Archivio per la categoria ‘Barni Racing’

Con le due gare disputate nella serata di sabato al Losail International Circuit, in Qatar, cala il sipario sulla stagione 2019 del Campionato mondiale MOTUL FIM Superbike. Michael Rinaldi termina con un ritiro nella Superpole Race e con un quindicesimo posto in gara 2, mentre in gara 1 si era piazzato tredicesimo.
Il portacolori del Barni Racing Team conclude così il campionato in tredicesima posizione assoluta con 122 punti, sesto tra i piloti indipendenti.

Superpole Race
Sfortunata la gara sprint di 10 giri conclusa da Rinaldi in modo prematuro. Scattato dalla quinta fila, il pilota italiano si trovava in quindicesima posizione alla fine del secondo giro quando è finito sulla ghiaia alla curva 1 per un problema ai freni. Il #21 è riuscito a tornare in pista ma ha deciso di rientrare ai box.

Gara 2
Il risultato della Superpole Race ha costretto Rinaldi ad arretrare di una posizione sulla griglia di gara 2. Sedicesimo alla partenza il romagnolo ha avuto un ottimo spunto portandosi subito a ridosso della Top 10, ma già nei primi giri si è dovuto confrontare con i piloti che lo inseguivano.
Tredicesimo al settimo passaggio, Michael ha dovuto lottare di nuovo con il problema ai freni che lo ha costretto a cedere la posizione nei confronti di Torres e Reiterberger. Rinaldi ha così tagliato il traguardo in quindicesima posizione.

Image

«Avremmo voluto chiudere una stagione difficile con un buon risultato, purtroppo così non è stato. Il 2019 è stato un anno di grandi cambiamenti per noi con l’arrivo della Panigale V4 R, una moto con cui ci siamo tolti subito grandi soddisfazioni nel CIV, purtroppo non altrettanto in Superbike. Voglio comunque ringraziare tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto, i ragazzi del team per il lavoro fatto e Michael, al quale auguro di poter proseguire la propria carriera come si aspetta».

Image

Superpole Race: DNF – Race 2: P15

«Purtroppo sia nella Superpole Race che in Gara 2 ho avuto problemi con i freni e questo mi ha impedito di chiudere la stagione come avrei voluto. È stato un anno complicato, ma voglio comunque ringraziare il team per il lavoro fatto e auguro a tutti un grande in bocca al lupo per il futuro».

Gara 1 dell’ultimo round della stagione 2019 del WorldSBK ha preso il via stasera in Qatar, nella magnifica cornice che il circuito internazionale di Losail offre sotto le luci dei riflettori.
Michael Rinaldi ha concluso al tredicesimo posto i 17 giri del venerdì sera dopo una gara complicata. Questo risultato gli permette di conquistare tre punti che lo portano a quota 116 nella classifica di Campionato dove è tredicesimo assoluto.

Superpole
Dopo aver raggiunto un buon livello di prestazioni nelle FP3 con l’ottavo tempo (1’58.604) Rinaldi non ha potuto a sfruttare al meglio la gomma morbida nelle qualifiche. Il crono di 1’57.827 – segnato in Superpole – è stato il suo miglior tempo personale del weekend, ma non gli ha permesso di andare oltre il quindicesimo posto in griglia.

Gara 1Altrettanto complicata è stata la gara, su una delle piste più dure e lunghe del campionato. Dopo una partenza positiva che lo aveva messo portato a ridosso della top 10, il portacolori della squadra bergamasca ha perso terreno non riuscendo a tenere il ritmo dei piloti davanti a lui. Rinaldi è stato superato da Camier, Razgatlioglu e Melandri ma è riuscito a rimanere nella zona punti fin sotto la bandiera a scacchi.
Domani calerà il sipario sulla stagione 2019 del WorldSBK con le ultime due gare. La Superpole Race scatterà alle 15:00, mentre gara 2 prenderà il via alle 19:00 (ora italiana). Le gare saranno trasmesse in diretta sul canale Sky Sport MotoGP HD (n.208) della piattaforma satellitare Sky, sull’app DAZN, su Eurosport, e su TV8.

Image

Ancora una volta non siamo riusciti a sfruttare la gomma da qualifica. Come accaduto in altre circostanze dopo aver fatto una buona FP3 con la gomma da gara, in Superpole l’assetto della moto non si adatta bene allo pneumatico più soffice e partendo indietro è difficile rimontare. Abbiamo ancora qualche problema di setup perché Michael non riesce a guidare come vorrebbe per tutta la durata della gara.

Image

Gara 1: P13

Ci troviamo di fronte ai problemi che spesso ci hanno condizionato durante la stagione e questo non mi permette di guidare la moto come so fare. Speriamo domani di poter trovare una via d’uscita perché voglio chiudere al meglio la stagione.

Image

PROGRAMMA DEL WEEKEND (Ora italiana – GMT+2

Sabato, 26 ottobre 2019
13.00 – 13.15 Warm-up
15.00 Superpole Race (10 giri)
19.00 Gara 2 (17 giri)

Quando tramonta il sole inizia l’azione al Losail International Circuit, in Qatar, circuito che ospita l’ultimo appuntamento della stagione 2019 del Campionato mondiale MOTUL FIM Superbike. Prima della conclusione, il Barni Racing Team e il suo pilota Michael Rinaldi sono attesi dalle ultime tre gare. Il romagnolo ha affrontato oggi il circuito di Losail per la prima volta e ha concluso tredicesimo assoluto al termine delle due sessioni di prove libere, completando 32 giri in tutto.
Nella prima sessione, che si è svolta nel pomeriggio con una temperatura di 31 °C dell’aria e quasi 40 °C sull’ asfalto, il primo obiettivo di Rinaldi è stato quello di imparare le traiettorie e di prendere le misure con la sua Ducati Panigale V4 R su una pista molto lunga e complicata. Negli ultimi minuti delle FP1 il giovane talento italiano ha rotto il muro dei 2 minuti girando in 1’59.936 piazzandosi quindicesimo.
Durante le FP2, con temperature praticamente identiche alle FP1 nonostante fosse sera inoltrata, Rinaldi ha migliorato costantemente il suo tempo sul giro fino all’ 1’58.925 che lo ha posizionato in tredicesima posizione in classifica.
Domani il programma prevede l’ultima sessione di prove libere, poi qualifiche alle 16:30 (ora italiana), mentre gara 1 scatterà alle 20:00 (IT). T
utte le sessioni della Superbike saranno trasmesse in diretta sul canale Sky Sport MotoGP HD (n.208) della piattaforma satellitare Sky, qualifiche e gara anche sull’app DAZN, su Eurosport, e su TV8.

Image

Ogni volta che siamo entrati in pista abbiamo fatto un passo in avanti e quando succede questo significa che la squadra e il pilota lavorano al meglio. Per questo sono fiducioso che domani si possa crescere ancora e fare un altro step in avanti.

Image

P13 (1’58.925 )

La pista è molto lunga e riuscire a coglierne tutti i segreti in due soli turni non è stato affatto semplice, ma siamo riusciti a fare un buon lavoro migliorando molto il tempo sul giro fra FP1 e FP2. Realisticamente il mio obiettivo per domani è riuscire a entrare nella Top 10 sia in qualifica che in gara 1, se tutto filerà liscio domenica potremmo andare a caccia di qualcosa di più.

Image

PROGRAMMA DEL WEEKEND (Ora italiana – GMT+2)

Venerdì, 25 ottobre 2019

14.00 – 14.20 Prove Libere 3
16.30 – 16.55 Superpole
19.00 Gara 1 (17 giri)

Sabato, 26 ottobre 2019
13.00 – 13.15 Warm-up
15.00 Superpole Race (10 giri)
19.00 Gara 2 (17 giri)

L’ultimo round del 2019 del campionato mondiale MOTUL FIM Superbike si disputerà questo fine settimana all’International Losail Circuit, nel deserto del Qatar.
A rendere il gran finale ancora più suggestivo, nel cuore del deserto medio-orientale, saranno le gare in notturna, illuminate dai riflettori che circondano i 5.380 m dello spettacolare tracciato.

Come da tradizione in Qatar le gare si svolgeranno di venerdì (Gara 1) e di sabato (Superpole Race e Gara 2) e già il giovedì i piloti lavoreranno per prendere confidenza con il tracciato di Losail durante le prime due sessioni di prove libere.
Come già accaduto nelle altre gare fuori dai confini europei, questa è una pista sconosciuta per il pilota del Barni Racing Team Michael Rinaldi, tuttavia il talento di Santarcangelo di Romagna vuole concludere al meglio la sua stagione con la Ducati Panigale V4 R. Attualmente è tredicesimo nella classifica di campionato, con 118 punti, ma anche con il desiderio di aumentare il bottino nelle ultime tre gare. Tutto il programma della Superbike, sarà trasmesso in diretta sul canale Sky Sport MotoGP HD (n.208) della piattaforma satellitare Sky, sull’app DAZN, su Eurosport, e su TV8.

Image

Siamo arrivati all’ultima gara, ma c’è ancora tempo per chiudere la stagione con un bel risultato. Il clima mite, le luci dei riflettori e il deserto rendono questo appuntamento sempre molto particolare, dipenderà molto da come Michael si adatterà al circuito che non conosce, noi lavoreremo come sempre per dargli una moto che gli permetta di essere veloce.

Image

P13 (108 punti)

Il Qatar e Doha sono davvero dei bellissimi posti, solo ieri ho visto per la prima volta la pista e giovedì ci metterò le ruote. È tutto molto affascinante: sia il layout della pista che l’atmosfera che si crea la sera, per me sarà anche la prima gara in notturna in Superbike. Questo weekend cercherò solo di divertirmi e correre spensierato dando il 100% come ho sempre fatto.

Image

PROGRAMMA DEL WEEKEND (Ora italiana – GMT+2)

Giovedì, 24 ottobre 2019

16.00 – 16.50 Prove Libere 1
19.00 – 19.50 Prove Libere 2

Venerdì, 25 ottobre 2019
14.00 – 14.20 Prove Libere 3
16.30 – 16.55 Superpole
19.00 Gara 1 (17 giri)

Sabato, 26 ottobre 2019
13.00 – 13.15 Warm-up
15.00 Superpole Race (10 giri)
19.00 Gara 2 (17 giri)

Il Barni Racing Team e il pilota Leon Camier hanno raggiunto un accordo per la stagione 2020 del Campionato Mondiale Superbike.

Camier salirà sulla Ducati Panigale V4R del team di Marco Barnabò e farà il suo debutto durante i test che si svolgeranno il 13-14 novembre sul circuito di Aragon, in Spagna.

Nato ad Ashford, nel Kent – contea a sud est dell’Inghilterra – Leon è un pilota di grande esperienza con oltre 220 gare alle spalle nel WorldSBK. Il pilota britannico è ora pronto a unirsi alla squadra bergamasca per una nuova sfida il prossimo anno.

Image

«Sono molto orgoglioso dell’accordo che abbiamo raggiunto con Leon perché il pilota ha mostrato grande fiducia nei confronti del team. Alla base di questa scelta c’è la consapevolezza di poter raggiungere insieme buoni risultati. Come ogni anno dovremo lavorare duramente, ma sono certo del massimo impegno da parte della squadra che voglio ringraziare per il lavoro di sviluppo fatto fino a questo momento. Un grazie anche agli sponsor che ci hanno supportato finora e che ci confermeranno la fiducia anche nel 2020».

Image

«Non vedo l’ora di affrontare la nuova sfida della prossima stagione. Metterò a disposizione del team tutte le mie capacità di guida e di sviluppo per raggiungere risultati di alto livello insieme a Marco e alla sua squadra. Il Barni Racing Team ha un rapporto molto stretto con Ducati, è composto da persone molto competenti e appassionate e i risultati ottenuti in passato sono sotto gli occhi di tutti, credo che lavoreremo bene insieme. Detto questo, il mio unico pensiero in questo momento è finire la stagione nel modo migliore possibile in Qatar con il mio attuale team».

Quattordicesimo posto in Superpole Race e undicesimo posto in gara 2. Si conclude con questi risultati il weekend argentino del Barni Racing Team, penultimo round stagionale del Campionato mondiale MOTUL FIM Superbike, disputato sul circuito di Villicum, in Argentina.
Risultati che sommati al dodicesimo posto di gara 1 portano Rinaldi a quota 118 punti nella classifica generale di campionato dove ora è dodicesimo in coabitazione con Baz.

Superpole Race
Le temperature scese di oltre dieci gradi hanno reso la pista molto più veloce rispetto al sabato. Nella gara sprint il pilota del Barni Racing Team è scattato dalla sesta casella conquistata in Superpole, ma non ha avuto una buona partenza e nei primi giri è precipitato in sedicesima posizione. Trovato il suo ritmo tra l’ 1’39 e mezzo e l’ 1’40 e mezzo Rinaldi è riuscito a rimontare su Del Bianco e Melandri per chiudere quattordicesimo sotto la bandiera a scacchi.

Gara 2
Per effetto del risultato della Superpole Race il portacolori del Barni Racing Team è arretrato in quarta fila sulla griglia di partenza di gara 2. Scattato dalla decima posizione la Ducati Panigale V4 R #21 ha avuto un buono spunto portandosi subito in ottava posizione.
Al settimo giro Rinaldi ha sorpassato Cortese e grazie a un buon passo si è messo in caccia di Lowes. Un degrado repentino dello pneumatico posteriore lo ha però costretto ad alzare il ritmo e negli ultimi quattro giri ha dovuto cedere il passo a Mercado, Laverty, Haslam e Torres chiudendo la gara in undicesima posizione.

Image

Speravamo di ottenere qualcosa in più in gara 2 perché il passo nella prima parte di corsa era buono, purtroppo Michael ha subìto un degrado consistente della gomma posteriore e ciò lo ha portato indietro. In questo weekend è stato tutto molto complicato e abbiamo fatto molta fatica.

Image

Superpole Race P14 / Race 2 P11

Dopo un ottimo venerdì abbiamo dovuto affrontare molti problemi. In gara 2 sembrava che fossimo riusciti a risolverli finchè la gomma posteriore non è calata improvvisamente. Ho finito con lo pneumatico praticamente distrutto e per questo ho perso così tante posizioni nell’ultima parte di gara.

Image

PROSSIMA GARA

Round 13: 24-26 ottobre 2019, Motul Qatar Round – Losail International Circuit, Doha (QAT)

Un problema tecnico a metà gara condiziona il risultato di Michael Rinaldi sul circuito di Villicum, in Argentina. Bravo ad adattarsi a una pista molto sporca il pilota del Barni Racing Team aveva ottenuto il sesto tempo in Superpole, ma in gara si è dovuto arrendere a un problema sulla sua Ducati Panigale V4 R che lo ha costretto a rientrare ai box. Rinaldi ha poi deciso di terminare la corsa tagliando il traguardo in dodicesima posizione.

Superpole
Le condizioni della pista, sono state il fattore chiave della giornata. Dopo le FP3 concluse con il nono tempo e con un crono di 1’40.787, l’impennata delle temperature fino ai 48 °C dell’asfalto ha reso la pista molto più scivolosa tanto che nessun pilota è riuscito a ripetersi sui ritmi della mattinata. Rinaldi ha interpretato bene questa situazione e con il tempo di 1’42.061 si è piazzato sesto.

Gara 1
Scattato dalla seconda fila il pilota di Santarcangelo di Romagna ha dovuto prendere confidenza con le condizioni estremamente scivolose della pista: dopo una partenza cauta è riuscito a prendere un buon ritmo tenendo lo stesso passo del quintetto di testa finché un problema tecnico non lo ha costretto a rallentare bruscamente. Rientrato ai box a tre giri dalla fine il #21 ha deciso comunque di rientrare in pista per guadagnare quattro punti nella classifica generale che gli consentono di salire a quota 113, a una sola lunghezza dal dodicesimo posto occupato da Loris Baz.

Image

Abbiamo fatto un ottimo lavoro in Superpole conquistando la seconda fila, ma in gara siamo stati frenati da un problema che non avevamo mai avuto in tutta la stagione. I ragazzi sono già al lavoro sulla moto per cercare di capire che cosa non ha funzionato perché domani abbiamo subito l’occasione di rifarci.

Image

Superpole: P6 – Gara 1: P12

Sono deluso perché avevo fatto una bella qualifica e in gara stavo rimontando su Lowes per giocarmi il quinto posto, ma all’improvviso è successo qualcosa sulla moto e per non fare danni peggiori non potevo più spingere. Sono anche rientrato ai box, ma ho deciso di terminare la gara per portare a casa i quattro punti nella classifica di campionato. Nelle libere e in Superpole ho dimostrato che il nostro valore su questo tracciato non è questo, domani spero di poterlo fare anche in gara.

Image

PROGRAMMA DEL WEEKEND (Ora italiana – GMT+2)

Domenica, 13 ottobre 2019
16.00 – 16.15 Warm-up
18.00 Superpole Race (10 giri)
21.00 Gara 2 (21 giri)

Inizia nel migliore dei modi l’avventura sudamericana del Barni Racing Team nel penultimo round del Campionato mondiale MOTUL FIM Superbike. Michael Rinaldi conclude con un’ottima terza posizione la prima giornata sul Circuito di Villicum, in Argentina, teatro del dodicesimo appuntamento stagionale con il mondiale delle derivate di serie.

In una giornata estiva, con temperature intorno ai 30 °C dell’aria e superiori ai 45 °C su un asfalto molto sporco, Rinaldi è stato subito veloce nelle FP1, segnando il suo miglior tempo nell’ultimo giro lanciato in 1’46.250 e piazzandosi terzo.

La Ducati Panigale V4 R sembra adattarsi bene alle caratteristiche del tracciato argentino e Michael ha saputo interpretare al meglio il layout della pista nonostante non l’avesse mai vista. Nella seconda sessione l’asfalto è migliorato molto e tutti i piloti hanno abbassato sensibilmente i propri tempi.

Con 1’44.843, il giovane talento romagnolo è stato un secondo e sei decimi più veloce rispetto alla mattinata piazzandosi terzo sia nella sessione, sia nella classifica combinata dei tempi. Domani è prevista un’altra giornata calda e il Barni Racing Team punta a confermare questa posizione nella Superpole che si svolgerà alle 13:00 ora locale (GMT-3), quando in Italia saranno le 18:00.

Image

Michael è stato davvero bravo! Né lui, né la moto non avevano mai visto la pista, ma il feeling è stato subito buono. Abbiamo capito fin dai primi giri che potevamo essere veloci e abbiamo apportato solo piccole modifiche al setup perché il pilota si è trovato immediatamente a suo agio e ha interpretato bene il tracciato. C’è molto caldo e con queste temperature siamo sempre stati veloci, domani sembra che ci saranno le stesse condizioni sia in qualifica che in gara, quindi speriamo confermarci a questo livello.

Image

P3 (1’44.843)

Devo dire che è stata una giornata positiva, non solo per il risultato, ma soprattutto perché i benefici che abbiamo riscontrato dall’assetto provato in gara 2 a Magny Cours mi hanno permesso di essere veloce qui fin dall’inizio. Anche se le condizioni della pista non sono perfette e c’è scarso grip, mi piace molto il layout di questo circuito. Tuttavia oggi era solo venerdì e domani la pista cambierà molto, quindi non dobbiamo abbassare la guardia, ma continuare a lavorare per cercare di essere ancora più veloci ed competitivi anche in gara.

Image

PROGRAMMA DEL WEEKEND (Ora italiana – GMT+2)

Sabato, 12 ottobre 2019
16.00 – 16.30 Prove Libere 3
18.00 – 18.25 Superpole
21.00 Gara 1 (21 giri)

Domenica, 13 ottobre 2019
16.00 – 16.15 Warm-up
18.00 Superpole Race (10 giri)
21.00 Gara 2 (21 giri)

Il Barni Racing Team porta la sua Ducati Panigale V4 R in Argentina per il penultimo appuntamento del campionato MOTUL FIM WorldSBK.
Il 12° round della stagione si svolgerà sul Circuito di San Juan Villicum, che ha fatto il suo debutto nel calendario della Superbike lo scorso anno quando il Barni Racing Team e la Ducati Panigale R furono tra i grandi protagonisti riuscendo a cogliere un quarto e un secondo posto con Xavi Forés.
Dopo averlo studiato sulla carta Michael Rinaldi sarà al debutto sul tracciato di Villicum, il terzo dopo quelli di Phillip Island e Chang, completamente nuovo per il giovane pilota di Santarcangelo di Romagna, che su circuiti a lui sconosciuti ha ottenuto buoni risultati ad inizio stagione.
Rinaldi arriva da un weekend difficile in Francia a Magny Cours ed è ora tredicesimo nella classifica generale con 109 punti, ma il decimo posto occupato da Cortese con 122 non è poi così lontano.
Gli orari delle gare subiscono leggere variazioni rispetto a quelli canonici: gara 1 e gara 2 della Superbike andranno in scena rispettivamente sabato e domenica alle 16:00 ora locale, quando in Italia saranno le 21:00. La Superpole Race si disputerà, invece, domenica alle 13:00 di San Juan, quindi alle 18:00 nel nostro Paese. Tutto il programma della Superbike, sarà trasmesso in diretta sul canale Sky Sport MotoGP HD (n.208) della piattaforma satellitare Sky e sull’app DAZN.

Image

Lo scorso anno la pista fu una piacevole sorpresa, è molto bella e noi riuscimmo ad essere subito veloci con la Panigale bicilindrica, conquistando anche il podio. Credo che il circuito di Villicum possa essere adatto anche alle caratteristiche della Panigale V4 R e ci piacerebbe ripetere un bel risultato, sia la squadra che il pilota ne hanno davvero bisogno.

Image

P13 (109 punti)

All’inizio dell’anno siamo andati forte sui circuiti che non avevo mai visto, per questo sono molto felice di andare in Argentina e ho grande voglia di scoprire un’altra pista nuova per me. Ho studiato con grande attenzione le gare della scorsa stagione e quello di Villicum sembra davvero un bel tracciato. Con la squadra lavoreremo per trovare più in fretta possibile un assetto che si adatti bene al circuito e io cercherò di imparare velocemente le linee. Mancano solo due round al termine del campionato ed è molto importante finire in crescendo, per questo io e la squadra daremo il massimo a caccia di un buon risultato.

Image

PROGRAMMA DEL WEEKEND (Ora italiana – GMT+2)

Venerdì, 11 ottobre 2019

15.30 – 16.20 Prove Libere 1
20.00 – 20.50 Prove Libere 2

Sabato, 12 ottobre 2019

16.00 – 16.30 Prove Libere 3
18.00 – 18.25 Superpole
21.00 Gara 1 (21 giri)

Domenica, 13 ottobre 2019
16.00 – 16.15 Warm-up
18.00 Superpole Race (10 giri)
21.00 Gara 2 (21 giri)

Il Barni Racing Team chiude il campionato italiano ELF CIV 2019 con un’altra doppietta e con numeri da record. Sul circuito di Vallelunga, Michele Pirro e la Ducati Panigale V4 R dominano con il nuovo record della pista (1’35.339) e con una doppia vittoria in gara, risultati che portano la squadra di Marco Barnabò alla cifra ragguardevole di 80 vittorie tra Superbike e Supestock 1000 e 150 podi nelle due categorie. Risultati che acquisiscono ancora più valore perché ottenuti con una moto al debutto su tutti i tracciati, la Ducati Panigale V4 R.
Dopo quello del sabato in gara 1, anche nella gara della domenica è arrivata un’affermazione netta, Pirro ha vinto alla sua maniera: dominando dall’inizio alla fine. Il #51 non ha mai lasciato la testa della gara fino a tagliare il traguardo con 1,7 s di vantaggio su Savadori.
Dodicesimo l’altro pilota del Barni Racing Team Alex Bernardi al termine del suo miglior weekend stagionale con un decimo in gara 1.
Con questo risultato Michele Pirro, già laureato campione italiano Superbike al Mugello per la quarta volta (2015, 2017, 2018, 2019), conclude la stagione a quota 285 punti, con nove vittorie e tre secondi posti su dodici gare.
Grazie ai 10 conquistati tra gara 1 e gara 2 Bernardi sale a quota 24 e conclude il campionato in diciassettesima posizione.
Va così in archivio un’altra stagione da incorniciare per il team di Marco Barnabò, prima squadra a portare la nuova Ducati Panigale V4 R alla vittoria di un titolo nazionale.

Image

La Ducati Panigale V4 R era un foglio bianco all’inizio di questa stagione e non avevamo nessun riferimento sui tracciati. Per questo portarla subito alla vittoria non è stato affatto facile, c’è stato un grande lavoro sia in officina che in pista. Per questo voglio ringraziare tutti i ragazzi che hanno reso possibile questa stagione culminata con la vittoria numero 80 tra Superbike e Stock1000 e con il podio numero 150 nel campionato italiano. Sono numeri che mi riempiono di orgoglio e che testimoniano la bontà del lavoro fatto sulla Panigale V4 R.

Image
Gara 2: P1
È stato un weekend perfetto: pole position con il record della pista in qualifica, vittoria e giro record in gara migliorando entrambi i primati della Panigale R bicilindrica. Chiudere con una doppietta è il giusto epilogo della stagione, ancora una volta i ragazzi del Barni Racing Team hanno fatto un grande lavoro sulla Panigale V4 R. Un grazie particolare a Marco Barnabò e la sua famiglia, al gruppo sportivo delle Fiamme Oro e agli sponsor che mi hanno sostenuto questa stagione.
Image
Gara 2: P12
Voglio ringraziare tutto il team perché in questa stagione sono cresciuto e ho imparato davvero tanto, mi piacerebbe continuare questo percorso di crescita anche il prossimo anno. La gara è andata molto bene, abbiamo migliorato il tempo sul giro in gara e anche il passo era ottimo. Non avevo molto feeling all’anteriore per questo ho avuto difficoltà all’inizio con i sorpassi, ma sono contento perché avevamo finalmente trovato la strada giusta e nelle ultime due gare siamo migliorati.