Archivio per la categoria ‘Superstock 1000’

Immagine

Si è disputata oggi all’autodromo Nevers Magny Cours in Francia l’ottava ed ultima gara del campionato Europeo Superstock 1000. Federico Sandi è stato il grande protagonista delle qualifiche di ieri, conquistando la pile position con il fantastico crono di 1’38”876 e stabilendo il nuovo best lap della pista francese. Buona anche la prestazione di TJ Alberto, che non aveva mai corso in precedenza su questo tracciato e dopo qualche ovvia difficoltà iniziale, ieri ha dimostrato di aver preso confidenza con la pista, ottenendo il quindicesimo posto nel turno di qualifica.
Prima fila per Sandi e quinta per TJ Albeto nella gara che ha preso il via in tarda mattinata, in una giornata fresca e soleggiata.
Federico scattava bene dalla pole position e si portava in testa alla gara. Con un buon ritmo il pilota del team Motocorsa Racing restava in prima posizione ed arrivava ad un vantaggio superiore al secondo. Nei giri finali Reiterberger e Tamburini si avvicinavano a Sandi che riusciva però a chiudere tutte le porte e tagliava per primo il traguardo!
E’ la prima vittoria del team Motocorsa Racing in una gara internazionale ed è il giusto riconoscimento al lavoro di tutta la squadra capitanata da Lorenzo Mauri ed al talento di Sandi che con questa vittoria porta a 117 i suoi punti in classifica e si conferma al quarto posto.
Gara sfortunata quella di TJ Alberto che era partito benissimo e si era portato all’ottavo posto, ma è purtroppo scivolato danneggiando la sua moto e senza quindi poter riprendere la sua gara.

Lorenzo Mauri – Team manager: “Sono molto contento. Abbiamo lavorato molto e questa vittoria ci premia per il nostro grande impegno. Conoscendo il potenziale del pilota, della squadra e della moto ad inizio stagione speravo di poter vincere qualche gara in più. Forse Federico ha atteso troppo a sottoporsi all’operazione al braccio che ha di fatto eliminato quel calo a fine gara che lo penalizzava. Complimenti anche a TJ Alberto che pur non conoscendo le piste ha saputo raccogliere molti punti nell’arco del campionato. Chiudiamo in bellezza, oggi godiamoci questa vittoria e da domani penseremo al round finale del CIV tra sette giorni a Vallelunga”.

Federico Sandi: “Grande vittoria! Ho sfruttato al meglio il feeling che ho con questa moto. Sono partito bene ed ho preso un poco di vantaggio. Ho spinto sempre al massimo e nel finale, quando i miei avversari si sono avvicinati, sono riuscito ad incrementare il mio ritmo di quel tanto che mi ha permesso di vincere senza rischiare troppo, perché ci tenevo tanto a vincere questa gara, per me, per il team, per la mia famiglia e per i miei sponsor, che mi sono sempre stati vicini in questa stagione”.

Timothy J. Alberto: “La mia gara è durata poche curve. Ero partito molto bene ed avevo recuperato molte posizioni, ma in una curva ho perso aderenza all’anteriore e sono caduto. I non mi sono fatto niente, ma la mia moto si è danneggiata e quindi la mia gara è finita li. Peccato perché potuto fare davvero una bella gara. Speravo in un finale decisamente migliore, ma sono cose che possono succedere. Mi dispiace molto per il mio team e per i miei sponsor, che ringrazio per il prezioso supporto che mi hanno dato in questa mia prima stagione in un campionato Europeo. Complimenti a Federico per la sua vittoria”.

Si sono disputate oggi all’autodromo Nevers Magny Cours le prove libere e le qualifiche valide per l’ottavo ed ultimo round del campionato Europeo Superstock 1000.
I due piloti del team Motocorsa Racing Federico Sandi e TJ Alberto nei due turni di prove libere di ieri avevano ottenuto rispettivamente la terza e la diciannovesima posizione. L’italiano si è confermato subito tra i protagonisti di questa categoria, mentre il filippino ha faticato più del previsto ad imparare la pista francese.
Questa mattina in una giornata soleggiata, ma con temperature basse, i due piloti sono tornati in pista per il terzo ed ultimo turno di prove libere. Sandi è riuscito a migliorare ulteriormente il suo best lap e con il tempo di 1’39”777 ha concluso al secondo posto.
TJ Alberto ha abbassato il suo crono di ieri di oltre un secondo, dimostrando di aver iniziato a comprendere la pista di Magny Cours. Con il tempo di 1’42”601 TJ ha ottenuto il quattordicesimo posto.
Grande prestazione di Sandi nelle qualifiche. Sfruttando al massimo il potenziale della sua Panigale, preparata magistralmente dallo staff tecnico del team Motocorsa racing, il pilota italiano nei minuti iniziali del turno faceva segnare un crono di 1’38”876. Un tempo che nessuno riusciva ad abbassare e che è valso a Federico la seconda pole position stagionale. TJ Alberto riusciva ancora una volta a migliorare il suo best lap e con un giro in 1’42”109 terminava al quindicesimo posto.
Nella gara di domani, che si disputerà sulla distanza di 15 giri, Sandi scatterà dalla prima fila, mentre TJ Alberto dalla quinta.
Federico Sandi: “Conquistare la pole position è sempre una cosa molto positiva e che da morale. Ho fatto il mio miglior giro nei primi minuti delle qualifiche, e devo dire che prima di quello ne stavo portando a termine uno ancora migliore, ma ho commesso un piccolo errore che lo ha compromesso. E’ la conferma che sto prendendo sempre più confidenza con questa moto. Dopo la lunga pausa estiva ho acquisito un ottimo feeling con la mia Panigale ed i risultati si vedono. Per domani penso di avere un buon passo e quindi cercherò di controllare la gara nei primi giri per risparmiare le gomme ed uscire alla distanza. Se invece mi accorgessi di avere un passo superiore, non mi dispiacerebbe provare ad andarmene. Staremo a vedere. Ringrazio e dedico questa seconda pole position alla mia squadra, ai miei sponsor ed alla mia famiglia”.
Timothy J. Alberto: “Oggi è andata decisamente meglio rispetto a ieri. Controllando con il mio team i dati, raccolti nelle prove, abbiamo capito in quali punti del tracciato perdevo tempo ed oggi sono riuscito a correggere i miei errori e a migliorare il mio tempo sul giro. Nelle qualifiche avrei potuto fare molto meglio se non avessi girato sempre da solo, ma ho comunque acquisito un buon passo gara, che mi fa ben sperare per domani. Voglio ringraziare la mia squadra che mi ha aiutato molto in questi due giorni”.

E’ iniziato oggi sul circuito di Nevers Magny Cours in Francia l’ottavo ed ultimo round del campionato europeo Superstock 1000.
Il Motocorsa Racing Team ed i suoi due piloti Federico Sandi e TJ Alberto, sono particolarmente motivati e vogliono chiudere nel migliore dei modi questa stagione, che ha visto la prima partecipazione della squadra di Lorenzo Mauri ad una competizione internazionale.
In una giornata soleggiata e con temperature fresche, questa mattina si è disputato il primo turno di prove libere. Sandi ha chiuso al quarto posto con il tempo di 1’41”909, mentre TJ Alberto, che non aveva mai corso su questa pista, ha fatto segnare un crono di 1’45”139, che lo ha posizionato in diciassettesima posizione.
Nella seconda sessione di libere del pomeriggio Sandi ha migliorato il suo best lap del mattino e con un giro in 1’40”474 ha ottenuto un ottimo terzo posto, a poco più di un decimo dalla prima posizione. Anche TJ, continuando a prendere confidenza con il tracciato francese, ha abbassato il suo tempo sul giro (1’43”920) ed ha terminato la giornata al diciannovesimo posto.
Federico Sandi: “Una buona giornata. La pista mi piace ed abbiamo girato a pochi decimi dal record della pista dello scorso anno. Nella seconda sessione ho migliorato il mio crono pur utilizzando le stesse gomme che avevo in mattinata, e questo è importante per quanto riguarda il passo gara. Stiamo lavorando bene, con l’obiettivo di migliorarci ancora e di ottenere quella vittoria che ci manca, e che sia io che la squadra meritiamo. Per domani dobbiamo proseguire su questa strada, e dare il massimo in qualifica per poter partire davanti nella gara di domenica. Un grande grazie ai miei tecnici che anche oggi hanno lavorato molto bene”.
Timothy J. Alberto: “Faccio fatica ad imparare questa pista. Mi sto impegnando molto, ma ci sono alcuni punti dove non riesco a sfruttare tutto il potenziale della mia moto. Nel pomeriggio mi sono migliorato, ma non di quanto avrei voluto. Non sono riuscito a spingere al massimo e quindi non sono ancora intervenuto sulla moto, ma abbiamo già visto che dovremo lavorare sui rapporti del cambio. Per domani spero di fare quel passo in avanti che mi consentirebbe di avvicinarmi alla top ten”.

Ricordiamo che le prove e le gare della Superstock 1000 saranno trasmesse da Italia2 secondo questi orari:

Sabato 29 settembre:
9.45 – 10.15 – Prove Libere
15.00 – 15.30 – Qualifiche

Domenica 30 settembre
9.00 – 9.15 – Warm-up
11.45 – STK1000 Gara


Ultimo appuntamento in Francia con il campionato Europeo Superstock 1000 per il Motocorsa Racing Team e per i suoi due piloti Federico Sandi e TJ Alberto

Le prove e la gara del campionato Europeo Superstock 1000 verranno trasmesse in diretta dalla rete Mediaset sul canale Italia2 secondo questi orari:

Sabato 29 settembre:
9.45 – 10.15 – Prove Libere
15.00 – 15.30 – Qualifiche

Domenica 30 settembre
9.00 – 9.15 – Warm-up
11.45 – STK1000 Gara

Reduce dall’impegnativo appuntamento con il campionato Italiano disputato lo scorso weekend all’autodromo del Mugello, il team Motocorsa Racing è ripartito subito alla volta del circuito di Nevers Magny Cours in Francia, per disputare l’ultimo round del campionato Europeo Superstock 1000, con i suoi due piloti Federico Sandi e TJ Alberto.
Nel round precedente che si è corso all’autodromo do Algarve di Portimao in Portogallo, i risultati sono stati molto buoni. Sandi è salito sul secondo gradino del podio, mentre TJ ha ottenuto l’undicesimo posto, su di una pista che non conosceva e non certo facile da interpretare.
Anche la pista francese sarà una nuova esperienza per il pilota filippino, che darà certamente il massimo per ben figurare. Obiettivi diversi per l’esperto Federico Sandi, che anche se è ormai tagliato fuori dalla lotta per il titolo, vuole correre da protagonista anche in Francia, puntando alla vittoria come conferma il team manager Lorenzo Mauri:
“Nella nostra ultima gara della stagione in Stock 1000 ci piacerebbe portare a casa quella vittoria che spesso abbiamo sfiorato, ma che sino ad ora ci è sfuggita. Superato l’intervento ai tendini del braccio destro, dopo la gara di Portimao Sandi si è potuto allenare e preparare al meglio per il round francese. Il pilota è pronto, così come la moto e la squadra tutta, per cui il nostro obiettivo non può che essere il primo posto. Discorso diverso per TJ che non è mai stato prima a Magny Cours e dovrà sfruttare le prove per imparare questo nuovo tracciato. Per lui raggiungere la top ten sarebbe un risultato più che soddisfacente”.

Giornata soleggiata e calda oggi all’Autodromo Internacional do Algarve di Portimao, in Portogallo, dove il Motocorsa Racing team ha disputato la settima e penultima gara del campionato Europeo Superstock 1000.
Grazie alla sua brillante prestazione di ieri nelle qualifiche, oggi Federico Sandi ha preso il via dalla pole position. Considerando che è alla sua prima esperienza sul difficile tracciato portoghese, anche il decimo posto conquistato da TJ Alberto si può considerare un risultato estremamente positivo, ed ha permesso al pilota filippino di prendere il via dalla quarta fila, nella gara che si è disputata in tarda mattinata.
Sandi scattava bene dalla prima fila, ma veniva preceduto da Reiterberger e alla fine del primo giro transitava in seconda posizione, mentre TJ Alberto era undicesimo.
Federico restava in scia al pilota tedesco e lo superava al termine del terzo giro portandosi in testa alla corsa. Nel corso del ottavo giro Sandi perdeva la prima posizione a favore di Tamburini e lo manteneva sino alla bandiera a scacchi. Undicesimo posto per TJ Alberto.
Il prossimo ed ultimo appuntamento con il campionato Europeo Superstock 1000 è fissato nel weekend del 28, 29 e 30 settembre al Circuit de Nevers Magny-Cours in Francia.

Federico Sandi: “Mi sentivo bene e il braccio non mi ha dato problemi, per cui all’inizio quando mi sono portato in testa ho anche provato ad allungare su Reiterberger, ma in seguito ho iniziato ad avere problemi con l’aderenza della gomma anteriore, specialmente nel curvone che immette sul traguardo. Per questo motivo non ho potuto ribattere al sorpasso di Tamburini. Nel finale ho amministrato la seconda posizione, che rappresenta comunque il mio miglior risultato stagionale. Peccato perché senza quel problema all’anteriore avrei potuto vincere. Ci riproveremo a Magny Cours una pista dove sono sempre andato bene. Ringrazio la mia squadra la mia famiglia e tutti i miei sponsor, ai quali dedico questo podio”.
Timothy J. Alberto: “Sono soddisfatto della mia gara. Puntavo alla top ten e l’ho mancata per un soffio, ma sono stato veloce per tutta la gara, su di una pista per me completamente nuova, ed ho girato su tempi vicini ai miei migliori giri delle qualifiche. Ringrazio il mio team che mi ha messo a disposizione una moto molto competitiva e spero di chiudere questo campionato nel migliore dei modi nell’ultima gara in Francia, anche se sarà un’altra pista nuova per me ”.


Seconda giornata di prove e di qualifiche oggi all’ Autodromo Internacional do Algarve di Portimao, in Portogallo, per il Motocorsa Racing Team e per i sui piloti Federico Sandi e TJ Alberto, nel settimo round del campionato Europeo Superstock 1000.
Nella giornata di ieri, Sandi aveva concluso le due sessioni di prove libere al terzo posto, mentre TJ Alberto, che corre per la prima volta sulla difficile e tecnica pista portoghese, aveva ottenuto il tredicesimo posto.
Questa mattina entrambi sono tornati in pista per disputare il terzo ed ultimo turno di prove libere. Sandi (1’44”622) ha migliorato di quasi un secondo il suo best lap di ieri, chiudendo al primo posto. Anche TJ ha abbassato il suo crono di ieri (1’47”799) mantenendo la sua tredicesima posizione.
Nel turno di qualifiche, decisivo per l’assegnazione delle posizioni sulla griglia della gara di domani, Sandi è stato autore di una grande prestazione e con il tempo di 1’43”901 non ha solo migliorato nettamente il suo tempo sul giro, ma ha anche conquistato la pole position, la prima di questa stagione.
Ottima anche la prestazione di TJ Alberto, che ha fermato i cronometri sul tempo di 1’46”047 abbassando il suo best lap di quasi due secondi e concludendo le qualifiche al decimo posto. Quarta fila per lui e prima per Sandi sulla griglia di partenza della gara che domani si disputerà sulla distanza di 14 giri.

Federico Sandi: “Sono molto contento della mia prima pole position stagionale. Peccato che al tornantino mi è entrata la prima ed ho perso qualche decimo, se no avrei potuto realizzare un tempo addirittura migliore. Abbiamo fatto un ottimo lavoro e la moto è molto performante. Sul giro secco siamo certamente veloci, mentre sulla distanza dovremo migliorare l’aderenza al posteriore che tende a scivolare, ma tutto considerato sono soddisfatto e per domani darò il massimo per ottenere il miglior risultato possibile. Voglio ringraziare e dedicare questa pole position alla mia squadra, ai miei sponsor ed alla mia famiglia”.

Timothy J. Alberto: “Sono soddisfatto delle mie qualifiche odierne perché mi sono migliorato molto e sono entrato nella top ten. Nel mio giro veloce mi sono impegnato al massimo, buttandomi a capo fitto sui saliscendi di questa pista. Sono molto motivato per la gara di domani. Non so bene ce gara aspettarmi, ma spero di fare bene e di restare nella top ten. Il mio ringraziamento va a tutto il mio team ed alla mia famiglia, che non mi fanno mai mancare il loro sostegno”.

motoracing_stock1000_previw_portimao_2018_sandi_alberto

Nella pausa estiva Sandi e TJ si sono dovuti sottoporre ad interventi chirurgici, ma sono decisi a dare il massimo a Portimao. Svolta una proficua giornata di test il 3 settembre al Mugello.

La pausa estiva è terminata ed il Motocorsa Racing Team è in viaggio alla volta di Portimao, in Portogallo, per disputare il settimo e penultimo round del campionato Europeo Superstock 1000.
Per i piloti e per tutto lo staff tecnico della squadra italiana le vacanze estive non sono servite solo per riposare, ma anche per allenarsi e prepararsi alla ripresa del campionato. E proprio a tal fine che lunedì 3 settembre il Motocorsa Racing Team è stato impegnato all’autodromo del Mugello in una giornata di test, alla quale erano presenti i piloti Lorenzo Zanetti, Federico Sandi e Riccardo Russo.
E’ stata una giornata molto positiva, che è servita ai tre piloti italiani per riprendere confidenza con le rispettive moto e per testare alcune novità, preparate dallo staff tecnico del team.

Assente giustificato TJ Alberto che purtroppo, durante un allenamento in pista nelle Filippine, e caduto e si è fratturato la clavicola della spalla destra. TJ si è dovuto sottoporre ad un intervento chirurgico, durante il quale gli è stata fissata una placca per ridurre la frattura. Il pilota filippino sarà presente a Portimao, e scenderà in pista anche se in non perfette condizioni fisiche.

“Questa frattura non ci voleva – ha dichiarato TJ – ma per fortuna riuscirò ad essere presente in Portogallo. Ho già provato a salire in moto e riesco a guidare, per cui stringerò i denti, ma non voglio certo mancare a questo importante appuntamento”.
Anche Federico Sandi nella pausa estiva ha dovuto ricorrere alle cure dei medici e si è sottoposto ad un intervento chirurgico all’avambraccio destro, per eliminare il fastidioso problema che molte volte lo ha rallentato nel finale delle gare.

“Ho rimandato questo intervento molte volte – ha commentato Sandi – ma ora non era più possibile andare avanti così. Ho approfittato della pausa estiva per sottopormi all’intervento ed è andato tutto bene. Ho provato al Mugello e la ferita non mi fa male e soprattutto non mi ostacola nella guida. Spero quindi di essere quasi al 100% per Portimao. Mancano solo due gare al termine della stagione che voglio chiudere con i migliori risultati possibili. I test del Mugello sono stati molto utili e positivi, e quindi andiamo in Portogallo determinati a fare bene”.

Anche il team Manager Lorenzo Mauri è soddisfatto dell’esito dei test svolti sulla pista toscana: “Dovevamo provare dopo una sosta così lunga – ha affermato – e sono contento di come si sono svolti i test. Le moto hanno funzionato alla perfezione e si sono confermate competitive, così come i nostri piloti. Mi spiace per TJ ma sono certo che a Portimao darà il massimo, nonostante la frattura alla spalla. Per quanto riguarda Sandi spero abbia definitivamente risolto un problema che lo ostacolava da tempo. L’ho visto molto determinato e quindi sono ottimista per le ultime due gare del campionato. Ci teniamo molto a concludere nel migliore dei modi la nostra prima stagione internazionale”.

Vi ricordiamo inoltre che le prove e la gara del campionato Europeo Superstock 1000 verranno trasmesse in diretta dalla rete Mediaset sul canale Italia2.

motocorsa_stk1000_ducati_misano_2018_russo

Sesto gara del campionato europeo Superstock 1000 per il team Motocorsa Racing al Misano World Circuit. In questo round la squadra di Lorenzo Mauri schiera tre piloti, affiancando a Federico Sandi e TJ Alberto, il pilota del CIV Superbike Riccardo Russo.
E proprio Russo nelle qualifiche di ieri è stato il pilota più veloce tra i tre, conquistando la seconda posizione e la conseguente prima fila. Sandi ha fatto segnare il settimo tempo ed ha preso il via dalla terza fila, mentre TJ Alberto, ventunesimo in qualifica, è partito dalla settima.
La gara si è disputata nel pomeriggio in una giornata calda a soleggiata. Russo scattava molto bene dalla prima fila e si metteva alle spalle di Reiterberger e Scheib. Il primo prendeva un leggero vantaggio, mentre Riccardo restava molto vicino a Scheib. Le prime tre posizioni non cambiavano. Nel finale Russo preferiva non rischiare e portare a casa un podio molto importante, essendo solo alla sua terza gara con la Panigale del team Motocorsa Racing. Sandi partiva forte, ma in due occasioni era costretto a chiudere il gas per evitare piloti che hanno avuto problemi tecnici o che sono caduti. Una volta trovato il suo ritmo, Federico ha recuperato terreno e solo nel finale ha perso una posizione soprattutto a causa delle gomme ormai usurate.
Buona la gara di TJ Alberto che dopo una buona partenza ha saputo recuperare posizioni sino ad arrivare sedicesimo, ad un passo dalla zona punti.
Il prossimo appuntamento con il campionato Europeo Superstock 1000 è fissato nel weekend del 14,15 e 16 settembre all’autodromo di Portimao in Portogallo.

Federico Sandi: “L’inizio della gara è stato difficile non solo perché partivo dalla terza fila, ma anche nel primo giro Mantovani, proprio davanti a me, ha avuto un problema ed ha rallentato molto. Per evitarlo sono uscito dalla traiettoria ideale ed ho perso terreno. Nel giro successivo Ferrari mi è caduto davanti ed anche in questo caso ho dovuto chiudere il gas. In seguito ho preso il mio ritmo ed ho girato con o stesso passo dei primi. Solo nel finale ho perso una posizione perché le gomme erano ormai usurate ed in due occasioni ho anche rischiato di cadere. Non sono soddisfatto del mio quinto posto, ma mi consola sapere che avevo lo stesso passo dei primi e questo significa che stiamo lavorando nella gusta direzione. Ringrazio il mio team per il lavoro svolto in questo weekend”.

Riccardo Russo: “Sono molto contento di essere salito sul podio nella mia gara di casa, ma soprattutto perché dopo un periodo difficile, ora sono tornato divertirmi e ad ottenere dei buoni risultati. Ringrazio di cuore tutta la mia squadra che sta lavorando tanto per me, e ringrazio i miei sponsor che hanno reso possibile tutto questo. In gara ero partito bene, ma non ho mai voluto forzare perché sapevo che le gomme qui avrebbero avuto molta importanza nel finale e non volevo usurarle prematuramente. Nel finale avrei forse potuto superare Scheib, ma ho preferito non rischiare e portare a casa un podio che per me assume molta importanza”.

Timothy J. Alberto: “Sono abbastanza soddisfatto della mia gara, anche se speravo di conquistare qualche punto. Sono partito bene ed ho recuperato posizioni, però nei giri seguenti, pur girando su buoni tempi, non sono riuscito a raggiungere il gruppo che mi precedeva. Sono comunque contento di aver continuamente migliorato i miei tempi sul giro e spero di fare meglio a Portimao, dopo la pausa estiva”.

desmodengiu_barni_racing_misano_gara_stk_1000

Si conclude con un ottavo posto nella classe Superstock 1000 il weekend del Barni Racing Team sul circuito di Misano Adriatico. In pista con Matteo Ferrari e Samuele Cavalieri, iscritti alla gara dell’European Superstock Championship come wild card, le due Ducati Panigale 1199 R del team bergamasco sono scattate dalla terza e dalla decima posizione della griglia. Cavalieri è partito regolare mantenendo la sua posizione mentre Ferrari ha perso terreno dopo uno start poco felice. Sceso in quinta posizione il #11 è riuscito a sorpassare Schcht al giro 2, ma la sua rimonta si è interrotta a causa di una scivolata. Il pilota di Cesena è riuscito a ripartire, ma è rientrato ai box a causa della leva del freno danneggiata durante la caduta. Dopo la vittoria nella gara di Imola, Ferrari non è dunque riuscito a ripetersi nonostante avesse dimostrato in tutto il weekend di poter lottare per il podio.

Cavalieri invece ha migliorato il risultato di Imola, quando aveva chiuso decimo. Protagonista di una gara regolare con un passo tra l’1’37.580 (suo giro veloce in gara) e l’ 1’38.5, il ferrarese, dopo aver guadagnato una posizione in partenza, ha mantenuto l’ottava piazza fin sotto la bandiera a scacchi, conquistando otto punti nella classifica di campionato. Si conclude così l’esperienza “europea” dei due giovani piloti del Barni Racing Team che torneranno in pista nel Campionato Italiano velocità proprio su questo circuito nel weekend del 27-29 luglio. Ferrari si presenterà a questo appuntamento da leader della classifica.

Marco Barnabò, Principal Manager
«Il weekend è finito in modo piuttosto amaro, dopo il ritiro in Superbike anche la Superstock  non è andata come avremmo voluto. Sono contento per Cavalieri che ha dimostrato una crescita rispetto alla gara di Imola, purtroppo Ferrari nel tentativo di non far scappare i primi e lottare per il podio è scivolato. Entrambi hanno comunque fatto esperienza e questa è la cosa più importante».
Matteo Ferrari, #11
«Mi dispiace molto per la caduta perchè il team ha lavorato alla grande e mi ha messo nelle condizioni di lottare coi migliori. Purtroppo sono partito male e ho perso posizioni, poi nel tentativo di recuperare sono scivolato. Questi sono errori che mi servono per fare esperienza.  L’ultimo weekend di luglio torneremo qui per il Campionato Italiano velocità».

Samuele Cavalieri, #76

«Sono riuscito a partire abbastanza bene e ho cercato di attaccarmi al gruppetto davanti a me, ma dopo qualche giro ho perso contatto. Purtroppo con le gomme intagliate (nel CIV si corre con gomme slick – ndr) faccio molta fatica a guidare e non riesco a esprimere il mio potenziale. È andata meglio rispetto a Imola perchè mi sono avvicinato di più ai primi, ma ancora mi manca qualcosa. Ringrazio comunque il team per il lavoro svolto e ora ci prepariamo per tornare qui fra tre settimane nel Campionato Italiano velocità»

desmodengiu_barni_racing_misano_gara_2_xavi_fores_superbike_2018.jpg

Termina nel modo più crudele possibile il weekend del Barni Racing Team al Misano World Circuit Marco Simoncelli, nono round del Campionato mondiale MOTUL FIM Superbike. Xavi Forés è costretto al ritiro durante il secondo giro mentre era in testa. Scattato dalla prima fila, Forés è stato autore di una grande partenza ed ha preso immediatamente la testa del gruppo. Dopo pochi chilometri, però alla curva del «Tramonto» la sua Ducati Panigale R ha accusato un problema e lo spagnolo ha dovuto posteggiare sulla via di fuga.
Misano Adriatico diventa una pista maledetta per il Barni Racing Team: anche lo scorso anno, in gara 2, Forés era uscito di scena quando era in testa per un problema allo scarico.
Dopo il sesto posto di gara 1, si chiude così in modo amaro il weekend di Forés, che resta a quota 164 punti in classifica generale, in settima posizione.
Adesso per il Campionato mondiale MOTUL FIM Superbike comincia una lunga vacanza estiva, si torna in pista il 14-16 Settembre in Portogallo, sul circuito di Portimao.

Marco Barnabò, Principal Manager
«La sfortuna ci ha colpito nello stesso modo dello scorso anno, siamo stati messi fuorigioco per un problema tecnico mentre eravamo in testa. Quando succedono queste cose per me è davvero dura da mandare giù perché facciamo mille sacrifici per mettere il pilota nella condizione di esprimersi al meglio e se non ci riesce perchè succede qualcosa alla moto mi fa più male di una scivolata

Xavi Forés #12
«Sono davvero dispiaciuto perchè ero partito alla grande ed ero estremamente fiducioso. Ripetendo il passo del warm up avremmo sicuramente potuto lottare per il podio, purtroppo per noi la gara è finita troppo presto. Uno “zero” non è certo il modo migliore per andare in vacanza, ma la cosa positiva è che siamo tornati competitivi come ad inizio stagione ».

PROSSIMA GARA: 

Round 10, 14-16 Settembre 2018, Portuguese Round, Algarve International Circuit, Portimão (POR)