Archivio per la categoria ‘Pramac’

Una domenica molto positiva per Pramac Racing, che si conferma uno tra i Team più competitivi di questo primo GP.
Nel giorno che tanto aspettavamo entrambi i piloti hanno dato prova delle loro grandi potenzialità.
Jack Miller e Pecco Bagnaia compiono una partenza straordinaria e si portano rispettivamente in terza e quarta posizione.
Jack è protagonista di una gara sensazionale, che lo vede arrivare in seconda posizione in costante duello con M.Vinales.
Proprio negli ultimi giri viene sorpassato da Dovizioso e chiuderà una gara spettacolare al quarto posto a + 6.668 dal leader.
Pecco si conferma anche oggi in grande forma; un’ottima partenza e una grande costanza gli permettono di rimanere nei Top 5 per 15 giri.
Pecco conquista un’importante settimo posto a conclusione di un fine settimana a dir poco perfetto.

Pecco Bagnaia

Sono abbastanza contento. I primi giri quando ero nel gruppo di testa ho cercato di gestire al meglio la gara che sarebbe stata lunga. Non ho voluto esagerare per non consumare le gomme però purtroppo alla fine si sono consumate comunque. Il prossimo weekend saremo avvantaggiati perché sappiamo già le gomme per la gara e potrò concentrarmi e migliorare sul resto. Posso dire che la gara di oggi ci è servita molto per prepararci alla prossima visto che le condizioni saranno le stesse.

Jack Miller

E’ stata davvero una bella gara, sono contento perché sono migliorato notevolmente se facciamo un confronto con l’anno scorso qui a Jerez.
La cosa più importante è stata finire oggi, abbiamo capito tante cose, la moto era fantastica e il feeling era buono. Abbiamo saputo gestire le gomme che era uno degli aspetti più importanti.
Prendiamo il 4° posto e torneremo la prossima settimana con un quadro più chiaro in mente.

Le prove libere del primo round della stagione 2020 di MotoGp si chiudono con sensazioni molto positive per i due piloti di Pramac Racing. Jack Miller conquista agevolmente la Top 10 e Francesco Bagnaia è protagonista di una progressione convincente nella FP2; purtroppo l’alta temperatura del circuito e il vento non hanno  permesso ai piloti di migliorare i tempi raggiunti nella  prima sessione.
Jack Miller e Francesco Bagnaia chiudono la giornata rispettivamente al 6° e 18° posto.
Jack è stato molto incisivo nella FP1 dove ha chiuso in sesta posizione con il miglior tempo di 1:37.487 al quindicesimo giro. Nelle FP2 ha trovato delle difficoltà causate dal vento e dal caldo, ma ha saputo sfruttare questa sessione per migliorare alcuni aspetti tecnici provando diversi set up.
Il feeling di Pecco Bagnaia cresce giro dopo giro, concentratosi più sugli aspetti tecnici che sulla velocità durante la FP1.
Il pilota italiano chiude in Top Ten nella FP2 con il miglior tempo di 1: 38.625 conquistato nel quinto giro.

Pecco Bagnaia

Durante le FP1 non ho messo le gomme nuove, abbiamo preferito concentrarci sul passo visto che l’anno scorso ho sempre fatto molto fatica a lavorare con gomme usate. Nelle FP2 siamo stati davvero efficaci sia sul tempo che sul passo, ed è molto importante in previsione della gara e delle qualifiche, perché saranno queste le condizioni della pista e dovremo gestire bene il caldo. Mi sto trovando molto bene con la mia moto, siamo molto forti in staccata e riesco a guidare come voglio.

Jack Miller

Sono Molto contento della prima vera giornata di Campionato, oggi pomeriggio ho faticato un po’ a causa del vento e del caldo.
Abbiamo lavorato molto al box con il team per cercare di capire come poter migliore in certe curve.
Sicuramente un primo giorno veramente positivo e un ottimo feeling con la moto fin da questa mattina.

Questo fine settimana, 31 maggio 2020 a partire dalle ore 15:00 italiane, i piloti della MotoGP, ma anche alcuni protagonisti della Moto2 e della Moto3, torneranno a sfidarsi con il videogioco MotoGP 20 in occasione del Virtual British GP, che sarà disputato sulla versione virtuale del celebre circuito di Silverstone.

A rappresentare Ducati nella competizione, ci sarà ancora una volta il pilota collaudatore Michele Pirro, che già aveva preso parte all’ultima Virtual Race 4 sul Misano World Circuit Marco Simoncelli.

Come per le passate edizioni la gara della MotoGP, che sarà trasmessa per prima con a seguire le categorie minori, sarà disputata su 10 giri, corrispondenti al 50% della reale distanza di gara. Inoltre, i piloti saranno impegnati in una breve sessione di qualifica che stabilirà le loro posizioni in griglia di partenza. Gli highlights delle qualifiche e le gare saranno visibili sui siti motogp.com e esport.motogp.com, oltre che sui rispettivi canali ufficiali YouTube e sulle pagine Twitter, Instagram, Facebook e Twitch.

Inoltre la copertura televisiva dell’evento sarà garantita dalle principali emittenti tv nel mondo: Sky in Italia, Canal + in Francia, DAZN in Spagna, Italia, Svizzera, Germania e Austria, BT Sport nel Regno Unito, Servus TV in Austria e Germania, Fox Asia, Fox Australia, Viasat in Svezia, NBS negli Stati Uniti, Fox Brasile, ESPN in America Latina, Motorsport TV in Russia, Eurosport in India, TEN e SuperSport in Africa.

La Virtual Race 4, disputatasi lo scorso 17 maggio, ha contribuito alla creazione di diversi contenuti che hanno raggiunto decine di milioni di impressioni e interazioni. Inoltre, circa 4 milioni di minuti di video relativi all’evento sono stati visualizzati dai fans in tutto il mondo (Fonte: Dorna Sports).

Michele Pirro, (Ducati #51):
“Sono contento di poter rappresentare ancora una volta Ducati nella prossima gara virtuale! In questo tipo di competizioni succede sempre di tutto ed i risultati sono imprevedibili, ma ora inizio ad avere anche io un po’ più di esperienza con la console! Non vedo l’ora di poter sfidare nuovamente gli altri piloti della MotoGP, e provare a regalare uno spettacolo emozionante a tutti i tifosi che ci seguono da casa”.

MotoGP Line-up:
Ducati Corse: Michele Pirro
Monster Energy Yamaha MotoGP: Jorge Lorenzo
Team Suzuki Ecstar: Joan Mir
Petronas Yamaha SRT: Fabio Quartararo
Pramac Racing: Francesco Bagnaia
LCR Honda Idemitsu: Takaaki Nakagami
Aprilia Racing Team Gresini: Lorenzo Savadori
Reale Avintia Racing: Tito Rabat

Ducati Corse è lieta di annunciare che Jack Miller sarà uno dei due piloti ufficiali del Ducati Team nel Campionato Mondiale MotoGP 2021. L’azienda di Borgo Panigale e il pilota australiano, 25 anni, hanno raggiunto un accordo per la prossima stagione con un’opzione per estendere il contratto anche nel 2022.

Miller, che ha esordito in MotoGP nel 2015 a soli 20 anni, è passato in Ducati nel 2018 con il Pramac Racing Team, squadra factory-supported della casa bolognese, ed ha chiuso la scorsa stagione all’ottavo posto in classifica generale, conquistando cinque podi nel corso dell’anno.

Jack Miller: “Prima di tutto desidero ringraziare di cuore Paolo Campinoti, Francesco Guidotti e tutto il Pramac Racing Team per il grande supporto che ho ricevuto da loro nei due anni e mezzo trascorsi insieme. Per me è un onore poter proseguite la mia carriera in MotoGP con la casa di Borgo Panigale e vorrei quindi ringraziare tutto il management Ducati, Claudio, Gigi, Paolo e Davide, per aver avuto fiducia in me e avermi dato questa incredibile opportunità. Non vedo l’ora di ricominciare a correre quest’anno e sono pronto ad assumermi con il massimo impegno la responsabilità di essere un pilota Ducati ufficiale nel 2021.”

Claudio Domenicali, Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding:“Dal suo arrivo nel Pramac Racing Team, Jack è cresciuto costantemente, dimostrandosi uno dei piloti più veloci e talentuosi del campionato, per cui siamo contenti che abbia accettato di pilotare la Desmosedici GP ufficiale del Ducati Team il prossimo anno. Siamo convinti che Jack abbia tutte le carte in regola per poter lottare con continuità per le posizioni che contano, in ogni gara, già a partire da questa stagione con la Desmosedici GP20 del Pramac Racing Team, e di fare un ulteriore passo in avanti il prossimo anno grazie al pieno supporto del Ducati Team.”

Il Gran Premi de Catalunya si conclude con un bel quinto posto per Jack Miller che lotta per metà gara per il podio. Francesco Bagnaia parte male ma riesce a recuperare molte posizioni. Il suo passo gara è sui livelli del gruppo di testa ma al sesto giro cade alla curva 5.

P. 5 – Jack Miller
E’ stata una bella gara. Sono partito bene ed ho lottato con il gruppo di testa per tutta la gara. Il feeling con la moto era molto buono anche se non siamo riusciti a far lavorare al meglio le gomme. Questo è un buon risultato ma ad Assen voglio fare meglio

DNF – Pecco Bagnaia
E’ stato un week end un po’ strano. Abbiamo avuto qualche problema con le gomme ma il passo nel warm up era comunque buono. Non sono riuscito a partire bene ma durante la gara il passo era molto buono. Ad Assen voglio fare un buon risultato.

Le qualifiche del Gran Premio di Catalunya non regalano high lights a Pramac Racing. Dopo una caduta nel giro veloce delle FP3, Bagnaia spinge forte nelle Q1 ma non riesce a trovare il tempo per qualificarsi alle Q2. Anche Jack è costretto a passare attraverso le Q1 dopo una FP3 incisiva (P11 ma con il quarto ideal time) ma cade nella prima run e non riesce nella seconda run a trovare le condizioni per qualificarsi per le Q2.

Pecco partirà dalla 13° posizione e Jack dalla 14° posizione sulla griglia di partenza della settima tappa del calendario di MotoGP.

P13 – Pecco Bagnaia
Purtroppo in questo week end sono successe cose un po’ strane. Siamo andati molto forte con le gomme usate nella prima run delle FP3. Poi nel time attack sono caduto in modo incomprensibile perdendo la qualifica per la Q2. Il passo gara, comunque, è buono. Domani possiamo fare una buona gara.

P14 – Jack Miller
Non siamo riusciti ad ottenere un buon risultato in qualifica ma il passo gara è molto convincente. Abbiamo lavorato molto con le gomme usate ed il feeling è buono. La gomma morbida delle FP3 non ha lavorato al massimo ed in Q1 non sono riuscito a trovare il feeling. E’ stata una situazione molto strana.

I numeri della FP2 del Gran Premi Monster Energy de Catalunya sono davvero sorprendenti con i primi 5 piloti in soli 3 decimi di secondo ed i primi 19 in un secondo. Francesco Bagnaia è protagonista di un grande time attack e si piazza quinto nel primo giorno di prove libere. Jack Miller inizia alla grande ma le gomme usate nelle FP2 non gli consentono di entrare in Top 10.

FP1 (Practice condition: Dry. Air 23°. Ground 24°)

P6 Jack Miller (1’41.049, +0.357 from P1)
Jack inizia bene a Barcellona. Il pilota australiano gira in modo convincente e chiude la prima sessione con le gomme usate a 3 decimi da Marc Marquez, tra i pochi ad aver usato la gomma soft.

P15 Francesco Bagnaia (1’41.530, +0.317 from Top 10, +0.838 from P1)
Pecco lavora sul set up senza cercare il giro veloce. Il pilota italiano conclude 19 giri con un tempo molto vicino alla Top 10.

FP2 (Practice condition: Dry. Air 26°. Ground 42°)

P5 Francesco Bagnaia (1’40.471, +0.392 from P1)

Pecco riesce a trovare un grande time attack nella seconda parte della sessione dopo aver incontrato qualche difficoltà nei primi giri.

P16 Jack Miller (1’40.948, +0.221 from Top 10, +0.869 from P1)

Il tempo finale di Jack non è indicativo. Miller entra in pista con le soft e fa registrare subito il miglior tempo. Nell’ultima run usa le stesse gomme che non gli consentono di essere incisivo e chiude 16° davanti a Marc Marquez.

P5 – Pecco Bagnaia
“Sono soddisfatto per il tempo finale ma nella prima parte delle FP2 il feeling non era quello giusto. Poi abbiamo messo le soft sia all’anteriore che al posteriore e la moto è tornata ad essere molto performante. Domani lavoreremo anche per capire come sfruttare meglio le gomme”.

P16 – Jack Miller

“In generale una giornata positiva. Il feeling con la moto è molto buono anche se nella seconda parte delle FP2 le gomme soft usate non mi hanno permesso di spingere. Abbiamo comunque raccolto dati importanti in vista delle gara. C’è comunque grande fiducia per le qualifiche di domani”.

E’ stato un Mugello straordinario. Una gara strepitosa che ha fatto emozionare tutti. Jack lotta alla grande con il gruppo di testa, sfidando prima Marquez poi Petrucci, Dovizioso e Rins. Il suo passo gara è competitivo e al 15° giro fa registrare il miglior tempo. Poi purtroppo cade alla curva 5.

La partenza di Pecco non è incisiva ma il pilota italiano è bravissimo a recuperare posizioni su posizioni. Al 2° giro è 11° dopo aver superato Vinales, e all’8° giro passa Nakagami per conquistare la 7° posizione. Pecco si avvicina al gruppo di testa ma cade quando sembrava in grado di poter superare Crutchlow.

DNF – Pecco Bagnaia
E’ un peccato non essere riuscito a finire la gara. Il nostro obiettivo era quello di stare nella Top 10 ed il passo gara era molto buono. Sono comunque soddisfatto perché nelle ultime tre gare abbiamo fatto dei grandi passi in avanti. Ci riproveremo a Barcellona.

DNF – Jack Miller
E’ stata una gara molto bella. Sono stato con il gruppo di testa ed è stata una battaglia fantastica. Il feeling con la moto era molto buono ed ho iniziato a spingere dopo aver visto Petrucci e Marquez che provano a fare il gap. Ho provato a superare Rins ma sono caduto.

FP3 (Practice Conditions: Dry – Air 23°. Ground 34°)

P5 Jack Miller (1’46.478, + 0.422 from P1)
Jack sembra essere in gran forma e conquista agevolmente l’accesso diretto alle Q2 facendo registrare il miglior tempo assoluto nel T1

P10 Francesco Bagnaia (1’46.713, +0.657 from P1)

Il super tempo delle FP2 sarebbe servito a Pecco per qualificarsi direttamente alla Q2. Il pilota italiano si migliora nelle FP3 ma il feeling con la moto non è quello del venerdì.

FP4 (Practice Conditions: Dry – Air 25°. Ground 45°)

P5 Jack Miller (1’47.266, +0.467 from P1)

Il passo gara è estremamente convincente.

P14 Francesco Bagnaia (1’47.817, +0.360 from Top 10, +1.018 from P1)
Anche il passo gara di Pecco è incisivo ed è in linea con il gruppo della Top 10.

Q2 (Practice Conditions: Dry – Air 26°. Ground 47°)

P5 Jack Miller (1’46.029, +0.510 from P1)

Jack ottiene un prezioso quinto posto dopo aver girato da solo in modo molto convincente nella seconda run.

P8 Francesco Bagnaia (1’46.260, +0.741 from P1)

Pecco conquista il miglior piazzamento in griglia nella sua carriera di MotoGP. Partirà tra Vinales e Dovizioso, rispettivamente settimo e nono.

P5 – Jack Miller

“Sono abbastanza soddisfatto anche perché il passo gara è positivo. Abbiamo lavorato molto anche sulle gomme e abbiamo preso dati importanti in vista della scelta di domani. In qualifica mi aspettavo forse qualcosa in più ma la seconda fila non è male”.

P8 – Pecco Bagnaia

“Siamo in crescita e questo è un dato molto importante. Mi sono trovato davvero bene con il set up che abbiamo fatto. L’obiettivo è finire la gara e cercare di prendere la Top 10. Posso dire che siamo competitivi e per domani c’è molta fiducia”.

Francesco Bagnaia è il dominatore del venerdì al Mugello. Il pilota italiano regala una grande soddisfazione a Lamborghini Pramac Racing chiudendo alla grande un time attack spettacolare in FP2. Jack è in grande forma e dopo una FP1 estremamente convincente va fortissimo in FP2 ma trova nel time attack alcuni piloti che rallentano pericolosamente e cade.

FP1 (Practice Conditions: Dry. Air 20°. Ground 31°)

P6 Jack Miller (1’47.814, + 0.256 from P1)

Pazzesca FP1 con sei piloti in 256 millesimi di secondo. Jack va fortissimo nel T4 ma deve trovare feeling nel T3 dove perde 2 decimi nel suo giro veloce

P17 Francesco Bagnaia (1’48.532, +0.318 from Top 10, +0.974 from P1)

Pecco migliora giro dopo giro ed è vicinissimo al 10° posto di Andrea Dovizioso. La posizione finale non è indicativa dato che nelle FP1 ci sono stati 18 piloti racchiusi in 1 secondo.

FP2 (Practice conditions: Dry. Air 23°. Ground 45°)

P1 Francesco Bagnaia (1’46.732)

Il time attack di Pecco è fantastico e consente al pilota italiano di chiudere un venerdì sensazionale in prima posizione. Notizie estremamente positive anche dal passo gara.

P9 Jack Miller (1’47.185, +0.453 from P1)

Jack va forte anche nelle FP2 ed è per gran parte della sessione il più veloce dopo Marquez. Nel time attack, però, cade dopo aver trovato alcuni piloti ad ostacolare la sua traiettoria.

P1 – Pecco Bagnaia

Sono molto contento perché il lavoro che siamo facendo sta dando frutti molti positivi. Siamo cresciuti nelle ultime gare ed il feeling era molto buono già nelle FP1. Il time attack è venuto bene e per questo sono soddisfatto. Domani sarà molto importante qualificarsi direttamente per le Q2.

P9 – Jack Miller

Stavo andando molto forte nel time attack ma ho trovato alcuni piloti che stavano rallentando e sono caduto. Sono comunque molto soddisfatto perché il feeling è estremamente positivo ed il passo gara è buono. Domani darà il massimo in FP3 per qualificarmi direttamente alla Q2 e sono fiducioso.