Archivio per la categoria ‘Superstock 1000’

Il quarto round del campionato Europeo Superstock 1000 è iniziato oggi sul circuito di Donington Park in Inghilterra, in una giornata fredda e piovosa.
Dopo aver sfiorato il podio nella precedente gara di casa a Imola, Federico Sandi è determinato ad ottenere dei buoni risultati in questo weekend, così come TJ Alberto, che in Italia era stato purtroppo autore di una caduta, che aveva posto fine alla sua gara.
Nella prima sessione disputata questa mattina, sotto la pioggia e con una temperatura di soli 12 gradi, pur non forzando per evitare cadute sulla pista bagnata e scivolosa, Sandi ha ottenuto il terzo posto, con un crono di 1’42”191. Buona anche la prestazione di TJ che con il tempo di 1’45”512 ha chiuso all’undicesimo posto.
In seguito la pioggia ha cessato di cadere e la sessione del pomeriggio si è disputata su pista asciutta. Sandi si è migliorato ed il suo crono di 1’31”636 lo ha posizionato al settimo posto. TJ ha fermato i cronometri sul tempo di 1’34”546 ed ha concluso il turno al quindicesimo posto.

Federico Sandi:Purtroppo non avevamo dati su questa pista e quindi dobbiamo lavorare ancora molto per adattare la moto a questo tracciato. Al momento la mia moto è rigida e molto difficile da guidare, specialmente nei cambi di direzione. Stiamo valutando i dati raccolti, per cercare di apportare delle modifiche che ci dovrebbero permettere di tornare nelle posizioni che ci competono. Siamo distanti dai primi e dobbiamo migliorare il nostro ritmo, soprattutto pensando alla gara di domenica. Comunque siamo solo alla prima giornata per cui sono fiducioso, anche perché la mia squadra si sta impegnando molto”.

Timothy J. Alberto:E’ andata meglio questa mattina sul bagnato, perché poi sulla pista asciutta la moto ha evidenziato alcuni problemi di assetto, specialmente nella parte guidata del tracciato. E’ la mia prima volta qui a Donington per cui sono abbastanza soddisfatto di quanto abbiamo fatto oggi. Domani però voglio migliorare sia la moto che la mia guida, per poi fare bene in qualifica ed in gara. Grazie al mio team che mi sta aiutando molto”.

Ricordiamo che le prove e le gare della Superstock 1000 saranno trasmesse da Italia2 secondo questi orari:

Sabato 26 maggio
Ore 11.00 – Qualifiche

Domenica 27 maggio
Ore 11.10 – Warm Up
Ore 16.15 – Gara

 


Il Motocorsa Racing team ha attraversato la Manica ed ha raggiunto Donington Park in UK dove in questo weekend si disputa il quarto round del campionato Europeo Superstock 1000.
Costruito nel 1931, l’autodromo inglese fa parte della storia dei mondiale delle derivate dalla serie, avendo ospitato le prime due gare del mondiale Superbike nel 1988. Situato a Castle Donington, nelle Midlands Orientali, la sua pista ha una lunghezza di 4.020 metri, con 7 curve a destra e 5 a sinistra, da percorrere in senso orario. E’ stato oggetto di ampliamenti nel 1985, quando venne realizzata una nuova parte del tracciato, posizionata dietro al paddock. Si trova all’interno di un anfiteatro naturale che favorisce la visione agli spettatori. E’ una pista veloce con alcuni saliscendi e diversi tipi di curve, da quelle veloci ai rampini da prima marcia.
Federico Sandi conosce bene questa pista per averci corso molte volte ed in diverse categorie, mentre per l’altro pilota del Motocorsa Racing team TJ Alberto, si tratterà di un’esperienza completamente nuova. L’obiettivo di entrambi resta quello delle gare precedenti: Sandi punta alla vittoria mentre TJ cercherà di entrare in top ten

Le prove e le gare della Superstock 1000 saranno trasmesse da Italia2 secondo questi orari:

Sabato 26 maggio 2018
Ore 11.00 – Qualifiche

Domenica 27 maggio 2018
Ore 11.10 Warm Up,
Ore 16.15 Gara

 

Matteo Ferrari lascia tutti a bocca aperta. La wild card del Barni Racing Team vince una combattutissima gara in Superstock e regala al team bergamasco un epilogo meraviglioso sul circuito di Imola. Decimo posto per l’altro pilota con la Ducati 1999 Panigale R Samuele Cavalieri.

Ferrari è partito dall’ottava posizione della griglia di partenza, ma dopo la prima variante è già in terza posizione dietro a Scheib e Del Bianco. Emozionante la prima parte di gara con sorpassi e controsorpassi con l’alfiere della BMW e con Sandi, poi all’ottavo dei 14 giri Ferrari ha preso il comando sorpassando prima Sandi e poi Scheib. Una volta in testa il pilota del Barni Racing Team ha spinto sull’acceleratore riuscendo a guadagnare un vantaggio di circa mezzo secondo che gli ha consentito di rintuzzare, nell’ultimo giro, il tentativo di rimonta di Tamburini.

Cavalieri, ancora convalescente dopo l’operazione all’avambraccio destro, è scattato dalla sedicesima casella e come il suo compagno di squadra è partito bene: 11esimo dopo il primo giro ha lottato nelle prima fasi con Salvadori, conducendo poi una gara regolare nella top 10 fino alla bandiera a scacchi.

Marco Barnabò, Principal Manager
«Vincere? Ci speravo, sapevo che Ferrari avrebbe potuto fare una bella gara, ma non credevo che potesse stare davanti a tutti. Sono felicissimo per lui e per tutto il team che ha fatto un grande sforzo: dopo il weekend del Campionato Italiano preparare di nuovo tutto per essere qui con tre moto è stata un’impresa, ma finire così è meraviglioso. Cavalieri è in fase di recupero e ha fatto una buona gara: dopo l’infortunio e l’operazione non è al meglio, aspettiamo solo che possa tornare ad essere competitivo, cosa che ha già dimostrato di poter fare».

Matteo Ferrari, #11
«Dopo un weekend complicato abbiamo sistemato la moto nel warm up. Sono riuscito a partire forte e questo era molto importante. Nelle prima fasi ho studiato gli avversari, poi quando ho capito che avevo un buon passo ho spinto forte e sono riuscito a prendere il comando. Devo ringraziare tutto il team Barni che mi ha dato la possibilità di essere qui e che ha lavorato alla grande fin dal venerdì. Un grazie anche a Michele Pirro che mi ha seguito per tutto il weekend».

Samuele Cavalieri, #76
«Sapevamo che non sarebbe stata una gara facile vista la posizione in griglia, ma sono riuscito a recuperare un po’ di posizioni allo start. Poi ho preso il mio ritmo cercando di abituarmi alle gomme intagliate che sono molto diverse da quelle del CIV, ma più di così, onestamente non ne avevo. Sono felice di essere riuscito a entrare nei 10 con una gara costante e regolare, è la prima volta che mi capita in questa stagione. Anche il braccio ha risposto bene e credo che presto potrò essere di nuovo al 100%».

 

 

i è disputata oggi all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola la terza gara del campionato Europeo Superstock 1000 al quale il Motocorsa Racing Team partecipa con i piloti Federico Sandi e Timothy J. Alberto.
Le qualifiche di ieri sono state complicate dalla pioggia, caduta prima della sessione, al termine della quale Sandi ha ottenuto il settimo posto e TJ Alberto il dodicesimo. Di conseguenza oggi Federico ha preso il via dalla terza fila e Timothy J. dalla quarta, nella gara che si è disputata in una giornata soleggiata e calda, sulla distanza di 14 giri.
Sandi partiva bene e si portava al quarto posto. Nei giri successivi riusciva a conquistare altre due posizioni e restava secondo per quattro giri. Nel finale però il suo ritmo calava e Federico concludeva la gara al quarto posto.
Gara sfortunata per TJ Alberto, che restava in zona punti sino all’’undicesimo giro, quando scivolava senza possibilità di riprendere la gara.
Il prossimo appuntamento con il campionato Europeo Superstock 1000 è fissato nel weekend del 25, 26 e 27 Maggio all’autodromo di Donington Park in UK.

Federico Sandi:Sono partito bene ed ho spinto subito forte, raggiungendo la seconda posizione. Da metà gara in poi però la mia moto è diventata difficile da guidare. Ho dovuto calare il mio ritmo ed ho fatto fatica a concludere al quarto posto. Peccato perché, visto come eravamo andati nelle prove, speravo di poter lottare per la vittoria. Valuteremo con i nostri tecnici cosa non ha funzionato per migliorarci già ad iniziare da Donington, un tracciato che mi piace molto e dove ho spesso raccolto dei buoni risultati”.

Timothy J. Alberto:E’ stata una gara sfortunata. Sono partito abbastanza bene ed ero stabile in zona punti quando purtroppo, nel corso dell’undicesimo giro, sono caduto. Per fortuna non mi sono fatto niente, ma la moto si è danneggiata e non ho potuto riprendere la gara. Mi spiace perché oggi avrei potuto conquistare dei punti per la classifica. Ringrazio la mia squadra e cercherò di rifarmi nel prossimo round di Donington, anche se sarà una pista per me completamente nuova”.

Si sono disputate oggi all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola le prove e le qualifiche valide per il terzo round del campionato Europeo Superstock 1000.
Nella giornata di ieri Federico Sandi e TJ Alberto, i due piloti del Motocorsa Racing Team, si erano ben comportati nelle due sessioni di prove libere. Sandi aveva chiuso al primo posto, mentre TJ Alberto, che è al suo primo anno nell’Europeo Superstock, aveva ottenuto la 18ma posizione.
Questa mattina, sotto il sole e su pista asciutta, entrambi hanno disputato il terzo ed ultimo turno di prove libere. Sandi si è migliorato (1’49”732) terminando al terzo posto, mentre il pilota filippino non è riuscito ad abbassare il suo best lap di ieri e con un crono di 1’53”214 ha comunque mantenuto la 18ma posizione.
Poco prima che iniziassero le qualifiche del pomeriggio ha iniziato a piovere, ma solo per pochi minuti. Ad inizio turno la pista era completamente bagnata, ma in seguito si è andata asciugando. In queste difficili condizioni Sandi ha fatto segnare un crono di 2’05”445 ed ha chiuso al settimo posto, mentre con il tempo di 2’07”366 TJ Alberto ha ottenuto il dodicesimo posto, che è sino ad ora il suo miglior piazzamento nelle qualifiche.
Domani Sandi partirà dalla terza fila e TJ Alberto dalla quarta nella gara che si disputerà sulla distanza di 14 giri.

Federico Sandi:La nota positiva è che anche sulla pista bagnata siamo stati veloci, mentre l’aspetto negativo è che non sono mai riuscito a fare un giro pulito, senza trovare traffico e piloti più lenti che mi hanno rallentato. Il tempo era variabile e speravamo che la pista si asciugasse in fretta, mentre purtroppo è rimasta sempre bagnata. Con la pista asciutta come era ieri avrei certamente potuto conquistare la prima fila, mentre invece domani prenderò il via dalla terza. Servirà una buona partenza, ma sono fiducioso perché ho un buon passo. Grazie alla mia squadra che ha fatto come sempre un grande lavoro”.

Timothy J. Alberto:Sono contento di aver chiuso al dodicesimo posto e di aver conquistato la quarta fila sulla griglia di domani. E’ il mio miglior risultato nelle qualifiche. Siamo andati bene sulla pista bagnata ma ci siamo migliorati molto anche sull’asciutto. Domani cercherò di fare una buona partenza per poi restare con i piloti più veloci. Ringrazio il mio team che anche oggi mi ha aiutato molto”.

A pochi giorni dal terzo e quarto round del CIV Superbike, il Motocorsa Racing team è di nuovo in pista, questa volta a Imola, per il terzo round del Campionato Europeo Superstock 1000 con i suoi due piloti Federico Sandi e Timothy J. Alberto.
Questa mattina entrambi sono scesi in pista in una giornata soleggiata e calda per disputare il primo turno di prove libere.
Sandi ha dimostrato di sentirsi a proprio agio sulla pista romagnola e di avere a disposizione una moto già competitiva e con una buona messa a punto. Con il tempo di 1’50”723 ha chiuso al secondo posto, a soli 38 millesimi dalla prima posizione. TJ Alberto, che ha già corso lo scorso anno a Imola nelle gare del CIV, ha invece ottenuto la 17ma posizione con un crono di 1’54”985.
La sessione pomeridiana si è svolta con temperature alte, ma questo non ha impedito a Federico di abbassare il suo tempo sul giro (1’49”977) e di ottenere la prima posizione finale. Anche TJ Alberto si è migliorato di oltre un secondo e mezzo (1’53”214) ed ha concluso al 18mo posto.

Federico Sandi:E’ stata una giornata positiva. Imola è una pista che mi piace e dove la squadra ha già dei dati e questo rende più facile il nostro lavoro. Siamo primi con due decimi di vantaggio sul secondo, ma dobbiamo continuare a lavorare sull’assetto della mia moto perché i tempi si abbasseranno ancora. Nel pomeriggio abbiamo fatto anche una simulazione di gara, nella quale ho girato su tempi veloci e questo è molto importante, perché con ogni probabilità la gara si correrà con queste temperature. Ringrazio il mio team che sta facendo un ottimo lavoro”.

Timothy J. Alberto:Sono abbastanza soddisfatto. Ho trovato un buon feeling con la moto e nel secondo turno mi sono migliorato molto, per cui sono fiducioso per le qualifiche di domani. Assieme ai nostri tecnici verificherò i dati raccolti oggi, per cercare di migliorare ulteriormente l’assetto della mia Ducati. Grazie ai ragazzi della mia squadra per il loro prezioso aiuto”.

Ricordiamo che le prove e le gare della Superstock 1000 saranno trasmesse da Italia2 secondo questi orari:

Sabato 12 Maggio:
ore 9,45: FP3
ore 15: qualifiche

Domenica 22 Aprile
Ore 10,00: warm up
ore 15,15: gara

L’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola ospiterà questo weekend il terzo round del campionato Europeo Supertock 1000.
Per il Motocorsa Racing team questa sarà una delle due gare di casa (la seconda si disputerà ai primi di luglio al Misano World Circuit). Su di una pista che sia la squadra che i piloti conoscono bene, l’obiettivo sarà come sempre quello di dare il massimo, ma correre davanti ai propri tifosi darà una marcia in più sia a Federico Sandi che al filippino, ma ormai “italianizzato” TJ Alberto, al suo secondo anno con la squadra di Lorenzo Mauri.

Le prove e le gare della Superstock 1000 saranno trasmesse da Italia2 secondo questi orari:

Sabato 12 Maggio:
ore 9,45: FP3
ore 15: qualifiche

Domenica 22 Aprile
Ore 10,00: warm up
ore 15,15: gara

Il Campionato mondiale MOTUL FIM Superbike sbarca in Italia, sullo storico circuito di Imola intitolato a Enzo Ferrari per il quinto appuntamento della serie. Nel gran premio di casa il Barni Racing Team vuole ben figurare con il suo pilota Xavi Forés, ma per l’occasione triplica gli sforzi. Saranno in pista come wild card nella Classe Superstock 1000 anche Matteo Ferrari e Samuele Cavalieri. I due giovani piloti protagonisti con il Barni Racing Team nel Campionato italiano velocità avranno l’occasione di confrontarsi con il Campionato Europeo Stock in sella alla Ducati Panigale R.

Forés sarà, come al solito, fra i protagonisti della classe regina e sul circuito di Imola spera di poter lottare per un posto sul podio come successo nei primi tre round del WorldSBK. Lo scorso anno il n.12 del team Barni portò a termine un ottimo weekend con un quarto e un quinto posto. Sempre lo scorso anno qui a Imola ottenne il suo miglior piazzamento in qualifica: 7°. Risultato già superato più volte in questa stagione in Thailandia, Spagna e Olanda dove è riuscito a parire in prima fila.

L’obiettivo per il pilota spagnolo è anche quello di migliorare la sua posizione nella classifica generale di campionato dove ora è sesto con 100 punti.

Per Ferrari si tratta della terza partecipazione all’Europeo Stock 1000 dopo le apparizioni del 2016 (quando chiuse 10° in gara) e 2017 (5°), ma per la prima volta lo farà sulla Ducati Panigale R. Per Cavalieri si tratta invece di un debutto assoluto nella categoria.

Marco Barnabò, Principal Manager

“Questo weekend il team farà un grande sforzo. So bene che avere tre piloti in pista significa chiedere un grosso sacrificio a tutto il team che è rientrato domenica notte dal Mugello, dove abbiamo corso nel campionato italiano, e lunedì era già al lavoro per preparare di nuovo le moto. Questo però è il gran premio di casa per noi e per Ducati e ci teniamo tanto a fare bella figura“.
Xavi Forés #12

Sono molto ottimista per la gara di Imola. È una pista che mi piace e l’anno scorso siamo stati in grado di essere competitivi in entrambe le gare. Voglio mantenere lo stesso rendimento dell’inizio di stagione e cercare di entrare nella lotta per il podio anche qui. Questa è la gara di casa per il team e per Ducati quindi ci tengo davvero a far bene. Ci sarà molto lavoro da fare ma non vedo l’ora di cominciare“.

Matteo Ferrari, #11

“Dopo i buoni risultati nel campionato italiano, dove sono secondo dietro a Pirro, voglio misurarmi con il livello dell’Europeo. Ho già partecipato come wild card nei due round italiani della Stock nel 2016 e nel 2017 e ho imparato molte cose, soprattutto sulle gomme. Sono abbastanza fiducioso perché abbiamo già una buona base di assetto e i meccanici saranno gli stessi del campionato italiano, quindi ci conosciamo già bene. Dovrò essere concentrato e lavorare duro fin dal venerdì”.

Samuele Cavalieri, #76

“Sono molto contento di essere qui, per me sarà una vetrina importante. Nell’ultimo weekend di gara al Mugello ho fatto molta fatica a causa dei postumi dell’infortunio e dell’operazione all’avambraccio, ma credo che con una settimana in più di recupero potrò essere in forma per cercare di andare forte”.

WEEKEND RACE PROGRAM

Venerdì, 11 maggio 2018

9.00 – 9.30 Prove libere 1 (STK)

9.45 – 10.25 Prove libere 1 (SBK)

12.30 – 13.10 Prove libere 2 (SBK)

14.15 – 14.45 Prove libere 2 (STK)

16.05 – 16.45 Prove libere 3 (SBK)

Sabato, 12 maggio 2018

8.45 – 9.05 Prove libere 4 (SBK)

9.15 – 9.35 Prove libere 3 (STK)

10.30 – 10.45 Superpole 1 (SBK)

10.55 – 11.10 Superpole 2 (SBK)

13.00 Gara-1 (SBK)

15.00 – 15.30 Qualifiche (STK)

Domenica, 13 maggio 2018

9.35 – 9.50 Warm-up (SBK)

10.00 – 10.15 Warm Up (STK)

13.00 Gara-2 (SBK)

15.00 Gara (STK)


Seconda gara del campionato Europeo Superstock 1000 per il Motocorsa Racing team al TT Circuit, la “Cattedrale della velocità” di Assen in Olanda.
Nelle prove di venerdì e nelle qualifiche di sabato Federico Sandi ed il Motocorsa Racing Team si sono confermati ai vertici del campionato continentale. Grazie al terzo posto ottenuto nelle qualifiche (ad un solo millesimo dal secondo) nonostante un dolore al braccio dovuto ad una ferita riportata in una caduta nelle prove di venerdì, il pilota italiano oggi ha preso il via dalla prima fila.
I costanti i progressi di TJ Alberto gli hanno permesso di migliorare le sue prestazioni, su di una pista che il pilota filippino non aveva mai visto in precedenza. Con il 21mo posto nelle Q1 di ieri, TJ oggi è partito dalla settima fila, nella gara che si è disputata in una giornata soleggiata e fresca.
La partenza di Sandi era buona e gli permetteva di portarsi in terza posizione. Nei giri seguenti il pilota del Motocorsa Racing Team doveva lottare con Scheib per la terza piazza. In seguito purtroppo il dolore al braccio iniziava a farsi sentire e Federico era costretto a diminuire il proprio ritmo e ad accontentarsi della quarta posizione. Un risultato comunque molto positivo, considerando non solo le condizioni fisiche di Sandi ma anche il fatto che questa è solo la seconda gara del Motocorsa Racing Team nel campionato Europeo Stock 1000.
TJ Alberto ha girato in gara con gli stessi tempi stabiliti in prova e solo nel finale un piccolo problema tecnico gli ha fatto perdere qualche posizione. Il pilota filippino ha concluso al diciottesimo posto, non lontano dalla zona punti.
Il prossimo appuntamento con il campionato europeo Superstock 1000 è fissato per il weekend del 11,12 e 13 Maggio all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola in Italia.

Federico Sandi: “Sono partito forte ed ero terzo. La moto funzionava bene, anche se avevo poco feeling con l’anteriore e per questo avevo leggermente perso contatto con i primi due. Probabilmente senza il dolore al braccio, che è diventato quasi insopportabile dopo due sbandate, ho dovuto ridurre il mio passo. La ferita mi ha impedito di guidare come avrei voluto e mi sono dovuto accontentare della quarta posizione. Ci è sfuggito il podio, ma comunque il quarto posto mi permette di occupare la terza posizione, a pari merito con Scheib, nella classifica del campionato. Ora ho tre settimane per riposare e per guarire e poi andremo ad Imola, una pista dove ho sempre ottenuto dei buon risultati. Grazie al mio team per l’ottimo lavoro svolto qui ad Assen”.

Timothy J. Alberto: “La mia partenza è stata buona ed in seguito sono riuscito a tenere un buon ritmo e a recuperare posizioni. Un piccolo problema tecnico nel finale mi ha impedito di proseguire nella rimonta, ma sono comunque soddisfatto, perché abbiamo dimostrato di avere un buon potenziale e quindi sono ottimista per le prossime gare ad iniziare dalla prossima a Imola, una pista che conosco e dopo ho gareggiato nel CIV lo scorso anno. Ringrazio la mia squadra che mi aiuta sempre molto”.


Giornata soleggiata e fresca quella odierna al TT Circuit di Assen in Olanda, dove il Motocorsa Racing Team sta disputando la seconda giornata di prove, valide per il secondo round del campionato Europeo Superstock 1000.

Le prove libere di ieri erano state caratterizzate dalla caduta di Federico Sandi nel corso del turno del pomeriggio. Il pilota italiano, che non ha fortunatamente riportato nessuna grave conseguenza fisica nella caduta, se non una profonda abrasione al braccio destro, ha comunque chiuso la classifica cumulativa delle prime due sessioni al quinto posto.
TJ Alberto, che corre per la prima volta sulla pista olandese, si è migliorato costantemente ed ha terminato le prove al 22mo posto.

Questa mattina entrambi i piloti del Motocorsa Racing Team sono scesi in pista per disputare il terzo ed ultimo turno di prove libere. Sandi è riuscito a migliorare il suo crono di ieri (1’38”481) ed ha mantenuto il quinto posto, mentre TJ Alberto si è migliorato di un secondo (1’41”600) ma è rimasto in 22ma posizione.

Nelle qualifiche del pomeriggio, che hanno stabilito la griglia di partenza della gara di domani, Sandi (1’36”997) è stato a lungo in seconda posizione, è stato superato proprio nel finale per un solo millesimo di secondo, chiudendo al terzo posto. Anche TJ Alberto si è migliorato ed il crono di 1’40”518 gli ha permesso di ottenere il 21mo posto.

Domani Sandi partirà dalla prima fila e TJ Alberto dalla settima, nella gara che si disputerà sulla distanza di 14 giri.

Federico Sandi: “Purtroppo nelle qualifiche il braccio infortunato ieri mi ha fatto male. Si è gonfiato e spero che non peggiori ulteriormente per la gara di domani. Sono soddisfatto del risultato odierno. Abbiamo recuperato molto dalla vetta della classifica ed abbiamo girato più forte di quanto non abbiano girato le Ducati lo scorso anno. Siamo un team nuovo, ma stiamo lavorando davvero bene. Ho perso la seconda posizione per un solo millesimo e senza un mio piccolo errore nel giro veloce, avrei potuto chiudere al secondo posto. Ma l’importante è che partiamo in prima fila e quindi ce la potremo giocare con i migliori. Ringrazio la mia squadra che anche oggi ha fatto un gran lavoro”.

Timothy J. Alberto: “Mi sono migliorato anche oggi, ma lo hanno fatto anche i miei avversari e quindi ho recuperato solo una posizione. Domani partirò indietro in griglia e quindi cercherò di scattare bene al via e di incrementare il mio passo di gara. L’obiettivo è quello di entrare nella top ten, anche se non sarà facile visto che sarà la mia prima gara qui ad Assen. Un grande grazie alla mia squadra che mi ha messo a disposizione un moto performante”.