornare a correre in Tailandia. Qui l’atmosfera è sempre incredibile e ci saranno sicuramente moltissimi tifosi a sostenerci. Tornare in pista dopo una settimana dal GP del Giappone mi aiuterà a lasciarmi definitivamente alle spalle la gara di domenica scorsa. Questo fine settimana potremo seguire un normale programma di lavoro visto che, diversamente da Motegi, gli orari torneranno ad essere normali. Ci impegneremo fin dal venerdì per cercare di arrivare pronti per a gara, che potrebbe disputarsi sul bagnato. Sono determinato a fare bene e a non commettere più errori”.

Jack Miller (#43, Ducati Lenovo Team) – 5° (159 punti)
“Dopo la vittoria nel GP del Giappone arrivo molto motivato qui in Tailandia. Come ho già detto in precedenza, dopo il test di Barcellona e quello di Misano di qualche settimana fa, abbiamo individuato un setup della moto che mi piace davvero molto e le sensazioni che ho con la mia Desmosedici GP sono fantastiche. Domenica scorsa ho disputato la gara più bella della mia carriera e credo di non aver mai guidato così bene. Spero di poter fare la stessa cosa qui a Buriram. Sicuramente il meteo giocherà un ruolo chiave, ma solitamente sono forte sul bagnato, perciò mi sento pronto ad affrontare la gara in qualsiasi condizione”.

I piloti del Ducati Lenovo Team scenderanno in pista per la prima sessione di prove libere del GP della Tailandia venerdì 30 settembre alle ore 10:50 locali.

Jack Miller conquista la sua terza vittoria in MotoGP con il Ducati Lenovo Team nel GP del Giappone disputato questo pomeriggio sul circuito di Motegi. Il pilota australiano è stato autore questo pomeriggio di una gara formidabile, che lo ha visto tagliare il traguardo con un margine di oltre 3 secondi sul secondo classificato, Brad Binder. Completa il podio Jorge Martin, terzo con la Ducati Desmosedici GP del Pramac Racing Team.

Partito con il settimo tempo dalla terza fila, Miller è riuscito a recuperare tre posizioni subito dopo il via per passare poi in testa alla gara dopo due giri compiendo due sorpassi magistrali su Binder e Martin. Il pilota australiano ha poi continuato a spingere tenendo un ritmo elevatissimo ed ha anche siglato il nuovo miglior giro in gara a Motegi in 1’45.198. Per Miller si tratta della quarta vittoria in carriera in MotoGP, mentre la vittoria di oggi è l’undicesimo successo conquistato in questa stagione da Ducati, che così eguaglia il precedente record di vittorie ottenuto dalla casa di Borgo Panigale nella stagione 2007.

Giornata sfortunata per il compagno di squadra Pecco Bagnaia che, dopo essersi qualificato dodicesimo ieri sul bagnato, ha dovuto fare una gara di rimonta quest’oggi. A pochi giri dal termine Pecco era riuscito ad avvicinarsi al suo diretto rivale in campionato Quartararo, che era ottavo, ma nel tentativo di sorpassarlo all’ultimo giro il pilota italiano ha commesso un errore ed è caduto. Bagnaia adesso ha un distacco di 18 lunghezze sul pilota francese, mentre Miller resta quinto con 159 punti.
Oltre al titolo piloti, resta ancora aperto anche il Campionato Squadre, che vede al momento il Ducati Lenovo Team al comando della classifica generale con un vantaggio di 53 punti.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 1°
“Già dalla prima sessione di venerdì mi sentivo davvero a mio agio con la Desmosedici GP su questa pista e anche oggi sono riuscito a ritrovare le stesse sensazioni. Ieri ero abbastanza deluso di non essere riuscito ad andare oltre la settima posizione in qualifica sul bagnato, condizioni nelle quali solitamente sono competitivo, ma oggi in gara è andata diversamente. Sono riuscito a fare una buona partenza e una volta conquistata la prima posizione ho semplicemente fatto il mio ritmo. Credo di non aver mai guidato così bene in vita mia e questa è sicuramente la mia miglior gara di sempre. Sono anche molto contento di essere riuscito ad ottenere un’altra vittoria con il Ducati Lenovo Team prima perché i ragazzi della mia squadra danno sempre il massimo per me ed è bello poter festeggiare una terza vittoria insieme”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – Ritirato
“Per prima cosa vorrei chiedere scusa alla mia squadra perché la caduta di oggi è stata solo dovuta a un mio errore. Rispetto al warm up di questa mattina, non avevo un buon feeling con la moto e ho fatto una manovra troppo ambiziosa nel tentativo di sorpassare Fabio. Speravo che, se lo avessi passato, magari avrei potuto approfittare di un eventuale errore di Viñales per recuperare altro terreno. In ogni caso, rifletterò su questo mio errore. L’unica nota positiva di oggi è stata la vittoria di Jack, della quale sono felicissimo. Ora cerchiamo di restare concentrati e pensare alla prossima gara di domenica a Buriram, in Tailandia”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Sono veramente contento della vittoria di Jack, perché è una persona splendida ed uno dei piloti più forti della MotoGP. Oggi era nettamente superiore a tutti: ha guidato in maniera impeccabile, facendo dei sorpassi incredibili e tenendo un ritmo elevatissimo nonostante fosse da solo in testa alla gara. Si è veramente meritato questo successo! Ovviamente, sono molto dispiaciuto per la caduta di Pecco, ma credo che possa capitare ad un pilota che sta dando tutto per vincere un titolo mondiale. Ora dobbiamo lasciarci alle spalle la sua gara di oggi e continuare come se nulla fosse successo”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista venerdì 30 settembre sul Chang International Circuit di Buriram per le prime prove del GP della Tailandia.

Il sabato del GP del Giappone è stato fortemente influenzato dalle avverse condizioni meteorologiche: dopo il turno di FP2 disputato sul bagnato e che ha mantenuto inalterata la classifica dei tempi del venerdì, l’intensificarsi della pioggia durante la Q2 della Moto2 ha costretto gli organizzatori a ritardare il restante programma del sabato e poi a cancellare definitivamente il turno di FP3 della MotoGP che era previsto per le 14:25 locali.

Jack Miller e Pecco Bagnaia, rispettivamente primi e secondi al termine del venerdì, hanno quindi preso parte direttamente alla Q2, due ore dopo l’orario previsto originariamente. Miller, che sul bagnato aveva ottenuto il terzo miglior tempo la mattina, non ha ritrovato lo stesso feeling con la sua Desmosedici GP nel pomeriggio, chiudendo al settimo posto per cui partirà domani dalla terza fila domani in gara. Bagnaia scatterà invece dalla quarta fila: il pilota italiano non è riuscito infatti ad andare oltre il dodicesimo tempo in qualifica.

La giornata di domani prevede un meteo asciutto e avrà inizio per i piloti della MotoGP alle ore 10:40 locali con il warm up. La gara prenderà il via invece alle ore 15:00 (le 8:00 in Italia) sulla distanza di 24 giri.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 7° (1:55.784)
“In qualifica ho sofferto molto la mancanza di grip all’anteriore: ho rischiato di cadere in diverse occasioni e per questo non sono riuscito ad essere veloce. Partire dalla terza fila non è sicuramente l’ideale per la gara di domani, ma la moto funziona bene e sono pronto ad affrontare qualsiasi condizione. Molti dei piloti con un buon passo di gara partiranno dietro di me, perciò possiamo sicuramente puntare ad un buon risultato”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 12° (1’57.373)
“Purtroppo quest’anno non riusciamo ancora ad essere competitivi come lo scorso anno sul bagnato. Qualcosa non sta funzionando come dovrebbe, e dobbiamo analizzare bene i dati di oggi per capire quale sia esattamente il problema. In qualifica non avevo feeling con la moto e non sono riuscito a guidare come volevo. Domani la gara potrebbe disputarsi in condizioni di pista asciutta e, in questo caso, sappiamo di essere competitivi perché nella FP1 di ieri eravamo riusciti già ad individuare un buon setup per la gara. La strategia di domani sarà fare una buona partenza e spingere da subito. Anche se partirò indietro il mio obiettivo resta quello di lottare per la vittoria. Ho già fatto delle grandi rimonte in passato, perciò domani ci riproveremo”.

Jack Miller ha chiuso al comando la prima giornata di prove libere del GP del Giappone, sedicesimo appuntamento della stagione MotoGP 2022, in programma questo fine settimana sul circuito di Motegi. Rispetto ad un normale venerdì di prove, la giornata di oggi ha avuto un orario diverso, per permettere che il materiale delle squadre potesse arrivare in tempo in Giappone, dopo l’ultimo Gran Premio disputato ad Aragón domenica scorsa.

I piloti hanno infatti preso parte ad un’unica sessione di 75 minuti questo pomeriggio, durante la quale hanno potuto riprendere confidenza con il tracciato giapponese, che mancava dal calendario MotoGP da tre anni, dopo l’ultima edizione disputata nel 2019. In una prima sessione caratterizzata da condizioni della pista asciutta nonostante qualche leggera goccia di pioggia, Jack Miller è stato subito veloce segnando il miglior tempo di giornata in 1:44.537 nei minuti finali del turno. Alle sue spalle, staccato di soli 28 millesimi, ha chiuso il compagno di squadra Pecco Bagnaia. Anche per il pilota italiano la prima giornata a Motegi ha riservato sensazioni positive che lo rendono fiducioso in vista delle qualifiche di domani, nonostante il meteo che al momento prevede pioggia.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 1° (1:44.509)
“Sono soddisfatto di questa prima giornata a Motegi. Nonostante fosse da tre anni che non correvamo qui, siamo riusciti ad essere veloci fin da subito. Avere una sessione più lunga ci ha permesso di effettuare delle prove di setup che solitamente non abbiamo il tempo di fare e le modifiche che abbiamo apportato alla moto verso la fine del turno mi sono piaciute molto. In generale la nostra Desmosedici GP qui funziona bene e mi sto divertendo a guidarla. Domani è prevista pioggia, ma solitamente il grip su questa pista è buono anche con l’asfalto bagnato, perciò sono fiducioso di poter fare bene in qualsiasi condizione”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 2° (1:44.537)
“All’inizio ho faticato un po’, ma insieme alla mia squadra siamo riusciti a fare un ottimo lavoro, e nelle ultime due uscite ho trovato un buon feeling con la moto per cui sono molto contento. È bello tornare a correre qui a Motegi, che è una delle mie piste preferite, perché oltre ad avere dei punti in cui bisogna frenare forte, ha anche delle curve molto veloci. Rispetto a tre anni fa il mio feeling è nettamente migliorato e credo di avere già un buon setup di base per la gara. L’obiettivo per le qualifiche di domani sarà riuscire a piazzarsi nelle prime due file: non sarà facile visto che probabilmente pioverà, ma ci proveremo”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani mattina alle ore 10:50 locali per la FP2, mentre le qualifiche del GP del Giappone si disputeranno a partire dalle ore 15:05 locali, al termine della FP3.

A pochi giorni dal GP d’Aragona disputato domenica scorsi in Spagna, il Ducati Lenovo Team è pronto a tornare in pista questa domenica nel paese del sol levante, per affrontare il GP del Giappone, il sedicesimo appuntamento della stagione MotoGP 2022.

Ad ospitare l’evento sarà il Mobility Resort Motegi, che torna ad accogliere il circus della MotoGP dopo due anni di stop a causa della pandemia. Situato a nord di Tokyo, il tracciato ha ospitato il Mondiale ininterrottamente dal 1999 al 2019 ed ha visto la Ducati trionfare in diverse occasioni. La casa di Borgo Panigale vanta infatti 5 vittorie a Motegi e un totale di 9 podi, il più recente è il terzo posto conquistato da Andrea Dovizioso proprio nell’ultimo Gran Premio qui disputato.

Pecco Bagnaia è reduce da un emozionante GP in Spagna, che lo ha visto chiudere al secondo posto la gara e portarsi a soli 10 punti dalla vetta della classifica generale: per il pilota italiano sarà quindi importante riuscire a proseguire con il suo trend positivo. Anche Jack Miller, che ha chiuso quinto l’ultimo Gran Premio ad Aragon, vuole tornare a lottare per le prime posizioni a Motegi.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 2° (201 punti)
“Sono contento di tornare a Motegi dove non corriamo da ormai tre anni e dove nel 2018 ho vinto la mia ultima gara in Moto2. Dopo l’ultimo GP ad Aragon della scorsa settimana, il nostro distacco in campionato si è ridotto molto e perciò ora più che mai sarà importante non fare errori. Venerdì avremo una lunga sessione per cercare di riprendere confidenza col tracciato, che sulla carta sembra essere buono per noi, ma il meteo potrebbe giocare un ruolo chiave questo fine settimana. Cerchiamo di restare concentrati e fare del nostro meglio”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 6° (134 punti)
“Sono contento di tornare in pista dopo solo una settimana dall’ultimo Gran Premio,  perché mi piace disputare tante gare consecutivamente. Siamo ormai verso la fine di questa stagione e sono determinato a terminare le mie ultime gare con il Ducati Lenovo Team nel migliore dei modi. È dal 2019 che non corriamo a Motegi e nel frattempo la nostra moto è migliorata molto, perciò sono curioso di scendere nuovamente in pista qui in Giappone! Il mio obiettivo, come sempre, sarà lottare per le prime posizioni.”

Il GP del Giappone seguirà un programma diverso rispetto ai precedenti Gran Premi e prenderà il via ufficialmente venerdì 23 settembre nel pomeriggio, alle ore 15:05 con una prima sessione di libere da 75 minuti.

Ducati si è aggiudicata oggi, per il terzo anno consecutivo, il titolo mondiale costruttori MotoGP. La casa di Borgo Panigale ottiene così il suo quarto titolo iridato nella classe regina, con cinque gare d’anticipo sulla fine campionato.

Tra i piloti che hanno contribuito al raggiungimento di questo traguardo, con le sei vittorie ottenute fino ad oggi nel 2022, c’è sicuramente Pecco Bagnaia, secondo al traguardo nel GP di Aragona. Partito dalla pole position, il pilota del Ducati Lenovo Team è scattato bene al via e si è messo subito al comando della gara. Dopo un primo scambio di posizioni con Bastianini, Pecco ha mantenuto la prima posizione fino all’ultimo giro, quando il compagno di marca lo ha superato ottenendo la vittoria per soli 42 millesimi. Grazie al secondo posto di oggi e, complice anche la caduta di Quartararo al primo giro, Bagnaia porta a soli 10 punti il suo distacco dal pilota francese.

Jack Miller chiude invece la gara in quinta posizione. Partito con il secondo tempo, il pilota australiano era riuscito a mettersi subito alle spalle del compagno di squadra dopo la partenza ma nei giri successivi è stato passato prima da Bastianini e poi da Brad Binder e da Aleix Espargaro, ed ha terminato la sua gara al quinto posto. Jack occupa ora la quinta posizione in classifica generale, mentre il Ducati Lenovo Team è al comando della classifica riservata alle squadre, con 37 punti di vantaggio sul secondo.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 2°
“Sono molto contento del risultato di oggi. Enea e io abbiamo fatto davvero una gran gara! Sapevo che sarebbe stato molto veloce negli ultimi giri e quando mi ha sorpassato non me la sono sentita di rispondergli. Ho provato a vincere e ho aspettato un’opportunità sicura per passarlo che alla fine non c’è stata. Sapevo che questi 20 punti erano importanti e ho preferito non rischiare. Ora dobbiamo restare concentrati e pensare già alla prossima gara in Giappone la prossima settimana”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 5°
“Aragon non è mai stata una pista favorevole per me, perciò sono abbastanza soddisfatto del quinto posto. Dopo che sono stato passato da Binder ed Aleix Espargaro, ho continuato ad avere un passo piuttosto costante che non mi ha permesso però di avvicinarmi abbastanza per tentare di superarli e verso la fine ho iniziato anche a soffrire sull’anteriore. In ogni caso, sono contento e non vedo l’ora di ritornare in pista la prossima settimana a Motegi”.

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Siamo molto contenti di essere riusciti ad ottenere il nostro terzo titolo costruttori consecutivo, il quarto nella storia di Ducati in MotoGP. È un risultato che ci aspettavamo, visti i risultati ottenuti dai nostri piloti quest’anno, tra i quali spiccano le 6 vittorie di Bagnaia e i quattro successi di Bastianini. Voglio ringraziare tutti i nostri piloti e tutto lo staff di Ducati Corse che grazie al loro impegno e dedizione ci hanno permesso di raggiugere nuovamente questo traguardo. Ora possiamo concentrarci esclusivamente sul titolo piloti: siamo a 10 punti dalla vetta della classifica e con cinque gare rimanenti la lotta in Campionato è più che mai aperta”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista tra meno di una settimana per il GP del Giappone, in programma dal 23 al 25 settembre sul circuito di Motegi.

Pecco Bagnaia è stato l’autore di una pole position da record nelle qualifiche del GP d’Aragona, il quindicesimo appuntamento della stagione MotoGP 2022, in programma questo fine settimana sul MotorLand Aragón, nei pressi di Alcañiz (Spagna).

Grazie ad un giro formidabile in 1:46.069, il pilota del Ducati Lenovo Team ha infatti ottenuto la sua quinta pole position stagionale, migliorando di 253 millesimi il precedente record che risaliva al 2021 e già gli apparteneva. Alle sue spalle, staccato di soli 90 millesimi, ha chiuso il suo compagno di squadra Jack Miller, autore questa mattina del giro più veloce al termine della FP3, davanti proprio a Bagnaia. Grazie ad un crono di 1:46.159, il pilota australiano ha ottenuto il secondo tempo in qualifica e partirà dalla prima fila per la quarta volta consecutiva, la sesta in quest’anno.

Completa una prima fila tutta Ducati (la quinta in questa stagione) Enea Bastianini, autore del terzo tempo con la Desmosedici GP del team Gresini Racing. È la terza volta consecutiva quest’anno che Bagnaia, Miller e Bastianini ottengono una delle prime tre posizioni in qualifica.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1° (1:46.069)
“E’ stata una qualifica bellissima e credo sia stato il mio miglior giro in qualifica di sempre. Mi è sembrato perfetto: la moto mi seguiva in ogni movimento e negli ultimi due settori mi sono divertito tantissimo. Il feeling che ho con la Desmosedici GP ultimamente è davvero incredibile. Oggi in Q2 abbiamo adottato una strategia diversa. Ho lasciato che alcuni piloti mi seguissero per consentir loro di qualificarsi tra me e Quartararo. Poteva rivelarsi anche un’arma a doppio taglio, ma fortunatamente è andata bene. Domani sarà fondamentale riuscire a fare una buona partenza: Quartararo e Bastianini sono i due piloti con il passo più simile al mio, ma in questo momento so di avere a disposizione un pacchetto competitivo, perciò potremo sicuramente fare una bella gara”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 2° (1:46.159)
“Sono davvero felice di questo altro buon risultato in qualifica. Ultimamente mi sento davvero a mio agio sulla moto e mi diverto molto a guidare la mia Desmosedici GP, che sembra quasi essere una parte di me. Qui ad Aragón all’inizio abbiamo sofferto la mancanza di grip dell’asfalto, ma rispetto a ieri siamo riusciti a migliorare adattandoci al meglio alle condizioni della pista. Ora dobbiamo capire quale sarà il ritmo in gara, ma abbiamo fatto un ottimo lavoro e siamo pronti per domani”.

Il Ducati Lenovo Team tornerà in pista domani alle 9:40 CEST per 20 minuti di warm up prima di affrontare la gara alle ore 14:00 locali sulla distanza di 23 giri.

Francesco Bagnaia e Jack Miller hanno chiuso rispettivamente con il quinto e nono tempo il venerdì di prove libere del GP di Aragona, quindicesimo appuntamento della stagione MotoGP 2022, in programma questo fine settimana sul MotorLand Aragón di Alcañiz (Spagna).

Grazie alle condizioni meteo favorevoli e alle temperature miti, i piloti del Ducati Lenovo Team hanno potuto sfruttare appieno le due sessioni di oggi, migliorando costantemente i propri riferimenti. Dopo aver chiuso la FP1 in 1:48.698 Bagnaia, che ha lavorato soprattutto con gomme usate, è riuscito a togliere oltre un secondo al suo miglior tempo nel pomeriggio, chiudendo la FP2 in 1:47.639, in quinta posizione, a 237 millesimi dalla Desmosedici GP di Jorge Martín (Pramac Racing), il più veloce quest’oggi.

Anche Jack Miller, tredicesimo questa mattina, è riuscito a compiere progressi nella FP2, portandosi al nono posto, a 161 millesimi dal compagno di squadra. Con il meteo previsto sereno anche per tutta la giornata di sabato, il turno di FP3 di domattina sarà decisivo per definire la classifica dei primi dieci che prenderanno parte direttamente alla sessione di Q2 del pomeriggio.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 5° (1:47.639)
“Sono soddisfatto del nostro lavoro di oggi. Non abbiamo dato troppo importanza ai tempi: ci siamo concentrati soprattutto sul fare il maggior numero di giri con gomme usate e il nostro ritmo è stato buono. Non sono riuscito a fare un time attack eccezionale, ma oggi con la gomma morbida non ho trovato le condizioni giuste per spingere. Domattina nella FP3 il grip dell’asfalto sarà sicuramente migliore rispetto ad oggi, perciò molti piloti miglioreranno. Sarà importante riuscire a restare nei primi dieci, per fare poi una buona qualifica. Partire davanti qui ad Aragon è fondamentale, così come riuscire a gestire bene le gomme in gara. In ogni caso sono fiducioso, perché sappiamo già quali step compiere domani”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 9° (1:47.800)
“E’ stata una buona prima giornata qui ad Aragón: abbiamo lavorato bene, concentrandoci sulla ricerca del giusto setup per questo tracciato. Purtroppo il livello di aderenza dell’asfalto è più basso di quello che ci aspettavamo. La pista è molto scivolosa in alcuni punti, ma già nel pomeriggio la situazione era migliorata rispetto al mattino, perciò mi aspetto delle buone condizioni domattina nella FP3. In generale, è stata una giornata positiva e non ci resta che continuare a lavorare in questa direzione. Sappiamo di avere un buon passo. Ora dobbiamo solo migliorare qualche dettaglio e capire nella FP4 di domani quale ritmo potremo tenere in gara di domenica”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani alle 9:55 CEST per la FP3, mentre le qualifiche del GP di Aragona si svolgeranno a partire dalle ore 14:10 locali al termine della FP4.