Posts contrassegnato dai tag ‘team barni’

dengiu_desmodengiu_sbk_imola_2015_Prove_libere_2_Davide_Giugliano

eni FIM Superbike World Championship 2014
Autodromo Internazionale ‘Enzo e Dino Ferrari’ di Imola, Classifica Prove Libere 2

1 65 J. REA GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1’47.344 14 165,539 280,7
2 66 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1’47.517 0.173 0.173 18 165,272 279,2
3 34 D. GIUGLIANO ITA Aruba.it Racing-Ducati SBK Team Ducati Panigale R 1’47.582 0.238 0.065 13 165,173 280,7
4 7 C. DAVIES GBR Aruba.it Racing-Ducati SBK Team Ducati Panigale R 1’47.686 0.342 0.104 14 165,013 280,7
5 91 L. HASLAM GBR Aprilia Racing Team – Red Devils Aprilia RSV4 RF 1’48.054 0.710 0.368 11 164,451 278,5
6 22 A. LOWES GBR VOLTCOM Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1’48.660 1.316 0.606 10 163,534 277,0
7 86 A. BADOVINI ITA BMW Motorrad Italia SBK Team BMW S1000 RR 1’48.729 1.385 0.069 15 163,430 279,2
8 44 D. SALOM ESP Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1’49.073 1.729 0.344 13 162,915 276,3
9 36 L. MERCADO ARG BARNI Racing Team Ducati Panigale R 1’49.201 1.857 0.128 15 162,724 280,7
10 1 S. GUINTOLI FRA PATA Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR SP 1’49.296 1.952 0.095 12 162,582 278,5
11 15 M. BAIOCCO ITA Althea Racing Ducati Panigale R 1’49.403 2.059 0.107 13 162,423 280,0
12 84 M. FABRIZIO ITA Althea Racing Ducati Panigale R 1’49.601 2.257 0.198 15 162,130 278,5
13 60 M. VD MARK NED PATA Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR SP 1’49.651 2.307 0.050 15 162,056 274,2
14 81 J. TORRES ESP Aprilia Racing Team – Red Devils Aprilia RSV4 RF 1’49.966 2.622 0.315 17 161,592 281,5
15 40 R. RAMOS ESP Team Go Eleven Kawasaki ZX-10R 1’50.126 2.782 0.160 15 161,357 274,2
16 59 N. CANEPA ITA Grillini SBK Team Kawasaki ZX-10R 1’51.059 3.715 0.933 13 160,001 268,6
17 14 R. DE PUNIET FRA VOLTCOM Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1’52.132 4.788 1.073 9 158,470 267,9
18 2 L. CAMIER GBR MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4 1’52.177 4.833 0.045 4 158,407 269,3
19 10 I. TOTH HUN BMW Team Toth BMW S1000 RR 1’52.580 5.236 0.403 15 157,840 271,3
20 23 C. PONSSON FRA Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 1’53.138 5.794 0.558 15 157,061 260,6
21 75 G. RIZMAYER HUN BMW Team Toth BMW S1000 RR 1’53.813 6.469 0.675 16 156,130 265,2
22 51 S. BARRAGÁN ESP Grillini SBK Team Kawasaki ZX-10R 1’53.852 6.508 0.039 10 156,076 258,7

image

_dengiu_CIV_mugello_R10_14_Ducati_celebration
Mugello / Italia, domenica 19 ottobre 2014: Ducati festeggia l’ultimo successo in ordine di tempo della sua 1199 Panigale R, che oggi ha tagliato vittoriosa il traguardo al Mugello aggiudicandosi sia il titolo piloti che il titolo costruttori del CIV 2014.
Guidata in maniera magistrale da Ivan Goi, pilota del team Barni Racing, la 1199 Panigale R ha ottenuto risultati eccezionali durante l’intero arco del campionato 2014. La stagione si è ben presto tramutata in una lotta a due tra Goi ed un altro membro della famiglia Ducati, vale a dire Matteo Baiocco, anche lui in sella alla 1199 Panigale R (del  team Grandi Corse & A P Racing).
Mentre la gara di apertura del campionato era stata vinta da Baiocco, seguito da Goi in seconda posizione, nella seconda prova è stato Goi a tagliare il traguardo per primo sul circuito del Mugello, che ha poi vinto anche gara 5 e 6, disputatesi ad Imola. Queste vittorie, oltre ai podi conquistati a Vallelunga e a Misano hanno dato a Goi un vantaggio di 14 punti su Baiocco prima dell’ultimo round del Mugello. Per quanto riguarda il campionato costruttori, grazie ai risultati di Goi e Baiocco, Ducati è arrivata alle ultime due gare già con un vantaggio di 42 punti sulla BMW, in seconda posizione.
L’ultimo round si è disputato questo weekend all’Autodromo del Mugello. Mentre Goi si è qualificato in seconda posizione, Baiocco ha preso il via con il diciassettesimo tempo. Nella prima gara, disputatasi nel pomeriggio di sabato in condizioni asciutte, Goi ha preso il comando quasi subito, mantenendo la sua posizione e gestendo molto bene la sua gara per tagliare il traguardo primo, ottenendo la sua quarta vittoria della stagione. Baiocco, autore di un ottimo recupero nel corso della manche, è stato in grado di proiettarsi dalla 17ma alla seconda posizione finale. Con Goi e Baiocco sul podio, la Ducati si è aggiudicata il titolo costruttori in questa penultima manche della stagione.
Nella gara decisiva di oggi, svolta in buone condizioni, i due portacolori Ducati hanno lottato forte fino al ultimo giro. Anche oggi Baiocco ha tagliato il traguardo in seconda posizione finale, seguito da Goi, terzo. Ivan Goi si è quindi assicurato del titolo piloti, avendo accumulato un totale di 182 punti con la sua 1199 Panigale R, contro i 167 punti di Baiocco, in seconda posizione finale. La gara di oggi è stata vinta da Leandro ‘Tati’ Mercado, anche lui in sella alla Panigale 1199 R e in pista questo weekend come wildcard con il team Barni Racing.
Il Team Barni Racing è stato l’autore di tanti successi in questo campionato così come negli anni recenti e dal 2009 ad oggi si è aggiudicato parecchi titoli, sia nella classe Superbike che nella Superstock 1000.  In questa stagione la squadra italiana che utilizza moto Ducati, ha trionfato nella Superstock 1000 FIM Cup, aggiudicandosi il titolo piloti con la Ducati 1199 Panigale R portata in pista dall’argentino Leandro ‘Tati’ Mercado.
Dichiarazioni dopo la gara di oggi:
Ivan Goi – Team Barni Racing #12: 
“Dedico questo titolo prima di tutto a me stesso perchè ho dimostrato di poter essere ancora un pilota vincente, alla Michelin che ha creduto nel binomio pilota-moto e soprattutto al team Barni che, per il terzo anno consecutivo, mi ha dato la possibilità di lottare per la vittoria e di conquistare due titoli nazionali. Sono davvero felice! Ringrazio Marco Barnabò, la Ducati e tutte le persone che mi sono state vicino”.
Marco Barnabò – Barni Racing Team Manager
“E’ stata una stagione straordinaria e ricca di successi. Prima, abbiamo conquistato il titolo della Superstock 1000 FIM Cup con Leandro Mercado ed oggi, il titolo nazionale Superbike con Ivan Goi. Sono particolarmente orgoglioso del lavoro che ha fatto l’intera squadra; Abbiamo lavorato tutti al massimo sia in pista che a casa, senza commettere errori, concretizzando un successo dietro l’altro. Quest’anno nel CIV abbiamo deciso di passare a Michelin e, nonostante non avessimo uno storico con queste gomme, grazie anche al loro prezioso supporto, siamo riusciti a fare la differenza, vincendo un titolo molto importante. Ringrazio la Ducati per il sostegno che ci ha fornito durante l’intera stagione e tutti i nostri sponsor”.

dengiu_superstock_1000_francia_magny_cours_team_barni_racing_leandro_mercado_campione_00

Il portacolori del Barni Racing Team, Leandro Mercado, ha conquistato l’ambitissimo titolo piloti nellaCoppa FIM Superstock 1000 nell’ultima avvincente gara sul circuito di Magny Cours. Durante l’intero campionato, il pilota argentino del team bergamasco ha corso ogni manche con tenacia e determinazione, aggiudicandosi due straordinarie vittorie nel primo round di Aragon e nel penultimo di Jerez, e due podi sui circuiti italiani di Imola e Misano, guadagnando punti importanti che lo hanno portato in Francia come leader della classifica generale.

Pur partendo dall’undicesima casella, a causa di una sfortunata caduta durante il turno di qualifiche, l’alfiere del Barni Racing Team è stato autore di una fantastica rimonta, determinato fin dall’inizio a giocarsi il tutto per tutto. Su un tracciato reso scivoloso dalla forte pioggia, “Tati” si è visto protagonista di una gara memorabile, avvicinandosi curva dopo curva alla conquista del titolo. Nel corso dell’ultimo giro, l’improvvisa e inaspettata caduta del rivale Lorenzo Savadori (Kawasaki), ha rimescolato le carte in tavola, riaprendo una gara ormai giunta al termine. Mercado ha continuato a spingere, forzando, ma mantenendo al tempo stesso il controllo della moto e concludendo così in quarta posizione. Con un bilancio finale di ben quattro podi in sette gare, Tati si è assicurato il titolo con un totale di 117 punti (contro i 109 di Savadori, secondo).
Un week-end amaro, invece, per il compagno di squadra Ondrej Jezek. Dopo uno straordinario secondo posto ottenuto sabato nel turno di qualifiche, il pilota ceco è caduto durante il quarto giro, non riuscendo a terminare l’ultimo round stagionale e concludendo così il campionato in quinta posizione nella classifica generale.

Leandro Mercado #36
“E’ stato un weekend pazzesco. Ho cominciato bene e le sessioni di prova sono andate tutte lisce. Poi, quando nelle qualifiche sono uscito con la nuova gomma, sono caduto. A quel punto, undicesimo in griglia, sapevo che sarebbe stato molto difficile farcela. Avevo capito che l’unico modo per affrontare la gara era spingere il più forte possibile. Ho cominciato a recuperare le posizioni perse ad inizio gara, correndo tanti rischi. Almeno un paio di volte ho rischiato di cadere. Poi ho visto che Savadori era caduto… Ringrazio tutte le persone che mi hanno sostenuto, la Ducati, il team Barni Racing, tutti i miei amici, la mia famiglia e i miei tifosi in Argentina. E’ anche grazie a tutti loro se sono qui oggi. E’ veramente un sogno vincere il titolo Superstock 1000.”

Ondrej Jezek #69
“Questo ultimo round è stato per me molto difficile. Dopo i risultati positivi ottenuti nel corso delle qualifiche, durante la gara ho cercato di rimanere nel gruppo di testa, tenendo il passo degli avversari, ma a causa di alcuni problemi di aderenza sono caduto, fortunatamente senza riportare conseguenze fisiche. Sono davvero contento per Leandro Mercado e per tutto il team guidato da Marco Barnabò. Aver ottenuto il quinto posto nella classifica generale è per me, invece, una grande delusione. Speravo in un risultato migliore. Ringrazio il team per il grande lavoro che ha svolto durante tutta la stagione e la Ducati per il sostegno che mi ha dimostrato in tutte le gare.”

Marco Barnabò All Manager
“Siamo davvero contenti! Dopo essere arrivati tre volte secondi, abbiamo finalmente vinto il titolo Stock 1000. Oggi sul bagnato è stato molto difficile, la pista era davvero scivolosa ed era facile cadere. Ma Tati ci ha creduto, se lui avesse mollato non avremmo vinto il campionato. Lo ringraziamo quindi per la grande gara che ha disputato . E’ riuscito a portare la moto al traguardo senza cadere, ieri ha sbagliato ma oggi ha corso un’ottima gara. E’ un vero peccato per Ondrej, aveva sicuramente tutto il potenziale per puntare al titolo. Purtroppo la fortuna quest’anno non l’ha aiutato in diverse occasioni, sono convinto che in futuro potrà certamente riscattarsi. Ringrazio tutto il team, tutti i miei uomini, sia in pista che a casa e tutti i nostri sponsor. Ringrazio la Ducati sia per il supporto che abbiamo ricevuto sia per la grande collaborazione che c’è sempre stata tra noi. Un grazie speciale lo voglio dedicare alla mia famiglia che mi permette di poter fare questo lavoro con passione.”

dengiu_superstock_1000_francia_magny_cours_team_barni_racing_leandro_mercado_campione

dengiu_stock_1000_jerez_2014_gara__leandro_tati_mercado

Superstock 1000 FIM Cup 2014
Circuito de Jerez, Classifica Gara

01- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – 10 giri in 17’47.919
02- Kyle Smith – Agro-On Wil Racedays – Honda CBR 1000RR SP – + 1.676
03- Lorenzo Savadori – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 4.558
04- Fabio Massei – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 5.890
05- Ondrej Jezek – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 10.338
06- Joshua Day – Agro-On Wil Racedays – Honda CBR 1000RR SP – + 11.298
07- David McFadden – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 12.256
08- Romain Lanusse – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 13.300
09- Antonio Alarcos – BWG Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 16.652
10- Robert Muresan – H-Moto Team – BMW S1000RR – + 17.623
11- Sebastien Suchet – Team BSR – Kawasaki ZX-10R – + 19.292
12- Javier Alviz – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 19.393
13- Remo Castellarin – Cast16 Corse by Galvin – BMW S1000RR HP4 – + 23.751
14- Federico Sandi – Team Motoxracing – BMW S1000RR HP4 – + 23.948
15- Marc Moser – Triple M Racing by Ducati – Ducati 1199 Panigale R – + 25.546
16- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 25.926
17- Jonathan Crea – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 30.791
18- Alberto Butti – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-10R – + 40.101
19- Tomas Svitok – Moto LG Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 44.841
20- Jeremy Ayer – Team BSR – Kawasaki ZX-10R – + 50.992
21- Federico D’Annunzio – FDA Racing Team – BMW S1000RR HP4 – a 1 giro

E’ Leandro Mercado il più veloce nel decisivo turno di qualifiche sul circuito di Jerez. L’argentino del Barni Racing Team, grazie ad un giro perfetto, conquista una fantastica pole position, confermando il grande lavoro di messa a punto svolto insieme al team da inizio week end. Ottavo tempo invece per Ondrej Jezek. Il talentuoso pilota ceco è stato rallentato da alcuni problemi elettronici che verranno sicuramente risolti entro il warm up di domani mattina.

dengiu_stock_1000_jerez_spagna_2014_qualifiche_leandro_mercado_2

Leandro Mercado #36
Sono molto contento per questa pole position. Abbiamo lavorato molto bene con la squadra e, la cosa più importante, è il buon passo che abbiamo dimostrato di avere in vista della gara“.

dengiu_stock_1000_jerez_spagna_2014_qualifiche_jezek

Ondrej Jezek #69
Quest’anno sono davvero sfortunato. Oggi, un problema elettronico non mi consentiva di entrare in curva come avrei voluto. Il team sta già lavorando per risolvere l’inconveniente e sono convinto che domani tornerò nuovamente competitivo in sella alla mia Ducati”.

 

 

Qualifiche
1 – L. MERCADO – Ducati 1199 Panigale R – 1’45.018
2 – L. SAVADORI – Kawasaki ZX-10R – 1’45.677
3 – F. MASSEI – Ducati 1199 Panigale R – 1’45.818

8 – O. JEZEK – Ducati 1199 Panigale R – 1’46.317

 

Program Race
Domenica 7 settembre
9.30 – 9.40: Superstock 1000 Warm Up (diretta tv su Italia 2)
14.15: Superstock 1000 Gara (diretta tv su Italia 2 e su Eurosport 2)

dengiu_stock_1000_jerez_spagna_2014_qualifiche_leandro_mercado

Superstock 1000 FIM Cup 2014
Circuito de Jerez, Classifica Qualifiche

01- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – 1’45.018
02- Lorenzo Savadori – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 0.659
03- Fabio Massei – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.800
04- Matthieu Lussiana – Team Garnier by ASPI – Kawasaki ZX-10R – + 0.822
05- Kyle Smith – Agro-On Wil Racedays – Honda CBR 1000RR SP – + 0.884
06- David McFadden – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.062
07- Balazs Nemeth – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1.123
08- Ondrej Jezek – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.299
09- Romain Lanusse – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1.318
10- Jed Metcher – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.545
11- Federico D’Annunzio – FDA Racing Team – BMW S1000RR HP4 – + 1.552
12- Federico Sandi – Team Motoxracing – BMW S1000RR HP4 – + 1.705
13- Robert Muresan – H-Moto Team – BMW S1000RR – + 1.849
14- Joshua Day – Agro-On Wil Racedays – Honda CBR 1000RR SP – + 1.939
15- Sebastien Suchet – Team BSR – Kawasaki ZX-10R – + 2.009
16- Marc Moser – Triple M Racing by Ducati – Ducati 1199 Panigale R – + 2.245
17- Antonio Alarcos – BWG Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.475
18- Javier Alviz – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 2.580
19- Remo Castellarin – Cast16 Corse by Galvin – BMW S1000RR HP4 – + 3.387
20- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 3.739
21- Tomas Svitok – Moto LG Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 3.894
22- Jonathan Crea – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 4.171
23- Alberto Butti – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-10R – + 4.351
24- Jeremy Ayer – Team BSR – Kawasaki ZX-10R – + 4.495

dengiu_stock_1000_jerez_spagna_2014_prove_libere_1_2_Ducati_barni_racing_team_leandro_mercado

Superstock 1000 FIM Cup 2014
Circuito de Jerez, Classifica Prove Libere 1-2

01- Lorenzo Savadori – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – 1’45.330
02- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.106
03- Kyle Smith – Agro-On Wil Racedays – Honda CBR 1000RR SP – + 0.271
04- Robert Muresan – H-Moto Team – BMW S1000RR – + 0.761
05- Balazs Nemeth – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 0.799
06- Romain Lanusse – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 0.893
07- Federico Sandi – Team Motoxracing – BMW S1000RR HP4 – + 1.152
08- Fabio Massei – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.210
09- David McFadden – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.232
10- Ondrej Jezek – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.477
11- Matthieu Lussiana – Team Garnier by ASPI – Kawasaki ZX-10R – + 1.590
12- Javier Alviz – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1.683
13- Joshua Day – Agro-On Wil Racedays – Honda CBR 1000RR SP – + 1.734
14- Jed Metcher – EAB Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 2.103
15- Federico D’Annunzio – FDA Racing Team – BMW S1000RR HP4 – + 2.550
16- Sebastien Suchet – Team BSR – Kawasaki ZX-10R – + 3.078
17- Marc Moser – Triple M Racing by Ducati – Ducati 1199 Panigale R – + 3.086
18- Antonio Alarcos – BWG Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.281
19- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 3.472
20- Remo Castellarin – Cast16 Corse by Galvin – BMW S1000RR HP4 – + 3.531
21- Jonathan Crea – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 4.728
22- Alberto Butti – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-10R – + 4.925
23- Tomas Svitok – Moto LG Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 5.426
24- Jeremy Ayer – Team BSR – Kawasaki ZX-10R – + 6.895

World Ducati Week 2014

Foto DesmoD.E.N.G.I.U.

dengiu_civ_Superbike_misano_Gara_1_barni_Racing

Misano, 26 luglio 2014. Le avverse condizioni metereologiche, che hanno colpito il circuito di Misano Adriatico, non hanno di certo aiutato i piloti delBarni Racing Team, protagonisti di una gara tutta in salita. Ivan Goi, scattato dall’ottava casella in sella alla sua Ducati 1199 Panigale R gommata Michelin, è riuscito progressivamente a recuperare posizioni chiudendo sesto gara 1 nonostante le visibili difficoltà di trazione. Pìù difficile e al di sotto delle aspettative, la prova del compagno di squadra e due volte Campione del Mondo Manuel Poggiali; il sammarinese termina una gara sofferta in dodicesima posizione sotto un diluvio scoppiato a pochi giri dalla fine. Goi, con 125 punti, si riconferma leader della classifica generale grazie ad un vantaggio di 23 punti su Baiocco. Domani, alle ore 15.25 prenderà il via gara 2.

Ivan Goi #12
“Oggi è stata una gara davvero complicata per via delle condizioni atmosferiche. Sono partito con prudenza cercando di non commettere errori e, giro dopo giro, nonostante la pochissima trazione posteriore e la forte pioggia, ho aumentato il ritmo recuperando diverse posizioni. Ho salvato il salvabile con un occhio al campionato”.

Manuel Poggiali #54
“Speravo in un risultato migliore ma ho deciso di non rischiare troppo per concludere la manche. Verso metà gara, avrei dovuto cambiare la mappatura della moto ma ho preferito mantenere quella da bagnato; questo, ha comportato una forte usura della gomma posteriore che ha compromesso le performance generali. Domani utilizzeremo delle soluzioni differenti per ottenere un risultato migliore”.

dengiu_civ_Superbike_misano_Gara_1_barni_Racing_2

dengiu_civ_Superbike_misano_Gara_1

Campionato Italiano Velocità 2014
CIV Superbike
Misano World Circuit Marco Simoncelli, Classifica Gara 1

1 45 VIZZIELLO Gianluca ITA Moto x Racing Moto x Racing BMW M. 13 24’51.647 10 1’53.044
2 53 POLITA Alessandro ITA New Leone Rampante GM Racing BMW M. 13 24’54.773 3.126 3.126 10 1’51.605
3 73 SALTARELLI Simone ITA Monsanvitese Ducati M. 13 25’08.861 17.214 14.088 9 1’54.220
4 6 SCHIAVONI Denny ITA DS 91 2R Racing by Antonellini BMW M. 13 25’14.261 22.614 5.400 11 1’52.954
5 15 BAIOCCO Matteo ITA Franco Uncini Grandi Corse & A P Racing Ducati P. 13 25’15.863 24.216 1.602 11 1’54.161
6 12 GOI Ivan ITA Viadana Barni Racing Team Ducati M. 13 25’24.052 32.405 8.189 11 1’52.594
7 18 CLEMENTI Ivan ITA ECR Nuova M2 Aprilia P. 13 25’29.871 38.224 5.819 9 1’54.461
8 74 CALIA Kevin ITA Nuove Frontiere Nuova M2 Aprilia P. 13 25’38.286 46.639 8.415 11 1’56.034
9 7 VARGAS Raffaele ITA Conselice Kawasaki P. 13 25’38.534 46.887 0.248 11 1’53.962
10 77 MUZIO Marco ITA Pro Recco Racing DMR Racing BMW P. 13 25’58.703 1’07.056 20.169 10 1’56.194
11 24 CONFORTI Luca ITA De Vai DMR Racing BMW P. 13 26’02.229 1’10.582 3.526 10 1’55.251
12 54 POGGIALI Manuel RSM San Marino Barni Racing Team Ducati M. 13 26’07.853 1’16.206 5.624 11 1’56.711
13 43 PEROTTI Fabrizio ITA Lumezzane Tutapista BMW P. 13 26’09.209 1’17.562 1.356 11 1’55.998
14 22 GABRIELLI Matteo ITA Pompone Team Gabrielli Aprilia P. 13 26’12.136 1’20.489 2.927 11 1’54.968
15 10 MAURI Lorenzo ITA Lurago d’Erba Motocorsa Racing Ducati P. 13 26’26.627 1’34.980 14.491 11 1’57.803
16 3 CORRADI Alessio ITA Ducale BMW D. 13 26’30.246 1’38.599 3.619 10 1’56.615
17 19 GIBALDI Rosario ITA Leonardo Racing Team BWG Racing Kawasaki Kawasaki P. 12 25’41.069 1 Giro 1 Giro 6 2’04.679
————————————————– Non Classificati: ————————————————–
NC 111 BAGGI Giovanni ITA Fullout Fullout Racing Team Suzuki P. 5 26’36.889 8 Giri 2 2’00.526
RIT 57 DIONISI Ilario ITA Gentlemen’s Scuderia Improve Honda P. 9 18’26.134 4 Giri 8 1’59.493
RIT 86 DIVICCARO Cosimo ITA Gentlemen’s BMW P. 7 14’20.261 6 Giri 7 1’58.871
RIT 20 CIACCI Francesco ITA Furius Bull Sibarys BMW P. 0 7.:11′.6.6
NP 174 MARZOCCHI Antonio ITA Piccole Pesti Nuova M2 Aprilia P. 7.:11′.6.6
NP 34 SANCA Daniel ITA De Vai BMW P. 7.:11′.6.6
NP 40 GENTILE Flavio Augusto ITA Wolf & Fox Honda B. 7.:11′.6.6
NP 55 MARCHIONNI Fabio ITA Speed Action BMW P. 7.:11′.6.6