Archivio per la categoria ‘News’

Jack Miller si è sottoposto questa sera ad un intervento chirurgico per risolvere la sindrome compartimentale all’avambraccio destro, che gli aveva causato dei problemi durante i primi due Gran Premi dell’anno disputati in Qatar.

Di rientro ieri da Doha, il pilota australiano si è recato oggi all’Ospedale Universitario Dexeus di Barcellona (Spagna) dove è stato subito visitato dal Dottor Xavier Mir (Direttore dell’Unità degli Arti Superiori dell’Ospedale Dexeus). Dopo aver effettuato una risonanza a riposo e una sotto sforzo, è stato deciso che era necessario eseguire subito l’intervento chirurgico per riportare l’attività vascolare e nervosa dell’avambraccio alla normalità.

Jack trascorrerà 24 ore in ospedale e poi potrà iniziare la riabilitazione con l’obiettivo di poter scendere in pista già nel prossimo appuntamento di Portimão per il Gran Premio del Portogallo, in programma dal 16 al 18 aprile.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team)
“L’operazione è stata breve ed è andata molto bene. Non vedo l’ora di iniziare la riabilitazione: mancano 10 giorni al prossimo Gran Premio a Portimão e, se le fasi del recupero procederanno normalmente, potrò tornare in pista già in Portogallo anche se non sarò ancora al 100% della mia forma fisica. Voglio ringraziare il Dottor Mir e tutto il suo staff dell’Ospedale Dexeus per la loro disponibilità e per le loro cure”.

Doppio podio per Pramac Ducati, seconda posizione per Johann Zarco e terza posizione per Jorge Martín.
Johann Zarco è leader del Motomondiale con 40 punti.
Protagonista di diversi duelli conclude in maniera eccellente un fine settimana perfetto.
Jorge Martín impressiona e stupisce, leader dall’inizio fino a pochi giri dalla fine, conquista il suo primo podio nella classe regina al suo secondo GP. Il Rookie Spagnolo che già ieri aveva fatto emozionare con la Pole oggi ci ha fatto sognare.

Johann Zarco

Prima di tutto complimenti a Jorge, una gara impressionante, è stato bravissimo.
Io sono contentissimo, avevo il feeling giusto, mi sentivo bene e sapevo di poter fare un’ottima gara.
Con questa moto e questo team possiamo toglierci davvero grandi soddisfazioni.

Jorge Martín

Non ci credo ancora,
una gara bellissima, non ci sono parole.
Solo ieri non avrei mai pensato di poter salire sul podio e invece oggi si corona un sogno.
Sono molto soddisfatto di me e del team, meglio non sarebbe potuta andare.

I piloti del Ducati Lenovo Team Francesco Bagnaia e Jack Miller hanno chiuso il Gran Premio di Doha, disputato questa sera sul Circuito di Losail in Qatar, rispettivamente al sesto e nono posto.

Scattato con il sesto tempo, Bagnaia è stato protagonista di una bella rimonta nelle prime fasi della gara, dopo essere scivolato in decima posizione dopo la partenza. Autore del giro più veloce, il pilota piemontese è risalito fino al terzo posto, ma a sei giri dal termine ha commesso un errore in fondo al rettilineo che gli è costato diverse posizioni, ed ha poi tagliato il traguardo sesto. Anche Miller, partito con il quarto tempo, era riuscito a portarsi nella lotta per il podio dopo essere scivolato nelle retrovie all’inizio della gara ma nel corso del tredicesimo giro, dopo un contatto con Mir, ha perso nuovamente alcune posizioni chiudendo al nono posto.

Dopo i primi due appuntamenti della stagione 2021, Pecco è quarto in classifica generale, mentre Jack è al nono posto. Nella classifica costruttori, Ducati è seconda, mentre il Ducati Lenovo Team occupa la quarta posizione nella classifica riservata alle squadre.

Grazie al secondo posto conquistato oggi con la Desmosedici GP del Pramac Racing Team, Johann Zarco si è portato al comando della classifica generali piloti, con quattro punti di vantaggio su Quartararo e Viñales, rispettivamente secondo e terzo a pari punti. Grande gara del suo compagno di squadra Jorge Martín che, dopo aver condotto magistralmente la prova per ben 18 giri, ha centrato il suo primo podio in MotoGP alla seconda gara nella classe regina.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 6°
“Purtroppo la gara di oggi non è andata come speravo. Non sono riuscito a partire bene e al primo giro mi sono ritrovato al decimo posto. Ho perso parecchio tempo per cercare di recuperare terreno e alla fine ho commesso un errore che mi è costato molto caro. Sono dispiaciuto perché oggi il feeling con la mia moto era davvero eccezionale e sentivo di avere anche il ritmo giusto per poter lottare per la vittoria. L’esperienza di oggi mi servirà senz’altro per il futuro”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 9°
“Rispetto alla scorsa settimana il mio feeling con la moto era decisamente migliore ed ero sicuro di poter lottare per un buon risultato. Nonostante avessi perso qualche posizione dopo il contatto con Mir, ero riuscito a ricucire velocemente il distacco con i piloti davanti. Purtroppo, negli ultimi giri ho iniziato a soffrire di “arm pump” alle braccia e non sono più riuscito a guidare come volevo. Nelle prossime settimane cercherò di risolvere questo problema per tornare ad essere competitivo già a partire da Portimao”. 

Il Campionato Mondiale MotoGP tornerà in pista fra due settimane per il Gran Premio del Portogallo, in programma dal 16 al 18 aprile sull’Autódromo Internacional do Algarve di Portimão.

Pramac Racing illumina il Losail Circuit, una giornata da incorniciare per il team di Paolo Campinoti che domani vedrà partire entrambi i piloti dalla prima fila sulla griglia di partenza.
Strabiliante performance  di Jorge Martin che con il crono di 1:53.106  firma la sua prima pole position nella classe regina dopo neanche un mese dal suo esordio in MotoGP.
Johann Zarco, leader dopo le FP4, all’ultimo giro della seconda run della Q2 fa segnare il tempo di1:53.263 che gli vale la seconda posizione.
Una giornata che rimarrà nella storia del Team Pramac Racing che non avrebbe potuto iniziare al meglio il suo ventesimo anno in MotoGP.

Jorge Martín

Una delle giornate più belle della mia vita,
non potrei essere più felice di così.
Stamattina non avrei di certo pensato di poter fare la pole e invece eccoci qui.
Voglio ringraziare il mio team perché insieme stiamo facendo un lavoro incredibile.
Partire dalla prima fila mi darà un buon vantaggio e se riuscirò a fare un buon uso delle gomme penso potrò fare una bella gara.

Johann Zarco

Una gran giornata per me e per tutto il team,
contentissimo dell’ultimo giro che ho fatto nella seconda run che è stato anche il mio miglior tempo segnato qui in Qatar.
Incredibile la prestazione del mio compagno di squadra, sono molto felice per lui.
Domani abbiamo la possibilità di fare davvero una grande gara.

Jack Miller e Francesco Bagnaia partiranno rispettivamente dalla quarta e sesta posizione nel Gran Premio di Doha, in programma domani sul Losail International Circuit, in Qatar.

Miller oggi non aveva preso parte alla sessione di FP3, disturbata dal forte vento e dalla sabbia in pista, certo di aver comunque ottenuto l’accesso diretto alla Q2 grazie al primo tempo di ieri, rimasto imbattuto al termine delle libere. Nella qualifica disputata in serata, il pilota australiano ha chiuso con il quarto tempo in 1:53.303, a 197 millesimi dalla pole position di Martín, ed ha ottenuto la partenza dalla seconda fila. Secondo al termine della FP3 grazie al tempo ottenuto ieri, Bagnaia ha invece chiuso la qualifica con il sesto tempo (1:53.654), e partirà anche lui in seconda fila per la gara di domani.

Prima fila per le due Desmosedici GP del Pramac Racing Team: Jorge Martín, al suo secondo Gran Premio in MotoGP, ha ottenuto la sua prima strepitosa pole position in questa categoria, in 1:53.106. Al suo fianco in prima fila partirà il suo compagno di squadra Johann Zarco, autore del secondo miglior tempo in 1:53.263.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 1:53.303 (4°)
”Le condizioni della pista questa sera non erano ottimali e non sono riuscito a sfruttare bene il giro lanciato. Nonostante ciò sono soddisfatto del quarto tempo in qualifica: la scorsa settimana in gara ero riuscito a fare un’ottima partenza recuperando subito diverse posizioni, perciò penso di potermi ripetere anche domani. Sarà un GP imprevedibile: bisognerà essere pazienti all’inizio, per poi capire come affrontare il resto della gara. Ho una mia strategia e domani scopriremo se funzionerà!”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1:53.654 (6°)
“Questa sera purtroppo non sono riuscito a sfruttare bene la gomma morbida, ma sono comunque contento della sesta posizione in qualifica. Nelle FP4, con gomme usate, sono riuscito a mantenere un buon ritmo per diversi giri e negli ultimi giorni ho lavorato molto sul mio stile di guida per cercare di essere più competitivo nella seconda metà di gara. Credo di avere tutto il potenziale per poter disputare nuovamente una bella prova domani”.

Il Ducati Lenovo Team tornerà in pista domani, domenica 4 aprile, alle ore 15:40 (CEST +1.00) per il warm-up in vista della gara (22 giri), con partenza fissata alle 20:00 locali.

Il Ducati Lenovo Team è tornato in pista oggi sul Losail International Circuit per il Gran Premio di Doha, secondo appuntamento della stagione MotoGP 2021. Dopo aver compiuto solo alcuni giri durante la prima sessione di questo pomeriggio, a causa del caldo torrido sul tracciato, Jack Miller e Francesco Bagnaia sono scesi in pista questa sera nella FP2 determinati a conquistare l’accesso diretto alla Q2 di domani.

Nei minuti conclusivi del secondo turno, Miller è stato autore del miglior tempo di giornata in 1:53.145. Subito alle sue spalle, in seconda posizione a 313 millesimi, troviamo il suo compagno di squadra Francesco Bagnaia seguito dalla Desmosedici GP del Pramac Racing Team guidata da Johann Zarco, che completa un terzetto tutto Ducati. In totale, sono quattro le rosse di Borgo Panigale nelle prime cinque posizioni della classifica combinata del venerdì, con Jorge Martín (Pramac Racing Team) quinto, a 448 millesimi da Miller.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 1:53.145 (1°)
“Sono molto soddisfatto del feeling che ho avuto con la mia moto questa sera. Nel mio primo tentativo di time attack stavo davvero spingendo forte e purtroppo ho preso un brutto spavento! Fortunatamente sono riuscito a non cadere, a tornare in pista subito e a segnare un giro molto veloce. Credo che abbiamo ancora del margine per poter migliorare domani sera, e come sempre darò il massimo in qualifica!”

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1:53.458 (2°)
“Sono molto contento del lavoro portato a termine nella giornata di oggi. Rispetto alla scorsa settimana abbiamo preferito sfruttare la sessione di FP2 per fare alcune prove con la gomma soft e concentrarci sul ritmo di gara, facendo un solo time attack. Il riscontro è stato positivo e domani continueremo a lavorare in questa direzione. Sono convinto che potremo ottenere un altro buon risultato in qualifica e arrivare pronti per la gara di domenica”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domani alle ore 15:15 locali (CEST +1.00) per la terza sessione di prove libere, per poi disputare le qualifiche a partire dalle ore 20:00, al termine della FP4.

Si sono conclusi oggi sul Circuito di Barcellona-Catalunja (Spagna) i primi test della stagione 2021 caratterizzati dalla presenza di tutte le squadre ed i piloti che parteciperanno al prossimo Campionato del Mondo WorldSBK.

Sono stati due giorni intensi per il team Aruba.it Racing – Ducati con Scott Redding e Michael Rinaldi (170 e 172 giri completati in totale) che hanno chiuso rispettivamente con il secondo e quinto tempo finale.
Nella prima giornata di test, Scott Redding e Michael Rinaldi hanno lavorato intensamente su nuove soluzioni in termini di elettronica e ciclistica, rimandando al “Day-2” il riscontro cronometrico.

Nella giornata odierna i due piloti del team Aruba.it Racing – Ducati hanno proseguito il lavoro di sviluppo delle rispettive Panigale V4 R facendo registrare concreti progressi sia in termini di feeling che di prestazioni. Nel time attack finale Scott Redding è stato protagonista di un giro convincente che gli ha consentito di chiudere in seconda posizione ad un decimo dal miglior tempo di Rea (Kawasaki).

Dopo aver fatto registrare un solido tempo con la gomma da gara, Michael Rinaldi non è riuscito a far lavorare al meglio la gomma da qualifica chiudendo comunque in quinta posizione.
Il team Aruba.it Racing – Ducati tornerà in pista tra pochi giorni sul circuito Motorland di Aragon (Spagna) per il test privato in programma 12 lunedi  e 13 aprile.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Abbiamo lavorato molto per cercare di migliorare i punti deboli della nostra moto soprattutto nella percorrenza delle curve a lungo raggio. Inoltre abbiamo cercato di far crescere sia il feeling che il grip. Posso dire che abbiamo fatto dei passi in avanti in questa direzione ma è chiaro che ancora ci manca qualcosa. Sono però soddisfatto perché mi sono sentito bene sulla moto”.

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21) 
“In questi due giorni ci siamo concentrati su più aree. Avevamo molte cose da provare e devo ammettere che alla fine abbiamo portato a termine il nostro lavoro. Abbiamo incontrato qualche difficoltà, le stesse che ha avvertito Scott, e questo può essere un vantaggio perché consentirà a Ducati di lavorare in un’unica direzione. Sono molto contento per il passo gara mentre devo ancora migliorare sul giro veloce”.

CatalanTest si concludono con un lavoro soddisfacente del pilota Gallese in sella alla azzurra Ducati Go Eleven! 

Chaz, nel corso della mattinata del secondo giorno, è riuscito fin da subito a migliorare il suo feeling con la moto, riscontrando ottime sensazioni sopratutto sull’anteriore. Quasi quattro decimi di passo meglio rispetto al day one, ne indicano il miglioramento. Davies, nonostante la lunga pausa, si è davvero mostrato in forma ed agguerrito, ritornando carico e deciso, così come aveva lasciato il 2020. Fino a metà sessione, nel box ed in pista sono state effettuate prove di comparazione, testando piccole variazioni di geometrie ed elettronica. Nel tardo pomeriggio, invece, l’obiettivo si è spostato sulle prove di partenza; diversi tentativi con nuove idee di settaggio elettronico del launch control hanno fornito feedback positivi in vista della stagione. Da sottolineare come il numero sette abbia ottenuto i crono migliori con gomma da gara SC0, restando a mezzo secondo dalla testa fino a pochi minuti dalla fine; molti protagonisti hanno poi migliorato con la prestazionale gomma da qualifica.

Il Team Go Eleven e Chaz Davies, sono alla prima uscita stagionale ed i primi segnali sono stati più che incoraggianti. Nel box si respira già un’aria familiare e distesa, aiutata dalla serenità che infonde il pilota. Si può, quindi, dire che l’obiettivo primario è stato raggiunto. Prossima fermata, test di Aragon il 12-13 Aprile!

Denis Sacchetti (Team Manager):
“Un’altra giornata positiva, abbiamo fatto diverse prove, soprattutto sull’elettronica, mirate a racogliere dati sui quali potremo lavorare nelle prossime settimane ed in vista dei prossimi test di Aragon. Devo ammettere che è stata una due giorni molto interessante e torniamo a casa sicuramente più rilassati. Un pò come il primo appuntamento con la ragazza che hai sempre sognato , abbiamo rotto il ghiaccio e ora possiamo prenderci gusto!”

Chaz Davies (Rider):
“Una giornata molto produttiva, quella di oggi! Stamattina abbiamo iniziato con una buona base e la moto mi è sembrata subito ottima. Successivamente abbiamo iniziato a lavorare sulla seconda moto, la quale aveva un paio di differenze tecniche e volevo capire se qualche modifica avrebbe potuto aiutarci in vista della stagione. Ho fatto, poi, un po’ di “su e giù” tra la prima e la seconda moto. Ci siamo anche concentrati sul settaggio dell’elettronica, ricercando un ulteriore feeling con il freno a motore. E’ andata bene, però siamo solo all’inizio del lavoro e questi dati ci serviranno in futuro. Nelle prossime settimane le cosa più importante sarà capire i comportamenti della moto in seguito alle modifiche eseguite e sviluppare quest’ultime in vista dei test di Aragon. Penso davvero che sia stata un’ottima prima uscita; dopo non aver corso per cinque mesi, le mie aspettative erano modeste e non avevo grossi obiettivi a parte divertirmi e tornare in sella. Il prossimo test sarà un’opportunità di lavorare nuovamente insieme e ritrovare ciò su cui stavamo lavorando!

Il Barni Racing Team e Tito Rabat, insieme a tutte le squadre del mondiale Superbike, hanno portato a termine due intensi giorni di test sul circuito di Barcellona Montmelò, accompagnati da un clima mite, perfetto per preparare l’inizio della stagione.

Dopo aver presentato una suggestiva livrea rossa e nera che accompagnerà il #53 per tutta la stagione, la squadra guidata da Marco Barnabò ha provato sul circuito catalano diverse soluzioni di assetto per adattare la Ducati Panigale V4 R allo stile di guida di Tito Rabat.

Per quanto riguarda i riscontri cronometrici il catalano ha fatto segnare un 1’41.942 come miglior giro, un tempo che lo ha piazzato in tredicesima posizione assoluta, a un secondo e sei decimi dal pilota più veloce.

Rabat ha portato a termine la due giorni senza inconvenienti; a fronte di un buon passo gara il #53 ha mostrato ancora qualche difficoltà nello sfruttare la gomma con extra grip.

Il Barni Racing Team tornerà in pista per un’altra due giorni di test “spagnola” il 12 e 13 aprile ad Aragon, dove il prossimo 21 maggio prenderà il via la stagione 2021 del WorldSBK.  

«Non sono molto contento perché non sono dove avrei voluto essere. La cosa positiva è che la moto è migliorata moltissimo rispetto a Misano: abbiamo ridotto i problemi di chattering e ho stabilito un buon feeling con il team che riesce a venire incontro alle mie esigenze, ma dobbiamo fare di più. Resta solo un test ad Aragon prima dell’inizio della stagione e lì dovremo fare un altro step in avanti, almeno grande quanto quello che abbiamo fatto qui a Barcellona rispetto a Misano». 

«Abbiamo fatto molti passi avanti rispetto a Misano e ci siamo avvicinati all’assetto di cui Tito ha bisogno per esprimersi al meglio. Abbiamo un buon passo gara, ma non riusciamo a sfruttare al 100% la gomma quando è nuova. Nella classifica dei tempi siamo un po’ indietro, ma già nell’ideal time siamo più avanti e come ritmo siamo costanti e abbastanza veloci». 

GoEleven: Finalmente Chaz

Pubblicato: 1 aprile 2021 in Go Eleven, News, Superbike

5 lunghi mesi senza scendere in pista, dopo 8 ore di test ed oltre 60 giri effettuati, Chaz si presenta in ottima forma, mettendo a segno riferimenti rapidi con estrema facilità. Welcome Back Chaz!

La due giorni di test al Montmelò si è aperta con una giornata soleggiata e temperature pressoché ideali di aria e asfalto. Il pilota gallese, nella mattinata, dopo solo alcuni passaggi, si trovava già in linea con la top 5. Da sottolineare anche i suoi feedback riguardanti la semplicità di guida e la facilità nell’ottenere un buon tempo sul giro. I lavori nel box Go Eleven si sono susseguiti con l’obiettivo di conoscere al meglio le caratteristiche di guida del numero 7 e le sue esigenze sulla Panigale V4R SBK 2021. Ingresso dopo ingresso, anche con gomme usate, Chaz si è dimostrato sempre più a suo agio, instaurando un ottimo feeling con i ragazzi della squadra. E’ tanto bello quanto emozionante vedere un pilota della sua caratura mettersi a disposizione dei tecnici, spiegare il proprio metodo di lavoro e le proprie caratteristiche di guida con grande calma e tranquillità. Chiaramente l’obiettivo odierno era quello ritrovare il feeling e le sensazione dello scorso finale di stagione, ma, volgendo lo sguardo al monitor dei tempi, si può capire il buon risultato ottenuto in configurazione gara: 1.41.775, a meno di un secondo dalla vetta occupata da Jonathan Rea in 1.40.793.

Domani i protagonisti del WorldSBK 2021 saranno nuovamente in azione, ulteriori 8 ore di adrenalina e spettacolo dal Circuito di Montmelò! 

Day 1 Results:
P 1   J. Rea   1.40.793
P 2   L. Haslam   + 0.107
P 3   G. Gerloff   + 0.117

P 9   C. Davies   + 0.982

Denis Sacchetti (Team Manager):
“Quando al termine della prima giornata di test, il clima è sereno, il pilota mostra tranquillità e si può andare a cena con il sorriso, non si può che essere soddisfatti! Poco contano i tempi o le classifiche, per noi era importante tornare in pista, riprendere gli automatismi del box e della pista, ed iniziare a lavorare con il nostro pilota. Chaz mi ha impressionato per la sua tranquillità e disponibilità, è un top rider ma ride e scherza con tutti e sa dare valore ad ogni singolo membro dello staff.”

Chaz Davies (Rider):
“E’ stata una prima giornata davvero molto positiva! Ovviamente, dopo cinque mesi senza salire in sella, mi aspettavo di avere un po’ di ruggine addosso, ma, dopo i primi giri, mi è sembrato di non essermi mai allontanato dalla moto. Mi sono subito trovato a mio agio, tanto da dovermi rallentare e convincermi di non spingere troppo; la testa era entrata in modalità gara, ma il fisico è ancora un po’ indietro nei tempi di reazione. Quindi manteniamo la calma, anche se sono molto contento della giornata, è stata positiva e sorprendente nella facilità con cui mi venivano i tempi. Riuscivo a migliorare abbastanza facilmente, è stata una vera sorpresa. L’obiettivo principale era quello di guidare la moto, di lavorare e conoscere il nuovo ambiente e la mia squadra, da PJ, il capotecnico, a tutti i membri del Team. Stiamo cercando di imparare ognuno i metodi di lavoro degli altri, siamo all’inizio, ma penso che abbiamo una grande stagione davanti a noi!”