Archivio per la categoria ‘News’

A pochi giorni dall’ultimo Gran Premio 2021 disputato sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste (Spagna), i piloti del Ducati Lenovo Team sono tornati in pista ieri e oggi sul Circuit de Jerez-Angel Nieto, in Andalusia, per disputare le prime due giornate di test invernali in preparazione alla stagione 2022.

Grazie al clima mite e soleggiato e nonostante il forte vento che ha in parte disturbato le ore pomeridiane durante i due giorni, sia Pecco Bagnaia che Jack Miller hanno potuto sfruttare al massimo le sessioni disponibili per provare i nuovi componenti sviluppati in Ducati Corse per le loro Desmosedici GP. Oltre ad un nuovo scarico e ad un’evoluzione della carena già provata nell’ultimo test di Misano, entrambi i piloti del Ducati Lenovo Team hanno girato con un nuovo motore ottenendo riscontri positivi.

Soddisfatto del lavoro portato a termine durante il test, il vicecampione del mondo Pecco Bagnaia ha chiuso in prima posizione con un crono di 1:36.872, dopo aver completato un totale di 110 giri, mentre il compagno di squadra Jack Miller ha chiuso al decimo posto in 1:37.717 realizzando un totale di 100 giri nel corso delle due giornate.

Sono state ben otto le Desmosedici GP a scendere in pista a Jerez de la Frontera. Oltre ai piloti del team ufficiale e del team Pramac Racing, con i confermati Martin e Zarco, sono scesi in pista per la prima volta con Ducati il team Gresini Racing, con il rookie Fabio Di Giannantonio insieme ad Enea Bastianini, e il VR46 Racing Team con il debuttante Marco Bezzecchi, compagno di squadra di Luca Marini.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1° (1:36.872)
“Sono davvero soddisfatto di queste due giornate di test. La Ducati per me era già una moto perfetta e a Bologna sono riusciti a fare un ottimo lavoro portando interessanti novità tra cui una carena ed uno scarico nuovo. Qui a Jerez abbiamo raccolto numerosi dati che ora gli ingegneri analizzeranno bene per capire quali introdurre sulla moto nella prossima stagione. Per il momento le sensazioni sono state positive e parlando con Jack anche lui ha avuto più o meno la mia stessa opinione. Dopo la pausa invernale avremo altre giornate di test nelle quali lavorare, ma per il momento il feeling generale con la moto è molto buono”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 10° (1:37.717)
“Sono state due giornate molto produttive nelle cui abbiamo avuto modo di testare diversi nuovi componenti. Abbiamo avuto alcuni riscontri positivi e altri meno, per cui ora bisognerà analizzare bene tutti i dati raccolti durante il test per capire bene quali passi compiere in vista della prossima stagione. C’è ancora tanto lavoro da fare, ma in generale sono molto soddisfatto. La Desmosedici GP è migliorata molto nel corso dell’ultimo anno e siamo riusciti a dominare l’ultima parte della stagione. Sono convinto che riusciremo a fare ancora altri passi in avanti durante l’inverno”.

Per i piloti del Ducati Lenovo Team inizierà ora una pausa di circa 2 mesi, prima di ritornare in pista per la prossima sessione di test precampionato dal 5 al 6 febbraio 2022, al Sepang International Circuit in Malesia.

Finalmente si è alzato il sipario al Mandalika Circuit! Prima giornata di prove disputatasi in condizioni calde ma ottimali, con tutti i piloti che hanno potuto godere dello splendido layout, composto da un giusto mix di curve veloci, lente e rettilinei. Chaz Davies ha preso poco a poco confidenza con il tracciato dell’isola di Lombok, senza prendere rischi inutili e senza spingere più del dovuto, in quello che è stato l’ultimo Venerdì dell’anno.

Nelle FP 1 i piloti hanno effettuati i primi giri in modo cauto per imparare il tracciato, poi da metà sessione in poi i tempi sono calati nettamente. Chaz ed il Team Go Eleven hanno utilizzato la stessa copertura per tutti i 45 minuti della sessione, effettuando oltre 20 giri. Prendendosi il tempo necessario prima di iniziare a spingere, il pilota gallese ha migliorato giro dopo giro, fino ad arrivare sul 37.4. Al termine della FP 1 i protagonisti, dal secondo al tredicesimo, sono tutti racchiusi in un secondo. Tempi non ancora significativi, a causa di una pista da gommare che offre poco grip iniziale. 

La seconda sessione inizia con circa 55 gradi di asfalto, umidità intorno al 90 per cento e temperatura oltre i 30 gradi. Già dai primi passaggi la pista sembra nettamente migliorata rispetto alla mattinata, con i piloti WorldSBK che abbassano i propri riferimenti. Chaz inizia la sessione con una modifica importante sul bilanciamento della moto, al fine di permettere maggiore grip sul posteriore. Con la SC0 riesce ad abbassare circa un secondo, preparandosi così al secondo run con la gomma più morbida. Purtroppo nei due giri migliori, quando era ampiamente in linea per un posto nei primi dieci, un errore all’ultima curva ed un po’ di traffico lo hanno ostacolato, mettendo il numero sette in quindicesima posizione. Ottimi settori accesi nel primo e nel secondo split, ma negli ultimi due vi è ancora qualcosa da sistemare in vista di domani. Il distacco è comunque molto contenuto, circa un secondo tra Chaz e la seconda posizione, perciò con qualche piccola modifica si può puntare ad un buon risultato.

Chaz Davies (Rider): 
“Interessante primo giorno, davvero un bel circuito qui a Mandalika, il layout è bello e divertente, come mi aspettavo. Con il proseguio della giornata, l’asfalto si è gommato un po’ e ora ha più grip di stamattina. Complessivamente, forse, sono un po’ dispiaciuto perché non sono riuscito a mettere insieme un buon giro. Ci sono alcune cose sulla moto su cui dobbiamo lavorare per fare uno step avanti, soprattutto per rendere la moto più calma nelle parti veloci del tracciato. Penso che ora devo dormire sulla giornata di oggi, e ripartire ancora più pronto domani. Complessivamente, mi sono divertito, il circuito mi piace, ora vediamo di essere veloci!”

Prima giornata di prove al Mandalika International Street Circuit, il nuovissimo tracciato sull’isola di Lombok, in Indonesia, che ospita l’ultimo round del Mondiale WorldSBK 2021. Con temperature estive (oltre 30 °C l’aria) e un asfalto che ha toccato anche i 62 °C, il Barni Racing Team e Samuele Cavalieri hanno disputato i primi due turni di prove libere. Nelle FP1 il pilota di Comacchio ha preso confidenza con la pista cercando di capire come interpretare al meglio le traiettorie e i punti di frenata. Nella seconda sessione il pilota e il team hanno provato alcune modifiche di assetto per adattare la moto a una pista veloce con alcuni passaggi molto tecnici.

Il #76 ha concluso la giornata con la P19 nella classifica dei tempi fcendo segnare il proprio miglior tempo in 1’35.936 (+1.706s) nella parte finale delle FP2. In totaleCavalieri ha messo insieme 36 giri. 

Samuele Cavalieri, #76 

«La pista è veloce e molto larga, non è facile trovare subito la linea giusta. Anche per questo non sono riuscito a mettere insieme un giro veloce completo. Oltre a questo, dobbiamo concentrarci per migliorare l’assetto della moto, che ancora non mi permette di guidare come vorrei. È solo la prima giornata e sono fiducioso di poter fare meglio domani». 

Marco Barnabò – Team Principal 

«Siamo un po’ indietro per quanto riguarda la posizione in classifica, ma il distacco dal gruppo non è così ampio. Questa sera dobbiamo lavorare molto sulla moto perchè il pilota ha problemi soprattutto in fase di accelerazione in uscita dalle curve. Dobbiamo ragionare bene e capire quale strada prendere,  ma sono convinto che abbiamo molto margine per migliorare il setup e abbassare il nostro tempo sul giro». 

Le prove libere del Pirelli Indonesia Round, ultimo evento della stagione 2021 di WorldSBK, si concludono con Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi rispettivamente al quinto ed undicesimo posto.

Sull’affascinante Mandalika Interlational Street Circuit, situato a pochi metri dall’oceano nell’isola di Lombok (Indonesia), i due piloti del team Aruba.it Racing – Ducati hanno lavorato intensamente per prendere confidenza con la nuova pista e raccogliere informazioni utili in vista delle gare del weekend.

  • FP1

P4 – Dopo aver familiarizzato con il circuito, giro dopo giro Scott Redding prende fiducia. Il pilota inglese è tra i pochi a concludere le FP1 senza cambiare gomme facendo comunque registrare il suo miglior tempo nei minuti finali.
P9 – Michael Rinaldi spinge fin dai primi giri ed il feeling sembra buono. Nella seconda parte della sessione con le gomme nuove non riesce però a migliorarsi.

  • FP2

P5 – Solida sessione per Scott Redding che rimane in pista a lungo nel primo run (13 giri) con un passo convincente.
P11 – Michael Rinaldi compie tangibili passi in avanti ma la posizione finale è condizionata da un T4 in cui il pilota italiano non riesce ad essere incisivo.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati)
“Sono soddisfatto per ciò che abbiamo fatto oggi. Le prime impressioni sul circuito sono state davvero positive anche se questa mattina era un po’ sporco. Ma questa è una cosa normale per una pista nuova. Abbiamo lavorato molto sul passo gara e sulla scelta di gomme senza dedicarci al time attack. Per questo devo dire che le sensazioni sono senza dubbio buone”.  

Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati)
“E’ una pista veramente bella e le sensazioni dopo questa prima giornata di prove sono abbastanza positive. Purtroppo non sono riuscito ad essere molto costante ma devo ammettere di non aver voluto prendere particolari rischi in queste prime due sessioni. Ci sono due o tre punti del circuito dove posso fare meglio e sono sicuro che, dopo aver sistemato questi dettagli, potremo fare una bella gara domani”.

Finalmente nel 2022 torna il World Ducati Week, l’evento tanto atteso e desiderato da tutta la famiglia Ducati che vede migliaia di appassionati riunirsi per celebrare la passione per il mondo delle due ruote e per le Rosse di Borgo Panigale.

Venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 luglio il Misano World Circuit “Marco Simoncelli” è pronto ad accogliere Ducatisti e appassionati motociclisti per un appuntamento imperdibile nella Riviera Adriatica che sarà il mix perfetto tra divertimento, moto, esperienze di guida, parate, piloti e spettacoli per Ducatisti e appassionati di ogni età.

Il programma per il 2022 è in costruzione, ma l’intenzione è chiara:renderla l’edizione più memorabile di sempre. Per questo è confermata la “Race of Champions” , il momento più elettrizzante e adrenalinico dell’evento in cui i piloti Ducati di ieri e di oggi scendono in pista per sfidarsi in sella a moto speciali. Un’occasione unica per tutti gli appassionati di vedere in azione i propri miti e le leggende del mondo del motorsport.

Le incertezze legate alla pandemia nell’ambito dell’organizzazione di eventi sono ancora molte. Ducati monitora costantemente la situazione e si impegnerà per organizzare l’undicesima edizione del WDW nel rispetto di tutte le regole che saranno necessarie per garantire la sicurezza dei partecipanti.

L’ultimo round della stagione 2021 di WorldSBK sarà ricordato anche per il battesimo del Mandalika International Street Circuit in Indonesia.

Il team Aruba.it Racing – Ducati sta ultimando i preparativi sull’affascinante circuito costruito a pochi metri dall’oceano, sull’isola di Lombok.

Scott Redding Michael Ruben Rinaldi saliranno in sella alle rispettive Ducati Panigale V4R venerdì mattina per le FP1 che prenderanno il via alle 11.00 am (4.00 am CEST).
La partenza di Gara-1 è prevista per sabato alle 3 pm (8.00 am CEST). Domenica, infine, andranno in scena la Superpole Race (11.00 am local time, 4.00 am CEST) e Gara-2 (3.pm local time, 8.00 am CEST) che decreterà la fine della stagione 2021 di WorldSBK.

Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati #45)
“Credo che sarà un weekend spettacolare su una pista in cui nessun pilota ha mai corso. E’ una situazione che a me piace molto anche perché saremo tutti nelle stesse condizioni fin dal primo giorno di prove. Posso percepire una grande passione in Indonesia e non vedo l’ora di correre davanti ai fan sul circuito di Mandalika”.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati #21)
“Disputare l’ultimo weekend della stagione in una pista nuova per tutti e davanti a tantissimi appassionati sarà senz’altro qualcosa di diverso. Domani scopriremo cosa ci aspetta ma non vedo l’ora di entrare in pista e divertirmi per cercare di portare a casa risultati importanti per me e per il team”.

Domenica scorsa, 14 novembre, sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste (Spagna), si è conclusa una stagione MotoGP destinata a rimanere nella storia di Ducati. Nel 2021, la casa di Borgo Panigale ha infatti ottenuto questi importanti risultati:

– Il 2021 è stato il miglior anno di sempre per Ducati in termini di podi in MotoGP. In totale, la casa di Borgo Panigale ha centrato 24 podi con 5 piloti diversi: Pecco Bagnaia, Jack Miller, Jorge Martín, Johann Zarco ed Enea Bastianini. È un record per Ducati. Il secondo miglior anno è stato il 2019 con 17 podi totali.

– Con 7 vittorie nel 2021, Ducati è la casa costruttrice ad aver ottenuto più successi quest’anno in MotoGP. Il record di vittorie ottenute dalla casa italiana in una singola stagione risale al 2007, con 11 primi posti.

– Per la prima volta dal suo debutto in MotoGP, avvenuto nel 2003, Ducati ha piazzato tre moto sul podio in un unico Gran Premio, nell’ultimo appuntamento della stagione 2021, il GP della Comunità Valenciana, vinto da Pecco Bagnaia davanti a Jorge Martín e a Jack Miller.

– Per il secondo anno consecutivo e il terzo nella sua storia in MotoGP, Ducati ha vinto il Campionato Mondiale Costruttori nella classe regina. Cinque sono i piloti ad aver contribuito alla vittoria del titolo con 357 punti totali: Pecco Bagnaia (167 punti), Jack Miller (63 punti), Johann Zarco (86 punti), Jorge Martín (25 punti) ed Enea Bastianini (16 punti).

– Il Ducati Lenovo Team si è aggiudicato il Campionato Mondiale Team in MotoGP con 433 punti. Si tratta del secondo titolo ottenuto da Ducati con la squadra ufficiale: il primo fu nel 2007, anno in cui Ducati vinse anche il titolo Costruttori e Casey Stoner si laureò Campione del Mondo Piloti.

– Per la prima volta nella storia Ducati in MotoGP, la prima fila del Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna è stata occupata da tre moto Ducati. Bagnaia ha infatti ottenuto la pole position in qualifica, davanti a Jack Miller e al compagno di marca Luca Marini. Lo stesso è accaduto anche nell’ultimo Gran Premio della stagione dove a partire dalla pole position è stato Jorge Martín (Pramac Racing Team), davanti a Bagnaia e Miller.

– In ogni Gran Premio della stagione 2021 almeno una Ducati è partita dalla prima fila dello schieramento. Su 54 piazzamenti in prima fila disponibili nei 18 Gran Premi disputati, la casa italiana ne ha ottenuti 30. Ciò significa che il 55% delle prime file di questa stagione sono state occupate da moto Ducati.

– I piloti del Ducati Lenovo Team sono partiti dalla prima fila, nelle prime due posizioni, in 3 occasioni quest’anno: nel GP di San Marino e della Riviera di Rimini, nel GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna e nel GP dell’Algarve.

– In 8 gare delle 18 disputate in questa stagione, almeno 2 piloti Ducati sono saliti sul podio.

– Solo in 4 gare delle 18 disputate quest’anno, nessun pilota Ducati è salito sul podio. In 17 dei 18 Gran Premi 2021 almeno una Ducati è finita nelle prime 4 posizioni in gara. Solo al Sachsenring, il miglior pilota Ducati è stato Bagnaia, quinto.

– Per la prima volta nella storia Ducati in MotoGP, un pilota di una squadra indipendente ha centrato la vittoria: Jorge Martín (Pramac Racing Team), vincitore del GP della Stiria.

– Jorge Martín ha anche fatto la sua prima pole position nel secondo GP della stagione 2021, nell’anno di debutto in MotoGP. Nello stesso Gran Premio, il pilota spagnolo ha ottenuto anche il suo primo podio. Grazie agli ottimi risultati di questa stagione, Jorge si è aggiudicato il titolo di miglior rookie del 2021.

– Il compagno di squadra di Martín, Johann Zarco, ha conquistato il titolo di miglior pilota tra i team indipendenti.

– Il team Ducati factory-supported Pramac Racing ha vinto il titolo 2021 come miglior team indipendente MotoGP.

– Pecco Bagnaia e Jack Miller, piloti del Ducati Lenovo Team, hanno ottenuto il loro miglior piazzamento di sempre nel Campionato Mondiale MotoGP 2021. Con 252 punti, Bagnaia ha chiuso la stagione come vicecampione del mondo a 26 punti da Fabio Quartararo. Miller ha chiuso invece il campionato al quarto posto con 181 punti, a 97 lunghezze dal leader.

– Con 4 vittorie ottenute ad Aragón, Misano, Portimão e Valencia, Bagnaia è diventato il quarto pilota Ducati ad aver centrato il maggior numero di successi in MotoGP con la Desmosedici GP.

Domani e venerdì 19 novembre, sul Circuit de Jerez – Ángel Nieto, le squadre Ducati e i loro piloti torneranno in pista per affrontare le prime due giornate di test invernali della stagione MotoGP 2022.

Sono tutte Ducati le moto salite oggi sul podio del Gran Premio de la Comunitat Valenciana, ultimo appuntamento della stagione MotoGP 2021, disputato questo pomeriggio sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste (Spagna), Con la vittoria di Pecco Bagnaia, il secondo posto di Jorge Martin (Pramac Racing Team) e il terzo posto di Jack Miller sono infatti tre le Desmosedici GP entrate nel parco chiuso della gara di oggi. Per la casa di Borgo Panigale, incoronata miglior costruttore della stagione MotoGP 2021 sette giorni fa a Portimão, si tratta di un altro storico traguardo, mai raggiunto prima nella classe regina.

Il vincitore della gara di oggi è stato ancora una volta uno straordinario Pecco Bagnaia, che ha ottenuto così il suo quarto successo stagionale e la sua seconda vittoria consecutiva dopo il successo della scorsa settimana in Portogallo. Partito con il secondo tempo, il pilota italiano si è mantenuto nella stessa posizione dopo il via, alle spalle di Jorge Martin, partito dalla pole position. A 12 giri dal termine, Bagnaia ha sferrato l’attacco decisivo, sorpassando il compagno di marca e portandosi al comando, dove è rimasto fino al traguardo.

Dietro a Jorge Martin, in terza posizione, ha chiuso il compagno di squadra di Bagnaia, Jack Miller. Partito con il terzo tempo, il pilota australiano era scivolato in sesta posizione nei primi giri, ma una volta ritrovato il ritmo Jack ha saputo ricucire il distacco sugli avversari e a riportarsi in lotta per il podio. Terzo a nove giri dal termine, Miller si è avvicinato sempre di più a Martin, ma non è riuscito a superarlo, chiudendo infine terzo e confermando la quarta posizione in Campionato.

Con entrambi i propri piloti sul podio, il Ducati Lenovo Team conquista il titolo di Miglior Team 2021 in MotoGP. Per la squadra italiana si tratta del secondo titolo iridato dopo quello ottenuto nella stagione 2007.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 1°
“Sono davvero molto contento della vittoria ottenuta oggi. Vincere con il casco di Valentino Rossi è stato incredibile ed è stato il miglior modo per celebrare la sua ultima gara. Il successo di oggi è stato incredibile e adesso sappiamo di essere pronti a lottare anche per il titolo piloti il prossimo anno. Durante questa stagione abbiamo migliorato il setup della moto gara dopo gara e a fine stagione la Desmosedici GP è diventata fortissima, così come i suoi piloti. Abbiamo delle ottime basi per il prossimo anno e spero di poter iniziare come abbiamo finito. Abbiamo maturato molta esperienza e siamo cresciuti davvero tanto! Il team è incredibile e la serenità che si respira all’interno del box è bellissima! Sono davvero felice e ringrazio Ducati per tutto questo”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 3°
“Sono davvero felice, anche se mi sarebbe piaciuto ottenere qualcosa di più quest’oggi. Purtroppo ho perso tempo all’inizio: sono finito dietro e ho dovuto recuperare per ritornare in lotta per il podio. È stata una bella gara e mi sono divertito molto. Valencia è un tracciato che mi piace davvero tanto ed è bello finire così la stagione. È la prima volta che tre Ducati finiscono sul podio ed è bellissimo fare parte di questo importante traguardo. Sono sicuro che la nostra moto sarà ancora migliore il prossimo anno, perciò non vedo l’ora di iniziare la stagione 2022 e provare a lottare per il titolo piloti. Quest’anno chiudiamo al quarto posto ed è il mio miglior risultato di sempre nel Campionato MotoGP, perciò spero di poter fare ancora meglio il prossimo anno”

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Il risultato di oggi è davvero un traguardo importante per noi e questa è una giornata storica per Ducati. Avere tre nostre moto sul podio è un sogno, soprattutto perché si è trattato di una gara con distacchi davvero ravvicinati. Pecco, Jorge e Jack hanno fatto davvero una prova incredibile e ottenere così anche il titolo squadre è davvero bellissimo. Sono felicissimo e ringrazio tutto il personale di Ducati Corse per il loro impegno e dedizione in questa stagione. Arrivare fino a qui ha richiesto un enorme sforzo da parte di tutti! Ora continueremo a lavorare sodo per cercare di riportare anche il titolo piloti a Borgo Panigale nella prossima stagione”.

Conclusa la stagione 2021, i piloti del Ducati Lenovo Team avranno solo pochi giorni di pausa. Il 18 e il 19 novembre saranno già in pista sul Circuit de Jerez – Angel Nieto per affrontare le prime due giornate di test invernali in preparazione alla stagione 2022.

Per il terzo Gran Premio consecutivo Pecco Bagnaia e Jack Miller partiranno uno accanto all’altro dalla prima fila domani sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste (Spagna), teatro questo fine settimana del Gran Premio de la Comunitat Valenciana, ultimo appuntamento della stagione MotoGP 2021.

Veloce già al termine delle libere chiuse con il quarto tempo, Bagnaia è riuscito a conquistare in qualifica, per la dodicesima volta consecutiva, la partenza dalla prima fila. Grazie ad un giro veloce in 1:30.000, il pilota del Ducati Lenovo Team si è infatti assicurato il secondo posto in griglia, nonostante una scivolata durante il suo ultimo tentativo di time attack, mentre si stava migliorando.

Anche Jack Miller ha avuto un simile destino: durante il suo ultimo giro in qualifica è incappato in una scivolata poco dopo Bagnaia. Ciò non gli ha impedito di assicurarsi la partenza dalla prima fila per l’ottava volta quest’anno e di chiudere la Q2 con il terzo miglior tempo in 1:30.325, a 325 millesimi dal compagno di squadra.

Per la seconda volta quest’anno e nella storia di Ducati in MotoGP, la prima fila della gara di domani sarà tutta Ducati. Infatti, sarà Jorge Martin, pilota del Pramac Racing Team, a partire dalla pole position accanto ai piloti del Ducati Lenovo Team. Con Johann Zarco in quinta posizione, saranno inoltre quattro le Desmosedici GP nelle prime due file dello schieramento nel Gran Premio di domani.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 2° (1:30.000)
“Sono contento del risultato di oggi in qualifica. Purtroppo nell’ultimo giro stavo spingendo troppo e sono caduto. Nonostante ciò partiamo dalla prima fila, in seconda posizione ed è un buon risultato. Valencia non è uno dei tracciati che più si adatta al mio stile di guida e questo è il primo anno che riesco ad essere competitivo qui. Durante tutto il fine settimana ho faticato ad essere perfetto in un unico giro, ma il passo per la gara è buono. Abbiamo lavorato bene durante tutto il fine settimana e sappiamo già anche quali gomme useremo in gara, perciò sono ottimista e pronto per affrontare l’ultima Gran Premio della stagione”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 3° (1:30.325)
“Questa era la nostra ultima qualifica dell’anno, perciò ho provato a dare davvero tutto e ancora una volta sono andato vicino alla pole. Durante l’ultimo giro sono scivolato alla curva 9 perché probabilmente stavo spingendo un po’ troppo, ma in ogni caso mi sono divertito: le ottime sensazioni che ho con la mia Desmosedici GP e le condizioni meteo ideali di oggi mi hanno permesso di sfruttare appieno il potenziale della mia moto. Sento di avere un buon ritmo per affrontare la gara di domani e ora ci resta solo da capire quale scelta di gomma fare per affrontarla. Sarebbe bello riuscire a chiudere la stagione con una terza vittoria!”

I piloti del Ducati Lenovo Team scenderanno in pista domani mattina alle ore 9:40 per il warm up, mentre l’ultima gara della stagione MotoGP 2021 prenderà il via alle ore 14:00 locali sulla distanza di 27 giri.

La prima giornata di prove libere del Gran Premio della Comunitat Valenciana, in programma questo fine settimana sul Circuit Ricardo Tormo di Cheste, nei pressi di Valencia (Spagna), è stata caratterizzata da un primo turno di FP1 disputato sotto la pioggia, mentre la sessione del pomeriggio ha invece visto il sole tornare a splendere, permettendo ai piloti della MotoGP di migliorare i propri riferimenti sul tracciato per lo più asciutto.

Con le difficili condizioni dell’asfalto, è stato ancora una volta Jack Miller a dettare il ritmo. Secondo già questa mattina sul bagnato, nonostante una scivolata dopo essere finito largo alla prima curva, il pilota del Ducati Lenovo Team ha continuato ad essere veloce anche con le gomme slick nel pomeriggio, riuscendo a segnare il miglior tempo di giornata in 1:30.927 con goome soft nei minuti finali della FP2.

Giornata positiva anche per Pecco Bagnaia che, nonostante sia stato anche lui vittima di una scivolata sul bagnato nella FP1, è riuscito a ritrovare immediatamente il ritmo chiudendo la sessione al sesto posto. Nel pomeriggio, con la pista semi asciutta, il pilota italiano ha segnato infine il terzo tempo di giornata in 1:30.995, a soli 68 millesimi da Miller.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 1° (1:30.927)
“Sono molto soddisfatto di questa prima giornata a Valencia, una delle mie piste preferite in calendario! La Desmosedici GP funziona davvero bene qui e, sia sul bagnato questa mattina che sull’asciutto oggi pomeriggio, mi sono trovato subito a mio agio. Nella FP1 sono incappato in una piccola scivolata: per non forzare alla prima curva sono andato largo, ma appena ho toccato la vernice è stato come finire sul ghiaccio! A parte questo, mi sto divertendo e non vedo l’ora di vedere cosa ci riserverà il resto del fine settimana”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – 3° (1:30.995)
“E’ stato il mio miglior venerdì di sempre qui a Valencia, perciò sono molto contento. Mi sono trovato subito bene in sella alla moto e abbiamo già le idee chiare su quali aspetti modificare per poter migliorare ancora. Questa mattina sul bagnato sono scivolato alla curva due, un punto dove cado ogni anno, ma poi ho ritrovato subito il ritmo. Anche questo pomeriggio sull’asciutto, nonostante le condizioni non fossero facili a causa del poco grip e delle chiazze ancora di bagnato, siamo stati molto veloci. Sono soddisfatto e pronto per affrontare la nostra ultima qualifica della stagione domani”.

I piloti del Ducati Lenovo Team torneranno in pista domattina alle ore 9:55 per la sessione di FP3, mentre le qualifiche dell’ultimo appuntamento della stagione MotoGP 2021 si disputeranno a partire dalle ore 14:10 locali, al termine della FP4.