Posts contrassegnato dai tag ‘qatar’

dengiu_desmo_desmodengiu_ducati_superbike_1199_panigale_qatar_doha_losail_sabato_20

eni FIM Superbike World Championship 2014
Losail International Circuit, Classifica Gara 2

01- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 17 giri in 33’41.803
02- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 3.568
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 5.092
04- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 8.305
05- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 8.390
06- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 8.654
07- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 9.115
08- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 13.015
09- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 13.478
10- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 25.471
11- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 37.964 (EVO)
12- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 38.001 (EVO)
13- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 46.248 (EVO)
14- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 RR – + 51.926
15- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 56.331 (EVO)
16- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 1’23.937
17- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – a 1 giro
18- Alex Cudlin – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro (EVO)

dengiu_desmo_desmodengiu_ducati_superbike_1199_panigale_qatar_doha_losail_sabato_18

eni FIM Superbike World Championship 2014
Losail International Circuit, Classifica Gara 1

01- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 17 giri in 33’46.738
02- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 2.650
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 3.955
04- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 4.805
05- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 7.861
06- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 8.192
07- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 8.991
08- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 10.512
09- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 15.978
10- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 21.456
11- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 25.977
12- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 29.085 (EVO)
13- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 29.096 (EVO)
14- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 39.270 (EVO)
15- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 43.360 (EVO)
16- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 46.206 (EVO)
17- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 1’16.323
18- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – a 1 giro

dengiu_desmo_desmodengiu_ducati_superbike_1199_panigale_qatar_doha_losail_sabato_14

Davide Giugliano ed il Ducati Superbike Team hanno consolidato le ottime prestazioni fornite ieri, qualificandosi in prima posizione per le due gare di domani che si disputeranno sul circuito internazionale di Losail! Davies si schiererà dal quarto posto della griglia.
In condizioni sempre calde (temperatura dell’aria 29°C, asfalto a 34°C), Davide Giugliano e Chaz Davies sono scesi in pista alle 18 ora locale per la sessione di prove libere. I portacolori Ducati hanno  sfruttato i 30 minuti a loro disposizione per definire gli ultimi ritocchi al set up delle loro 1199 Panigale prima dell’ultima Superbike della stagione 2014. Davies e Giugliano hanno chiuso settimo (Davies) ed ottavo (Giugliano).
Superpole 2: i due piloti Ducati hanno fatto una prima uscita con la gomma da gara. Giugliano, completando solo un giro, si è posizionato subito al primo posto grazie ad un tempo di 1’57.878. Chaz ha effettuato due giri, il secondo dei quali è stato il più veloce e lo ha posizionato al sesto posto a metà della sessione. Tornati insieme in pista con la gomma da qualifica, entrambi hanno completato solo un giro veloce. Chaz, grazie ad un crono di 1’57.562, ha mancato la prima fila per soli 94 millesimi,  classificandosi, quarto, per le due gare di domani.
Davide, anche se disturbato dalla caduta di un pilota che lo precedeva di qualche secondo, ha messo a segno un giro record; con un tempo di 1’57.033 si è assicurato sia la pole che il  nuovo ‘best lap’ di Losail, più basso di due decimi rispetto al tempo fatto segnare da Ben Spies nel 2009. Questa è la seconda volta in questa stagione che il pilota italiano partirà dalla pole ed è la sua ottava volta in prima fila. Gli ottimi risultati delle Superpole di questa stagione uniti alla pole position di oggi hanno garantito a Davide la seconda posizione assoluta nella classifica Tissot-Superpole del 2014, staccato di soli 14 punti dal vincitore Tom Sykes.
Dichiarazioni dopo le sessioni di oggi:
Davide Giugliano (Ducati Superbike Team #34) – 1° (1’57.003)
Ovviamente sono molto contento di aver fatto la pole. Ho sfruttato sia la gomma da gara che quella da qualifica. E’ sicuramente importante partire in prima fila ma è ancora più importante essere costante durante la gara. Mi preoccupa un po’ il nostro passo di gara perché onestamente ci siamo  concentrati maggiormente sul mio feeling con la moto. Sono felice del fatto che, nonostante le condizioni difficili e qualche problema, siamo riusciti a lavorare bene e a ottenere questo risultato importante stasera. Ringrazio i miei ragazzi che stanno lavorando duro in condizioni estreme – rimaniamo focalizzati sulle gare di domani  nelle quali  farò di tutto per chiudere bene la stagione 2014.”
Chaz Davies (Ducati Superbike Team #7) – 4° (1’57.562)
La Superpole è andata abbastanza bene; il nostro obiettivo era quello di essere in una delle prime due file e ce l’abbiamo fatta, perdendo un posto in prima fila per molto poco. La cosa importante adesso è decidere la gomma posteriore da usare e cercare di migliorare il grip, che è stato più problematico oggi rispetto a ieri. Stamattina sembrava che io e Davide soffrissimo un po’ di più rispetto agli altri e la moto mi sembrava diversa, quindi dobbiamo capire esattamente perché. Comunque, faremo delle modifiche nel warm-up di domani sera e poi vedremo cosa riusciremo a fare nelle gare.”
Programma del weekend (CET +2): 
Domenica
17.15 – 17.30 – SBK Warm-up
19.00 – SBK Gara 1
22.00 – SBK Gara 2

dengiu_desmo_desmodengiu_superbike_qatar_ducati_2014__

eni FIM Superbike World Championship 2014
Losail International Circuit, Classifica Tissot-Superpole (SP2)

01- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – 1’57.033
02- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.248
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.435
04- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.529
05- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.800
06- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.972
07- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 1.157
08- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.322
09- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.346
10- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 1.550
11- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.886
12- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.982 (EVO)

La Griglia di Partenza

01- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R
02- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
04- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R
05- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
06- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP
07- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP
08- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
09- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
10- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory
11- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
12- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R (EVO)
13- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR (EVO)
14- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R (EVO)
15- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R (EVO)
16- Alex Cudlin – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R (EVO)
17- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R (EVO)
18- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R (EVO)
19- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX
20- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R (EVO)
21- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 RR
22- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX
23- Gabor Rizmayer – BMW Team Toth – BMW S1000RR (EVO)
24- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR

dengiu_desmo_desmodengiu_superbike_qatar_ducati_2014_

eni FIM Superbike World Championship 2014
Losail International Circuit, Classifica Prove Libere 4

01- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – 1’58.246
02- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.359
03- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.505
04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.512
05- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 0.633
06- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.759
07- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.911
08- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.948
09- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.085
10- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.324
11- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.752
12- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 1.907 (EVO)
13- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 2.225 (EVO)
14- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.434 (EVO)
15- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 2.457 (EVO)
16- Alex Cudlin – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 3.201 (EVO)
17- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.254 (EVO)
18- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.594 (EVO)
19- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 RR – + 4.269
20- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 5.026
21- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 5.849
22- Gabor Rizmayer – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 6.397 (EVO)
23- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 6.426

dengiu_desmo_desmodengiu_ducati_superbike_1199_panigale_qatar_doha_losail_venerdì_07

Con Davide Giugliano in prima posizione e Chaz Davies settimo, il Ducati Superbike Team si dichiara soddisfatto dei risultati conseguiti al termine delle tre prove cronometrate dell’ultimo round del campionato Mondiale Superbike 2014 sul circuito internazionale di Losail. 
Diversamente dal solito programma del venerdì, tutte e tre le sessioni di prove cronometrate si sono svolte questa sera sul tracciato illuminato di Losail. E’ la prima volta che le Superbike corrono a Losail con la luce artificiale. Nella sessione di apertura, che ha visto i piloti scendere in pista subito dopo il tramonto (temperatura d’aria 29°C, asfalto 35°C), Chaz Davies e Davide Giugliano hanno iniziato a riprendere confidenza con le loro 1199 Panigale su una pista sulla quale non gareggiavano da alcuni anni. I due piloti ufficiali Ducati si sono posizionati undicesimo (Davide) e dodicesimo (Chaz) alla fine della prima sessione.
Alle 20.00 ora locale, i piloti sono scesi in pista per la seconda sessione ma purtroppo, un problema tecnico per Davide, subito durante la sua prima uscita, lo ha relegato al box, impedendogli di tornare in pista. Chaz ha fatto sostanziali progressi durante la sessione di 45 minuti, migliorando progressivamente durante la sessione. Nell’ultima uscita, utilizzando una gomma nuova, il pilota inglese ha fermato il cronometro a 1’58.583, un tempo di quasi tre secondi più veloce rispetto al suo miglior tempo della prima sessione di prove, che gli è valso il secondo posto alla fine della sessione.
Il terzo ed ultimo turno, che si è concluso a mezzanotte, ha visto un Giugliano molto determinato a fare bene. Risolto il problema della sessione precedente e spingendo forte, Davide ha girato su tempi costantemente veloci. Il pilota romano ha chiuso con un miglior giro in 1’57.876, a solo 6 decimi dal best lap della pista (che appartiene a Spies, stabilito nel 2009), un ottimo tempo che è rimasto quello più veloce di questa prima giornata. Giugliano si è aggiudicato così la pole provvisoria, qualificandosi primo per la Superpole 2 di domani sera. Davies non è riuscito a migliorare ulteriormente il suo tempo, ma grazie al giro veloce effettuato durante la seconda sessione, ha concluso la prima giornata in settima posizione, qualificandosi a sua volta per la Superpole 2.
Dichiarazioni dopo le sessioni di oggi:
Davide Giugliano (Ducati Superbike Team #34) – 1° (1’57.876)
“Oggi è stata una giornata impegnativa ma quando si riesce a girare anche forte, come ho potuto fare nell’ultima sessione, non si può essere che contenti. E’ davvero emozionante girare di notte e mi sono divertito molto, soprattutto nell’ultima sessione, quando ho risolto i problemi che avevo avuto in precedenza. Onestamente non ho avuto difficoltà ad abituarmi alle condizioni ‘diverse’ e pensavo che forse il tracciato sarebbe peggiorato, mentre invece è rimasto sempre buono.  Posso dire che sono molto contento del risultato di questa prima giornata, ma adesso c’è da vedere cosa riusciamo a fare domani. Vorremo che la moto fosse più fluida e c’è da lavorare anche sul passo di gara….”
Chaz Davies (Ducati Superbike Team #7) – 7° (1’58.583)
“E’ stata una giornata mista direi. L’abbiamo presa forse un po’ con calma nella prima sessione, prima di fare un buono step nella seconda e poi nell’ultima abbiamo apportato dei cambiamenti ma senza migliorare ulteriormente. Comunque, sono soddisfatto e non penso che siamo lontani da dove vorremo essere. Stiamo cercando di migliorare la stabilità del posteriore oltre a capire la durata delle gomme, ma non abbiamo avuto problemi particolari. L’esperienza di correre di notte è stata molto bella, all’inizio ho avuto bisogno di un poco di tempo per abituarmici, ma già nella seconda sessione mi sono sentito più a mio agio. Le condizioni della pista sono abbastanza buone, meglio di quanto mi aspettassi e questa è una cosa positiva. Vediamo se riusciremo a migliorare domani…”
Programma del weekend (CET +2): 
Sabato
18.00 – 18.30 – SBK Prove Libere 4
21.00 – 21.15 – Superpole 1
21.25 – 21.40 – Superpole 2
Domenica
17.15 – 17.30 – SBK Warm-up
19.00 – SBK Gara 1
22.00 – SBK Gara 2

dengiu_desmo_desmodengiu_ducati_superbike_1199_panigale_qatar_doha_losail_venerdì_02

eni FIM Superbike World Championship 2014
Losail International Circuit, Classifica Prove Libere 2

01- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 1’58.449
02- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.134
03- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.432
04- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.531
05- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.658
06- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.884
07- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.979
08- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 1.252 (EVO)
09- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.393
10- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.482
11- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.526 (EVO)
12- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 1.659
13- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 1.892 (EVO)
14- Alex Cudlin – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1.987 (EVO)
15- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.038 (EVO)
16- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.059 (EVO)
17- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 3.132 (EVO)
18- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.195 (EVO)
19- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 RR – + 3.648
20- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 3.917
21- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 4.417
22- Gabor Rizmayer – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 5.255 (EVO)
23- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 6.272

dengiu_desmo_desmodengiu_ducati_superbike_1199_panigale_qatar_doha_losail_venerdì_04

eni FIM Superbike World Championship 2014
Losail International Circuit, Classifica Prove Libere 1

01- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – 1’59.644
02- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.187
03- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.330
04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.454
05- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.575
06- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.634
07- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 0.837
08- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 1.129 (EVO)
09- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.152
10- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 1.397
11- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.442
12- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.845
13- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.880 (EVO)
14- Alex Cudlin – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1.902 (EVO)
15- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 2.276 (EVO)
16- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.450 (EVO)
17- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.488 (EVO)
18- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 RR – + 3.289
19- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.838 (EVO)
20- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 4.411
21- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 4.755
22- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 5.625
23- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 6.629 (EVO)
24- Gabor Rizmayer – BMW Team Toth – BMW S1000R – + 6.645 (EVO)

dengiu_Motogp_Ducati_Qatar

MotoGP World Championship 2013
Losail International Circuit, Classifica Prove Libere 3

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’56.084
02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.001
03- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.242
04- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.332
05- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.333
06- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.418
07- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.488
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.586
09- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.817
10- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.900
11- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.085
12- Ben Spies – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.224
13- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1.336 (CRT)
14- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1.872 (CRT)
15- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 2.127 (CRT)
16- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.312 (CRT)
17- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 2.779 (CRT)
18- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 3.096 (CRT)
19- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 3.128 (CRT)
20- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 3.671 (CRT)
21- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 3.674 (CRT)
22- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 3.753 (CRT)
23- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 3.996 (CRT)
24- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 4.355 (CRT)

dengiu_piloti_motogp_italiani_2013

MotoGP World Championship 2013
Losail International Circuit, Classifica Prove Libere 2

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’56.477
02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.268
03- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.328
04- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.692
05- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.780
06- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.356
07- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.400
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.563
09- Ben Spies – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.660
10- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.821
11- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.863
12- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.098
13- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.154 (CRT)
14- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 2.394 (CRT)
15- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 2.427 (CRT)
16- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.708 (CRT)
17- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 3.332 (CRT)
18- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.080 (CRT)
19- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.175 (CRT)
20- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.442 (CRT)
21- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 4.463 (CRT)
22- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 4.844 (CRT)
23- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 5.145 (CRT)
24- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 5.339 (CRT)