Archivio per la categoria ‘Motomondiale’

Dimostrazione di forza per Enea Bastianini e per il Team Gresini MotoGP che a Sepang si confermano protagonisti assoluti di questa stagione. Un altro podio, l’ennesimo, arriva al termine di una gara combattuta proprio con il prossimo compagno di squadra e probabile futuro campione del mondo Bagnaia.

Bastianini ha gestito bene gomme e gara, provando a vincere dopo che Martin era uscito di scena. Sfida emozionante con Pecco che finisce con 20 punti fondamentali per la rincorsa alla top3 mondiale. Adesso il numero #23 dipende da se stesso per chiudere terzo: a Valencia sarà sufficiente fare un punto in più di Aleix Espargaró.

Fabio Di Giannantonio chiude il suo fine settimana malese con 10 giri di anticipo. Il numero #49 perde l’anteriore alla curva 5 mentre si giocava la zona punti con un folto gruppo di piloti. Ora ultima occasione per chiudere bene la stagione a Valencia tra 2 settimane.

2º – ENEA BASTIANINI #23 
“Sono contento perché 20 punti sono importanti per continuare la rincorsa ad Espargaró, non sono contento perché quando ero davanti qualcosa è cambiato e il feeling con la moto non era più lo stesso. Analizzeremo i dati per capire cosa è cambiato… L’importante è aver dimostrato ancora una volta di essere tra i top di questa categoria. Ora a Valencia proviamo a chiudere al meglio”.

N.C. FABIO DI GIANNANTONIO #49
“Ho fatto una buona partenza mantenendo la mia posizione nonostante i tanti contatti dei primi giri però ho visto subito che perdevamo tanto in trazione rispetto a Pol Espargaro che ci correva davanti. Peccato perché eravamo nel gruppetto per giocarci la zona punti e ho spinto tanto per riuscirci: purtroppo sentivo poco l’anteriore e alla fine sono caduto. Ora testa a Valencia”.

Jorge Martin parte benissimo e si mette subito al comando della gara, riuscendo ad allungare su Bagnaia e Bastianini grazie ad un ottimo ritmo. Purtroppo, la sua gara finisce a 12 giri dal termine a causa di una caduta in curva 5 che lo costringe al ritiro. Zarco invece è protagonista di una grande rimonta, e sorpasso dopo sorpasso raggiunge il 9° posto al traguardo. Punti fondamentali che portano il team Prima Pramac Racing alla vittoria del “Best Independent Team” per il secondo anno consecutivo.

Johann Zarco

Una gara tutto sommato positiva, ho fatto molti duelli e sorpassi, il passo era buono e il feeling era molto positivo. La gara è stata davvero molto dura, il caldo era incredibile.

Jorge Martín

Avevo un obiettivo ed era la vittoria, ci dovevo provare. Sono stato il più forte per tutto il fine settimana e di questo sono contento. Mi  servirà da lezione per il futuro.

Francesco Bagnaia partirà dalla terza fila nel GP della Malesia, penultimo round della stagione MotoGP 2022 in programma domani sul Sepang International Circuit.

Dopo aver chiuso undicesimo la prima giornata di prove libere, condizionata in parte dalla pioggia, il pilota del Ducati Lenovo Team puntava a migliorarsi nella FP3 per rientrare direttamente in Q2 ma questa mattina non ha potuto portare a termine entrambi i suoi tentativi di time attack.  Ostacolato prima da Franco Morbidelli (poi penalizzato con un doppio long lap da scontare nella gara di domani), Pecco è successivamente caduto mentre si stava migliorando e ha quindi chiuso con l’undicesimo tempo. Bagnaia ha poi preso parte alla Q1, chiusa al primo posto ma in Q2, durante il suo ultimo “time attack”, è incappato in un’altra scivolata che gli ha impedito di andare oltre il nono tempo.

Jack Miller partirà invece dalla quinta fila. Il pilota australiano, quattordicesimo dopo la FP3, ha preso parte alla Q1 come il compagno di squadra, ma è stato però protagonista di un “highside” che gli ha impedito di andare oltre il quarto posto. Miller partirà quindi quattordicesimo nella gara di domani.
Nel GP della Malesia saranno le due Desmosedici GP di Jorge Martin (Pramac Racing Team) ed Enea Bastianini (Gresini Racing) a partire davanti a tutti. Il pilota spagnolo, grazie ad un giro formidabile in 1:57.790, ha ottenuto la settantesima pole position di Ducati in MotoGP firmando anche il nuovo record del circuito.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 9° (1:58.862)
“Questa mattina nella FP3 ho commesso un errore e sono caduto, anche perché mi ero un po’ innervosito dopo aver incontrato due piloti lenti sulla mia linea. Avevo il potenziale per entrare direttamente in Q2 e avrei dovuto solo stare più tranquillo. Oggi pomeriggio invece sono scivolato perché stavo forzando molto, ma volevo a tutti i costi la prima fila. In ogni caso dobbiamo essere soddisfatti perché nella FP4 siamo stati veloci con le gomme usate e questo è ciò che conta davvero. Su questa pista partire così indietro non è del tutto penalizzante: possiamo sfruttare il lungo rettilineo per cercare di recuperare subito terreno, ma bisognerà poi fare una gara intelligente ed evitare errori”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 14° (1:59.064)
“Ovviamente non posso essere soddisfatto di questa qualifica, ma oggi è andata così. Stamattina, quando è iniziato a piovere nella FP3, pensavo si intensificasse ed ho aspettato troppo tempo nel box perdendo l’occasione di uscire per un ultimo time attack. In Q1, la caduta ha poi impedito di migliorarmi sul finale. In ogni caso, mi sento a mio agio sulla moto e ho anche un buon passo. Abbiamo fatto molti giri con la gomma morbida e sembra reggere bene la distanza gara, anche se venti giri sono lunghissimi considerando le temperature e l’umidità. La gamba stava iniziando a farmi meno male oggi rispetto a ieri, ma dopo la caduta di oggi sono di nuovo un po’ dolorante. Non sarà facile domani, ma cercheremo di fare del nostro meglio come sempre”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani mattina alle 10:40 per il warm up, mentre la gara prenderà il via alle ore 15:00, le 9:00 in Italia, sulla distanza di 20 giri.

Quinta prima stagionale per Enea Bastianini che in Malesia conferma un eccellente stato di forma con il secondo miglior tempo nelle qualifiche di Sepang. Il numero 23 che qui in febbraio era stato il più veloce in assoluto segnando anche il record della pista, si ripete con un ottimo 1’58.246 rimanendo solo alle spalle di grande Jorge Martin.
 
Sull’asciutto Bastianini ha dimostrato di avere velocità e un passo di gara da protagonista e domani sarà il meteo ad essere il vero ago della bilancia di un campionato ancora in bilico. Enea, attualmente 4º a 42 punti dalla vetta partirà davanti a tutti i diretti rivali con l’obiettivo di arrivare a Valencia con qualche opzione ancora aperta.
 
Si ferma in Q1 il sabato di Fabio Di Giannantonio in difficoltà in questa seconda giornata malese. Nonostante qualche intoppo, l’italiano ha chiuso con una buona 16ª piazza e domani in gara potrebbe finalmente ritrovare la zona punti.

2º – ENEA BASTIANINI #23 (1’58.246s)
“Giornata caldissima oggi, ma le mie sensazioni erano buonissime già questa mattina. Abbiamo fatto uno step importante sull’anteriore e da lì in poi è andato tutto secondo i piani. Nelle fp4 abbiamo riprovato la media sull’anteriore che poi abbiamo sfruttato anche in qualifica. Sarà una bella battaglia domani con Jorge e non sarà facile provare a vincere. La matematica non ci condanna, ma voglio pensare solo alla gara”.
 
16º – FABIO DI GIANNANTONIO #49 (1’59.278s)
“Non sono contento perché dal venerdì al sabato non siamo migliorati. Nelle libere di oggi abbiamo fatto qualche errore purtroppo e la qualifica è stato l’unico turno buono dove provare anche la moto. Partiamo dietro, e speriamo di mettere a posto qualcosa nel warm up e poi fare una gara decente”.

È Jorge Martin il più veloce di sempre sul circuito si Sepang, con l’impressionante tempo di 1:57,790 si guadagna la pole position e il record della pista per la seconda volta dietro fila in qualifica.

Dopo essersi guadagnato l’accesso diretto in Q2 avendo fatto segnare il primo tempo nelle fp3 il pilota spagnolo non finisce di sorprendere, e con un giro veloce che lascia senza parole domani partirà dalla prima fila in griglia di partenza.

Jorge Martín

Giornata super positiva, abbiamo lavorato benissimo, non avremmo potuto fare meglio onestamente. Domani possiamo puntare a posizioni molto importanti, posso lottare per la vittoria.

Johann Zarco

Questa mattina non sono andato molto bene, ho perso tempo e se parti dalle q1 già è tutto più complicato, in più è davvero molto caldo quindi è ancora più dura. Il passo non è male, ma abbiamo ancora dei problemi, quindi non sarà facile ma ci proveremo.

La prima giornata di libere si chiude con Jorge Martin in sesta e Johann Zarco in quindicesima posizione.

Dopo una prima sessione asciutta che vede chiudere i piloti Prima Pramac Martin e Zarco rispettivamente in sesta e quindicesima posizione la sessione pomeridiana si svolge dopo una violenta pioggia.

Zarco come sempre dimostra la sua bravura sul bagnato e segna il quinto tempo, Martin in diciassettesima pisizione.

Jorge Martín

Possiamo migliorare ancora molto ma già oggi abbiamo fatto un buon lavoro, la pista è sicuramente favorevole alla nostra moto e a me piace  molto. Speriamo di fare una buona qualifica domani.

Johann Zarco

La posizione non è delle migliori ma non rispecchia del tutto la realtà della situazione, ho avuto un problema tecnico che mi ha un pochino bloccato ma è una pista che mi piace molto e dove possiamo fare molto bene.

Francesco Bagnaia ha chiuso con l’undicesimo tempo il venerdì di prove libere del GP della Malesia, penultimo appuntamento della stagione MotoGP 2022 in programma questo fine settimana sul circuito di Sepang. Undicesimo dopo una FP1 asciutta, il pilota del Ducati Lenovo Team ha invece chiuso con il secondo miglior tempo la FP2 del pomeriggio disputata in condizioni miste dopo il forte acquazzone tropicale abbattutosi sul circuito durante il turno della Moto2.

Dopo una prima parte della sessione in configurazione da bagnato, i piloti della MotoGP hanno potuto montare le slick sul finale ma le condizioni della pista non hanno consentito cambiamenti alla classifica combinata dei tempi, che resta quindi invariata rispetto al mattino. Anche Jack Miller, quarto nella FP2 nonostante sia ancora dolorante dopo l’incidente di domenica scorsa a Phillip Island, chiude quattordicesimo la prima giornata. Il pilota australiano, così come il compagno di squadra, non ha effettuato il time attack nella FP1 asciutta del mattino preferendo continuare a girare con gomme usate, e spera di poter trovare condizioni meteo favorevoli per provare a migliorare i propri riferimenti domattina nella FP3.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 11° (2:00.770)
“Sono abbastanza tranquillo dopo questa prima giornata, nonostante chiudiamo solo undicesimi, a tre millesimi dalla top ten. Purtroppo nell’ultimo giro ho commesso un errore all’uscita dalla curva nove perdendo molto tempo, e spero quindi di riuscire a trovare le condizioni giuste nella FP3 domattina per provare a entrare in top ten. Sarà importante qui, soprattutto se la qualifica dovesse essere bagnata. In ogni caso sono tranquillo: il nostro potenziale sul bagnato è cresciuto molto, e questo mi rende ottimista”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 14° (2:01.034)
“Sapevo che non sarebbe stato facile, perché i lividi riportati alla gamba nella caduta di Phillip Island sono in un punto in cui faccio molta pressione guidando la moto e provo molto dolore. In ogni caso sono riuscito a migliorare giro dopo giro. Questa mattina non abbiamo provato il time attack e perciò dopo la pioggia caduta questo pomeriggio, per il momento siamo fuori dalla top ten. Speriamo la FP3 di domattina sia asciutta e ci possa consentire così di migliorare il nostro tempo. In generale mi sento a mio agio sulla moto Sono solo un po’ preoccupato per la gara di domenica che sarà fisicamente molto dura da affrontare”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domattina alle ore 10:50 locali (le 4:50 in Italia) per la FP3, mentre le qualifiche del GP della Malesia si disputeranno a partire dalle 15:05 (le 9:05 italiane) al termine della FP4.

Il diluvio nel pomeriggio di Sepang, un grande classico della tappa malese, regala al Team Gresini MotoGP una doppia Q2 provvisoria grazie ai tempi fatti segnare da Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio in mattinata. 
 
Il numero 23 e il numero 49 chiudono il proprio venerdì rispettivamente con il 4º e l’8º tempo assoluto e se la pioggia dovesse essere protagonista anche nelle fp3 si spalancherebbe automaticamente l’accesso alla lotta per la pole position del penultimo appuntamento stagionale.
 
Nonostante i tempi poco significativi del pomeriggio il lavoro del team in entrambi i lati del box è stato importante in vista di un’eventuale gara sul bagnato. 

4º – ENEA BASTIANINI #23 (1’59.875s)
“Sono soddisfatto di questa mattina: sull’asciutto abbiamo fatto bene anche se le sensazioni non sono state le stesse dei test. Con la pioggia c’è sicuramente tantissimo da lavorare perché non mi sentivo per nulla comodo sulla moto, ma anche con l’asciutto qualcosa da aggiustare c’è. Siamo in Q2 per ora, abbiamo fatto una buona mossa montando la gomma morbida. Ora speriamo in una fp3 asciutta per continuare a lavorare”.
 
8º –  FABIO DI GIANNANTONIO #49 (2’00.552s)
“Buon venerdì, siamo partiti bene, ma in generale partiamo sempre abbastanza bene. Oggi abbiamo centrato la top10 e la Q2, ed è sicuramente importante. Sarà però altrettanto importante proseguire su questa strada e migliorare almeno quanto gli altri. Il nostro potenziale è alto e speriamo di riuscire a dimostrarlo nei prossimi due giorni”

Francesco Bagnaia avrà il suo primo match point per il titolo iridato sul Sepang International Circuit, tracciato malese situato non lontano da Kuala Lumpur, che questo fine settimana ospiterà il GP della Malesia, penultimo appuntamento della stagione MotoGP 2022.

Il pilota italiano del Ducati Lenovo Team si è portato in testa alla classifica generale domenica scorsa a Phillip Island in Australia colmando un distacco che, dopo il GP di Germania al Sachsenring, era di ben 91 punti nei confronti di Quartararo. Grazie al terzo posto ottenuto a Phillip Island, Bagnaia è ora al primo posto con un vantaggio di 14 lunghezze sul pilota francese e 27 punti su Aleix Espargaro. Molto importante sarà quindi la gara a Sepang, che torna ad ospitare la MotoGP dopo un’assenza di tre anni dovuta alla pandemia. Il tracciato malese ha finora visto Ducati trionfare in 6 occasioni, mentre sono 9 i podi ottenuti dalla casa di Borgo Panigale. Il più recente è stato il terzo posto di Andrea Dovizioso nel 2019.

Il GP della Malesia sarà importante, ai fini del Campionato, anche per Jack Miller. Il pilota australiano, reduce da uno sfortunato Gran Premio di casa a Phillip Island, può infatti ancora ambire al terzo posto in classifica generale.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1° (233 punti)
“Sono contento di tornare a correre in Malesia. Rispetto a Phillip Island, dove siamo stati la scorsa settimana, qui le temperature saranno molto più alte e, con questo clima tropicale, è anche difficile prevedere se la gara sarà asciutta o bagnata. In ogni caso sono tranquillo: in Australia, dove abbiamo faticato di più rispetto ad altre piste, abbiamo lottato per la vittoria, mentre Sepang è sulla carta un tracciato un po’ più “amico”, perciò ci sono tutti i presupposti per poter fare bene. Ora siamo primi in Campionato e dobbiamo restare concentrati più che mai. L’approccio comunque non cambia: dobbiamo pensare a fare bene il nostro lavoro, come sempre, per cercare di arrivare pronti alla gara di domenica”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 5° (179 punti)
“Dopo la gara di domenica scorsa in Australia purtroppo non posso più puntare al titolo iridato, ma sono ancora in lotta per il terzo posto in classifica, visto che anche Espargaro e Bastianini non sono riusciti a capitalizzare a Phillip Island. L’obiettivo di questo fine settimana sarà quindi cercare di recuperare più punti possibile e tornare a lottare per le prime posizioni. Domenica scorsa avevamo davvero il potenziale per poter fare bene, così come era successo negli ultimi GP di questa seconda parte della stagione, ma purtroppo sono caduto senza avere colpe. Mi sento a mio agio in sella alla Desmosedici GP e le sensazioni continuano ad essere positive, perciò sono fiducioso di poter fare bene anche qui a Sepang, dove in passato sono stato veloce. Il mio obiettivo è concludere al meglio le ultime due gare che mi restano insieme al Ducati Lenovo Team”.

Il GP della Malesia prenderà ufficialmente il via venerdì 21 ottobre alle ore 10:50 locali (le 4:50 in Italia) con la prima sessione di prove libere, mentre la gara si disputerà domenica 23 ottobre alle 15:00 malesi (le 9:00 italiane) sulla distanza di 20 giri.

Il fine settimana australiano si chiude con Jorge Martin e Johann Zarco rispettivamente in settima e ottava posizione in una gara incredibile che ha lasciato con il tutti con il fiato sospeso. Martin parte fortissimo, protagonista di grandi duelli lottando per il podio fino all’ultimo giro. Johann Zarco trova alcune difficoltà in partenza che gli fanno perdere molte posizioni trovandosi dopo il primo rettilineo in diciannovesima posizione. Da lì  parte una grande rimonta che vedrà il francese recuperare 11 posizioni chiudendo ottavo.

Jorge Martín

Avevo un buon passo ma facevo fatica a sorpassare e questo mi ha limitato molto. Sono partito bene e sono riuscito a gestire molto bene le gomme, ci è mancata un pò di percorrenza ma il feeling era buono. Peccato perchè era una buona opportunità ma ci riproveremo la settimana prossima in Malesia.

Johann Zarco

Ho avuto problemi in partenza e così ho perso la possibilità di stare con il gruppo di testa all’inizio. Mi sono ritrovato in diciannovesima posizione e da lì non era facile lottare per il podio. Ho comunque fatto una buona gara, ho fatto molti sorpassi e recuperato posizioni ma ancora mi manca un pochino di feeling per poter fare meglio.