GoEleven: Weekend amaro

Pubblicato: 8 settembre 2019 in Go Eleven, News, Superbike

Il saliscendi dell’Algarve non sorride al Team Go Eleven ed al suo pilota Eugene Laverty.
Giunti in Portogallo con le migliori aspettative dopo i più che positivi test estivi, le mutate condizioni dell’asfalto hanno messo in crisi la Ducati Panigale V4-R preparata dal Team piemontese.

La domenica mattina si è aperta con un Warm Up incoraggiante rispetto alla Gara del sabato. Eugene è riuscito a mettersi vicino ai primi, a soli 3 decimi dalla Top 4.

Con il salire delle temperature, sono tornati i soliti problemi riscontrati tutto il weekend. Poco grip al posteriore e grande fatica a far girare la moto a centro curva, soprattutto nel secondo e terzo settore.
Eugene ha comunque cercato di rimanere attaccato al gruppetto davanti, ma complice anche un brutta partenza ed un paio di secondi persi nei sorpassi, non è andato oltre la quindicesima posizione.
Il ritmo gara è stato peggiore delle aspettative che aveva creato il warm up e non è stato possibile entrare nei primi nove, per sfruttare i cambiamenti della griglia.

In vista di gara 2 i tecnici Go Eleven hanno provato a migliorare il bilanciamento della moto, per aumentare il contatto a terra dello pneumatico posteriore.
Purtroppo le modifiche non hanno cambiato la situazione, e per Eugene non è stato facile gestire il consumo delle gomme. Verso metà gara sembrava poter chiudere sulla BMW ufficiale di Reiterberger, ma un errore lo ha allontanato, riuscendo poi a riavvicinarsi sul finale ma senza guadagnare posizioni.

Il Team Go Eleven non molla mai, e tantomeno Eugene Laverty; di certo rimane il dispiacere per questa tappa, ma nelle ultime tre gare faremo il massimo per ritornare a far divertire il pubblico, per rimettere la Panigale V4-R rossa, gialla e bianca là dove merita di stare!
Prossimo evento: Magny-Cours, Francia, 27-29 Settembre.

Eugene Laverty (Rider):
“Un’altra giornata difficile! La Superpole Race è stata dura, ho concluso quindicesimo, e nella gara principale, Gara 2, non avevo grip. Non potevo fermare la moto e prendere il gas in mano per uscire dalle curve. E’ stato davvero complicato!
Un weekend da dimenticare, non ci resta che guardare avanti e pensare a Magny-Cours. Sono dispiaciuto perché amo questo tracciato e mi sono sempre sentito a mio agio, ma senza il grip sul posteriore era impossible lottare per il vertice.”

Denis Sacchetti (Team Manager):
“Dopo i test svolti qui Portimao, appena 15 giorni fa, le ambizioni del week end erano ben diverse! Le condizioni di clima e temperatura asfalto non sono cambiate, quindi non riusciamo a capire a cosa sia dovuto questo peggioramento nelle prestazioni. Non siamo riusciti a replicare il buon feeling e le buone sensazioni che Eugene aveva avuto nei test. Inutile nascondersi, questi non sono certo i risultati a cui aspiriamo, e lavoreremo già da domani per tornare competitivia Magny-Cours.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.